ED ORA ROMA…

2007528121436 "IL TEMPO":

Zero: «Cantare a Roma, che emozione»

di LUCA BENEDETTI «SUONARE a Roma per me è sempre ritrovarmi nel calore di casa. L’appuntamento con i miei concittadini è un’emozione nuova: attesa, però anche impegnativa, perché noi romani siamo tanto generosi, ma altrettanto esigenti». Per i centoventimila romani che lo aspettano per i due concerti del 2 e 3 giugno all’Olimpico – ci sono ancora ottomila biglietti per la seconda data – Renatino della Montagnola, al secolo Renato Zero, ha allestito uno spettacolo tecnologico con un’imponente scenografia – che riproduce le casse di un lettore mp3 con quattro enormi schermi trasparenti come sipario – ma con tanta sostanza rock nella scelta della canzoni. Qualche buontempone le aveva anticipate su Internet mesi fa («Mi hanno ferito mortalmente») e lui ha rivoluzionato lo show, escludendo dalla scaletta brani all’apparenza irrinunciabili come «I migliori anni della nostra vita», «Mi vendo» e «Nei giardini che nessuno sa». Assenze importanti, ma dal suo sconfinato repertorio escono canzoni altrettanto suggestive come «D’aria e di musica» e «Immi Ruah», unite ad altre più impetuose come «Baratto» (con citazione di «Amami Alfredo»), «Profumi balocchi e maritozzi» (con un esilarante siparietto fra Renato e una mamma grottesca con vocione lirico e labbra gonfiate come un canotto), «L’ambulanza» (Zero ingessato viene portato sul palco in barella) e «Triangolo», che ha scatenato il boato più entusiasta, assieme a «Spiagge» e «Cercami», dai ventimila sorcini accorsi l’altra sera a Padova per la prima data dell’«mpZero Tour 2007». Oltre a un ospite a sorpresa durante ogni show – a Roma ci sarà Gino Paoli, che dovrebbe cantare «Più su» come ha fatto un emozionatissimo Cammariere a Padova – nel pomeriggio si esibiscono alcuni supporter, fra cui Mariella Nava, Daniele Groff e la sua beniamina Jasmine. Il gigantesco capoccione gonfiabile di Zero con le cuffie al centro del palco è l’ennesimo esempio del suo rapporto conflittuale con gli mp3: possiede tutti modelli in circolazione, ma confessa tanta nostalgia per il vecchio vinile. «Gli mp3 hanno ucciso la magia e la qualità della musica. A 56 anni io mi rassegno a essere scaricato nei lettori mp3, però amo i live perché mantengono l’essenza autentica della musica». Finita la sigla iniziale in stile varietà tv – eseguita da una dozzina di scatenati ballerini che animano l’intero spettacolo, punteggiato anche da frequenti cambi di costumi – il capoccione si sgonfia e la musica torna reale: due ore e mezza di emozioni pure fino all’immancabile apoetosi finale con «Il cielo».

Cari amici,

lasciatemi spendere alcune parole per un concerto che nella mia città è considerato un vero e proprio evento, nessun cantante e sottolineo nessuno ha un rapporto così viscerale con  Roma e viceversa. Spero un giorno di poter vivere con tutto il Blog un concerto nella mia città per farvi capire meglio cosa si prova, anche se so che fortunatamente qualcuno di voi ci raggiungerà…

Sentito romani?? Su mancano 8000 biglietti per il secondo sold Out a Roma, muoveteviiii!!!!

Da quando seguo Renato Zero in concerto scelgo sempre la prima data, perche so l’emozione che prova, mi piace quel tremore iniziale nella sua voce che denota sempre quella grande eccitazione di ritovarsi Roma ai suoi piedi, uno stadio gremito che esulta in maniera del tutto inconfondibile ogni minuto o poco più…quante volte lo abbiamo fatto arrabbiare perche non gli davamo il tempo di finire una frase che già le urla sovrastavano la sua voce, ho sempre pensato che se anche ci mandasse a quel paese le urla di gioia ci sarebbero ugualmente, perche veramente a volte non si capisce neanche cosa stia dicendo che viene lo stesso osannato e applaudito perche l’entusiasmo è incontenibile….stavolta cerchiamo di farlo parlare, gli piace farlo in dialetto e quante cose giuste dice riguardo i problemi della città, in fondo lui le vive da vicino sarebbe un perfetto sindaco di Roma!

Essere li sotto lo stesso cielo a condividere le stesse sensazioni, là dove non esistono più differenze  sociali, politiche, economiche o di razza è veramente un grande avvenimento, tornare la sera nel mio quartiere e scoprire che la zona a mia insaputa è affollata di sorcini, vedere persino il mio vicino con un gadget firmato Zero….per me è tutto davvero emozionante! Sorcini il mio entusiasmo sta crescendo e devo riversarlo qui perchè è il posto giusto dove rimarrà incancellabile almeno fino a quando questo blog avrà ragione di esistere!

Caro Renato lo so molto bene quanto sia importante per te trovarti di fronte a quelle 80.000 persone, il tuo tremore dimostrerà ancora una volta che dopo tanti anni riesci ad emozionarti ancora e solo l’artista che si emoziona è in grado di procurare le stesse forti emozioni in chi lo ascolta…

Si Renato sei tu il RE DI ROMA!

BUON TOUR!

2007525101510 Mio caro Renato,

nonostante i miei impegni non potevo non essere qui, in questo spazio dedicato esclusivamente a te che curo con amore e passione, non ti nego che ultimamente mi costa fatica gestire tutto questo ma la giusta ricompensa sei tu, è la tua musica e soprattutto i tuoi concerti! Tra una settimana sarò lì pronta ad ascoltarti e ad applaudirti, ma come dicevo non potevo mancare quest’oggi per augurarti un grandioso Tour, un buon inizio ed un buon proseguimento, da stasera per te ma anche per tutti i tuoi fans ricomincia il sogno…e mi auguro tanto di continuare a sognare e non svegliarmi mai più….Regalaci ancora 100 di questi tour!

Virtualmente e mentalmente ti dico in boccMp0_padovaa al lupo Renatino!!!

Foto Palco (by Robbi)

Mp0 TOUR…CI SIAMO!

Spet_9280733_16000200721316498

"Grazie, grazie, grazie, grazie per tutta l’ispirazione, per musica e parole. Perche comunque vada ci ritroviamo stretti nella stessa emozione. Grazie da questa faccia che non si è mai negata, da questo palcoscenico da dove imparo vita. Grazie ancora ragazzi, perchè tornate in tanti con quell’idea magnifica di fare coro con i miei stessi sentimenti, un mare di occhi e un’anima soltanto. In quelle notti allo stadio…la luna era d’argento"

Ho voluto inaugurare questo nuovo Post con le parole che il nostro amato Renato ci ha dedicato e che esprimono al meglio i sentimenti suoi e del suo incredibile pubblico.

Ci siamo, tra 5 giorni parte l’ Mp0 Tour, comincia la trepidante attesa dei sorcini, me ne accorgo dai vostri commenti, dalle numerose E-mail che mi arrivano anche da chi non scrive mai su questo blog, c’è molto zeromovimento in giro, l’emozione cresce e ci sentiamo già tutti pronti a condividerla in quelle notti tra luci, suoni e colori! A tutti coloro che me lo hanno chiesto voglio dire che non scriverò la scaletta nemmeno se la dovessi sapere in anticipo  per rispetto a questo grande artista che ha sempre amato la sorpresa e l’imprevedibilità!

Racchiudiamo qui in questo Post tutte le nostre emozioni, pensieri e parole per questo imminente tour che già si preannuncia un successo, questo è il post  ideale  per esprimere qualsiasi cosa voi vogliate inerente ai concerti…chi cerca compagnia, chi vende o cerca biglietti, chi vuole esprimere tutta la sua zerofollia si trova nello spazio giusto!

Buon divertimento!

A te Renato il mio GRAZIE più speciale perchè dopo tanti anni riesci ancora ad emozionarmi come se fosse il mio primo concerto!

LA MIA DOMENICA IN

Il posto era lo stesso dell’altra volta, terza fila ultimo posto vicino alle scale, maglietta rossa e pantaloni neri come previsto. Quando Renato è sceso era veramente felice, l’ho trovato in ottima forma, così quando mi è passato vicino l’ho accarezzato e lui mi ha sorriso, gli ho tirato un bacio con la mano e in quel momento nei miei pensieri c’eravate tutti voi, quel bacio era simbolico da parte di tutto il blog. Sapevo già che avrebbe cantato solo "D’aria e di musica" e già è stata un’eccezione perche il nostro amato era andato soltanto per promuovere il tour e non voleva assolutamente cantare, invece nei giorni scorsi è stato convinto da tutti a fare almeno una canzone. Mi era stato  proposto prima della sua esibizione di scendere e mettermi sulle scalette dietro a lui insieme al fan club ma ho preferito rimanere al mio posto. Durante la pausa pubblicitaria dalla mia fila veniva richiamato a gran voce per saluti, baci, foto, lui era davvero divertito ci tirava i baci, ci sorrideva ci ha fatto pure una boccaccia simpaticissima! E’ stato sempre acclamato anche durante la pubblicità. Preciso a tutti che il finale a sorpresa è stato voluto dal grande Pippo Baudo, dopo che è partita I migliori anni della nostra vita lui ci ha fatto un cenno a tutti quanti di scendere sul palco…io ero distratta e me ne sono accorta dopo, infatti sono arrivata più tardi! All’inizio tutto filava liscio perche abbiamo fatto un cerchio intorno a lui ed io ero proprio davanti a lui quindi di spalle alla telecamera che cantavo e gli ho preso la mano, poi roba da non crederci è arrivata una signora di una certà età (avanzata direi) che si è intrufolata, mi ha spinto e mi ha spostato malamente il braccio facendomi piuttosto male, tutto questo per saltargli addosso, lì c’è stato un movimento totale tra cui un altro signore di una certa età che dava spintoni e quindi si è creata la calca, non si respirava, lì mi sono allontanata da lui perche non ce la facevo più, certo picchiare qualcuno in diretta non sarebbe stato carino da parte mia! Nonostante la calca, e nonostante il fatto che dietro di lui ci fosse qualche demente che per farlo girare gli tirava i capelli devo dire che lui è rimasto piuttosto calmo e sorridente, infatti a fine riprese mi sono avvicinata a lui e faccia a faccia gli ho detto "Renato sei grande" e lui mi ha fatto un sorrisone davvero indimenticabile! Nel frattempo pian piano si è avviato verso i camerini, li c’è un lungo corridoio dove non è consentito l’accesso quindi tutti si sono dovuti fermare li, invece il mio angelo custode…GRAZIE FABIO!!!!!!!!!!!! Dicevo il mio angelo custode mi ha fatto varcare la polizia e mi ha portato fuori il suo camerino, l’ho aspettato lì per un bel pò perche si stava cambiando l’abito, è uscito con un bellissimo completo color crema che gli donava davvero tanto, era accompagnato da Roberto, sinceramente non me la sono sentita di fermarlo, così l’ho accompagnato lungo il corridoio in silenzio, ha sceso delle scalette sotto le quali c’era l’automobile che lo attendeva,  lì c’era una specie di rientranza, un balconcino per intenderci, ho preferito fermarmi lì per non essere invadente, si sono avvicinate altre due persone a me che hanno attirato la sua attenzione chiamandolo, lui ha alzato lo sguardo, ci ha sorriso e salutato con la mano, gli ho tirato di nuovo un bacio con la mano e lui me lo ha rimandato sempre con un sorriso molto sereno…si perchè è così che ho trovato Renato, ieri era veramente sereno davanti e dietro le telecamere, sempre sorridente, paziente e molto dolce.

Vorrei esprimere un ultima considerazione del tutto personale sul finale della trasmissione, a parte qualche idiota che non riesce ad usare il cervello dovete considerare che intorno a lui c’erano ben 100 persone e quasi tutti ci siamo comportati bene, era da troppo tempo che Renato non aveva più un contatto diretto con i suoi fans e questo è servito ad accorciare le distanze, a renderlo più umano e forse a fargli capire che non siamo tutti uguali…anzi credo lo abbia capito perche finite le riprese non è stato affatto sgarbato o turbato, ha continuato a sorridere….

Amici cari, purtroppo ho dovuto scrivere questo Post con molta fretta, perdonate gli errori, forse ho anche dimenticato qualche particolare ma il mio tempo a disposizione è poco però volevo comunque rendervi partecipi di questa speciale domenica!

DOMENICA IN + Mp0 TOUR

Difficile, molto difficile per me stare dietro al Blog e a Renato in questo periodo per me un pò più impegnativo, ma eccomi qui!

Ricordando a tutti (anche se non ce ne sarebbe bisogno) che Domenica 13 Maggio Renato Zero sarà ospite di "Domenica in" nella fascia oraria di Pippo Baudo, posso intanto anticiparvi che un altro ospite di quello spazio sarà Tiziano Ferro e che Renato porta con se Mariella Nava che proviene da un momento di crisi discografica e come tutti sappiamo Renato corre sempre in suo aiuto! Qualcuno mi chiedeva come mi vestirò, probabilmente indosserò una maglia rossa, dei pantaloni sportivi neri, i capelli rispetto alla puntata di novembre sono più chiari perche ora ho i colpi di sole, ma dato che a Roma in questo periodo un giorno è primavera e l’altro è inverno il look potrebbe cambiare, in quel caso avviserò gli interessati!

Ed ora parliamo un pò dell’Mp0 Tour, Renato ha dichiarato in alcune ultime interviste che ha avuto qualche problema al cuore che lo aveva leggermente spaventato, poi però i medici gli hanno assicurato che non è nulla di grave e che può tranquillamente tuffarsi in questo Tour che sembra sarà il più impegnativo portato negli stadi dal nostro amato. Dal "Messaggero" di ieri scopriamo che alcuni elementi scenici sono l’evoluzione di quelli utilizzati dagli U2 nel loro ultimo tour, quindi scenografie hi-tech, sul palco avremo 12 ballerini, 4 coristi ed una band di 8 elementi, molti cambi di scena ed una scaletta di 27 canzoni che era già stata preparata dal nostro amato ma poi qualche scellerato l’ha pubblicata su internet e lui ci è rimasto molto male così l’ha cambiata di nuovo interamente e ci fa sapere che vuole rendere giustizia ai suoi movimentati esordi così ci saranno brani datati tra cui "Io uguale io" e "Accade"….(Renà mi hai spiato ehh), ci saranno ospiti italiani ma non ne fa parola…

Sul titolo del Tour abbiamo una spiegazione che avevamo già intuito un pò tutti, è una polemica rivolta alle nuove tecnologie, Renato resta esterefatto che all’età di 56 anni debba essere scaricato da internet, fa notare giustamente che oramai tutti ascoltano musica con l’Mp3 e lui che è sempre stato meticoloso con i suoni sa che quindi la maggior parte dei riproduttori non è in grado di esaltarli così come invece sono stati prodotti.

Insomma sarà sicuramente un grande tour come solo un artista del calibro di Renato Zero è in grado di offrirci!

OLTRE OGNI LIMITE

E nell’attesa di "Domenica In" ho deciso di creare un VideoStory con una delle canzoni d’amore più belle di Renato mi riferisco a "Oltre ogni limite", credo che questa canzone potrebbe essere amata anche da chi non è un ammiratore di Zero e per questo l’ho caricata su YouTube.

Ognuno di noi secondo me può rispecchiarsi in questo brano che è pura poesia, nel mio cuore la dedica è già stata fatta, l’amore come lo racconta lui non lo racconta nessuno! Spero faccia piacere anche a voi poterla riascoltare e commentare insieme!