E SE DOMANI…

03.jpgI miei “vecchi” sorcini forse lo ricorderanno che in passato ho già inserito un Post simile a quello che sto per proporvi, ma sollecitata dalla nostra  Gioia vi invito di nuovo a raccontare se….

Forse ad alcuni di voi sarà già capitato di incontrare Renato, personalmente l’ho incontrato molte volte, ma provate ad immaginare il presente….Se domani uscendo di casa incontraste sulla vostra strada il nostro Renato quale sarebbe la vostra prima reazione? Cosa fareste? Ma soprattutto ricordandovi che è  un essere umano pure lui e  detesta essere toccato e le scene di isterismo …. COSA GLI DIRESTE?

100 pensieri riguardo “E SE DOMANI…”

  1. Eh si cara Debby, bella domanda, cosa farei se lo incontrassi?? Purtroppo con il carattere timido che mi ritrovo , starei lì impalata a guardarlo senza spiccicare una parola, il cuore subirebbe una brusca accellerata di battiti, comincerei a sudare e sono sicura che se nell’ ipotesi remota fosse lui a dirmi qualcosa comincerei a balbettare (sono molto emotiva) .
    Io cara Debby, Renato l’ ho incontrato molti anni fa in Versilia. Avevo 16 anni ed ero venuta a sapere tramite conoscenze del ristorante che allora frequentava. Bè insieme con mia cugina ed un’altra amica , ci siamo fatte portare lì e dopo aver aspettato a lungo, finalmente è arrivato. Aveva una mercedes nera, lui è sceso, aveva dei fusoux (non so come si scrive perdonatemi) neri, una maglia nera con dei disegni rossi , i suoi stivaloni con le zeppe e poi aveva quei riccioli stupendi…… Bè sapete cosa ho fatto??? niente….. Sono solamente riuscita a toccarlo mentre passava, e mi ricordo , come dici giustamente te Debby, che era molto arrabbiato di trovarci lì (magari quel giorno gli girava male), ma io nonostante tutto ho continuato ad essere una fedele sorcina, ad amare lui come persona e come artista. Le sue canzone mi hanno accompagnato nel corso della mia vita sia nei momenti bui che in quelli più sereni e continuerò a rincorrere il sogno di poterlo un giorno rincontrare.
    Ciao a tutti. Antonella

    "Mi piace"

  2. Debby perchè mi fai ste domande??? oddio… se un giorno lo incontrarsi…..come antonella ho un carattere abbastanza timido quindi o divento di pietra o mi sciolgo o svengo….ma con un bel pò di coraggio gli andrei in contro, lo saluterei stringendogli la mano, mi farei fare un’autografo (sempre se ho un foglio e una penna) e poi per finire una toccatina al fondo schiena….se è arrabbiato l’unica cosa che farei è dirgli urlando che è un mito e che non lo dimenticherò mai!!!….. Antonella è davvero fortunata ad averlo incontrato (anche se in un momento non tanto ok per Renato)… e….. Hai davvero ragione… aveva dei riccioli stupendi!!!!
    Baci a tutti….

    "Mi piace"

  3. Sorciobetty carissima apprezzo sempre il tuo entusiasmo però evita di scrivere parolacce perche è vietato farlo alla prossima te censuro!! Fai la brava su…
    ANTO pure teeee!! Sostituirò il vostro vocabolo con “arrabbiato”.

    "Mi piace"

  4. Debby perdonami…. hai perfettamente ragione…. scusa!!!
    Vedo che ti sei ripresa…. sono felice….
    Un bacio enorme….

    "Mi piace"

  5. Betty diciamo che sto in fase di ripresa ma mi hai fatto sorridere…vedi che mi sono ripresa perche ho ripreso pure a fare da moderatrice??? 😉

    "Mi piace"

  6. Se domani incontrassi Renato (si, quando, con la fortuna che mi ritrovo)! Comunque se lo incontrassi e se per caso i nostri sguardi si incrociassero, gli manderei un bacio ma non mi avvicinerei per paura di irritarlo.
    Ciao a tutti

    "Mi piace"

  7. ciao Antonella tu sei riuscita a toccarlo , io invece avendolo alle spalle non l’ avevo visto stava andando verso piazza del popolo, e quando finalmente mi sono girata a momenti svengo sono rimasta come una scema ……io ogni tanto vado a Roma e giro x il centro con la speranza d’incontrarlo passo anche sotto casa quindi E SE DOMANI , chissà.ciao maria

    "Mi piace"

  8. Ciao carissimi,rieccomi dopo una lunghissima latitanza dovuta soprattutto a motivi familiari purtroppo assai dolorosi…
    Sono comunque felice di essere ancora una volta con voi…..e se incontrassi Renato,ma una volta mi capito’,fu molti anni fa alla mostra del cinema di Venezia, dove il nostro presento’ un film d’animazione di Tim Burton,(Renato doppiava il protagonista),fu un’emozione grandissima.In quell’occasione fu veramenta gentile mi saluto’ e mi fece pure l’autografo,quella sera fu veramente indimenticabile.Non so dire pero’ come mi comporterei se lo incontrassi un’altra volta,ma molto provabilmente come in quella occasione emozionatissimooooooo!!!!!!!

    Un salutone a tutti in particolare alla nostra Debby.Ciao

    "Mi piace"

  9. Da una ricerca fatta tramite l’IP vedo che l’anonimo è Ema…bentornato tra noi…sono molto dispiaciuta per il brutto periodo che hai passato…

    "Mi piace"

  10. Se incontrassi Renato??Bè per prima cosa mi prenderebbe un colpo e penserei di sognare, poi dovrei calmarmi e…timidamente mi avvicinerei a lui cercando di non disturbarlo ma la cosa che vorrei dirgli è semplicissima:GRAZIE!!!Grazie Renato perchè con la tua musica sei riuscito ad entrare nei miei lati più nascosti, sei riuscito a farmi riflettere, a farmi crescere, a superare almeno un po’ la mia timidezza,mi hai insegnato che si deve lottare, che si può sognare e soprattutto ho capito di velere molto e di essere molto più forte di quanto pensassi.GRAZIE MILLE, compagno di vita…

    P.S.Chi è l’anonimo che ha scritto sopra?Non sono riuscita a capirlo….

    "Mi piace"

  11. Scusami Debby, ma non mi ricordavo di aver scritto la parolaccia, purtroppo ho scritto il commento di fretta senza rileggerlo.
    ciao

    "Mi piace"

  12. Se uscendo di casa incontro Renato , posso dire ” è un miracolo ” , poiche abito a Parigi…………..
    Ma imaginando che mi capita d’incontarlo , come dirlo senza essere l’ennesima persona a dire le stesse parole???!!!
    Allora meglio non dire niente , meglio sperare di incrociare il suo sguardo e sperare che lui possa leggere tutto nel mio.
    Ciao a tutti.
    Baci per Debby.

    "Mi piace"

  13. Ciao Debby, amici del blog, se io avevo la fortuna di incontrare Renato, ignoro completamente quale sarebbe la mia reazione.
    Come alcuni di voi darei prova di timidezza e lo guarderei sperando di incrociare il suo sguardo. Allora gli farei segno della mano ringraziandolo.
    O, l’eccitazione che mi invade, mi avvicinerei verso Renato, gli chiederei un autografo, di prendere una foto con me (se ho l’apparecchio).
    Poi se è d’accordo, gli bacerei, gli direi che le sue canzoni non hanno nessuna frontiera. Mi capita spesso di sognare di questo istante e quando mi sveglio, sono felice perché ho veramente il sentimento di avere incontrato RENATO. E lo scopo di un artista non è di farci sognare innanzitutto?
    Grazie Renato e grazie Debby. Questo blog è formidabile!

    "Mi piace"

  14. E se domani….incontrassi di nuovo il maestro gli direi ancora: Renato sei un GRANDE!!Questo gli dissi qualche anno fa quando lo incontrai a Milano insieme ad altri amici sorcini e lui mi rispose: grazie!!!Quella sera fu molto gentile e disponibile con tutti noi…tanto che riuscimmo anche ad avere un bacio! Quella sera eravamo al settimo cielo, elettrizzati perchè non ci sembrava vero che fosse successo….ancora oggi se ci penso mi dico: non mi succederà più una cosa simile!! Però mi ritengo fortunata per averlo incontrato in un momento di calma…Un pò come tutti non riuscirei a fare grandi discorsi perchè in quel momento le parole non uscirebbero proprio…Però mi piacerebbe chiedergli per es… se all’interno della sua carrieria c’è ancora qualcosa che non ha ancora potuto realizzare…poi mi piacerebbe sapere a cosa pensa quando si trova davanti quella folla immesa di persone durante i concerti.. poi forse una volta rotto il ghiaccio…uscirebbero tante altre domande!! Sicuramente un grande GRAZIE per tutte le emozioni che riesce a regalarmi sempre….Baci…

    "Mi piace"

  15. Ragazzi so che dicendo questo uscirei dal tema però….. siete unici!! penso che Renato sia davvero fortunato ad avere persone come voi che gli vogliano bene, che credano in lui ogni giorno che passa…. leggendo tutti i vostri commenti, anche quelli in passato, trovo che siete dei sorcini unici!!!!….. mi avete fatto commuovere…..
    non lo dico perchè sono una lecchina o perchè spero che così prendo un pò più di notorietà nel blog…. ma perchè è vero!!!
    Grazie sia a Renato che a voi!!!!
    Tanti super zerobacioni!!!!

    "Mi piace"

  16. Si Debby…mi ricordo di un post uguale uguale a questo……
    Se incontrasi Renato sotto cosa cosa gli direi? Prima di tutto di spostarci di li perche’ appena fuori dal portone c’e la strada e se passa un camion ci stira…….. dopo magari potrei proporgli di andare a prenderci qualcosa al Bar Italia che è li vicino….e considerando che giù da un palcoscenico non incontrerei Renato Zero bensì Renato Fiacchini lo ringrazierei prima di tutto di averci regalato per tutti questi anni il nostro Renato Zero e poi, visto che se si trova nel mio paese ci è venuto sicuramente in vacanza gli chiederei se avesse una giornata libera e lo inviterei a pranzo a casa mia…costringerei mia moglie a preparare un menù rigorosamente tipico del posto e davanti a un bel piatto di troffie al pesto e un buon bicchiere di vermentino ligure di quante cose mi piacerebbe parlare con lui e se avesse le nipotine con lui potrebbe portarle…potrebbero giocare con i miei figli…..e se qualcuno del blog fosse nei paraggi ci sarebbe un posto anche per lui. Alla fine gli chiederei solo di fare una foto assieme…ne uscirebbe un ingrandimento da appendere in sala tra i suoi CD…… 🙂 !
    Ma questo era un sogno e mi sono appena svegliato…. 😦 !
    E sotto casa incontrerò la mia vicina di casa che va a buttare la spazzatura!!!
    Però Renato ci ha sempre detto di non smettere mai di SOGNARE!
    Quindi…chissa’!!!!!
    Buona Zerogiornata a tutti……e mi raccomando Debby ritorna in pieno a fare “l’amministratrice intransigente” perchè ti vogliamo tutti in forma…e se Renato viene a mangiare a casa mia parto e ti vengo a prendere e passiamo la giornata assieme a lui..promesso..un abbraccio! 😉 !!!

    "Mi piace"

  17. Per mia grande sfortuna non ho mai incontrato di persona Renato,ma gli chiederei sicuramente di poter fare una foto con lui,ne farei un megaposter da mettere nel salone,come un quadro di inestimabile valore. Poi gli farei notare il taglio di capelli che sfoggio con orgoglio da aprile in suo onore. Avevo una lunga chioma ,ma troppo attratta da i suoi e per sentirmi ancora piu’ vicina li ho tagliati corti e li pettino allo stesso modo,ho portato una sua foto per far capire al mio acconciatore come dovevano essere…pazzerella eh?

    "Mi piace"

  18. Dimenticavo la cosa più importante…..A tavola una cosa che mi piacerebbe sapere da lui è come sono nate alcune sue canzoni…..si di questo mi piacerebbe parlare con lui….ciao ciao!

    "Mi piace"

  19. ROBERTO!!! Mo uguale uguale…il Post era “Una domanda per Zero” questo è impostato un pò diversamente no?? Mi volevi intransigente! 😉 Tra l’altro sostenuto da Gioia che ancora lo deve commentare!!!

    "Mi piace"

  20. Renato Renato…. se ti incontrassi un giorno, uscendo di casa, credo che dimenticherei anche come mi chiamo!! Non riuscirei più a parlare, a connettere… farei una figura da ebete!! E dire che la cosa che più amerei fare con Renato sarebbero proprio due chiacchiere, come se fossimo vecchi amici. Lui non mi conosce… ma io conosco Lui da tanto tempo e lo considero un “amico” a tutti gli effetti… mi piacerebbe riuscire a dirgli:- Ciao Renato, hai tempo per prendere un caffè da me? Dai… entra… siediti e parliamo un po’ se ti va… –
    Ghis… che bella frase hai scritto… eh si… non riuscendo a dire nemmeno una sola parola, sarebbe già tanto poter incrociare il suo sguardo perché possa leggere da sé quali sono i nostri sentimenti.
    PS: Debby… se poi Renato accetta di prendere un caffè da me… io ti avviso e tu devi correre… e arrivare in un battibaleno eh!!
    Bacioni…. LU

    "Mi piace"

  21. E vai ho già il secondo invito assicurato. Corro, corro Lu, non mi resta che augurarvi di avere Renato in casa perche è sicuro che ci starei pure io!!

    "Mi piace"

  22. Si anch’io come Roberto vorrei dialogare con Renato per capire come certe sue poesie sono uscite dal pentagramma…..e poi si sarebbe un sogno sedersi a tavola con lui, farsi una bella mangiata come si fa con gli amici più cari….tanto a Renato piace mangiare e pure tanto se non sbaglio…per cui lo prenderei per la gola ah ah! Cara e simpatica Luciana…per il caffè corro anche iooooooooo

    "Mi piace"

  23. Bene Debby, è così che ti voglio……sei tornata a “sgridarci”…quindi vuol dire che va sicuramente meglio…e di questo ne siamo tutti contenti!! 🙂
    Ciao, ciao!

    "Mi piace"

  24. visto che vorremmo parlare con Renato,chiedergli come sono nate le sue canzoni (meravigliose) e sapere tante cose di lui ,perchè…..E SE DOMANI…. lo invitiamo noi per un pranzo o per un caffè bacioni maria

    "Mi piace"

  25. Buongiorno a tutti e soprattutto al mio amico Renato.
    Bè se incontrassi Renato all’improvviso innanzitutto mi fermerei a guardarlo estasiata, rimarrei senza fiato, forse non riuscirei neanche a fare un passo in più verso di lui perchè le gambe starebbero per cedere.
    Appena ripresa gli chiederei una cosa che da una VITA FA vorrei chiedergli: “Perchè questi lunghi silenzi tra un tour e l’altro e tra un suo nuovo capolavoro e l’altro??? ”
    Basterebbe un piccolo cenno, un commento, capisco la privacy ma andare a caccia di notizie e non trovarle quai mai fa male quando si ama una persona.
    Un’altra cosa che gli direi sicuramente è che amo le sue mani, Luigi, Elena che ne dite????
    Un abbraccio a tutti
    P.S.
    Debby ho ricevuto la tua mail ed ho anche risposto.Un bacio

    "Mi piace"

  26. Scusa Debby l’ultimo commento senza nome è mio ma succede che il mio nome a volte è preimpostato e a volte no ed ho cliccato senza assicurarmene.

    "Mi piace"

  27. A cura della nostra grande amministratrice e del nostro amato Renato , voglio fare un particolare saluto a LUCIANA : Merci de ta gentillesse et de l’attention que tu portes aux autres. Bisous.
    Buona giornata a tutti.

    "Mi piace"

  28. Visto che sto passando un brutto periodo? Non mi sono neanche firmato….Grazie a Debby ed a Ilaria per gli auguri!
    Ariciao
    Ema.

    "Mi piace"

  29. E se domani…..
    se domani passeggiando per la mia meravigliosa Firenze( che anche Lui ama)incontrassi Renato forse rimarrei senza parole dall’emozione,ma sarebbe solo per un attimo,poi lo ringrazierei per tutte le emozioni che ha saputo regalarmi da quando l’ho ascoltato la prima volta ad oggi..avevo 14 anni,adesso ho superato abbondantemente gli ..anta e continua ad emozionarmi ancora. Pero’ pensandoci bene preferisco che questo incontro non avvenga o meglio voglio continuare ad incontrarlo in uno stadio o in un palasport in mezzo a tanta gente,perche’ per me Renato e’ sempre stato un sogno e i sogni sono cosi’ belli che quando poi si realizzano a volte perdono valore.Renato e’ troppo importante per me,lui e’ un valore aggiunto alle mie giornate, e tale deve rimanere.
    Grazie Renato,grazie di esistere……Baci a tutti Dony

    "Mi piace"

  30. Tina quanto hai ragione…le mani di Renato sono bellissime,curatissime e “cantano”,se un giorno Renato in un suo concerto fosse afono nessuno se ne accorgerebbe….Ho pensato ad un’altra cosa che gli direi:hai proprio ragione quando ti esibisci si capisce che vorresti piu’ ecooooooooooooo come dicesti al teatro tenda 30 anni fa

    "Mi piace"

  31. Ragazzi questa notte ho fatto un sogno fantastico….
    Era il giorno prima del concerto, ero andata a milano a fare un giro, quando ad un certo punto mi ritrovo davanti allo stadio di San Siro, vedo Renato vestito di bianco che mi guarda e mi fa un cenno di seguirlo… io lo rincorro, appena gli sono di fianco mi prende la mano e mi guarda dritta negli occhi…. entriamo in una grande stanza e penso subito che sia il suo camerino… era bellissima… piena di vestiti del passato e del presente…. Renato inizia a parlarmi, mi racconta che il giorno prima dello spettacolo si riguarda sempre il suo album fotografico di famiglia e che se mi piaceva qualsiasi cosa ci fosse in quella stanza d’ora in poi era mia….
    Mentre sfoglio le pagine, Renato, sempre nella stessa stanza, inizia a fare le prove del concerto…. ad un certo punto mi blocco e inizio a fissare una foto, una foto che lo ritraeva da bambino, un bambino così dolce… aveva uno sguardo come se sapesse già la vita che lo attendeva, uno sguardo angelico, uno sguardo unico…. rimango per qualche minuto immobile, come pietrificata, Renato se ne accorge subito, si avvicina e mi abbraccia….
    Cera una magnifica intimità tra noi due…. Renato mi regala la foto, mi chiede se voglio qualcos’altro ma gli rispondo di no…. ormai era passato già molto tempo e mi ha pregato con tanta gentilezza di andarmene…. ci riguardiamo negli occhi e lui mi sussura qualcosa all’orecchio… “grazie mille per la compagnia. Elisabetta, sei davvero speciale. Spero che domani ci sarai al mio concerto anche perchè potrai stare dietro le quinte. Questo è il mio regalo per te…. non mancare”…. dopo essermi allontanata riguardo la foto…. sono scoppiata a piangere…..
    Volete sapere la fine del sogno????…bhe… non sono riuscita a vedere il concerto…. sono arrivata allo stadio che erano le 9.30 passate, la guardia non mi ha fatta entrare…. sto brutto b******o….
    Sta di fatto che quando mi sono svegliata avevo l’impressione di averlo vissuto davvero quel momento…. ho preso il cuscino e l’ho stretto forte come se fosse Renato, dicendogli….”non ti dimenticherò mai”….
    Se un giorno lo incontrassi per davvero penso che farò la stessa cosa che ho fatto col mio cuscino……
    Renato sei unico!

    "Mi piace"

  32. Tina ma… Cosa posso pensare delle mani di Renato? Sono stupende come lui del resto ma tu te ne sei appropriata e non vuoi dividerle con nessuno. Bacioniiiiiiiii 🙂

    "Mi piace"

  33. Ema se può riconsolarti anch’io sto passando un periodo di quelli… da dimenticareeeeeeeee!!! Purtroppo il mio periodo sarà piuttosto lungo.
    Vita senza problemi
    dimmi che vita sei…
    Caro Renato,a me non dispiacerebbe vivere senza problemi solo che… non si può!

    "Mi piace"

  34. Bhe,sarebbe dificile controllarsi,soprattutto per chi,come me,non ha mai avuto l’opportunità di incontrarlo da molto vicino,anche se all’ultimo concerto il 16 GIUGNO a Bari ero in prima fila ad un metro di distanza.Contenersi,quando si vede il proprio idolo,per pura casualità è ancora più difficile.E’ vero lui odia farsi toccare.In parte ha ragione,però è anche vero che potrebbe concedersi un pò di più ai suoi cari amici sorcini,che moritebbero pur di poterlo vedere da vicino ogni tanto data la totale devozione,non dico a tutti,ma almeno agli iscritti al club!.Ad esempio portebbe fare un pò come fa suo fratello,e parlo per esperienza vissuta personalmente.IL SIGNOR GIAMPIERO FIACCHINI,O COME TUTTI COMUNEMENTE LO CHIAMANO,PIERO,stranamente,fa l’opposto del fratello,il famoso,cammina tra la gente ,parla,si fa scattare fotografie,insomma ,si concede in ogni modo sempre però nel limite del possibile (intendiamoci)!E’ pur vero però che Renato si comporta cosi solo in determinate circostanze,ad esempio quando a Novembre,e cara DEBBY potrai sicuramente confermare visto che tu eri lì,partecipò a Domenica in per presentare “Renatissimo”,e una signora osò toccargli la pancia,si girò di scatto mentre cantava,quasi come se volesse fulminarla con lo sguado.Sempre a Domenica in,invece,a Maggio quando doveva presentare il tour,ed era l’ultima puntata del programma,si lasciò accerchiare e toccare da tutti.pero forse in quella situazione non poteva fare altrimenti data la diretta tv……..A Bari, prima del concerto si è recato alla Feltrinelli,che è proprio nel centro della citta e per entrare ha preteso che tutti uscissero,ma nello stesso tempo,all’uscita è andato in un bar,lungo il lungomare dove ha praticamente iniziato a giocare a carte con qualsiasi persona gli capitasse a tiro.Lo stesso ha fatto nel pomeriggio,ed è stato raccontato dallo stesso durante il concerto,”Mi sono ricordato attraverso questa città e il suo mare,del profumo che percepivo quando ero bambino quando mi recavo a mare con i miei genitori,e ho incontrato molte persone,discrete e non,con cui ho dialogato tranquillamente.Dopo questi episodi non so proprio cosa dire,sono per me contraddittori,ma comunque la domanda rimane,e cara Debby hai proprio ragione,cosa faremmo se domani lo incontrassimo?questa per me fino a quando non lo incontrerò portà rimanere sempre un’ incognita!……..potrò avere reazioni sconsiderate oppure no,ma in ogni caso sarebbe meglio evitare la follia pura per vedere se effettivamente a quelli più tranquilli almeno un autografo lo concede,perchè delle foto non se ne parla proprio!

    "Mi piace"

  35. E se domani io non potessi rivedere te, cantava la Regina, ti riscriverei il testo di una canzone che vorrei cantassi così caro Renato… perché scendere quaggiù ogni tanto c’è bisogno e non immagini quante e quali mani tese attenderebbero anche uno solo in tutta la loro vita, uno di quei tuoi Sì… il riscatto di una vita di No…

    Soli Tina
    non siamo soli, mai.
    Vedi Lù
    ne abbiamo di amici noi.
    I sogni… betty
    anche i più logori e andati,
    non si son dileguati,
    Zerina si raccontano qui.
    Artisti voi,
    Costi quel che costi Claudia.
    Siamo nati Artisti Luigi.
    Ci perdonerai… Andrea
    I voli Ester, Incerti e disperati.
    Spesso, dirottati dalla nostalgia.
    Soli, Stella in cerca di poesia!
    Amo
    Le mie prime note Antonella
    Trucchi, ed altre magie Gioia.
    Quelle notti spese Dario, nelle trattorie.
    Amo i giorni duri Fabrizia.
    E quei volti scuri Marco
    Aspettando un si Debby.
    Amo,
    chi mi ha sorriso, Marco, ed ora è li,
    e capì che per quel vostro applauso Renato era vivo così.
    Amo,
    il tempo che verrà, Ghis
    se anche lui, uno di voi sarà!
    Soli, dolce Debby,
    Non siamo soli mai.
    Se vuoi, Roberto,
    in questo spettacolo, la vita, un ruolo tu avrai.
    Prova! Paola
    e se un Artista tu sei… Ila Stai con noi!
    Amo,
    quelle mie paure.
    Il primo ostacolo mio.
    La voglia di stupire.
    E di stupirmi anch’io.
    Provavo e riprovavo.
    Cantando voi crescevate
    insieme alla mia idea.
    Amo,
    chi non SI fermerà.
    E chissà,
    questo blog quanta strada farà…
    Amo, io amo
    l’Artista ch’è in te.
    Voi amate l’Artista che in me…

    Serena notte a tutti.
    (Ps. per provare “l’effetto” dovete mettere su la canzone Artisti e seguire il testo sopra… poi mi farete sapere… ch’effetto fa…)

    "Mi piace"

  36. Fino a poco tempo fa sarei stat disposto a girare tutta Roma a piedi pur di incontrarlo, oggi, non dico che non sarei capace di farlo,ma ho scoperto e capito tante cose del nostro amore Renato. Proprio perchè lo rispetto tantissimo come uomo e poi come artista cercherei innanzitutto di non turbarlo con scenette varie. Certo sarebbe proprio un sogno, il più bel sogno per uno come me (e come tutti voi) che le sue canzoni le indossa la mattina appena si sveglia per lasciarle penetrare, poi di notte, anche nei suoi più profondi sogni. Mi piacerebbe ringraziarlo e dirgli che gli voglio un mondo di bene, magari solo stringendogli la mano…Mamma mia stanotte so già che sognerò questo momento. Baci a tutti!!!! Salvo Petracca

    P.S: Non vi nascondo che la tentazione di abbracciarlo forte e dargli due baci sarebbe innegabile ma…..

    "Mi piace"

  37. eester dal suo punto di vista ha ragionie, io ad esempio quando ho avuto la fortuna d’incontrarlo non mi sono permessa d’avvicinarlo x stava con altre persone a parlare invece un gruuppetto si è avvicinato circondandolo e baciandolo lui ha cercato di scansarsi ma non c’è stato niente da fare.come ti saresti comportata tu, io avrei reagito forse male pensa lui che ha questi diciamo assalti (benevoli) ci deve convivere penso che a volte noi fans siamo troppo invadenti forse sbaglio ma la penso cosi’,comunque magari lo rincontrassi lo guarderei e mi sentirei felici rinchiudendo (se anche lui mi guardasse) il suo sguardo nel mio cuore. grande Renato bacioni a tutti maria un saluto a Debby ciao

    "Mi piace"

  38. MARCO TESORO E’ BELLISSIMA “ARTISTI” DEDICATA AL BLOG…E HAI DATO IL GIUSTO SENSO A QUESTO POST. BACI
    P.S. QUESTA VOLTA RESTI VERO???????? MANCA QUALCOSA AL BLOG SENZA DI TE…

    "Mi piace"

  39. carissima Ester, mi chiedo come tu possa paragonare GIAMPIERO FIACCHINI A RENATO FIACCHINI. Certo che lui cammina tranquillamente tra la gente e si concede, lui non credo abbia fans scatenate che gli si gettano addosso cercando di baciarlo. Se io avessi un fratello famoso come lo ha lui, anche a me farebbe piacere essere riconosciuta. Io ho incontrato Giampiero negli anni 80 quando facevo gli appostamenti davanti alla villa che avevano preso in affitto in Versilia e devo dire che l’atteggiamento che aveva non mi piaceva affatto, perchè cercava di somigliare troppo a suo fratello, portava gli stessi capelli lunghi , tanto che da lontano lo potevi confondere. Certo con il passare degli anni sicuramente sarà cambiato, ma ripeto, non puoi paragonarlo a Renato.
    Io sono d’accordo con lui quando si arrabbia (va bene così Debby???) se ,come a Domenica in la signora gli tocca la pancia, oppure a novembre, come ci ha raccontato Debby qualcuna si permette di tirargli in capelli in diretta tv, bè c’è un limite a tutto.
    Per quanto riguarda il concedersi di più, bè penso che se un sorcino va lì con gentilezza senza isterismi lui si possa concedere, ma ricordiamoci che prima di tutto è un essere umano con giorni si e giorni no come tutti….e se si ha la sfortuna, come ho avuto io di trovarlo nel giorno no, pazienza….sarà per un’ altra volta (sperando ci sia naturalmente).
    Io a Renato perdono tutto. Grazie di esistere.
    Antonella

    "Mi piace"

  40. Hai ragione Debby, Marco è davvero una persona speciale e quando non c’è, la sua mancanza si sente! Anche l’ingresso di “sorciobetty”, devo dire,ha portato una ventata di freschezza nel blog.
    Se domani incontrassi Renato?Non sapete quante volte mi sono immaginata questo momento, quante volte l’ho sognato (che brutto il risveglio, quando ti rendi conto che era tutto un sogno!) e…non lo so, non so come reagirei, innanzitutto dovrei superare l’infarto che mi verrebbe e forse dovrebbe portarmi via l’ambulanza, ma nel caso non svenissi e non morissi, credo che non riuscirei a passare oltre senza dirgli niente, senza chiamarlo, no, di certo un’occasione simile non mi capiterebbe una seconda volta quindi non potrei sprecarla, ma di certo in un minuto non potrei dirgli tutte le cose che vorrei e la cosa migliore, come ha già detto Ghis, sarebbe guardarlo negli occhi e affidare al mio sguardo il compito di fargli capire tutto l’amore che ho per lui e lui sicuramente capirebbe.Quando avevo 11, 12 anni, non potevo andare ai suoi concerti perché ero piccola e dovevo accontentarmi dei racconti dei ragazzi più grandi di me e ciò che mi colpiva allora era proprio la descrizione del rapporto speciale tra Renato e i suoi fans, che allora venivano definiti “zerofolli”: Renato era disponibilissimo,affabile, si fermava a chiacchierare, la notte, dopo i concerti, accettava che i fans lo raggiungessero nel ristorante dove andava a mangiare e firmava autografi pur essendo esausto. Durante i concerti scendeva in mezzo al pubblico ed era un bel problema per le guardie del corpo che non riuscivano a stargli dietro. Perché non è più così? Innanzitutto perché siamo molti di più di allora e poi, credo che fondamentalmente la colpa sia solo nostra: per anni lo abbiamo rincorso, assalito, non lo lasciavamo uscire di casa, doveva nascondersi, scappare, per avere un po’ di tranquillità, gli abbiamo reso la vita impossibile.Ma mettiamoci nei suoi panni, cosa faremmo se ogni giorno , continuamente venissimo assaliti da persone, che forse sì ci amano, ma che ci impediscono di muoverci liberamente? Ho già raccontato di averlo aspettato all’uscita dal ristorante, dopo un concerto, nel 98. In quel periodo stava facendo fisioterapia perchè era reduce da una frattura al piede, non so se ricordate, nel momento in cui è dovuto uscire dalla porta del ristorante e ci ha guardato dal vetro, io ricordo di avere letto sul suo volto non fastidio ma TERRORE puro, la prima cosa che ha detto quando è uscito: per favore attenzione al piede! Per fortuna, le persone che erano lì con me erano tutte persone tranquille e rispettose e nessuno lo ha assalito, lui è passato in mezzo a noi salutandoci e ringraziandoci per i regali (era il suo compleanno) , poi è salito in macchina ed è andato tutto bene, ma non è facile affrontare continuamente una folla di persone sconosciute, non si sa mai quale può essere il comportamento della gente, il mondo è pieno di matti e di maleducati (Debby ha potuto constatarlo di persona a Domenica in) ed io , pur non resistendo al desiderio di poterlo avvicinare, ho sempre un po’ di paura per lui.
    Debbyna stai meglio?

    "Mi piace"

  41. GRAZIE MARCO, MI ASSOCIO A DEBBY, SEI UN TESOROOOOOOO. VIENI A TROVARCI PIU’ SPESSO. IL BLOG HA BISOGNO TI TE..
    CIAO ANTONELLA

    "Mi piace"

  42. Grazie Fabry, di salute sto meglio, per il resto posso solo dire fortuna che ho il blog che serve a distrarmi. Un bacione

    "Mi piace"

  43. Era una fantasia che mi è venuta leggendovi, leggendo le vostre attese disattese e speranze e siccome era l’ora della via del sonno che porta ai Sogni l’ho traghettata con quella immagine… e il sogno è arrivato, puntuale. Volevo dire che io ci sono sempre stato eh, non ho mai pensato di andare via, forse ho dato adito io stesso ad un fraintendimento, me ne scuso con tutti voi. E’ soltanto un problema lavorativo che mi prende ultimamente, un Rignano Bis (Campano) e se fossi un credente mi piacerebbe tantissimo dire “che Dio mi assista in questo compito” ma forse non lo sono, ahimé… e ho bisogno di concentrazione assoluta è tale e grave la responsabilità che ricade su di me, ma non me ne curo di questo, ma del diritto dei bambini. Vorrei condividere con voi ma è fatto divieto assoluto, posso condividere però con voi l’andamento con un va bene… va male… Quando sarà tutto finito la questione sarà pubblica e allora sì. E’ bello portare in questo blog le esperienze della nostra vita, credo di non aver frainteso il pensiero del mio tesoro D. quando decise di aprire questo blog. Quindi avanti continuate a raccontarvi, proprio come me, poché renato è il leitmitv – lo sfondo – la colonna sonora della vita che racconterete…
    Ps. tesoro vedi perché è un problema talvolta la distanza nella mia vita, ho così bisogno urgentissimo di un web master (non gratuitamente, seppur ad un prezzo contenuto). Purtroppo io lavoro solo con persone che hanno molta cura del dettaglio, dei particolari e sono molto richiestivo, tu mi conosci eh eh tant’è che per la III edizione del corso ho dovuto mettere mano a dei licenziamenti a catena (pps. chiarisco che non ho buttato nessun per strada eh i docenti erano strapagati ma ognuno di essi ha alle spalle un saldo posto di lavoro – e ho fatto spazio a chi ne aveva davvero bisogno) tra cui il web master. Per esperienza direttamente personale ho sempre creduto che dal vero bisogno nascono le cose migliori, perché è nel bisgno che l’uomo può esprimere il meglio di se e darsi. Quando le poltrone diventano troppo comode…
    Voi cosa ne pensate?
    Un abbraccio a tutti… Luigi mio caro vorrei sentire anche la tua opinione schietta al riguardo.

    "Mi piace"

  44. Marco tesorino concordo con te, a volte c’è chi si adagia, soprattutto nel lavoro, quando invece si ha bisogno davvero di lavorare ci si mette più impegno e passione anche per dimostrare a chi ha dato lavoro che è meritato e poi chi è abituato a sudarsi le cose riesce a dare sempre di più….
    Il caso che stai seguendo è estremamente delicato…sono certa che con la tua professionalità e la tua sensibilità lo saprai svolgere al meglio! In bocca al lupo! Poi potrai raccontarci perche hai capito benissimo il senso di questo Blog dove esperienze del genere sono TESORO. Baci
    P.S. ESATTO…MANCA IL SAGGIO DEL BLOG, VOGLIAMO LEGGERTI DOVE SEI??

    "Mi piace"

  45. Volevo sapere una curiosità da Antonella…. ma tu per caso eri a San Siro il 9 giugno?
    P.S…scusate per questo mio intervento che non centra neinte col discorso che stiamo facendo….

    "Mi piace"

  46. Ho riascoltato Artisti nella versione “Marco”..si fa un bell’effetto…ho immaginato anche un pò tutti i vostri visi…come se tutto il blog fosse riunito per un attimo…..Molto bello. Ci sono momenti della vita in cui ci si sente un pò sotto tono per diversi motivi..dove tutto sembra non tornare…”due più due non torna quattro mai….” però a volte anche una canzone ci può aiutare a ritrovare quella carica che manca…direi GRAZIE anche per questo a Renato…Saluti per tutti…e un sorriso speciale a Debby

    "Mi piace"

  47. Ah…. no perchè quanto ero a San Siro c’era una donna che mi aveva detto che una volta aveva incontrato Renato a un ristorante e più o meno la storia era simile alla tua…. fa niente… Ciao!!!

    "Mi piace"

  48. Cari amici miei..concordo con voi aggiungendo che c’è anche l’altra faccia della medaglia ossia….che pur dando il massino in quello che facciamo…..a volte capita che non ci venga riconosciuto nessun merito….o che molte speranze e promesse vengono disattese…ecco io sto vivendo una cosa del genere in questo periodo….ma non mi arrendo…Renato anche qua insegna…Arrendermi mai……

    "Mi piace"

  49. …Cari amici, carissima Debbina, eccomi di nuovo qui dopo qualche giorno di assenza….Grande Debbina per aver davvero preso in considerazione la mia idea……
    Se incontrassi Renatino???? Innanzi tutto cercherei di comportarmi il più semplicemente e sinceramente possibile e poi gli direi: A Renatì, sei proprio caruccetto…….E’ una vita che mi fai compagnia…..Sei un amico sincero e il più grande artista italiano…….Te posso dà pure un bacetto???? Bacetti pure a voi….

    "Mi piace"

  50. caro marco, io di poltrone comode non ne “indosso”: il lavoro che mi sono scelto da alcuni anni non lo permette. la regolarità, la consuetudine e la routine non fanno parte di quel vocabolario.

    dal vero bisogno nascono le cose migliori? beh per me è certamente stato così, ma penso che la vera molla sia il bisogno non inteso come necessità, ma come tensione. molti, spinti dalla necessità, talvolta non si esprimono, soccombono sotto il suo peso; altri, invece, dietro necessità ed istinto danno il massimo. ma è la tensione quella che conta, almeno secondo me, e che ci porta a dare tutto noi stessi, ad esprimerci, a esternare il nostro talento.

    "Mi piace"

  51. Grazie Marco…….Ora grazie a te il blog di Debby ha anche il suo “inno”!
    E visto che per molti di noi incontrare Renato sarebbe realizzare un piccolo, ma grande sogno, cosa ne dite (per rimanere in tema di sogni) se Renato ce la cantasse durante un mini concerto tenuto in esclusiva per tutti noi del blog?…e poi via, tutti a festeggiare in trattoria.
    Marco in bocca al lupo per qualunque cosa tu stia facendo…visto che dal poco che ho capito è sicuramente qualcosa di buono ed importante.
    A volte l’impegno e la passione che si mettono nel lavoro purtroppo non sono ripagati (contano spesso altre cose!)……ci sono purtroppo tanti posti di lavoro dove questo capita……e tanto “talento” viene buttato via……..che peccato!
    ‘notte a tutti!!!

    "Mi piace"

  52. Cari amici, l’anonimo di ieri delle 7,46 ero io solo che scrivevo da un pc diverso e ho dimenticato di inserire la e – mail….. a presto!!!!

    "Mi piace"

  53. Io volevo aggiungere il mio parere riguardo al fatto che Renato si concede poco ai comuni mortali che lo incotrano.
    Sapete che penso: lui può farlo, anche per difendersi dagli atteggiamenti spesso stupidi di quei fans che tentano magari un approccio fastidioso…Lui deve in qualche modo potersi difendere…
    E poi io lo reputo veramente un genio della musica leggera italiana, quindi è più che giustificato, considerato che spesso anche artisti di minor calibro hanno la puzza sotto il naso…
    Quindi, Renati’, io te vojo bene anche se fai un pò l’antipatico o te la tiri un pò (però se t’incontro un bacetto te lo dò!!!!!).
    Baci a tutti

    "Mi piace"

  54. “Er sor cecetto”
    Dicono che sia morto soffocato,
    mormorava tutto er vicinato.
    Dicono che strignesse fra le mani l’unico amico er Chianti de Frascati…
    Era ‘n omo felice er sor Cecetto
    c’aveva du’ lire de pensione,
    un piatto de minestra, e un paro de calzoni ch’erano tutti un buco.
    Chi je li cuciva non ce più,
    pora sora Giulia!
    I fiji so sparsi un po’ pe’ tutto er mondo
    uno in Germania, ‘n altro in Canadà,
    la femmina ha sposato un australiano.
    Lui invece, lui è rimasto sempre qua
    e l’ultimo viaggetto se l’è fatto ‘na settimana fa.
    Dicono che sia morto soffocato,
    ma certo nun ce pensa er vicinato,
    che s’è strozzato pe’ strillà: “Aiuto, non lassatemi finì morì da solo!”
    Ciao!!
    P.S…. gioia hai perfettamente ragione….

    "Mi piace"

  55. E’ vero che Renato ormai è praticamente inavvicinabile e questo anche perchè spesso ha avuto a che fare con fans un pò troppo invadenti e questo lo capisco..ha ragione…Però è anche vero che Renato dovrebbe fare una distinzione tra i fans…non tutti sono così…voglio dire c’è pure chi ha un profondo rispetto per lui e non si permetterebbe di saltargli addosso o cose del genere…..Certo fra i tanti questi fanno più rumore e Renato allora preferisce fare dietrofront! Forse dovrebbe fare più incontri come quello prima del tour al “Corriere della Sera” in modo da accorciare un pò le distanze…..li era stato grandioso…ed è bello vedere un Renato così….Buona giornata a tutti…….

    "Mi piace"

  56. Claudia anch’io sono daccordo con te: magari Renato organizzasse più spesso questi incontri e desse la possibilità ai suoi sorcini di avvicinarsi di più a lui, ovviamente in un ambiente filtrato e tranquillo quale potrebbe essere la redazione di un giornale….
    Ma che tu ci sei stata all’incontro del “Corriere della sera”?
    P:S: Cara Sorciobetty, parli romanesco mejo de me (e de Renato) Ciao

    "Mi piace"

  57. Io adoro Renato, voi lo sapete altrimenti non scriverei qui però… conosco musicisti professionisti (uno è mio marito purtroppo) e ne ho sentita una che mi ha lasciata un po’ perplessa. Di preciso non so quando sia successo però è recente. In pratica, quando Renato incideva, durante una pausa gli si è avvicinata una violinista che faceva parte dell’orchestra, gli ha detto che lei lo ammirava e gli ha chiesto un autografo ma Renato… ha risposto PICCHE.
    Vabbbè Renatì, forse quel giorno c’avevi la luna storta
    P.S. Debby, stavolta quel “purtroppo” non ci sta male,vero?

    "Mi piace"

  58. Ciao gioia… hai presente gli amaretti e il liquore di Saronno??? bene, io provengo da quella città…. la mitica Saronno….
    Quella specie di filastrocca che ho scritto precedentemente, l’ha recitata Renatino in un live del 1982… non è caruccia??? e comunque…. adoro Roma!!!! siete fantastici e troppo simpatici…. una volta una signora anziana, che è romana ma vive a Saronno da un pò di anni, mi ha raccontato una marea di cose bellissime ed è per questo che l’adoro!!!…. e forse tra qualche mese verrò giù a Roma…. wow! non vedo l’ora!!!….
    Baci!!!

    "Mi piace"

  59. Che farò, che farai, che fine faremo noi…
    Non si può stare qui e dire sempre di si…
    Eh ma stavolta ammazzo qualcuno! Pensano di passarla liscia? Io non credo proprio.
    Scusate il fuori tema ma questa sera sono fuori anch’io.
    No no! Domani vado e faccio il casino!
    Sorci state tranquilli, voi non c’entrate.

    "Mi piace"

  60. Ciao Debbina,
    sono passata per fare un salutino,
    per salutare tutti i sorcini del Blog e leggere gli ultimi commenti.
    Che bello trovare la nuova versione di “Artisti” scritta da Marco, bello anche constatare con quanto impegno ha riscritto l’intero testo ricordandosi di tutti noi… grazie Marco.
    Ehi… io non l’ho semplicemente letta!! Io l’ho cantata!
    Suonava bene sai??
    In bocca al lupo per il tuo lavoro…. “non voltarti indietro mai, sarò felice se ce la farai”…
    Grazie anche a Ghis… merci a toi… (nun me strilla’ se l’ho scritto male!).
    A Cla’…. casa mia è un porto de mare… che vuoi che sia un caffè in più!??
    “Dove c’è ruggine
    stanchezza o malessere
    nessun problema,
    sono qui.
    Scelgo il coraggio
    che vi piaccia oppure no,
    ovunque c’è Amore
    c’è Speranza.
    Breve o infinita
    vita sei così,
    di questa smania morirò, ma si…
    D’Aria e di Musica
    perché ogni giorno sia domenica….”
    Stasera vi dedico queste parole…. e se Domani incontrassi Renato, con il pollice in sù gli direi: – Renato sei Forte… continua a farci sognare. Coccolaci con le tue canzoni, accarezzaci la testa con la tua musica quando saremo stanchi e sconsolati, dacci la forza e il coraggio di andare avanti quando staremo per arrenderci… facci ridere nella tristezza e facci riflettere quando saremo nell’errore. Perché noi viviamo D’Aria e di Musica… la Tua Musica! –
    Baci

    "Mi piace"

  61. Pure a me dispiace quando Renato non si concede,l’anno scorso a Caserta ha lasciato molti senza parole..me compresa. Tra il pubblico c’era un ragazzo disabile e quando e’ uscito, il poverino,sicuramente preso dall’emozione ha cominciato ad urlare..beh il nostro Renatino non ha capito e si e’ rivolto in modo poco carino a noi dicendo (Qui abbiamo anche i gorilla) ed e’ rimasto un minuto in silenzio con una faccia “TIRATA”,sicuramente qualcuno di voi quel giorno c’era,parlo del tour Zeromovimento il 28/03/2006 al palamaggio’ ,mio marito ha avuto da ridire per una settimana sostenendo che e’ una persona falsa e scorbutica…non vi dico la mia rabbia..grrrrr…forza Renato dimostra a quel testone che le tue canzoni cosi’ “vissute” non le scrivi solo per attrarre pubblico,noi che ti amiamo lo sappiamo,ma gli altri…………Saluti a tutti

    "Mi piace"

  62. Carissimo Marco le tue parole, la tua canzone, la tua attenzione verso noi del blog meritava un commento immediato, ma non è stato così.
    PERDONAMI!!!!
    Grazie per il tuo pensiero sei stato veramente bravo e molto, molto sensibile, mi hai commosso, sì non ti nascondo che leggendo ho dovuto ingoiare parecchie volte. Grazie di essere tra noi e per tutto quello che ci dai.
    Per Zerina:
    io ero al Palamaggiò il 28 Marzo 2006 e ricordo perfettamente l’episodio che hai citato. In realtà all’inizio anch’io restai senza parole, ma poi subito ho capito che Renato non si è assolutamente reso conto, quindi non mi sono assolutamente arrabbiata, sappiamo benissimo quanto Renato sia sensibile, e quanto sia coinvolto in certe situazioni difficili.

    "Mi piace"

  63. Cari sorcini… una notizia stupenda!!!… molto probabilmente il 2 novembre, di sera, sarò a Roma!!!…. mia sorella deve fare una gara internazionale di Karate e io forse l’accompagno…… però volevo sapere un’informazione da voi Romani…. sapete dov’è il pala ginseng?? e dove c’è un albergo che costa poco?? e un ristorante dove si mangia bene e, naturalmente, non costa tanto??….. grazie mille….
    Buona notte a tutti!!!!
    P.S…. madonna se è bello Renato!!!!

    "Mi piace"

  64. Ieri sera mi sono rivista lo Zeromovimento…e ogni volta sono sempre le stesse emozioni…quando rivedo certe interpretazioni come Motel che adoro ….con quel finale molto coinvolgente..un brivido scorre sempre e penso che Renato tu si che sei davvero il numero UNO DA SEMPRE….ti direi anche questo se domani ti incontrassi….la tua voce è immensa e sempre più bella nonostante il passare degli anni…..e poi di direi anche di tornare presto anzi prestissimooooo!!! Cari amici vi auguro un buon week end..Baci….

    "Mi piace"

  65. ciao a tutti…cara debby ho sognato e immaginato tantissime volte di incontrare il nostro Renato,magari uscendo da un supermercato o ai giardini pubblici o su un treno o camminando tranquillamente per il corso.
    Sinceramente credo che sarei molto stupita e meravigliata e soprattutto incredula ma mi avvicinerei timidamente a lui per poterlo salutare e magari se riesco anche a potergli dire qualche parola.
    Ma il mio sogno più grande e anche la più grande utopia sarebbe quello di trascorrere una giornata intera con Renato come se fossimo amici di vecchia data parlando del più e del meno di cose belle e brutte della nostra vita perchè sinceramente credo che tutte quelle ragazzine che smaniano per essere toccate dai loro idoli o per un autografo o per essere stretti la mano(parlo di altri idoli non del nostro Renato anche se penso che ci siano anche persone che si comportano così)siano stupide più che altro perchè io personalmente non so che farmene di queste piccole cose lo so che è stupido ed egoistico forse parlare così ma a che serve lanciarsi contro i propri idoli nella speranza di toccarli o che ti guardino quando dopo non sanno neanche chi sei o che esisti?invece a me piacerebbe appunto”conoscerlo” parlarci come se fossimo amici in perfetta tranquillità….
    sarebbe troppo bello se fosse vero e se si potesse attuare questa mia più grande aspirazione ma non mi illudo vivo nel presente e so che non è possibile ma almeno ai sogni non c’è un freno e siamo liberi di vagare con la nostra fantasia e con la nostra mente dove meglio vogliamo e daltronde lo dice anche Renato che bisogna imparare a sognare

    "Mi piace"

  66. Tina carissima, grazie a te per le risposte che mi dai, mi fai sentire davvero, come gli altri miei amici, che quello che provo a scrivere qui poi arriva e nel modo in cui l’intendevo io, e mi doni/ate una sensazione stupenda in termini di comprensione e condivisione affettiva. GRAZIE.
    Baci, ciao tinuccia….

    "Mi piace"

  67. Mi rivolgo al commento di zerina circa il fatto di Renato al palamaggiò di Caserta… Premetto pure che avevo scritto precedentemente a questo commento un altro lunghissimo commento sempre in risposta, che poi ho preferito non inoltrare (grazie a Debby che mi ci ha fatto ragionare su) perché era dettato da emozioni forti e quindi non ragionato. Comunque… Volevo sottolineare che trovo, in generale, quindi non solo nel tuo commento zerina, sempre scorretto riportare delle frasi dette da qualcuno, in questo caso Renato, detratte dal loro “contesto” originale. Chi non era al palamaggiò (ed io c’ero) quella sera potrebbe sorprendersi spiacevolmente dell'”effetto Renato”… Giustamente Tina, che pure c’era, ti faceva osservare che Renato manco se n’era accorto che era un disabile quello che urlava, come poteva in quella caciara? E poi Renato è sensibile, specialmente quando vuole comunicare, non cantare, con i suoi fans e talvolta gli copriamo indebitamente la voce col nostro entusiasmo. Quindi per favore in futuro, argomentiamo, ma questo un po’ tutti, di più su ciò che vogliamo dire (debby pazientemente magari accetterà dei commenti più lunghi ma ARGOMENTATI) e non decontestualizziamo le cose ma raccontiamo bene i fatti perché poi non c’è da stupirsi se persone come il tuo ragazzo che definisci teneramente “testone”, tu dici, che lui afferma che Renato è “una persona falsa e scorbutica”. Questo lo pensa lui, e non credo che a noi possa interessare molto il suo punto di vista che pare più pregiudizievole che legato alla vicenda; interpreto così il silenzio di risposte al tuo commento da parte degli altri condomini. Perché se il blog è quello che ci dicono gli altri allora domattina vi racconterò cosa ha acquistato mia zia al mercato ortofrutticolo… Potevi raccontarci ad esempio che in quella sera, come testimonia un video su youtube, qualcuno non proprio fans gli gridava a Renato “brava” o mentre lui parlava altri gli urlavano “mi vendo” (e lui pare che li abbia richiamati per il giusto nome) perché magari non conoscendo nulla di Zero, se non un jolly ai tempi dei Fantastico tra lustrini e paillettes, si aspettava un’altra scaletta. Insomma se noi siamo l’esempio… capisco perché un “accompagnatore” si senta così autorizzato a certe semplici e quindi banali e quindi stupidine esternazioni, che potrebbero anche non riguardare Renato, ma essere una prassi, un modo di fare sempre.
    Eh, sempre in tema di “argomentazione”… mi rivolgo ai sorcioni del blog che pagano l’affitto da molto tempo, se è vero che noi amiamo questo spazio, magari trascurando la quantità, “riprendiamoci” la qualità… A buon intenditor… Buon week end a tutti…

    "Mi piace"

  68. Eh si marco, stavolta è toccata a te la “predica”. altre volte è venuta spontanea a me, ricordo almeno due, oggi hai sbottato te ….
    Non so se il “buon intenditor” sarei io, o anche io, o forse non sono affatto io; fà lo stesso. Leggo il blog più volte al giorno, e vedo questa quantità che fluisce, e il mio nome compare quasi mai nei commenti. E talvolta mi capita di immaginare anche altri intenti a leggere, talvolta increduli di fronte a certe parole. O altri che, per rispetto o magari amicizia, cercano di cucire con le parole ed i commenti, gli squarci praticati da altri. Quella che te chiami qualità è sempre lì, momentaneamente dietro il sipario, in attesa che l’onda passi. E passerà vedrai, molto presto. Ed è la qualità che ha creato questo gruppo di persone, che si sono sentite, messaggiate, ascoltate al telefono, emozionate. Che, per mesi, si sono vissute. Per queste persone sono qui che scrivo ora, a notte fonda, in un paese freddo.

    Per quanto riguarda Renato, bene, io NON voglio incontrarlo. Se mi capitasse, non riuscirei a fare altro che portare la mano destra al cuore e sorridergli, sorridermi. Ma questo gesto lo faccio ugualmente spesse volte quando lo ascolto. Renato è sempre con me, non ho bisogno di incontrarlo. Le sue canzoni sono ritratti di vita ed episodi vissuti, i suoi e i miei. Sono tanti gli eventi che ogni giorno mi fanno rivenire in mente lui e i suoi testi: l’altro giorno c’era un ragazzo “deforme” al semaforo che chiedeva l’elemosina e con cui mi sono fermato a parlare nonostante fossi in macchina, semaforo verde, e mezza milano che suonava il clacson dietro di me. Potete immaginare a quali parole di Renato pensassi: ed erano nella bocca di quel ragazzo. Mi basta ritrovare Renato nelle mie esperienze, a cui ho legato le sue canzoni.
    E poi, al concerto. E’ quello il posto ideale per incontrarlo. Lì c’è Renato, almeno quello che intendo io, per strada incontrerei un altro. E’ sul palco, con la musica e le parole, gli abiti e i lustrini, gli sguardi e gli occhi bassi, con i sorrisi e le lacrime. Con un coro unico di persone variopinte, e le braccia al cielo. Non cerco un altro Renato.

    "Mi piace"

  69. Marco, questo tuo commento ci fa capire meglio il contesto e l’atmosfera che c’era quella sera…..concordo quando dici che forse è meglio non riportare frasi dette….perchè si possono creare equivoci e fraintendimenti non conoscendo appunto l’esatto contesto…..per cui posso dire che personalmente non faccio fatica a credere che Renato non si fosse reso conto da dove e da chi proveniva quell’urlo…..e poi come ci ricorda anche la nostra Tina, tutti conosciamo la sensibilità e l’umanità di Renato….Grazie per le vostre attente riflessioni….Baci.

    "Mi piace"

  70. Marco, il tuo “a buon intenditor” è molto chiaro, ed è chiaro anche per te Luigi caro, l’onda passerà vedrete!!!!
    Come è bello rendersi conto che anche altri vedono le stesse cose che vedi tu e soprattutto capirsi tra le righe!!!! Vero Debby???
    Un grande abbraccio Debby, Marco, Luigi ed un saluto a tutti ma speciale a Claudia.

    "Mi piace"

  71. VERISSIMO Tinuccia mia! Ci eravamo già capite 😉 E’ bello vedere che amate e concepite questo spazio esattamente come me!
    Il nostro Marco poi sempre attento a risvegliare in noi valori fondamentali e a ricordarci perche eravamo quì…
    Baci a tutti e tre!

    "Mi piace"

  72. Chissà in che paese freddo sei finito Lui e trovo che il fatto che tu da un Altrove abbia scritto qui sia molto significativo e molto lusinghiero per la nostra Debby innanzitutto e poi per noi. Nel tuo commento, onde anomali a parte, ci hai dato d’un colpo due immagini molto suggestive di te e Renato; una sensibilissima che mi ha fatto venire la pelle d’oca (però è troppo brutto questo modo di dire – tecnicamente se direbbe “risposta psicogalvanica” ma è bruttarello pure questo che ne ditie?) quel saluto, quella mano destra al cuore (ho provato ad immaginarti) e un’altra tristemente ironica del deforme e te (Renato) che in auto lanci epiteti-canzoni al traffico impazzito dietro di te. Ovviamente sull’incontrare Renato siamo totalmente fusi nello stesso pensiero, cioé ai concerti, anche se io però quel testo di Artisti glielo darei (e aggiungo così come lo pensai…). Però ammetto io sono pure un tattile, vabbè dai la mano almeno gliela devo da’. Io ne ero straconvinto tra l’altro, e una volta ne parlammo anche, quindi sapevo, che c’eravate in molti dietro quel sipario, in attesa… però seppur vero che questo condominio ha una effettiva proprietaria, è altrettanto vero che gli affittuari, condividendo lo stesso spirito della prima, la famosa community che in Italia ancora non è arrivata, non possiamo permettere in primis noi che chiunque viene e imbratta le mura del villino (perché io lo immagino così, non un palazzo). Io tra l’altro mezzo sorcino e mezzo sorcione, prima ancora di venire qui a scrivere ma sapete quanto tempo ho passato a leggermi lo storico del blog? Qualche mese, non tutto è chiaro, ma tanto da rendermi conto della qualità che c’era e che di certo avrei trovato. Voi già c’eravate e io se volevo esserci era proprio per la vostra qualità e con rispetto (anche se talvolta ho dato di matto anche io) nei vostri confronti ho cercato pian piano di dire la mia e farmi conoscere. Scrivo questo perché magari potrà servire ai nuovi che leggono e non riescono a comprendere bene i termini della nostra “rionione di condominio” (bellissima questa). Un grazie a Claudia che m’ha capito rispetto all’aria che tirava là… se semo capiti, vada avanti signor Zero, e alla Tinuccia nostra: non sapevo che c’era già stata una mezza riunione tua con l’amministratrice, ed è stato molto confortante leggere tra le righe che anche te eri desiderosa di questo… zeromovimento ah ah ah. Si ecco da oggi diamo un titolo pure per le future rionioni di condominio inerenti lo stesso problema di cui sopra. Lo zeromovimento antimbrattamento. Baci a tutti voi; oggi è domenica godetevi tutto il clima familiare possibile, di qualunque forma e sostanza essa sia, purché sia la vostra…

    "Mi piace"

  73. Marco quello che hai scritto è molto chiaro….. pensa che sono riuscita a capirlo… ci metto un pò prima di arrivare alle cose…. sono riuscita a leggere pure il commento-poema e hai ragione, è stato dettato dalle emozioni…. anche se non c’ero al palamaggiò, penso che Renato (come hai detto tu che in quell’occasione c’era molta caciara) non si sia accorto minimamente che fosse un disabile…. quando avevo letto il commento di Zerina, ci sono un pò rimasta, pure mia madre quando gliel’ho raccontato (ha avuto la stessa reazione del tuo “testone”)…. ma grazie a Marco e con la sua lunghissima argomentazione sono riuscita a capire il perchè di quella frase uscita dalla bocca di Renato….. è normale…. pensate ad essere al posto di Renato, con tutto quel bordello non avrei capito più niente e sentendo degli urli avrei reagito allo stesso modo….. sta di fatto che Marco ha anche ragione a dire che bisogna argomentare di più i propri commenti perchè va a finire, come in questo caso, che si crea molta confusione (0_o)……. volevo aggiungere che mi sono molto emozionata a leggere la parte finale del commento di Luigi, quando parla del ragazzo disabile……
    Baci a tutti… ma soprattutto a Debby per questo stupendo blog….
    Ciao!!!

    "Mi piace"

  74. Debby questo spazio è semplicemente NOSTRO.. e NOI lo amiamo e anche molto…E’ il CUORE che ci fa ritrovare qui insieme al NOSTRO entusiasmo che è sempre li…..
    …..Talvolta fiumi di parole rischiano di ubricare la mente…è bene creare il desiderio di poter leggere più, scrivendo forse meno…….
    Tina ricambio il saluto unito ad un abbraccio…

    "Mi piace"

  75. Marco è incredibile!!!!
    Hai letto lo storico del blog!!!
    Questo conferma la tua sensibilità e denota la qualità del tuo approccio alle cose. Hai volto conoscerci bene per cercare di rivolgerti nel modo aderente a ciascuno di noi, in cima alla lista naturalmente la nostra Debby.

    Lo storico del blog!!!!! Quante cose ci siamo detti, vero Debby??? E quante persone sono passate di qua, chi è rimasto e chi era solo di passaggio probabilmente, anzi sicuramente sorcini non doc.

    "Mi piace"

  76. Ciao ragazzi…vi voglio raccontare una storia, la mia storia, di come mi sono affezzionata a Renato. non vi vorrei annoiare però trovo che sia giusto e doveroso raccontare qualcosa di me, poi se si tratta di Renato ancora meglio, no??… comunque… come avevo già scritto è da poco che seguo er sorcione numero uno….ma questo ve lo racconto più avanti, ora andiamo indietro nel tempo….io nella mia famiglia sono la figlia di mezzo, ho un fratello di 22anni e una sorella di 12…Quando ero piccola venivo poco considerata, ero sempre messa da parte, mio fratello era il privilegiato. poi è nata mia sorella e da allora..chi è Elisabetta?? (per intenderci)… quando succedeva qualsiasi cosa era, per loro, colpa mia….il dito era puntato sempre su di me…. man mano col tempo crescevo e i dubbi crescevano con me: ma davvero i miei genitori volevano la mia nascita???….passavo tutti i miei momenti nella malinconia….quando un giorno i guai e i brutti momenti si sono intensificati la scorsa estate…. mi ero innamorata di una ragazza…. non pensavo fosse giusta questa cosa e ci stavo male!!… rientrati dalle vacanze e iniziata la scuola, mi sono confidata con una mia compagna di classe… parlando lei mi ha detto che era innamorata di una ragazza.
    Ero io …. non ci potevo credere… ero spaventata…. mi sono sempre piaciuti i ragazzi, perchè ora pure le femmine?? c’è qualcosa che non va in me!!…. passati alcuni mesi mi sono messa insieme ad un ragazzo, ma il mio pensiero era rivolto alle 2 ragazze… un giorno ho preso il coraggio e ho riferito tutto ai miei genitori…. non mi sono mai sentita così male, trattata come un cane….”è innaturale! tu sei una persona, come quelle uguali a te, che non capiscono niente della vita!”…. da quel momento ero finita… ho iniziato a frequentare brutte persone, bevevo, i miei voti a scuola iniziavano a calare…. poi ad una festa ho preso il coraggio e ho baciato la mia compagna di scuola…. quella sera sono tornata a casa ubriaca, i miei da allora hanno incominciato a controllarmi…. in quel periodo ero ancora insieme al mio ragazzo ma frequentavo anche la mia compagna…. un giorno gli ho parlato a lui della mia bisessualità…. mi ha lasciata…. ha fatto un mese a raccontare a tutti che ero una lesbica del c***o e a scuola mi guardavano malissimo…. trascorrevo i miei giorni nella solitudine…. una domenica però ero sdraiata sul letto a girare i canali della televisione, quando mi sono fermata su all music…. stava per iniziare il programma “mono” (voi ve lo ricorderete molto bene)…. avevo tutta l’itenzione di girare canale però qualcosa mi bloccava (chiamalo destino)…. quella persona vestita in nero, con gli occhiali ritondi (tremendamente belli), mi attraeva particolarmente….aveva uno sguardo intenso…. le sue parole mi affascinavano…. ho continuato a guardare lo speciale….. il suo modo di cantare e muoversi, con quelle tutine colorate e attillate, mi faceva attirare sempre più vicina allo schermo…. nessuno mi poteva più spostare…. finito lo speciale corsi subito al computer e digitai su internet, principalmente su immagini, quella stupenda parola d’ordine “Renato Zero”…. quanto era carino!!!… come si dice in questi casi…”è stato amore a prima vista”…. quasi una settimana dopo ho comprato un suo cd “Zero70″…una piccola raccolta delle sue canzoni anni 70…. la sua voce mi faceva venire i brividi… una canzone mi fece piangere: “la favola mia”… “e mi trucco perchè la vita mia, non mi riconosca e vada via”…. parole stupende…. quando ho scoperto che avrebbe fatto il concerto a giugno, sono corsa a comprare il biglietto…. molte sue canzoni (poesie) che ho ascoltato nei cd recenti, mi hanno fatto capire che “la vita è un dono”, bisogna ignorare i pregiudizi, combatti, vivi!… che dire… ringrazio ogni giorno il signore e quel programma (all music) per avermi fatto conoscere Renato… al concerto ci sono andata, ma non da sola, insieme alla ragazza di mio fratello, che come me gli piace Renato…. quel 9 giugno 2007 è stato il giorno più bello della mia vita…. grazie a Renato ho reinstaurato un bel rapporto con i miei genitori, sono andata bene a scuola, a tal punto che ho preso la borsa di studio e ho passato l’esame col voto più alto di tutta la classe….
    Renato sei unico!!!… in una parola??… TUTTO!!!!!!!!!!
    E ringrazio pure voi!!…. come si fa a non amare dei sorcini-sorcioni come voi???…. ora state riempiendo le mie giornate con tutti i vostri commenti…. grazie di avermi concesso un attimo del vostro tempo per leggere questa mia storia-poema….
    Super zeroabbracci e zerobaci a tutti gli zerocondomini che popolano questo stupendo e fantastico blog!!!…..naturalmente merito di Debby!!

    "Mi piace"

  77. Eccomi…prima di andare a “nanna” sono passato di qua a dare un’occhiata….vedo che si parla ancora di quella sera dello Zeromovimento….casualmente ero riuscito a leggerere anche il primo commento “a caldo” di Marco (poi rimosso) e quindi ho avuto molto chiara la situazione di quella sera……credo che Renato vorrebbe che tutto funzionasse al meglio ai suoi concerti…(ricordo quando alla serata di Genova di quel tour durante Immi ruha si fermo’ improvvisamente perche’ si accorse che al lato sinistro del palasport non giungeva bene l’audio e risolto il problema ricanto’ la canzone)…naturalmente le migliaia di flash che gli vengono scaricati addosso, urletti e parole fuori luogo non contribuiscono certo a questo suo desiderio…..lecita quindi un’umana reazione…..e non credo proprio che da un palcoscenico si possa individuare l’autore di qualcosa. Ora però a “nanna” perchè tra poche ore inizia la nuova settimana…….’notte a tutti!

    "Mi piace"

  78. cara sorciobetty, sei troppo forte sei stata veramente in gamba hai saputo affrontare e risolvere i tuoi problemi, Renato insegna a vivere e noi grazie a lui,acoltandolo ci sentiamo piu’ leggeri e vivi .un forte abbraccio bacioni a tutti maria

    "Mi piace"

  79. Cara sorciobetty, ho letto il tuo commento e mi sono venute le lacrime agli occhi( faccio fatica a scrivere), sei giovane, ma davvero una “GRANDE” persona, ti ammiro per il tuo coraggio, per la tua onestà, per la capacità che hai avuto ad uscire da una situazione che avrebbe potuto farti finire veramente male e il fatto che in questo ti abbia aiutato Renato, mi rende veramente felice, sapessi quante volte ha aiutato anche me, quante volte mi ha aiutato a prendere una decisione piuttosto che un’altra: quando ho avuto bisogno di lui, è sempre arrivato in un modo e nell’altro. Così credo che abbia ragione Luigi (come sempre: è il saggio del blog!), non c’è bisogno d’incontrarlo, lui è sempre con noi, con le sue parole, con le sue canzoni, con tutto quello che ci ha insegnato. Ti abbraccio forte, da questo momento ti considererò come la mia sorellina minore, se vuoi scrivermi ti lascio il mio indirizzo di posta e approfitto per far sapere anche agli altri che mi scrivevano che ho ripristinato msn: tune66@hotmail.it, baci a tutti

    "Mi piace"

  80. Debby permettimi questo commento…è solo per un abbraccio forte forte per Elisabetta…lo stesso che ti darebbe il nostro Renato che ha sempre avuto a cuore i ragazzi e quest’età così fragile…..il tuo coraggio è stato determinante e se anche una sua canzone ti ha un po’ aiutato in questo è un’occasione per dire ancora una volta…grandeeee Renato….!
    Ma in questa occasione sopratutto un grandeeee sorciobetty!!
    ciao a tutti….e buona giornata!

    "Mi piace"

  81. davvero, non riesco a non commentare quanto scritto da sorciobetty, che penso si chiami Elisabetta; e spero che, nonostante il nuovo post, tu possa leggere questo commento.
    Beh, io intanto ti chiamo Syssi, come una famosa principessa di un paese freddo.
    Io ho qualche anno in più di te (pochi in fin dei conti, dai) ma volevo dirti che a 19 anni sono andato via di casa. Non per una situazione simile alla tua, non ho baciato un ragazzo per intenderci, ma perchè ciò che mi avevano costruito intorno mi stava stretto. E sono andato molto lontano. E per tanti anni, nonostante la lontananza, ho pagato sulla mia pelle questa gabbia che accuratamente avevano realizzato, sopratutto nella mia mente: e ne porto ancora i segni. E ti assicuro che quelli dentro sono indelebili. Ma questo ora non conta.
    Volevo dirti che hai fatto una cosa normale, ma che, proprio perchè normale e per la tua situazione in particolare, è eccezionale allo stesso tempo. Ti sei espressa. Non hai avuto alcuna colpa, ma solo coraggio: forse dettato dall’esuberanza dell’età o forse da un sentimento sincero e profondo, ma ti sei espressa. Mi auguro che in futuro tu non metta mai limite alla tua espressione. In nessun luogo. Con nessuna persona. Mi permetto di consigliarti di non lasciare che nessuno crei attorno a tè consuetudine, routine, abitudine, falsa normalità e conformismo.
    E mi auguro che tu prenda in senso ampio e lato questa mia esortazione: bacia chiunque tu desideri …….

    "Mi piace"

  82. Grazie luigi…. come vedi ho letto il tuo commento…. prenderò molto in considerazione quello che mi hai detto…. e comunque mi piace il nome Syssi….
    Baci!!!

    "Mi piace"

  83. BENE E DA ADESSO IN POI CHI VUOLE COMPLIMENTARSI CON ELISABETTA SI RIVOLGA A ME CHE GLI INOLTRO L’INDIRIZZO E-MAIL.

    "Mi piace"

  84. Be cara Debby non è facile tratenersi dall’idea di saltargli addosso comunque,calcolando che Renatino è sempre una persona che non conosco a fondo e calcolando che lui non mi conosce molto probabilmente farei scena muta(sono una ragazza molto timida che appena incontra qualcuno che conosce fa di tutto per non farsi vedere)oppure,anche se ne dubito fortemente che riesa in questa impresa,andrei da lui per chierli un autografo.Un abbraccio tondo come uno zero da zeressa (ora devo tornare a lavorare sulla tesina per gli esami che pizza:-( )

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.