LO ZERO-PENSIERO

4.jpgHO SCELTO ALCUNE DOMANDE CHE SONO STATE FATTE A RENATO IN UNA DELLE RECENTI INTERVISTE, MOLTI DI VOI L’AVRANNO LETTA MA A ME PIACEREBBE SAPERE COSA NE PENSATE PERCHE RITENGO LE SUE RISPOSTE ESTREMAMENTE INTERESSANTI…..

A lei hanno mai provato a comprarla?

Renato: Si, in molti. Effettivamente ero un tipo affascinante. Dietro avevo una fila di uomini e donne che sbavavano. Molte di queste offerte mi arrivavano da posizioni altolocate, da gente con il portafoglio all’ingrasso, da signori nobili.

Come ha fatto a sfilarsi da certe situazioni? A capire con chi aveva a che fare?

Renato: Io l’antipasto l’ho consumato con molta più oculatezza di tutto il resto. Dall’antipasto capisco cosa mi vuoi dar da mangiare, è una forma quasi cattolica di preservarsi. D’altra parte ero figlio di un poliziotto e assiduo frequentatore di altari e sacrestie. Avevo servito Messa presso la canonica di mio zio, Don Pietro. Difficilmente ho preso cantonate. Anche se ci sono stati momenti in cui me la sono vista brutta, in case dove circolavano sostanze e si facevano cose…Per fortuna sono sempre riuscito a tornare a casa sano e salvo. Della serie ” Lassù qualcuno mi ama”

Il Triangolo fece grande scandalo…

Renato: Vede tra i miei amici della generazione del Piper, di Ostia, di una certa periferia romana, si creavano queste unioni. Allora non c’era l’Aids c’erano forme penalizzanti verso l’amore e il sesso. Questi triangoli fanno parte di una ricerca dell’adolescenza, di una maturazione. Se poi si vuol parlare male di tutto, se si vuole scadere nel pessimismo, allora anche in due è troppo. In tre però c’è la possibilità di verificare se due possono effettivamente arrivare lontano. Un tradimento è un medicamento prezioso per mantenere un’unione in salute.

Le è pesato il successo?

Renato: Oggi il successo non mi condiziona più, ma per 15 anni della mia vita sono uscito da casa nascosto in un furgone della lavanderia: il successo può essere tossico. Mi organizzavo come potevo, cambiavo itinerari e orari, ma insomma non ero più padrone della mia vita e nemmeno chi mi stava vicino, avevo a fianco una donna Lucy, e ho dovuto fare i conti anche per lei. Un rapporto finisce quando il tempo di essere te stesso diventa irrisorio.

Ed essere single com’è?

E’ un lavoro anche quello. Di rinuncia, di non vivere, di non sporcarsi, di non prendere quelle sane fregature. Ma se trovate un amore, anche uno straccio di amore, beneditelo.

Guardandosi indietro quali sono stati gli errori?

Forse ho cantato troppo e ho trascurato un pochino l’aspetto più privato. Ma ho avuto la fortuna di avere una famiglia che mi ha fatto sempre sentire figlio, fratello, cugino e nipote. Mi ripaga di non aver visitato il mondo come forse avrei potuto. Ma poi mi rendo conto che il mio mondo sta dietro quel sipario.

FINE

HAI RAGIONE RENATINO, IL TUO MONDO STA DIETRO A QUEL SIPARIO!!!

ED ORA AMICI SORCINI A VOI LA PAROLA…

60 pensieri riguardo “LO ZERO-PENSIERO”

  1. Bella, Debby, l’intervista a Renato!! A leggere le sue parole mi sembra di ascoltare la sua voce inconfondibile.
    Dalle sue risposte è charo, secondo me, che la sua vita è stata molto più difficile di quanto uno possa pensare. E quello che apprezzo di più in quest’uomo è che, nonostante il mondo in cui viveva, ha sempre protetto al massimo la sua vita privata.
    Mai scandali su di lui, mai gossip da quattro soldi, mai paparazzate da giornaletto!!!
    Lo ammiro anche per questo e mi piace soprattutto quando dice: se trovate un amore….beneditelo.
    Io benedico anche te, carissimo amico, perchè ci fai sognare da una vita!!!
    (MA CHE TI HA INVENTATO!!!!!!)
    continua così!!!!! Bacissimi Gioia

    "Mi piace"

  2. Dell’intervista sono due le frasi che più mi colpiscono:”se trovate un amore, anche uno straccio di amore beneditelo” e “il mio mondo sta dietro quel sipario”. io spero di seguire il consiglio di Renato e benedirò quell’amore, anche uno straccio, se riuscirò a trovarlo ehehehe…per la seconda frase, beh che dire?E’ vero il suo mondo è proprio dietro quel sipario e sono sicura caro Renato che non hai trascurato la tua famiglia perchè a lei sei molto legato e non puoi farne a meno come è giusto che sia!!!

    P.S. Debby ti ho mandato un’e-mail.Baci

    "Mi piace"

  3. E’ sempre un piacere leggere Renato quando si racconta..le sue parole catturano sempre la mia attenzione…perchè sono sempre pillole di saggezza….Magari fosse possibile un dialogo diretto……
    Lo Zeropensiero……..
    La voce di chi non ha voce…
    La forza di chi ha perso la forza..
    La grandezza di andare sempre avanti…..
    L’amore.. hai ragione tu Renatino…il problema è trovare questo distratto amore…e poi fermarlo….” distratto amore vai sempre in cerca di un alibi…”
    Interessante anche la risposta sul successo..si comprende che per lungo tempo sia stato difficicile per lui gestirlo….quel successo che tardava ad arrivare e che poi invece gli è scoppiato tra le mani…La fama si sa ha un prezzo, dà molto ma può togliere anche quella parte di privato…mi vengono in mente le note di “Niente trucco stasera” canzone che per me rappresenta al meglio Renato nella sua complessità…….
    Se il tuo mondo Renato sta dietro quelle luci, dietro quel palcoscenico, in quel fantastico mondo colorato….il nostro, il mio posto è invece davanti a quel sipario…a regalarti sempre un applauso….. Ps sotto al palco la prossima volta eh Debby….
    Sorrisi e baci a tutti voi…..

    "Mi piace"

  4. Carissimi è da un pò che manco, ma a fine serata leggo sempre velocemente i vostri commenti che mi fanno sentire in vostra compagnia.
    Debby sei brava a sconvolgere la nostra mente e i nostri cuori!!!
    Si perchè tutto ciò che riguarda Renato, soprattutto quando insieme sfogliamo l’album di famiglia mi sconvolge.
    Ricordo bene quelle domande fatte a Renato!!
    Dai suoi discorsi traspare sempre il suo amore per la musica e per quel “dietro il sipario”, ma soprattutto la sua purezza d’animo.
    Sono d’accordo con Gioia, su Renato mai un pettegolezzo, uno scoop, uno scandalo!!!
    Renato come sempre sei un grande!!!!

    "Mi piace"

  5. E già Tina…Renato è un grande! quante volte lo abbiamo detto?? tantissime!! e ancora continueremo a dirlo….Rileggendo la prima parte dell’intervista penso a quanto tempo Renato ha impiegato per avere la possibilità di dire “ESISTO!!”……tempo speso a cercare un’affermazione personale contando solo sul proprio coraggio, ingegno, pazienza e un pizzico di astuzia…..Diventare qualcuno sembrava impossibile e invece….quanta strada…….”Giorni, ne ho bruciati tanti anch’io, aspettando paziente il giorno mio…….
    Buon pomeriggio a tutti….e un caro saluto a Debby..

    "Mi piace"

  6. Sorcini, i pettegolezzi su Renato ci sono stati e ci sono tuttora ma naturalmente arrivano da malelingue. E se la sua vita è dietro il sipario… Fortuna per noi che ogni tanto sto sipario si apre (io spero che si apra ancora per altri cento anni). La frase di Renato che più mi ha colpito è questa: Un tradimento è un medicamento prezioso per mantenere un’unione in salute.
    P.S. Che ne pensi Debby? 🙂

    "Mi piace"

  7. Ciao,bentornata dalle vacanze,dopo l’ultimo messaggio lasciato sul vecchio blog posso lasciarne uno sul nuovo…..che bello .Purtroppo non ho letto l’intervista fatta a Renato, ma grazie al tuo sunto sono riuscita a capire perfettamente di cosa si parlasse …Grazie di averne pubblicato una parte.come faremmo senza di te a conoscere le ultime news sul Re dei Sorcini?….sei davvero formidabile !…un tempismo perfetto! …..spero di rientrare a far pare di quella lista di persone che riceveranno la password per poter visualizzare le ultime news ………grazie …………!

    "Mi piace"

  8. Debby, ma vedi che lo dice anche Renatino? E allora perchè no comment? Oddio sorci, sono scambi di battute tra Debby e me, non fraintendete mi raccomando. 🙂 Ciao a tutti

    "Mi piace"

  9. Elenaaaaa sei tornata più biricchina che mai!!!
    Non condivido in pieno lo Zero-pensiero lo sai! 😉
    Specifico: Non condivido il tradimento come terapia di coppia..ma che è???!!

    "Mi piace"

  10. Scusate passo di striscio perché sono GIORNI davvero complicati…
    per dire la mia… altrimenti la password… ah ah (SCHERZO capo!)
    Renà che te possino, nun te potevi inventà n’à boiata più stupida di questa sul tradimento… (se intedevi regola valida per te, allora poteva passare, ma allora ti sei espresso male, te invece n’hai fatto una cura generale, ma smettiscila dai) me ricordi tanto l’altra boiata… quella degli ombrelloni che sti romani de roma dar core bbono condividerebbero sul lido di Ostia… e su via… e poi me te metti a piagne si canti Magari? Quarcosa nun torna… te pare? Che te possino, t’o ridico va’.

    Ps. scusate il francesismo, cultura e resto a parte, perché quando ce vo ce vo. Anche i napoletani possiedono la nota virtù del cuore caldo dell’accoglienza, te tolgono subito l’impaccio del cellulare – ah ah ah. Su via smettiamola co ste vomitate di facile retorica. Renatino perdonameeeeeee, tu lo sai quanto t’amo… ma quella del tradimento che fa bene è una delle note retoriche degli anticonvezionali… a tutti i costi…

    Bacetti tanti e sparsi… a chi dico io.

    "Mi piace"

  11. beh, davvero difficile commentare. l’affetto, la stima e la “necessità” di Renato ne fanno una parte di me, per cui sento di potermi esprimere su di lui. Premessa: chi conosce Renato sa che talvolta le parole da lui dette sono macigni che gli si rivoltano contro. Ma penso che lui abbia avuto un dono, quello della sua arte, e come strumenti le parole, la musica, e i concerti per esprimerla. sono abituato a capire quello che pensa e sente solo attraverso parole, musica e le espressioni dei suoi occhi ai concerti. tutto il resto per me non conta. la comunizazione oggi non è quello che dovrebbe essere, cioè trasferimento di informazioni e pensieri o idee: è vendita di informazioni, pensieri o idee. Lo stesso le interviste. Mi sembra che Renato caschi spesso male quando viene intervistato. Non ci si trova. E poi: avete mai sentito parlare di Leopardi intervistato dal Marzullo dell’800? Leopardi è valutato per le opere che ha scritto: facciamo lo stesso con Renato.
    Premesso questo, mi sento di aggiungere: Renato l’hai sparata grossa. Il tradimento un medicamento prezioso? Ma medicamento di che? Il tradimento è un compromesso, e i compromessi sono per chi si accontenta. Il valore sta nella scelta, e nella libertà della scelta.
    Il Triangolo ha segnato un’epoca, e se di triangoli ne hai avuti, ben vengano, li avrai scelti, e ti sarai divertito. E te come chiunque ha il diritto alla libertà delle proprie scelte di vita, politiche, sessuali: e nessuno, anche te, è tenuto a darne giustificazione a nessuno altro.
    Mi auguro che ciascuno continui a interpretare Renato per la sua musica, trascurando alcune parole di questa intervista, per me discutibili.
    Renato, come tu stesso hai espresso con le parole, la musica e i gesti, il triangolo è il simbolo della libertà, del gesto estremo, non convenzionale, dell’esperienza e della scoperta: per cortesia non chiamarlo medicamento.

    "Mi piace"

  12. Bè cosa aggiungere ai vostri commenti che non sia già stato detto. Questa intervista è un po’ contradditoria, prima dice che il tradimento serve come medicamento (mah!) e poi afferma che chi trova un’ amore, anche uno straccio di amore, deve benedirlo. Bè secondo me non è molto coerente come ragionamento. Comunque ognuno è libero di pensarla e di comportarsi come meglio crede vero Renato????
    Io comunque lo amo per le emozioni che mi trasmette con le sue canzoni, per non parlare dei concerti!!!
    Un salutone a tutti gli Zerofolli del blog ed in particolare alla nostra amministratrice Debby 🙂

    "Mi piace"

  13. Ho l’impressione di aver sollevato un polverone con quello che ho scritto. In effetti mi ha colpito quella frase proprio perchè, detta da Renato mi è sembrata strana. Renato che ammette il tradimento! Qui sono daccordo con Luigi; le frasi di Renato a volte sono macigni che gli si rivoltano contro. Ma si, è giusto continuare ad interpretarlo per la sua musica, le sue parole e per tutto ciò che ci offre di bello.

    "Mi piace"

  14. Ho sempre avuto l’impressione che durante le interviste Renato vada completamente nel pallone, a volte si invischia in ragionamenti contorti dai quali non sa più uscire e finisce per dire cose che magari neanche pensa, forse si emoziona, forse perde il filo del discorso, mah?!A volte faccio fatica a capire quello che vuole dire, o forse è un modo per prendere un po’ in giro l’intervistatore e confonderlo, chissà…Renato è molto complesso. Il mio fidanzato (che non lo sopporta) dice che non sa parlare, che vuole usare paroloni di cui non conosce neanche il significato, così ogni volta finiamo per litigare, ma visto che ci vogliamo molto bene, è anche un pretesto per fare pace: quando trovate uno staccio d’amore beneditelo, no? Giusto! Certo è che se scoprissi che mi tradisce, altro che ” medicamento prezioso”, si dovrebbe fare medicare lui, poi! Diritto al pronto soccorso, dovrebbe andare! Però Elena, magari a te un tradimentino ti rilasserebbe un po’, no?…scherzo! Bacioni bella….

    "Mi piace"

  15. Mi associo e sposo in pieno i commenti di Luigi…e di tutti gli altri amici…il tradimento non è mai una cura…nè in amore e neanche in un’amicizia….Qua Renato me sei cascato eh…. Buona giornata..ora scappo a lavorare!! Baci

    "Mi piace"

  16. Ma Renato non è il Papa o il Dalai Lama… nelle sue interviste non deve mica dimostrare di essere il messia!!! e che spesso secondo me sbagliamo tanto a idolatrarlo. Buona giornata a tutti.

    "Mi piace"

  17. Ora a parte il fatto che Renato lo ascolto per la sua musica e non certo per quello che pensa, credo che ognuno sia libero di pensarla come vuole. Non concepisco il tradimento come medicamento ovvio…ma chi dice che lui ha torto e io ragione? Non è possibile stabilirlo, ci sono coppie che nella loro finta bella realtà vivono benissimo mostrando al mondo quanto sono felici insieme e poi si cornificano a vicenda, c’è chi invece litiga spesso ma sia ama di più.
    P.s. Debby per quanto mi riguarda una come te non la tradirei mai!!! Infiniti baci per te

    "Mi piace"

  18. Qualche nota più in là fu già scritta in un vorticoso distinguo tra Persona e Personaggio, specialmente in un Artista che per natura istrionica li moltiplica al quadrato rispetto a noi gente… della porta a fianco… capace di cornificarsi ma sarebbe meglio dire di tradirsi e far finta di nulla e andare avanti. Ma la rotta ultima di questo post è andata proprio altrove… in un posto dove è facile affermare utopistici luoghi comuni anco di virilità laddove magari non ci sono. Giustamente Fabrizia ci ricorda che non è mai stato facile parlare per chiunque sotto effetto di emozioni, specialmente per le persone sensibili e che Renato lo sia credo si possa solo essere d’accordo altrimenti la sua mente non avrebbe potuto partorie testi di tal maniera… diciamo così… Idolatrarlo? C’è chi come qualcuno può permettersi di non farlo perché ha avuto più forza e coraggio in questa vita a costruirsi una sua più netta e distinta personalità, ma su questo sì che nessuno può dire all’altro di avere torto… Chi può permettersi di dire all’altro che è un debole o un problematico solo perché non ha avuto la stessa possibilità di riuscire meglio ad identificarsi nella vita? Solo un buffone! E ce ne son tanti, quanti ne ha denunciati Renato, ad esempio. Renato però accettò un compromesso nella vita che gli venne offerto perché per dote naturale accadde che folle si mossero verso sue direzioni… quello del successo, il che non significa essere il messia o il papa (e c’è chi preferisce Renato a questi ultimi, come me: Renato una carezza ad un bimbo la da col Cuore e non per circostanza, perché a monte Renato è un Uomo che non ha rinunciato alle sue pecche, il peccato della generatività, ma questo è troppo complesso, lo lascio aperto così…). Significa però scegliere di acquisire un ruolo pubblico, cioé rivolto a molte persone, dove ci sono tutti, ma proprio tutti. Vedi Debby nel suo piccolo quanti Tipi “ideologici” ha messo in uno stesso condominio che era aperto… e ora sta facendo fare le chiavi… ah ah ah. Da brava padrona di casa, ha scelto il controllo all’emotività e allora le sue scelte non sono mai paradossali ma sempre mirate, e chi la conosce anche per questo certo che non potrebbe mai tradirla sul Serio, perché di Fatto, stando con lei qui, glielo dimostriamo, e una risposta, in un modo o nell’altro il suo affetto ce la da… Sul fatto poi che Renato abbia torto o ragione, ognuno fa il suo mestiere, chi bene e chi male. Io faccio il mio e posso dire che è già stato stabilito che è una boiata e che ha torto, scienza alla mano…. diciamo così… ah ah… A meno che… ripeto… lui non intedesse parlare di sé per giustificare dopo anni una sua divertente canzone che come dice benissimo Luigi, ha fatto epoca… Poi ci sarà gente forte che “ce crede” perché le corna le ha già subite… e gente forte che “nun ce crede”… perché la vita scelta sa che è anche quella subita… ma ci sono anche i meno forti che vedono in Renato un Oltre… e un Altrove… rispetto alle canzoni e allora Renato Zero (non Fiacchini) dovrebbe esercitare più controllo sull’emotività e non cadere nel ragionamento paradossale…
    Per Debby… Arrendermi Mai… Con vera stima e affetto sincero, Marco.

    "Mi piace"

  19. ciao debby!!!!!!e ciao a tutti gli zero condomini è da un bel pò di tempo che non scrivo(non sono costante lo so) ma questo blog lo porto sempre nel cuore e tu debby sai perchè!!!!!
    se non fosse stato per questo blog io e matteo(che ti saluta sempre)non saremmo arrivati a dove siamo ora….
    il nuovo blog è davvero carino mi dispiace solo,ripeto,non poter scrivere costantemente provvederò da ora in poi cercando di ritagliarmi spazi liberi….
    per quanto riguarda l’argomento del post l’intervista l’avevo letta e penso che Renato non abbia avuto per niente una vita facile,anzi ha sempre dovuto lottare per tutto,anche per la più piccola cosa come la sua “identità” che noi riteniamo scontata, e tutt’ora ci sono persone e gente senza scrupoli per me invidiosa che lo critica e lo disprezza sotto quel punto di vista.
    è una cosa che non sopporto minimamente!!!!!!!!!
    per fortuna non tutti sono così c’è gente come noi sorcini che lo apprezza per il fatastico uomo che è e per le sue splendide csanzoni che parlano di vita e che ci trsmettono una pioggia di emozioni.
    ora vi saluto e spero di riuscire a tornare presto qui da voi ciao a tutti

    "Mi piace"

  20. FABRIZIAAAAAAA!!! TE POSSINO:-)
    DEBBYYYYYYYYYY!!! Grazie per quel “QUANDO C’E'” scritto nelle spiegazioni della comunicazione. Quando l’ho letto mi sono ammazzata dalle risate. Sai una cosa? Credo che ora casetta mia la vedrò ben poco con la mia situazione quindi dovrei “esserci” di più. Te possino pure a te 🙂

    "Mi piace"

  21. Ecco una bella soddisfazione di questo blog…aver creato una coppia, VERA non virtuale, Simona e Matteo….è un merito che mi rende troppo felice, siete sempre nei miei pensieri più belli!
    Torna presto cara Simona e salutami Matteo!
    Ora vorrei spendere alcune parole per il commento di Marco, precisando prima però che lui è tra coloro che sono molto impegnati, che a suo tempo ha fatto una promessa, quella che non avrebbe mai abbandonato questo blog e l’ha mantenuta! A volte ha poco tempo ma non si risparmia mai! Cmq tornando al suo commento vorrei dire che lo approvo totalmente, Renato non deve essere idolatrato io perlomeno non l’ho mai fatto e come lui nessun altro manco il papa! Ognuno di noi ha una propria testa, proprie esperienze che lo portano a fare delle scelte…è altrettanto vero però che esistono persone magari anche più giovani o semplicemente più “deboli” psicologicamente che io stessa conosco che si lasciano trasportare dalle idee del proprio idolo…per fortuna Renato fino ad oggi ci ha trasmesso solo messaggi positivi, è un artista PULITO non inneggia certo alla droga e secondo me può permettersi di esprimere le proprie opinioni giuste o sbagliate che restano sue e legate alla sua vita direi stravissuta, io lo ascolto e poi rifletto, a volte non condivido ma che me ne importa? Un secondo dopo sono lì che ascolto un suo cd con tutta l’ammirazione possibile che si possa avere per qualcuno, pensando sempre che lui è UNICO nel suo genere e i testi delle sue canzoni mi danno i brividi! E con questo chiudo perche entrerei in un vortice dal quale poi non si esce più!
    P.S. Bella quella delle chiavi di casa! 😉

    "Mi piace"

  22. …anzi aggiungerei, lui nelle sue canzoni ha sempre combattuto il pensiero criminale da quello antipolitico a quello dei trafficanti, da Pionieri a Dal mare… ma con la “delicatezza” di non inneggiare contro in questa lotta, ma lottare con le “idee nuove” che i sorcini e non solo possono infondere a chi è vittima di tali crimini… nelle canzoni…
    Che poi Renato Fiacchini abbia le sue specifiche idee e relative condotte ma ben venga, come quelle di chiunque, nel rispetto sempre e comunque di quelle degli altri e tenendo sempre presente il ruolo sociale che ognuno s’è dato di scegliere…
    Un abbraccio a Debby, Claudia, Luigi, Ila, Fabrizia, Lu, Tina, Paola, Gioia, Antonella, Ghis (ma che fine hai fatto?).

    "Mi piace"

  23. Ghis era in vacanza e da circa 2 giorni è tornata la sera in chat con noi!!
    Presto tornerà anche a commentare..

    "Mi piace"

  24. E già Debby..HO DATO insegna….almeno dovrebbe farlo…..Poi, alle volte mi sembra che agli occhi della gente sembra che NOI viviamo una favola, fatta di belle parole, di bei discorsi, di canzoni cantate insieme in coro e ..tutto qua! No, non è così e tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di incontrare Renato” nel mezzo del cammin di nosta vita” lo sappiamo bene….. La Zerofollia è oltre.., è mettere in pratica un insegnamento dato attraverso una canzone….quante volte quella canzone ci ha aperto gli occhi, ci da detto la verità che non volevamo accettare, e quante altre volte invece non avremmo voluto ascoltarla quella canzone…è una questione di sensibilità credo…….Sempre qua PIU’ INSIEME….

    "Mi piace"

  25. Marco….i tuoi commenti si leggono sempre con grande piacere e fanno riflettere…..Un caro saluto….Buon pomeriggio e buon lavoro…..

    "Mi piace"

  26. BHE,più spiegazione di cosi……….si muore…..!ma a mio avviso tutti dovrebbero conoscere le novità su Renato,non c’è cosa più bella che condividere le cose che si sanno su una passione che si ha in comune……….E’ anche vero pero quello che dici che nessuno ti obbliga a scrivere le novità che conosci,e soprattutto è verissimo che nessuno ti costringe ad aprire almeno una volta alla settimana un nuovo scritto,cui vuole molta inventiva per farlo e del tempo prezioso…….ma (chiedo scusa aper la critica) ormai il mondo dei sorcini,o la maggior parte conosce che in questo blog è possibile accalappiare periodicamente news su Renato e quindi è spinto molto spesso a visitare lo stesso blog,se questa cosa terminasse non so fino a che punto continuerebbero le visite e io mi sentirei di aver fallito in un certo modo…..comunque tutto sta al tuo volere noi più che scrivere e commentare non possiamo fare nulla.E’ sempre u rischio da prendere in considerazione…..ciao ciao alla prossima….

    "Mi piace"

  27. Ecco mia dolcissima Debby intendevo proprio quello! Al di la del pensiero di Renato o delle dichiarazioni che rilascia nelle sue interviste io continuo a seguirlo esclusivamente per la sua musica.
    p.s. scusami ma ti ho mandato una email qualche giorno fa ma sto ancora aspettando una risposta, ma non è che proprio io che ti amo tanto ti sto antipatico?

    "Mi piace"

  28. Ester così è deciso e se i commenti in quel post sono disabilitati ci sarà pur un motivo!
    Diminuiranno le visite?? E a me che me ne importa? Non vivo di questo blog, lo ripeto, è uno spazio GRATUITO! E comunque c’è ZENZERO per tutte le novità ufficiali!
    ANZI spero di liberarmi di tutti quelli che arrivano fin qui solo per le news di Renato..NO COMMENT!
    P.S. Davide ti prego non esageriamo con le parole…cmq non ti ho risposto perche è un periodo in cui ho ricevuto tante e-mail, nessuna antipatia tranquillo!

    "Mi piace"

  29. Stella calmati per favore…non è piaciuto nemmeno a me quel commento ma ho la facoltà di non approvare, se l’ho approvato è per dimostrare a tutti che ho ragione io a selezionare…
    Fallimento? Ma daiiiii! Fossero questi eventualmente i fallimenti della vita!
    Grazie per il tuo sostegno cara Stella!

    "Mi piace"

  30. Mi sento di dirti solo una cosa cara Debby…vai avanti su questa rotta che è quella giusta..e questo blog navigherà ancora per molto tempo!!!! Quello che troviamo QUI DENTRO, ogni giorno, è molto bello. Kisses….

    "Mi piace"

  31. Da dove cominciare????
    Innanzitutto ringrazio Marco dei saluti, saluto e abbraccio Simona e Matteo che ricordo sempre con sommo piacere, condivido i commenti di Claudia e Stella.
    E veniamo a te carissima Debby!!!
    Ricordo benissimo ciò che ci siamo detti prima delle vacanze quindi la tua COMUNICAZIONE non mi ha per niente meravigliato.
    Tesoro mio sembra quasi che tu stia chiedendo un favore a tenere in vita il blog, ma forse non è chiaro a tutti che il favore lo stai facendo tu a noi, se di favore vogliamo parlare visto che condividere le passioni è tutt’altro.
    Sinceramente mi dispiace molto che uno spazio così speciale come questo blog debba avere dei commenti come quelli che stiamo facendo.
    Debby il nostro blog va al di là di tutto questo.
    La gente che pensa di dover dare per avere penso che qui nessuno la vuole.
    Noi ci siamo perchè vogliamo esserci!!!
    Un abbraccio a tutti i miei amici che CI SONO!!!!

    "Mi piace"

  32. Hai ragione su tutto dolce Tina…ne abbiamo parlato tante volte di certe cose, tu sai…
    Un bacio, t.v.b!

    "Mi piace"

  33. Carissimi amici zerofolli, finalmente rieccomi tra voi!!! Sono appena tornato dalla Grecia, una vacanza davvero unica. Sapete però la cosa sorprendente qual è stata? Ascoltare il nostro amatissimo Renato in filodiffusione all’interno del villaggio. Il barman, una volta capito che è il mio cantante/amico preferito, si divertiva a sfodarare i suoi Cd e ad alzare il volume quando mi vedeva in piscina. Un’emozione che non conosce luogo, lingua, razza o religione. A proposito di questo ho letto l’intervista davvero interessante, non si finisce mai di cogliere l’immensità dell’uomo/artista. Qualcuno l’ho definito il Papa della musica italiana (a proposito del Dono). Beh, credo che in qualche modo potesse avere ragione però più dal punto di vista antropologico che religioso. Zero ama gli esseri umani in genere e chi come noi se ne rende conto non può che ricambiarlo constantemente. Baci Baci a tutti from Sicily.
    Salvo Petracca

    "Mi piace"

  34. Un sorcino doc, non semina mai odio, semmai si preoccupa di recuperare… (con Debby si può) le chiavi di casa… grande metafora…
    Certo è che Renato al posto tuo mia stellina ogni tanto qualche email… la pubblicherebbe, giusto per il buon gusto di far vedere cosa si cela talvolta, così per esempio, dietro tanta spocchiosità amorevole da Vero macho. Ma forse ho tanto da imparare anche io da te, il silenzio… talvolta.

    "Mi piace"

  35. Grazie Debby di aver riproposto qualche frammento di un’intervista che ricordo di aver letto non molto tempo fa…….già allora mi aveva colpito la risposta data riguardo ai tradimenti…mah..e anche a me capita di non condividere pienamente tutte le sue idee ma quando lo ascolto so di ascoltare un artista unico…solo le sue canzoni mi mettono i brividi…gli stessi che provi tu!
    “….in case dove circolavano sostanze…..”un tema che è sempre stato a cuore a Renato…..e ci ha regalato canzoni come “Non passerà” e “L’altra bianca”…dei NO ALLA DROGA….che nel loro piccolo chissa’ che non abbiano contribuito a ridare fiducia nella vita ad esistenze tradite da noia ed incertezze…e per questo un grazie grande grande a Renato!
    Un salutone a tutti!

    "Mi piace"

  36. Ciao Debby, ho letto ora i commenti riguardanti la password, come ti ho scritto nella e-mail io appoggio la tua decisione e poi dopo aver letto il commento di……ester……..Che dire….Vai avanti per la tua strada ok??
    Noi fedelissimi del blog ci saremo sempre. Ciao a tutti, amici sorcini ;-).
    P.S. I commenti di Marco sono sempre bellissimi, non me ne voglino gli altri. Buona Zerogiornata a tutti

    "Mi piace"

  37. …dimenticavo…sono invece d’accordo con Renato sul benedire un amore quando lo si trova (cosa che mi pare in contrasto con la medicina del triangolo poche righe sopra), ma la cosa più importante per noi è che alla fine di tutto si renda conto che il suo mondo è dietro a quel sipario, perchè tutti noi vogliamo che si apra altre mille volte, con la speranza di esserci vicini vicini al palco dove Renato ci regalerà la sua arte e il suo talento…perchè dalle gradinate di uno stadio ho sofferto troppo..mai più!
    Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  38. Allora, sulla scia della nostra condomina, nonché amica e sempre presente in ogni post, Anto, buona zerogiornata a tutti innanzitutto. Tra poche ore parto per un congresso alla volta di Perugia (che poi sarebbe un paesino chiamato Città della Pieve – magari al congresso ci sarà un sorcino? Sai com’è nel caso di un abbiocco momentaneo potremmo sostenerci a parlare di Renato e io del mio stupendo condominio). Cosa dire qui rispetto a ciò che già è stato detto… Vorrei sfruttare questo tempo che ho, prima di preparare la valigia (quindi non sarò presente con voi fino a domenica sera, uff), per sottolineare il fatto che da quell’intervista, pochi (io in primis non l’ho fatto!), hanno estrapolato e commentato Altro rispetto a quell’ascesso-pensiero (ah ah ah) sul tradimento… Però quello che notavo è che è stata una ulteriore buona occasione, per i molti, tranne qualche estera navigatrice forestiera, che voleva approdare con un panfilo in un modesto porto di pescatori (d’amore e d’idee), che le parole di Renato ci hanno dato per conoscerci di più. E che bello è stato scoprire tanta parte di pensiero volitivo e affettivo non frammentario… (che non equivale a definire le persone del “buonsenso”).
    Ci ha colpito, molto, credo… perché noi tutti amiamo e ognuno a suo peculiare modo, Renato Zero che nei suoi ragionamenti paradossali (la perfezione non ci piacerebbe, ce ne lamenteremmo comunque) ci dice che la sua vita e i suoi amori (ricordate i suoi… Dirvi Vi amo ai concerti?) stanno dietro quel sipario. Ora capite bene, cosa attiva in noi questo che lui ci dice, acuisce ancora di più il nostro “amore” per lui. Poi però scopriamo che per lui (in questo momento) “l’idea prevalente” sull’amore è che, non talvolta (lui non specifica questo) ma sempre, il tradimento è un medicamento, eppure prezioso. Allora credo che questo paradosso, questa incongriutà di pensiero, fomenta in molti il fatto che anche noi, suoi “amanti” potremmo essere prima o poi triangolati o traditi da lui, insomma Reanto lascia aperta questa possibilità, questo spazio che ovviamente può non piacerci. Ecco a mio avviso perché non ha attivato uno scandalo moralistico in noi (dio… ce ne guardi bene eh eh) ma ha toccato in noi la paura forse di un eventuale suo abbandono… Questo finché per noi Renato è tutt’uno persona e personaggio, e io credo invece che non lo sia e i fatti… sono cronaca reale e danno ragione in tal senso. (Chi l’ha confuso ha creduto di poterlo amare nell’androne del suo palazzo, o credeva di potergli accarezzare i capelli ecc…) Certo capisco che la tentazione di avvicinare il personaggio è forte, è tanta, e inevitabilmente per avvicinare questi, dobbiamo “accalappiare” la persona. Credo sia sbagliato… Allora l’unica possibilità di rispetto e di successo che abbiamo, anche se capisco che talvolta non può bastare (io stesso ai concerti perdo la voce perché attraverso il canto vorrei fargli arrivare altro di me…), per “avvicinarlo” sia proprio quando lui da’ un concerto o quantomeno lui decide di avvicinarsi a noi. E’ difficile ma è così e va accettata la realtà. Credo così che non sarà difficile immaginarsi in futuro un atteggiamento più critico e distaccato, perché l’idolo sarà sempre lì e noi saremo “l’Esempio” per sempre di cos’è l’amore incondizionato…
    Un abbraccio, mi mancherete………………..

    "Mi piace"

  39. buon pomeriggio a tutti!!!!!!!eccomi di nuovo…ce l’ho fatta
    grazie debby per le belle parole grazie davvero tanto!!!!!!!
    io domani mattina parto per andare da matteo e tornerò i primi di ottobre perchè ricomincia l’incubo che si chiama università però cercherò sempre un pò di tempo per venire qui a trovarvi se posso scriverò anche da matteo magari potrà farlo anche lui nei momenti liberiè sempre super impegnato tra lavoro politica e altro
    un abbraccio caloroso a tutti ciao!!!!!!!!!

    "Mi piace"

  40. Bel commento Marco…..Magari chissà, forse talune volte “chi più chi meno” abbiamo riposto in Renato troppa fiducia, o meglio la capacità di guarirci dai nostri “malesseri quotidiani”… Non proprio…. penso piuttosto che siamo Sorcini si ma dentro la pelle di sorci abbiamo la capacità di ragionare, sta a noi dimostrarlo…..
    Dico spesso che finchè Zero scriverà canzoni che arriveranno prima al cuore che all’orecchio significa che ha ancora tanto da trasmettere e da dare…
    Baci….

    "Mi piace"

  41. Mi sembra che nessuno abbia commentato la frase di Renato sul suo essere single. ma siete tutti beatamente fidanzati o felicemente sposati? beh, forse l’argomento non tocca molti, ma tocca me, invece, che sono solo soletto, con “nessuno che mi sveglia e si addormenta con me” :-)))
    certo che si può essere single per scelta o perchè alla fine ti ci ritrovi, ma in ogni caso sono d’accordo con le parole di Renato: è un lavoro di rinuncia e di vivere a metà, non a pieno. Certe volte è come trascinarsi dietro metà del proprio corpo, delle proprie esperienze e dei propri sentimenti, avendo depositato l’altra metà in qualcun altro, che non si sà dov’è. ma oggi va di moda essere single e il termine inglese sembra dare più fascino a questo nuovo stato sociale. qui a milano direbbero “fa figo”. Ma come mai tanti single, perchè SIAMO così tanti? timore di prendere scottature e sporcarsi le mani? (ma è possibile che ciò capiti anche ad età avanzata? …mi sembra strano). abitudine? (mi auguro proprio di no!!!). troppi impegni nella vita sociale e lavorativa? (sarebbe come rinunciare al dolce per un tozzo di pane duro!!!). incapacità di fare qualche rinuncia ed accettare qualche compromesso? (che egoisti!!!). “paura d’amare, amnesia” (forse ci siamo ..??…).
    io ci penso spesso, ma di risposte …..

    "Mi piace"

  42. Ciao Luigi, nella canzone “Problemi” Renato dice: “L’amore per esempio che stupendo problema è; è un problema quando c’è, è un problema se non c’è.” A me è rimasta molto impressa questa frase, forse perchè sono sposata e capisco che ad essere soli si sta male, a meno che uno non decida di volerlo essere, ma ti assicuro che la vita di coppia (matrimonio o convivenza che sia) non è facile.
    Comunque ti auguro di cuore di poter trovare al più presto “qualcuno che si addormenti e si svegli con te”. Un bacio tutto per te. 🙂

    "Mi piace"

  43. E già Luigi…con molta semplicità hai scritto delle sacrosante verità…..mi ritrovo in questi tuoi pensieri…..non è una bella parola “single” che come dici tu va tanto di moda…..le ragioni per cui lo siamo possono essere molte, ciasciuno ha le proprie……ma non è una bella condizione…forse più passa il tempo e più si diventa egoisti….non lo so…o forse quando troviamo questo “straccio” di amore lo sciupiamo pretendendo l’impossibile mah?…..Si è difficile darsi delle risposte….
    Buon week end a tutti…..

    "Mi piace"

  44. E’ vero, la vita vissuta in coppia non è semplice; ognuno ha il suo carattere, la sua personalità, che può essere più o meno forte.
    Tuttavia, dopo 11 anni di matrimonio, penso che lo rifarei tante, tante altre volte, magari aspettando 2 anni 0 3 in più ma lo rifarei,poichè penso che quando mi addormento alla sera, vivo la consapevolezza che il giorno seguente Lui sarà lì al mio fianco, che se avrò necessità di una parola o di un abbraccio, sarà vicino a me… sempre.
    In questo tempo così avaro di amore e di certezze, non mi sembra poco…

    "Mi piace"

  45. A.A.A. Uomo giovane ma molto maturo, alto di busto ma corto di gambe, moro e biondo, con un occhio azzurro e uno nero, con folti capelli ma glabro il resto del corpo, palestrato ma un po’ sovrappeso, romantico fuori ma nel letto vichingo, dinamico ma alla prima occasione pantofolaio, vitale con qualche nota depressiva ogni tanto, sensibile eppure strafottente, cerca URGENTEMENTE donna ma anche un transgender pari requisiti, per STABILE rapporto, seria e duratura relazione d’Amore e di Odio.
    Per appuntamento rivolgersi al più vicino Centro di Igiene Mentale.

    Liberamente ispirato:
    di – A. De Martini – Tippete – M. Pani
    Tu dimmi che città
    canta MINA
    disco Canarino Mannaro
    volume II
    traccia 4
    Anno 1994
    SI CONSIGLIA VIVAMENTE L’ASCOLTO
    (nota per i musicisti o per fini uditori – noterete che nella canzone nel quarto centrale ci sono otto battute del tema dell’agente 007 – pure Renato ne fece uso… mh muble ehh mh uff!)

    "Mi piace"

  46. Cigarettes and coffee
    (Scialpi – ma io consiglio vivamente MINA vol I Sorelle Lumiere 1992
    disco I traccia 8) (Questo è l’album della mia vita… non me ne voglia Renato…)

    Cigarettes and coffee. Niente piu’…
    E’ tutto quel che resta
    sopra il tavolo di un bar
    i video sono spenti nessuno parla piu’
    e tu, qualunque letto avrai…
    non dormirai…
    tu vuoi qualcuno da far piangere
    piangere
    tanto quanto hai pianto tu…
    Siamo isole nell’oceano
    della solitudine…
    Gli arcipelaghi,le citta’
    dove l’amore naufraga
    giu’ dai marciapiedi un cuore rotola
    lo accarazza solo la musica
    musica…
    Cigarettes and cofee. Niente piu’!
    Un po’ di fumo che
    va su…
    L’amore e prende i sensi
    ma senso non ne ha…
    E TU!…
    Per un’avventura in più…
    non dormirai…
    tu vuoi qualcuno da far piangere…
    piangere…
    Siamo isole nell’oceano
    della solitudine…
    Gli arcipelaghi, le citta’
    io ti vorrei raggiungere…
    L’amore accende i fari nelle tenebre…
    la nebbia scende
    resta la musica…

    "Mi piace"

  47. Sempre da Sorelle Lumiere che oggi devo proprio ascoltare
    estraggo pure Robinson – proprio dedicata ai machi, tristemente fuorigara per cuori già impegnati…

    Robinson Robinson esente da telefono Robinson…
    Robinson Robinson né fisso né portatile ROBIIIIINSON…
    Scuola di sopravvivenza… PER NECESSITA’…
    Per un Uomo senza qualità!

    (Ma se volete è perfetta pure – Hai vinto tu – Mina (Veleno, 2002, track 8)

    Scusatemi ma oggi sto proprio giù, stellina sa…
    Ma ho la forza di dire a Pinokkio: ascoltati Hai vinto Tu è il tuo marchio di fabbrica e ogni volta che la sentirai ricorda che te l’ha dedicata Marco, l’amico di Debby, con un sano Vaffa…

    "Mi piace"

  48. Ps. carissimo amico Luigi, come sempre molto acuto e sensibile osservatore… anche io come Claudia vorrei rispondere, avendo di fatto disatteso…, alle tue domande, ecco ma il “livello” delle tue domande è tale e così alto, che si entra nel campo dove… è tutto giusto ed hanno tutti ragione, come direbbe Renato. Chi vive l’amore in due, può come stanno facendo, esprimerci la loro vita, e di questo li ringraziamo, sono l’Esempio, e forse noi non ne riusciamo a parlare e forse “fingiamo” di non cogliere questi aspetti perché potremmo magari raccontarci dei frammenti… Un abbraccio sincero a te e ai miei amici cari del condominio.
    Ps. Tina dici a Paola che aspettiamo che rientri in casa. Baci.

    "Mi piace"

  49. “La voglia si riaccende, sarà un amore grande, e invece no, eccomi ancora in mutande !!!! Cambio direzione, atmosfera ambiente, ma il vero amore è sordo e non mi sente …….”
    Così ha detto qualcuno…
    Marco tutto ok? salutoni

    "Mi piace"

  50. E già Marco..la parola a Renato….è tutto giusto ed hanno tutti ragione….Siamo tutti un pò “Pionieri”… l’amore una montagna da violare l’amore…… Un sorriso per te e un abbraccio a Debby.

    "Mi piace"

  51. Non è che si diventa egoisti, cara Claudia, ma esigenti, e secondo me è anche giusto. L’amore non deve essere un compromesso ma una scelta.
    Vince il più forte e per persone sensibili come te, Luigi, ed altri è facile rimanere delusi. L’amore che è in voi è più forte. vi riempie il cuore che non vuole essere maltrattato e incompreso. Io sono una donna innamorata dell’amore e di suo marito e per me non è stata mai difficile la vita di coppia. Forse sono stata anche fortunata a trovare una persona che come me ama a 360°, so per certo che non sarei stata mai capace di accontentarmi. (Luigi, Debby, Elena conoscono alcuni particolari della mia vita e sanno che persona meravigliosa ho accanto)
    Renato ha fatto una scelta, ha dato delle priorità ed io lo ammiro per questo.
    P.S. Marco riferirò il tuo messaggio a quella screanzata di mia sorella che è restia a scrivere e che non ha ancora provato il piacere di stare insiemem a noi del blog. Se ne accorgerà, se ne accorgerà!!!

    "Mi piace"

  52. ciao Tina un bacio. certo, le situazioni interpersonali che nella vita si possono creare possono essere delle mazzate per taluni, e la delusione che ne deriva, un anestetico. per quanto riguarda me, non è proprio così, quanto invece quello a cui te accenni: accontentarsi. io non sono capace. dico accontentarsi, non dico accettare compromessi. perchè se codividi delle cose con qualcuno i compromessi devi accettarli, difficili da trovare e sistemare, ma senza di quelli, non va.
    Ad accontantarmi, invece, non ci riesco: e mi fa piacere sentire che ci sono altri che, pur non accontentandosi, hanno trovato qualcuno, non sono più “single”, ma sono “couple” (…mamma che brutta parola !!!). Allora si può …..
    Ma poi mi vengono in mente le parole di qualcuno ….: ” … e nonostante tutto, avere dell’amore un’idea talmente splendente …. e sublime !!”.
    Nonostante tutto …
    Ma esiste questo amore così splendente e sublime? che abbracci ogni cosa ed il significato stesso della vita? che vada al di là della semplice condivisione delle singole esperienze? che sia più forte di un abbraccio o del sesso, e che sia come uno scambio di sguardi?
    Se è questo ciò che cerchi, probabilmente rimani single.

    "Mi piace"

  53. E’ proprio vero Claudia, su questo argomento e’ tutto giusto e hanno tutti ragione…ho appena finito di leggere i commenti di Luigi, Elena, Edy, Marco, Tina…..e sono tutte sacrosante verità!
    Diciott’anni fa un amico, qualche tempo prima di sposarsi (sono stato il suo testimone di nozze), mi disse che non sapevano se sarebbe durato per sempre, ma il cuore in quel momento diceva ad entrambi di si!
    Da poco non stanno più assieme…..aveva ragione sul “non sappiamo se…”ma anche sul fatto di averci provato. Hanno una figlia di 16 anni, stupenda, dentro e fuori, che senza quella scelta fatta allora non sarebbe quì con il suo meraviglioso sorriso.
    Nessuno può prevadere cosa ci riserva la vita, figuriamoci in un rapporto di coppia…..ma quando si presenta l’occasione la vita a due vale la pena di essere vissuta….è molto più quello che ti da di quello a cui devi rinunciare.
    “…stai quì, qui dove il tempo sa aspettare
    ci si può provare perchè no…
    Se mai sarò solo un abbraccio sincero
    un posto sicuro magari un sorriso raro…
    Tingerò di azzurro le pareti
    cuscini rosa quà e là
    e fiori ovunque passi tu…
    sarà il più bel rifugio per l’amore…”
    dedico questa splendida canzone d’amore del nostro Renato a tutti coloro che non smetteranno mai di inseguire questo “straccio” d’amore!
    Buona Zerogiornata a tutti!

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.