” VIA DEI MARTIRI “

14puglialive_net0038.jpg“Difendo la mia libertà ad ogni costo prima i miei bisogni e dopo il resto, che se non pensavo a me addio Renato rimanevo ancora là….”

Ecco una tra le canzoni che amo di più di Renato, quelle che considero di vita vissuta, una specie di autobiografia  che ci manda dei messaggi  da cui trarre spunto e meditare…Molto spesso quando sono arrabbiata ho l’abitudine di ascoltarla ad un volume altissimo perchè mi scarica, è un grido di rabbia mescolato alla grinta di chi sa reagire alle difficoltà, alle incertezze della vita, è un canto contro lo strapotere sotto ogni punto di vista, contro un mondo dove è difficile vivere una vita serena, dove non c’è più posto per i sogni..anche se lui non ha mai smesso di crederci. Via dei Martiri dove vive chi è sfortunato, chi è debole, chi si rifugia nella droga annullando se stesso, dove conta solo chi ha potere e sfrutta, inganna, violenta, comanda! Ma nel buio c’è una luce che dona energia, quell’energia che possiedono proprio coloro che hanno avuto un vita difficile perchè si sa che le difficoltà aiutano a crescere e a diventare più forti e con tanta onestà gli stessi riescono ad andare avanti, a reagire solo con le proprie forze e quindi: ” Voglia di vincere ci puoi scommettere, cogliamo l’attimo fosse anche l’ultimo e un sorriso pulito sarà la risposta migliore di Via dei Martiri”

Il bello è che non è una canzone orchestrale è piuttosto rockeggiante con una musica travolgente che abbinata alle parole ne fa un mix esplosivo, per questo vi invito a riascoltarla e a riportare quì le vostre sempre preziose riflessioni.

VIDEO

http://www.youtube.com/watch?v=2NDK_8IQamE

N.B DA OGGI IN POI PER VISIONARE I VIDEO BASTA POSIZIONARE IL MOUSE SUL LINK SENZA CLICCARE E DOPO QUALCHE SECONDO SI APRIRA’ UN RIQUADRO PER VEDERE IL VIDEO EVITANDO COSI’ DI USCIRE DAL BLOG.

Ecco il sole che va giù
irriverente
seminando ombre un po’ dovunque
fai fatica vita mia
a garantirti un altro giro di poesia
Io che non speravo più
di ritrovarmi
con addosso voglia e sentimenti
la pazienza è una virtù,
ci rende santi
forse è come dici tu
ma arriva in fondo e vedrai
fra invidia e gelosia
come ti pentirai…
di avere tanta energia.
Difendo la mia libertà
ad ogni costo
prima i miei bisogni e dopo il resto
che se non pensavo a me,
addio Renato
rimanevo ancora là
brandelli di verità
specchio dell’ironia
vento e fragilità
senza più un’anima mia
Sono sempre le stesse incertezze
gli stessi perché
che ti portano ancora una volta
a non credere in te
agghindate illusioni,
carezze ruffiane ne avrai
mentre un gioco innocente
si sporca di fango vedrai
sempre più complicato salire
che scendere giù
in via dei Martiri
Trovo ancora compagnia
malgrado tutto
la fatica è il segno dell’impegno
né polvere né pillole
nessun intruglio
ingegnose trappole
è la fortuna di chi
sa dove spremere
e la condanna per chi
non ha rispetto di sé…
Lavorate fratelli
finché il padre sazio non è
non cambiate canale
votate comprate anche se
vi toccherà travestirvi
da Babbo Natale
anche a voi
aspettando una tregua annunciata
che non verrà mai
siamo in tanti delusi e arrabbiati
lasciati quaggiù
in via dei Martiri…
Voglia di vincere
ci puoi scommettere
cogliamo l’attimo
fosse anche l’ultimo
e un sorriso pulito sarà
la risposta migliore…
di via dei Martiri
in via dei Martiri