RENATO IERI E OGGI

tn_renato_21.jpgsanremo.jpgSpesse volte mi è capitato di leggere quì ed anche altrove pensieri  sul Renato anni 70 e il Renato del 2000, esprimendo addirittura preferenze sull’uno e sull’altro quasi come si trattasse di due persone differenti…a primo impatto forse chiunque superficialmente stenta a riconoscere quel giovane truccato, vestito di lustrini e trasgressivo che provocava con testi smaliziati ma anche profondi che ad oggi nel suo look elegante in bianco e nero ci canta “La vita è un dono”, “La pace sia con te” e rilascia a volte dichiarazioni contrastanti con il precedente Renato.  Personalmente non faccio differenze, ho amato il Renato anni 70 per il suo essere a suo modo anticonformista, per la sua originalità e per il suo coraggio di aver portato una ventata di novità in un panorama italiano dove la censura era all’ordine del giorno, capace di  scandalizzare  un Italia dove si tendeva (e si tende) sempre a fare i perbenisti e poi…Ed amo il Renato di oggi che poi non è altro che un evoluzione di quello di ieri, un artista che è riuscito a fare quello che in pochi altri sono riusciti a fare, è “caduto” e si è “rialzato” grazie alla sua capacità di rinnovarsi, di adeguarsi e allinearsi alla nuova era senza mai essere banale, retorico o scontato,  un cantante che non solo non ha mai subito la concorrenza di chi arrivò dopo di lui ma che anzi è riuscito a moltiplicare i suoi fans! Questo grazie alla sua straordinaria intelligenza, sensibilità ed arte. Se ci riflettiamo attentamente nonostante il suo processo evolutivo lui è rimasto sempre fedele a se stesso, se prima ci cantava “Potrebbe essere Dio” oggi ci regala ” Non si fa giorno mai”, se in passato trasgrediva con “Il triangolo” o “Mi vendo” oggi ci stupisce e ci diverte con “Fai da te”…..ed è lo stesso che durante lo Zeromovimento Tour ci ha cantato “Fermo posta” con uno dei suoi esileranti travestimenti, questo vuol dire che Renato è rimasto sempre fedele a se stesso, coerente nei suoi testi e nel suo modo di fare spettacolo che ad oggi subisce delle variazioni soltanto per via della sua età e della sua fisicità ma io l’ho amato e lo amerò sempre perchè LUI E’ SEMPRE LUI IL SOLITO RENATO!

Vi ho spiegato che io non faccio distinzioni tra il Renato di ieri e di oggi ma so per certo che molti sorcini le fanno e purtroppo spesso con feroci critiche al presente, per questo sono curiosa di conoscere le vostre opinioni, preferite il Renato Zero di ieri o di oggi?

ATTENZIONE:

VORREI RICORDARE A CHI LO AVESSE DIMENTICATO O A CHI E’ ENTRATO DA POCO A FAR PARTE DEL NOSTRO ZEROCONDOMINIO CHE LE PORTE SONO SEMPRE APERTE A TUTTI MA IL BLOG HA UN REGOLAMENTO CHE POTETE VISIONARE NEL LINK ALLA VOSTRA SINISTRA “INFO BLOG”. COME SAPETE ORAMAI CHIUDO UN OCCHIO PER I FUORI TEMA PURCHE’ SIANO SENSATI E MOTIVATI, VI INVITO A NON SCRIVERE TUTTO CIO’ CHE VI PASSA PER LA TESTA E A NON USARE IL BLOG COME UNA MESSAGGERIA PERSONALE PERCHE’ PER QUELLO VI HO MESSO A DISPOSIZIONE UNA CHAT ATTIVA LA SERA DALLE 21.30…VI CHIEDO CORTESEMENTE DI VENIRMI INCONTRO ONDE EVITARE SPIACEVOLI INCOMPRENSIONI E CANCELLAZIONI DEI VOSTRI COMMENTI….QUINDI VI AVVISO CHE DA OGGI IN POI NON APPROVERO’ PIU’ I COMMENTI CHE NON RITENGO IDONEI AI POST!! GRAZIE DELL’ATTENZIONE.

82 pensieri riguardo “RENATO IERI E OGGI”

  1. Ciao a tutti amici del blog, anche io come Debby non faccio alcuna distinzione tra Renato anni 70 e Renato del 2000. Io l’ ho amato con i suoi lustrini, il suo trucco, le sue tutine attillate e lo amo ancora oggi con il suo nuovo look elegante. Io non guardo al lato estetico, ma a quello che negli anni, attraverso le sue canzoni continua a regalarmi. E poi diciamolo, adesso ha 57 anni e sinceramente, non me ne vogliate, sarebbe fuori luogo mettersi ancora quelle tutine e quegli abiti sgargianti. Io li ho trovati bellissimi, ripeto, quando con gli anni se li poteva permettere, ho ammirato la su caparbietà nell’andare controcorrente nell’ italietta perbenista (???) ma ora secondo me va bene così, dimostrandoci ancora una volta la sua grande intelligenza, nel saper accettare il tempo che passa.
    Buona Zerosettimana a tutti.
    P.S. Ti sei rimessa Debby???
    Baci Antonella
    RENATO SEI UNICO……..

    "Mi piace"

  2. Sono perfettamente d’accordo con te Debby, con tutto quello che dici nel post, quindi non agiungo altro, se non che non trovo contraddittoria una persona che esprime oggi pareri differenti rispetto a trent’anni fa, è una naturale evoluzione, sarebbe strano il contrario, non ditemi che voi non avete mai cambiato opinione su niente, si cresce, si cambia, ci si evolve, ciao a tutti.

    "Mi piace"

  3. Ciao piccoli e grandi sorcini….. grazie Maria e Fabrizia per il commento di prima….. siete molto carine….. ciao Debby!!…. posso solamente dire che il Renato di ieri e di oggi è sempre lo stesso…anche se non lo conosco molto a fondo come alcuni di voi…. l’ho trovato affascinante con le sue stupende tutine (quanto le adoro!!!… e poi come gli fasciavano bene quel suo bellissimo fondoschiena!!! madonna!!), e lo trovo tuttora affascinante, con quella sua eleganza che ti mette tanta armonia e ti fa sentire in pace col mondo…. il suo modo di scrivere canzoni si è evoluto, ma è rimasto sempre, nell’anima, quel ragazzo trasgressivo che insegue ancora il suo sogno…. io lo ammiro tantissimo per la sua volontà di andare e guardare avanti… ha riposto nell’armadio le sue tutine trasgressive, dove i giovani si identificavano in lui, per dare spazio al Renato più serio, al Renato con la testa sulle spalle…. tutto ciò l’ha fatto con la consapevolezza che potevano cambiare i pensieri dei ragazzi, quei ragazzi che lo hanno seguito negli anni dei lustrini e pailettes (si scrive così??)…. lui con la volontà e l’impegno non si è arreso, è andato avanti, ha continuato a portare nelle case e negli stadi il suo sogno…. penso appunto per questo che ha riscontrato maggiore successo….
    ricapitolando… non trovo nessun cambiamento…. il Renato di ieri è il Renato di oggi….
    Baci a tutti!!!!

    "Mi piace"

  4. ciao a tutti e buon pomeriggio
    io sono daccordissimo con te Debby!!!per me Renato è sempre lo stesso con i ricci nei capelli, con i capelli lisci, corti, lunghi, sbarazzini, con i lustrini o con abiti sobri, con la faccia truccata o semplice come è nella vita di tutti i giorni.
    Lo amo per quello che è!!!per l’uomo e l’artista che c’è in lui per la sua semplicità e capacità di riuscire a comunicare tutto il suo pensiero in una canzone e a riunire sotto lo stesso “tetto” più persone con gusti, vita, modi diversi di comportarsi e di rapportarsi agli altri.
    Renato è tutto questo a anche di più e a chi dice che il Renato degli anni ’70 era più vero più bello vuol dire che non ha mai conosciuto e capito a fondo la sua personalità e il suo essere e non è mai riuscito veramente ad amarlo fino in fondo per quello che è realmente!!!!!!!!
    grazie Debby per i tuoi post sono sempre molto belli ed interessanti e aprono sempre “dibattiti” attuali
    ciao a tutti a presto

    "Mi piace"

  5. Cara Debbina, interessante davvero il post odierno!!
    Riguardo il quesito che ci poni io ho davvero difficoltà a risponderti: non so dirti se mi pice di più il Renatino giovanissimo, quasi efebico dei suoi primi successi, o il Renatone di oggi, affascinante e rassicurante.
    Quel che è certo è che Renato è il più grande.
    E su questo non ci piove.
    Sorprende capire come lo stesso artista abbia cantato “Sbattiamoci” e “La pace sia con te”; “Sesso o esse” e “Il dono”; “Mi vendo” e “I giardini che nessuno sa”, con la stessa partecipazione, lo stesso coraggio, la stessa energia, lo stesso amore!!
    Il tempo per lui non è tiranno ma sa regarargli fascino, classe e eleganza.
    PER ME E’ L’UNICO. Bacissimi a tutti

    "Mi piace"

  6. Cari sorcini, non seguo Renato dagli anni ’70 (PURTROPPO!) però ho sentito le canzoni “vecchie” (solo per la data ma comunque attualissime) e visto i filmati della sua lunga carriera. Per me Renato è sempre Renato, ha sempre la stessa energia che tanti anni fa aveva un ragazzetto magro magro e riccioluto; i testi delle sue canzoni anche oggi fanno intravedere quella sensibilità che lo ha sempre contraddistinto. Adoro le canzoni di allora come quelle di oggi perciò posso dire caro Renato sono sempre con te…. ieri,oggi e domani….

    "Mi piace"

  7. ..Io vorrei aggiungere anche un’altra cosa: oltre al cambiamento esteriore (e interiore) di Renato che ha saputo riemergere SEMPRE (come ha detto giustamente Debbina) grazie alla sua maestria, c’è anche l’evoluzione della sua meravigliosa voce.
    Il suo timbro vocale è diventato negli anni sempre più corposo, più pieno, più caldo ed è INCONFONDIBILE.
    Spesso accendiamo la radio e ci giungono alle orecchie vocette scialbe, anonime, senza significato che da una parte entrano e dall’altra escono senza lasciare traccia….
    Renato lo risconosceri sempre, anche se intonasse le prime strofe di “Anghingò tre civette sul comò……..”: sa dare magia ad ogni canzone rendendola unica…..Trovate?????
    Ciao amichetti miei….

    "Mi piace"

  8. Non posso scegliere e non voglio scegliere cara Debbina!!
    Perché di Renato ce n’è uno per ogni momento della giornata… per ogni momento della vita.
    Se a volte crediamo che lui sia cambiato, che non sia più quello di un tempo, allora, pensiamo a come siamo cambiati anche noi stessi nel corso degli anni. La vita e le esperienza che facciamo ci segnano e insegnano, ci maturano, ci rendono più forti e purtroppo anche più fragili a volte… ma nel profondo noi siamo gli stessi di un tempo. Le nostre idee e i nostri convincimenti possono essere “aggiustati” nel corso della vita perché l’esperienza “insegna”… e ci aiuta a crescere, ma i princìpi fondamentali in cui ognuno di noi crede, quelli non possono essere stravolti più di tanto!!
    Io sono diversa dalla persona che ero venti anni fà… ma questo non significa che io non sia coerente o non sia più fedele a me stessa. Sono semplicemente cresciuta!
    Vorrei aggiungere che io ora vivo Renato e le sue canzoni con molta più intensità di quando ero una ragazza… proprio in virtù del fatto che ora sono più matura.
    Un saluto affettuoso a tutti. Smack Debbina.!
    PS: Luigi… io sono una femminuccia e, come tale, avrei tanto piacere di “abbraccicarmi” Renatino!! Ahah… Bacione… sei sempre forte!!

    "Mi piace"

  9. Gioia ha perfettamente ragione…. il suo timbro vocale è cambiato tantissimo…. è molto più pulito, con meno imperfezioni…. crescendo si cambia…. come ha detto Luciana…. provate, come ho fatto io, ad ascoltare “mi vendo” e poi “la voce mia”…. un cambiamento impressionante…. ma anche se cambia la voce, Renato rimane sempre lo stesso…. sei grandeeee!!!
    Baci!!

    "Mi piace"

  10. ..Cara Sorciobetty, secondo me la sua voce migliora continuamente!!!!
    P:S: Sei grande!! Complimenti per la tua forza!!!!
    Ciao a tutti

    "Mi piace"

  11. n.d.r.: in realtà Renatino “Anghingò tre civette sul comò” l’ha cantata davvero. In Tregua, mi sembra che il titolo della canzone fosse”Metti le ali” dove intonava un coretto simpatico col figlioletto di Piero Pintucci…
    Confermate amichetti sorcini??? Baci a tutti!!!

    "Mi piace"

  12. STOP GIOIA! HAI LETTO QUELLO CHE HO SCRITTO IN FINALE? NON COSTRINGERMI A CENSURE. GRAZIE

    "Mi piace"

  13. Il mondo dei Sorcini o Zerofolli se preferite è vario e originale, c’è chi vede Renato in un modo, chi in un altro..io lo vedo sempre allo stesso modo…Certo rivedendo certe apparizoni del passato si può dire che se un cambiamento c’è stato questo è puramente “estetico” ma la sostanza NO, questa NON cambia! Il Renato di ieri riempiva il tendone di Zerolandia oggi riempie gli stadi… ieri ci cantava il “Triangolo”, ma anche “il Cielo” così come oggi ci canta “Pura luce”..e “Fai da te”, quante canzoni potrei citare….Tanti dicono con una certa superficialità che queste canzoni non si accostano, il sacro vicino al profano non va bene …e chi l’ha detto? Questa è la sua genialità e la sua versatilità…un artista che ha saputo cantare tutti i temi, dai più impegnati a quelli diciamo così più leggeri, anticipando anche di molto i tempi…pensiamo a “Qualcuno mi renda l’anima”… Personalmente amo quella sua trasgressività che ancora oggi continua a trasmettermi, così come al tempo stesso mi commuovo quando ascolto Siamo eroi o Fermati… I travestimenti, i lustrini sono stati importanti in passato , oggi sarebbero un pò “fuori tempo” ma anche a questi non rinuncia del tutto ..pensiamo a come ha interpretato l’ambulanza …quando l’ho visto arrivare sulla barella “conciato” in quel modo mi sono detta: un mito, un vero pezzo da novanta! Per cui Renato è sempre LUI, quel personaggio un pò magico, un pò imperfetto, alle volte sfrontato ma UNICO …Ieri forse più clown e oggi qualcosa di più…..Un abbraccio sincero a tutti voi…
    Ps Marco, siamo in due ad avere letto lo storico del blog e ancora lo leggo….

    "Mi piace"

  14. Ciao a tutti,
    come Ilaria seguo Renato da poco tempo ma ho visto parecchi video di lui quando era giovane ed ho ascoltato la maggior parte delle sue canzoni. E devo confessare che ho una piccola preferenza per la voce di Renato oggi, è molto rassicurante, e come dice Gioia si migliora. Ma questa preferenza si ferma qui perchè adoro le canzoni e abiti di ieri, di oggi. Com’è sicurro che amero quelli di domani. Renato ha saputo rinnovarsi col passare degli anni ma si puo sentire attraverso le sue canzoni e concerti che il Renato degli anni 70 è lo stesso di oggi. L’emozione è sempre presente, importa poco la canzone che si ascolta. Lui è inimitabile e risconoscibile tra tutti gli altri artisti. E UNICO.
    Renato, no cambi, amiamo tutto cio che rappresenti (ieri e oggi)
    Buona serata…….

    "Mi piace"

  15. Scusate, ma non posso che appoggiare Debby. Comprendo benissimo le motivazioni di ognuno, per davvero, credetemi sulla profondità d’animo che mi avete sempre riconosciuto. Certo, tutti d’accordo, adesso sì, però anche rispetto alle ultime cose che ebbi a commentare in finale del precedente post, non credo sia stato poi compreso fino in fondo… e anche questo posso comprendere della nostra nuova amica… Ma non posso non sottolineare un certo effetto, al di là dell’empatia per tanto coraggio, che a quanto pare qui tutti hanno avuto nella loro breve vita, che mi sconvolge, io che ne sento tante tutti i giorni e non voglio abituarmici…, tutta questa fretta nel raccontarsi qui. So che molti faticheranno a comprendere il mio punto di vista. E’ vero io sono un becero ateo probabilmente ma io mi chiedo solo: perché? Chi siamo in fondo noi per poter accogliere così nell’hic et nunc, nel qui ed ora, confessioni, o coraggi estremi, come estrema è l’età di questo nuovo nick “sorciobetty”? Comprendo tutta la sensibilità che vi fa appoggiare tale segreto disvelato, ah i segreti… così intimi…. non posso credere ad un buon coraggio quando si rinuncia così tanto alla propria intimità… è quasi offensivo, almeno per me, che maturo nel dolore delle persone i loro segreti perché vengano fuori, forse, senza per questo darsi così al primo qualunque. E che miseria, non ci si può sfruttare così. Questo bruciare ogni parola in così breve tempo in relazioni così immature (neanche una foto… tra l’altro, noi che abbiamo faticato tanto nel raggiungimento di questa meta – magari pure futile… ma l’abbiamo pensata, condensata, metabolizzata). Cosa metabolizzeremo domani quando tutto quanto appena iniziato si è già logorato? Niente, solo una nuvola di un fumo nero di idee lasciate bruciare in un frammento d’infinito che scompare tra le righe di un blog. Elisabetta, non me ne volere, e non è un consiglio, io non sono in grado di darne, è solo una mia modestissima opinione che forse un giorno, sperando che non avrai bruciato tutto così in fretta (ma anche questo mio sperare per te non è che sia falso, ma lascia il tempo che trova, data la nostra non conoscenza, se non che ami da morire renato zero, come migliaia d’altronde di persone in italia) potrai comprendere fino in fondo e questo non perché sei piccola d’età, non ci ho mai creduto all’età cronologica… ho pazienti bambini che potrebbero insegnare così tanto ai loro genitori… ma crescendo, se non ti bruci tutto, di fatto crescono le relazioni che fanno crescere… Pensaci, pensiamoci davvero tutti.
    (Debby in ogni caso hai, attraverso un blog, fatto un’altra cosa importante, e ti appoggio, dai la email di sorciobetty a chi te la richiede, la solidarietà d’altronde non ha mai fatto male a nessuno, quando è continuativa…).

    "Mi piace"

  16. Debby, ma quanto mi piace questo post! Però come faccio a scegliere……
    dietro ad ogni immagine di Renato, dietro ogni sua canzone, ogni sua nota c’è un pezzo della mia vita….ricordi…emozioni…amori…….Dietro al Renato ricoperto di piume e lustrini trovo gli amici della via dove sono nato e cresciuto, l’indimanticabile emozione del mio primo concerto assieme a loro…dietro al Renato della metà degli anni ’80 c’è chi ha condiviso con me i concerti di quel periodo così difficile per il nostro Renato…dietro al Renato di oggi c’è il primo concerto in compagnia di Barbara, mia moglie, i concerti a cui ho rinunciato perchè c’erano i bambini troppo piccoli, fino agli ultimi due concerti in compagnia delle mie bimbe più grandi e a Giorgio il piccolino (2 anni a novembre) che balla in sala sulle note di Renato…………oltre a scegliere tra “zeroieri” e “zeroggi” dovrei scegliere anche tra i momenti della mia vita e non ce la faccio proprio…..sono troppo affezionato ad ogni suo istante………..
    Debby posso scegliere “zerodomani”? Dimmi di si!
    Ogni trasfomazione del nostro Renato è stata dettata, come per tutti noi, dall’innevitabile trascorrere del tempo che non ha potuto cancellare però il suo sguardo, dove io ho sempre letto sincerità, e non ci riuscirà mai……………………
    Anche per quanto riguarda il Renato che canta “La vita è un dono”non lo vedo così distante dal passato…….in modi e atteggiamenti differenti ma lui, in fondo, ci ha sempre cantato la “VITA”.
    D’accordissimo con chi dice che la sua voce migliora sempre con il passare degli anni…….ultimamente è semplicemente fantastica!!!!
    Ciao a tutti!
    Gioia…tranquilla… Debby non ti ha “sgridato” per il fuori tema ma perchè non erano “tre civette sul comò” ma “tre galline e tre capon”…vero Debby? 😉

    "Mi piace"

  17. Roberto te possino! Avete di bello che mi fate sorridere, riflettere e pure arrabbiare si! Cmq si scegli lo Zerodomani perche no?

    P.S. Marco manco a dirlo ho compreso benissimo il tuo commento, lo capisco e lo ritengo molto giusto.

    "Mi piace"

  18. certo il Renato anni 70 era un personaggio per quei tempi stravagante e trasgressivo,invece poi è riuscito a trasformare il suo personaggio passando da No!Mamma,no! a Fammi sognare almeno tu per arrivare ora ad essere una persona raffinata elegante che con la sua voce riesce a trasportarci nel suo universo musicale. non saprei scegliere il Renato che preferisco perchè per me è impossibile. Renato anni 70, Renato anni 2000 passano gli anni diventiamo piu’ maturi ascoltiamo le sue canzoni e riflettiamo di piu’. bacioni a tutti maria

    "Mi piace"

  19. Marco ho capito benissimo quello che hai scritto….. io ho voluto riferire la mia storia perchè:
    1. mi fa più che piacere condividere qualcosa con voi, anche se l’ho fatto molto prematuramente… questo lo ammetto.
    2. ho voluto far capire come ho conosciuto Renato e come mi ha aiutata… e con questo accresce sempre di più la convinzione che Renato è davvero una persona speciale…
    3. ogni volta che ne parlo o in questo caso lo scrivo mi metto a piangere e per me è una cosa che mi da soddisfazione (non perchè sono sadica) perchè quando lo faccio è come se pezzi di quel ricordo svaniscano con le lacrime…. perchè credetemi, quando vivi un momento brutto è difficile da dimenticare, specialmente se lo vivi da giovane, e questo è il mio modo di dimenticarlo….
    però apprezzo davvero il tuo, che per me è, un consiglio…
    Grazie….. buona notte e baci a tutti….

    "Mi piace"

  20. E’ come avete detto voi :molto,ma molto difficile scegliere tra i due Renato.Io personalmente sono molto legato al Renato Zero prima maniera quello che ogni volta che appariva alla tv mi faceva sussultare ed emozionare,forse era la sua stravaganza la sua voglia di stupire e anche il coraggio di noi fan nell’appoggiarlo ed incitarlo, si perchè negli anni 70(ma anche 80)se eri zerofolle, eri agli occchi degli altri quasi un extraterrestre specialmente in una regione bigotta come il veneto.Con questo non voglio dire che non apprezzo il Renato di oggi,anzi ha saputo evolversi, anche perche’ vedere un cinquantenne in tutine di lycra sarebbe alquanto ridicolo…..
    Un bacio a tutti in particolare a sorciobetty e alla sua voglia di essere vera e leale con chi le sta attorno.
    Ema.

    "Mi piace"

  21. VI PREGO E VI INVITO A NON FARMI PERDERE LA PAZIENZA, IL CASO SORCIOBETTY E’ CHIUSO, HO PUBBLICATO QUEL COMMENTO PERCHE’ PER MOTIVI MIEI HO RITENUTO OPPORTUNO FARLO, DA ORA IN POI PERO’ COMMENTIAMO RENATO ZERO E NON ALTRO, BASTA CON QUESTA STORIA O MI RIFIUTO DI ANDARE AVANTI.

    "Mi piace"

  22. Zerotrasportiamo la nosta attenzione al blog…dunque la voce di Renato certo un pò è cambiato il timbro a mio avviso..oggi più matura di ieri e per me è semplicemente divina!!…… Quando lo ascolto dal vivo dico sempre a fine concerto..che gran voce sempre la stessa dall’inizio alla fine! E sento questi commenti da piu parti…..già la voce di Renato ci arriva sempre diritta al cuore!! Baci

    "Mi piace"

  23. Brava Claudia che hai preso al volo la “sgridata” di Debby (più che legittima) e hai ritrasportato l’attenzione al blog e a questo post che in fondo da molti spunti per scrivere commenti……….personalmente leggendo che in tanti apprezziamo l’evoluzione della voce di Renato sapete cosa vi dico……c’è una cosa che mi farebbe letteralmente impazzire……un cd con una rilettura di vecchi brani….con nuovi arrangiamenti e questo nuovo timbro vocale di Renato……uno “zeroieri”
    cantato “oggi”……insomma un nuovo “Identikit”…….per una volta lo preferirei ad un “live”…….cosa ne pensate?
    Zerogiornata a tutti!!!!!!!

    "Mi piace"

  24. Sai roberto cosa è divetente tra l’altro? Almeno a me capita così e credo questo valga soli per noi maschietti, che quando canticchio (è per carità) le canzoni di renato, magari rimescolate tra un ieri ed un oggi in cd che ho debitamente diciamo così fatto in casa, tra un triangolo e una ave maria tento di impostare la voce alla renato di ieri e poi a quello di oggi. Questo secondo me a lungo andare potrà creare dei problemini alle corde volcali, non so mi rivolgerò ad uno specialista (ih ih ih scusatemi non mi trattengo) chiederò una opinione tecnica al riguardo. Nel frattempo però se renatino ci facesse la cortesia di un album di ieri con la voce di oggi non sarebbe poi mica male eh… chissà… ch’effetto fa… ma il mio problema è troppo urgente ahhhhhh. Ciao sorcioni, tanti zerobaci ma oggi uno speciale a Luigi, che sta zeromeditando la sua zerofollia (vabbè Luì è una stupidata, ma pur un modo per dirti: voglio da leggè de più tuoi commenti, non se può annà avanti senza eh!).
    Non trovate???

    "Mi piace"

  25. ..Caro Roberto, approvo la tua idea dello Zeroieri rivisitato oggi dal Renatone dei nostri giorni (anche perchè il contrario non si potrebbe proprio fare…) E magari con arrangiamenti inediti…
    Caro Marco, peccato che il blog non abbia l’audio. Si potrebbe organizzare una zerogara su chi intona meglio le canzoni in questione (io vado forte con “Mi vendo”!!)
    Debbina baci

    "Mi piace"

  26. GIOIA GRAZIE VERAMENTE…SOLO CON UN COMMENTO HO CAPITO QUANTO TU SIA INTELLIGENTE E SPECIALE. BACI

    "Mi piace"

  27. Andrò forse controcorrente ma io la differenza la faccio eccome!renato resta sempre un grande artista ovvio però lo preferivo agli inizi mi affascinava questo personaggio travestito e grintoso che dietro a quella maschera cantava canzoni che andavano dallo scabroso per quegli anni è, al profondamente sentito, voglio dire che era come se fosse contrastante con l’aspetto fisico la spiritualità di alcuni suoi testi ,era variopinto in tutti i sensi. si sceglierei quel Renato. Dolce e bella amministratrice sarà un caso ma sono sempre daccordo con i tuoi post pensieri baci

    "Mi piace"

  28. Anche io trovo che la voce che ha ora Renato sia stupenda!
    E’ un po’ cambiata rispetto a quella del Renato giovane. E’ molto sensuale… Mi piace tantissimo!
    Quello che vorrei più di tutto ora però… è un bel concerto, per cantare, urlare… per stare con Lui.

    "Mi piace"

  29. Trovo che questa storia del karaoke sia…. fantastica!!!… mi posso aggregare a voi??????????????????……. mi sto già esercitando : ) …. comunque…. penso che sia davvero straordinaria la voce del Renato di oggi….. come dice Luciana… è molto sensuale…. ti trasmette calore…. però non tolgo niente a quella degli anni 70, che a parer mio rimane una della voci più belle di quell’epoca…. ecco magari su questo fatto non ne so granchè…. però mia nonna e i miei genitore me lo hanno detto…..
    concordate???
    Baci a tutti!!

    "Mi piace"

  30. Pensando al Renato di ieri, la prima immagine che mi viene in mente è quella di un uomo colorato dalla testa ai piedi però in fondo era il meno mascherato di tutti perchè il più vero…una persona genuina in un aspetto variopinto….e oggi abbiamo un artista che riesce a conciliare in maniera personale, impegno, provocazione e sentimento… proprio come allora….Già più ci penso e più non riesco a vedere differenze sostanziali….Bella l’idea di Marco si….. Ora quello che più desiderei dal Renato di oggi sarebbe un album stile “Cattura” vero Debby?

    "Mi piace"

  31. Eh cara Cla tu mi vuoi provocare…il mio indiscusso amore per CATTURA fa si che io lo rimpianga continuamente! Della serie MAGARI!
    Bravi concordo con l’idea di far cantare un disco del passato da Renato con la sua caldissima voce di oggi.

    "Mi piace"

  32. certo la voce di Renato è cambiata come è anche cambiato il suo personaggio tutine attillate ieri mentre oggi sono vestiti di stile anche perchè sarebbe strano vederlo con i lustrini d’allora, la sua voce è melodiosa che si è raffinata con il tempo .buona l’idea di Marco un album con le sue vecchie canzoni.un bacione a tutti maria un abbraccio a Debby

    "Mi piace"

  33. Care amiche Claudia e Debbina, voi siete davvero buongustaie!!! Anche a parer mio Cattura è l’album più bello dell’ultimo Renato , dove tutti i pezzi sono superlativi e dove non ce n’è nemmeno uno side B.
    Un’opera unica!!
    Buona notte a tutti!!!

    "Mi piace"

  34. Mi aggiungo anch’io: adoro CATTURA anche perchè è proprio grazie a questo cd che ho scoperto un grande artista e un grande uomo!!!!!Bè ringrazio anche chi mi prestò il cd…..

    "Mi piace"

  35. Devo dire ,cara Debby che questa domanda me la sono posta tante volte anche io….I meravigliosi anni 70 o il Renato attuale? Sono nata nel 1977 e non ho avuto la fortuna di poterlo seguire in quel periodo che trovo a dir poco favoloso.Forse vivendoli quei momenti oggi saprei rispondere. Per fortuna che ho potuto vedere i suoi vecchi filmati e ammirare quei vestiti colorati ,i suoi bellissimi capelli e principalmente il trucco,che genio!!!

    "Mi piace"

  36. Devo dire che zerina ha ragione… Renato era un genio… pensate che Arpad Kertesz disse una volta: “Rimasi affascinato dalla facilità con la quale riusciva a cambiare il suo volto, sempre perfetto e preciso, con abilità superiore a quella di qualsiasi grande truccatore”…. bene io ho provato a truccarmi da sola come faceva lui… è impossibile… quindi è davvero un genio…

    "Mi piace"

  37. Ho appena terminato il lavoro di oggi. Sono passato per una buonanotte mentre qui tutto tace e dorme… Vedo Renato ballare sul mio monitor e andare su e giù per il nostro blog, accarezza il commento-rientro di Gioia e mi fa smorfiette evasive su altri… eh eh biricchino. Ho girato l’angolo per entrare in chat e lui se la ride de gusto perché è tutto già chiuso. Ora saltella frizzante sul commento di Stella e cià visto bene. Dice che ora s’incammina quatto quatto nel sogno che sta facendo Debby. Dalle un bacio per me mi raccomando. Renatino non lo so perché non c’è ne Luigi e ne Tina. Come dici? Gli vuoi bene? Riferirò, ne saranno felici e vedrai che presto ritorneranno. Antonella? Eh eh poretta ha il pc in camera del figlioletto, ma ti pensa sempre, aò valle a dà na mano che è disperata, vogliono fa innamorà il suo sorcetto de vasco, nun sia mai, corri da lei. Eh eh ma che te sei messo in testa mo, me stai a ‘mbriacà de colori. Wow il cappello da clown, me lo ricordo!!! Quanto te sta bene. Fabrizia? Nun ce lo so se se lo ricorda sto cappello però pure lei te dico, te vuole tanto bene, parla sempre di te qui ‘e che ce tene! (che ci tiene). Ora però vado perché mi si chiudono gli occhi. Renatino vado a letto. Come dici? Nun te sento urla più forte, nun fa nulla ch’è notte. Ma certo ce lo sai, anche io ti adoro, te però continua a portà un sorriso a tutta sta gente che nun sorride più. Eh? Vabbé aò guarda che hai promesso eh. Buonanotte figli del sogno…

    "Mi piace"

  38. Marco tu mi fai veramente divertire!!!!
    Bè oggi è il mio giorno libero e quindi fra le mille cose entro nel blog e sorrido!! Hai ragione non c’è ancora il mio commento, ma sai quando devo commentare deve essere un momento tutto mio, la mente deve essere libera per un pò perchè è un attimo che devo godermi appieno.
    Devo dire che io amo Renato e non c’è differenza che tenga. Nella vita si cresce ed è cresciuto anche Renato. Amo il Renato di ieri, variopinto, pieno di idee, speranze, certezze. Amo il Renato che con il tempo ha rincorso i suoi SOGNI e amo il Renato di oggi sempre pieno di idee, certezze e sicuramente ancora speranze.
    Io sono cresciuta insieme a Renato e con il tempo sono cambiate le cose. Ma cosa poi è cambiato?? Affrontare le situazioni con la maturità dell’età, ma lui è sempre lì, con le canzoni di sempre e con i suoi SOGNI.
    Un bacio Marco ed uno a Luigi che aspetto con ansia.

    "Mi piace"

  39. …..Caro Marco, ma a che ora passa Renatino da ste parti? A giudicà dall’orario del tuo simpaticissimo commento se direbbe che è l’ora dei sogni, l’ora della luna e della stelle, l’ora dei licantropi e dei pipistrelli….
    Ma visto che c’hai tanta confidenza, la prossima volta che lo incontri dije de passà de qua….
    Me basterebbe che me cantasse na canzone, una soltanto, pe fa sparì nel cielo la tristezza e rischiarà la notte de poesia…….
    Bacissimi……..

    "Mi piace"

  40. Ecco Tinuccia… mi hai tolto le parole di bocca!
    Il commento deve venire dal cuore… deve essere sentito… ed è per questo motivo che anche io ogni tanto “ammutolisco” e attendo l’ispirazione… il momento tutto mio, come lo chiami tu.
    Nella speranza che l’Amministratrice non mi dia una legnata tra capo e collo perché vado fuori tema, vi vorrei scrivere delle parole di Renato che copio tali e quali dal libro “Il coraggio delle Idee” e che dedico a tutti voi sorcini e alla mia cara Debby.

    “Canzoni. Ne ho scritte tante, ne ho cantate migliaia. Nella testa ne ho ancora molte, nel cuore premono altre. La canzone è il mio modo di esprimere sentimenti, sensazioni, rabbia, paura, speranze e delusioni. Le canzoni sono il mio diario, sono la storia di un uomo che ha lottato per diventare qualcuno, che sa cosa vuol dire l’indifferenza, il gelo, l’odio, la prigione. Sono attimi di vita vissuta, brandelli di esistenza raccontati alla gente, agli amici, a chi ha bisogno di un conforto, di un aiuto, di un esempio a cui aggrapparsi per andare avanti, per non cedere alla tentazione di fermarsi”.

    Amici, questo è il mio Renato! Cambia l’aspetto esteriore, cambia un po’ la sua splendida voce con l’età, cambiano alcuni suoi atteggiamenti… ma le sue parole, la sua musica, la sua determinazione, la sua voglia di darsi, quelli non cambieranno…..

    "Mi piace"

  41. Eh meno male che di canzoni nella testa ne ha ancora molteeeee il nostro Renatino……noi siamo qua aspettare che ci delizi con nuove melodie e poesie….La cosa straordinaria di Renato è che in tutti questi anni da ieri a oggi ci ha stupiti sempre con qualcosa di nuovo…e c’è da chiedersi come abbia fatto a reinventarsi sempre. Ogni volta che vediamo uno spettacolo c’è sempre un’emozione incredibile come se fossimo al primo concerto….perchè sappiamo che ci stupirà ancora…e lo farà anche domani…..
    Ps Marco controlla bene a che ora passa Renato de qua che nel caso ce svegli tutti anche in piena notte eh!!

    "Mi piace"

  42. ..Che Renato sia un mito è ormai opinione diffusa…..
    Anche che è difficile scegliere tra ieri e oggi, tra versioni diverse ma ugualmente trascinanti, spettacolari e profonde….
    Tutti desideriamo che Renato continui ad incantarci, rapirci e stupirci ancora come solo lui sa fare (GIURO: non ci hai mai annoiato, mutevole artista dai mille volti, stupendo mattatore della scena…).
    Ma se penso alla splendida Mina e al suo celato modo di regalarsi al suo pubblico…. ho un pò paura…
    (Debbina, ti prego, lo shampo l’ho già beccato ieri!!!!)
    Baci cari a tutti!!!

    "Mi piace"

  43. Che dire di piu che non avete già detto??!! Forse riferirmi a quello che ha detto Renato lui stesso : ” Quando sono partito ero Zero e sapevo che ovunque fossi arrivato sarei sempre stato Zero , cioè sempre me stesso”.
    Da ieri a oggi Renato è un artista che è riuscito a rinnovarsi , a completare e precisare la sua imagine ed io lo amo come era ieri , come è oggi e come sara domani , per il suo coraggio, il suo anticonformismo, la sua audacia nelle scelte, la sua grande umanità, la sua costante capacità di emozionarsi, perche è un immenso Artista.
    Un grande saluto a tutti.

    "Mi piace"

  44. …..Carissimo Marco, te prometto che farò il possibile per far innamorare il mio sorcetto a Renato…..Lui è già corso in mio aiuto….E’ con me tutti i giorni, con la sua musica. Nei miei sogni è presente a volte con le sue tutine, con le sue piume e a volte con i suoi vestiti eleganti. Comunque nonostante le sue trasformazioni lo riconosco sempre, perchè e sempre lui anche se esteriormente è cambiato. Si caro Marco mi impegnerò perchè lui apprezzi la musica di Renato……
    Baci a tutti
    Antonella

    "Mi piace"

  45. Ciao, ciao passo un attimo di quì solo per dirvi che a forza di leggere tutti questi commenti sul Renato di ieri mi è venuta un po’ di nostalgia……….
    mi sono preso “La notte di Icaro” e sono andato a riguardarli quei costumi…quei lustrini…quei trucchi…quelle pailettes…ed è incredibile come tutti quei colori mi diano le stesse emozioni…oggi come allora….
    Spesso preferisco l’ascolto di un CD ad un video ma ogni tanto e’ bello TORNARE LA’!!! Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  46. Sorcini per me Renato di ieri e di oggi è uguale perche lui è sempre lui con la sua forza d’uomo e con la sua poesia la sua voce il suo talento , senza trucchi o con è sempre lui !!!!! grazie renato e a tutti sorcini

    "Mi piace"

  47. ….Magari poter tornare realmente là, caro Roberto…..
    Io quando mi rivedo “La notte di Icaro” torno quindicenne e sogno come allora…. Baci a tutti

    "Mi piace"

  48. Io ho cominciato a seguire Renato ha messo via i costumi. Prima non mi piaceva e sapete cosa mi dico adesso? “Elena, a quei tempi non capivi proprio niente! Che scema che sei stata, ma soprattutto… che ti sei persa”!!! Ora quando vado ai concerti e lo vedo mascherato e pieno di energia, mi fa impazzireeeeeeeeeee!!!
    Comunque concordo nel dire che oggi la sua voce è molto curata e mi piace molto.
    Un bacio a tutti, un abbraccio a Debby

    "Mi piace"

  49. A me piace vedere i filmati vecchi proprio per scoprire gli abiti spettacolari che in ogni apparizione ha indossato. Non so voi ,ma quando ancora oggi viene sul palco con qualcosa di stravagante a me piace tantissimo,non lo trovo ridicolo…certo non per tutto il concerto ma un paio di vestiti cosi’ li gradisco e come. Era stupendo e permettimi di dirlo Debby molto sensuale quando ha cantato FANTASMI, quella maschera mi e’ piaciuta ,s’intravedevano solo i suoi occhi “parlanti”….Pure io come Elena quando non seguivo Renato non riuscivo a capire perche’ indossasse quei vestiti e si truccasse tanto,mi sembrava eccessivo,oggi invece piu’ lo vedo esagerare e piu’ impazzisco per lui. Concordo pure io sulla voce di Renato,e’ perfetta ora.Un saluto a tutti.P.S: DEBBY HO SCRITTO IL MIO NOME VISTO? BACI!!!!

    "Mi piace"

  50. un grazie ha Stella,che mi ha ricordato Figli del Sogno dove appunto c’era il filmato con gli inizi di Renato era una vera chicca, è stato un concerto dove ho fatto il bis. e poi volevo anche unirmi al pensiero di Roberta (Debby ti chiedo scusa della parola) era veramente sensuale mentre cantava FANTASMI.bacioni a tutti i sorcini maria

    "Mi piace"

  51. Beh mi sono espresso tante volte su questo argomento, qui e là in altri post, andando talvolta fuori tema, e stavo quasi saltando questo. Qualcuno non me l’avrebbe perdonato, ed io a me stesso.
    Io penso che tutto sta nel tipo di approccio che ci si è creati nel rapporto e nella conoscenza di Renato (o delle sue canzoni, per meglio dire), così come nei rapporti con gli altri, o con alcuni in particolare. Ciascuno di noi ha degli amici, quelli veri, insomma ha fatto degli incontri particolari nella vita. A tutti sarà capitato di aver stretto un’amicizia forte con qualcuno, di essere cresciuto con quell’amicizia, magari una di quelle amicizie dell’infazia o di periodi particolari della vita in cui si vivono esperienze determinanti. E, per i casi della vita, di doversi allontanare da questa amicizia. Poi d’un tratto, e per caso, ci si rincontra. Bene, tutto sembra che si sia fermato: non conta più che allora si indossavano pantaloni corti ed oggi giacca e cravatta, allora i capelli a spazzola ed ora una seria riga al lato su capelli brizzolati e ben tenuti. Il colloquio ritorna quello di un tempo quasi per miracolo, è uno scambio di sensazioni, il tono quello colloquiale di sempre, come se il tempo non fosse passato. Il legame è a livello interiore.
    Così mi sono avvicinato a Renato, così l’ho vissuto. E se ascolto No mamma no, dove slinguazzava in tuta aderente con gesti provocatori ed ironici, oppure Il dono, dove addirittura ha cantato davanti al papa (aiutooooooo!!!), mi sembra di rincontrare lo stesso vecchio amico, e che parliamo sempre la stessa lingua, usiamo lo stesso vocabolario, che è quello delle sue canzoni, l’unica sua verità. Non vedo alcuna differenza: e se abbiamo una ruga, non la notiamo neanche.
    Io penso che tutti quelli (si chiamano critici se non sbaglio) che vogliono cogliere l’evoluzione di Renato, i suoi cambi, le sue coerenze o incoerenze, sbagliano proprio il punto di vista, perchè si dibattono tra le galline al guinzaglio (;-)))) ed il doppio petto di velluto nero, tra i significati nascosti sotto i testi delle canzoni, e trascurano l’empatia generale immutata di ieri e oggi. Questa e gli occhi di Renato sono sempre gli stessi: ieri, domani, l’altro ieri, sempre, dopodomani ……

    "Mi piace"

  52. Gioia ma veramente vorresti poter TORNARE LA’? Basta dirlo! Vado in garage prendo la macchina del tempo, impostiamo ZEROLANDIA anno 1980 e la cosa è fatta!!!…..quanto mi piace ancora sognare!!!!
    Qualcuno vuole venire con noi?
    Ghis ho visto la foto del blog che hai mandato solo oggi, troppo simpatica
    grazie del pensiero! Ciao a tutti!

    "Mi piace"

  53. Come consigliatomi da Debby e Claudia ieri sera sono andata a studiare…Debby ho letto di Gino Paoli,quanto hai ragione,grrrr….che rabbia quel giorno,ma perche’ l’ha fatta cantare a lui MAGARI,uff…era pure stonato.Poi ho letto pure cio’ che hai scritto sul 13 maggio a domenica in,e’ vero quel giorno Renato e’ stato assalito,poverino,tu sei una grande che l’hai rispettato e dopo i vari spintoni ti sei allontanata e non l’hai avvicinato nei corridoi,brava Debby!!!Cosa pagherei per stringergli solo la mano e dirgli che e’ grandeeeeeeee…..Sigh sigh si avverera’ mai il mio sogno??? Anche stanotte l’ho sognato,avevo la possibilita’ di avvicinarlo ad un suo concerto,mi dava un bacino sulla guancia. UN BACIO A TUTTI

    "Mi piace"

  54. Che fortuna abbiamo ad avere Luigi nel blog, non sono meravigliose le cose che scrive? (hai visto, Luigi, eseguo immediatamente i tuoi ordini!)

    "Mi piace"

  55. Tornare al passato a volte è indispensabile…e il Renato di oggi, fece questo nel tour Tutto Zero, rendendo un omaggio a se stesso e anche noi , a quei “migliori anni” che lo hanno reso quello che è ancora oggi. E’ stato il Renato di oggi che ha ricordato il Renato di ieri mettendo in scena tutta la sua vita. Senza eccessi rispolverò brani storici, con continui cambi di costumi e con qualche paillettes qua e là..l’effetto scenico fu davvero strepitoso….La sensazione fu proprio quella di tornare un pò indietro nel tempo e li ci fece capire che Renato non ha mai dimenticato il suo passato. Spesso rivedo questo concerto e mi emoziona sempre tantissimo….Un abbraccio a tutti.

    "Mi piace"

  56. ..Concordo in pieno con te ,cara Claudia. Quel concerto, vuoi per l’ambientazione particolare, vuoi per i costumi meravigliosi, vuoi per la bellezza di Renato è uno dei miei preferiti….Purtroppo non vi ho partecipato dal vivo me quando me lo rivedo in VHS avverto una vicinanza, un affiatamento davvero tangibile tra Renato e il suo pubblico…..
    Peccato non essere stata là…..(Per motivi futili spesso si perdono occasioni uniche e poi, col senno di poi, ci si mangia le mani perchè quei momenti non tornano più).
    Divertentissimo vedere Renato cantare il medley “Amore si amore no””Amore al verde””Fiori d’arancio”..
    Certo è proprio da sposare!!!!!
    Baci a tutti i miei amici sorcini

    "Mi piace"

  57. é vero Gioia, quel medley ha fatto impazzire anche me, e l’ho visto dal vivo! Che bello davvero da “sposare” (e detto da me che non ne ho mai voluto sapere di matrimonio!)

    "Mi piace"

  58. ho 18 anni,è dal 2000 che seguo Renato,mi sono appassionata alle canzoni degli album”la curva dell’angelo,catturaecc ecc”.Mi sarebbe potuto bastare quello ,visto che con quelle canzoni provavo un appagemento interiore,ma non ho voluto.ho capito che l’autore di quelle canzoni,per scrivere dei testi così profondi,aveva alle spalle una vita vissuta nella più totale interezza,una vita piena di avventure dolorose e non.Così ho deciso di andare a frugare nell’antologia delle sue canzoni e devo dire la verità ne ho trovate di bellissime .Ascoltandole ho capito che i testi di Renato,sono incatenati l’uno all’altro,ognuno ha un significato molto forte che ci rimanda con l’animo a qualche altro testo.A mio avviso basta ascoltare il medly n 1 cantato nel concerto “figli del sogno”,anche se conposto da canzoni differenti,sembrano una la continuazione dell’altra.Allora io che sono relativamente giovane,ma che conosco canzoni di Renato vecchie e nuove ,posso dire che non si può scegliere quale Renato preferire.è una sola persona e se lo si amava prima lo si ama anche adesso!

    "Mi piace"

  59. Ho paura degli anni che passano ma in questo caso vorrei averne 20 in piu’ per poter condividere con molti di voi quei periodi…beh per fortuna che quel giorno sono capitata per caso in questo blog,ora ho modo di conoscere tante piu’ cose di lui,cari zerocondomini grazieeee!!!

    "Mi piace"

  60. Renato di ieri o Renato di oggi? Io, in proposito, proprio non ho dubbi!
    Renato di oggi senz’altro!Forse, perchè, non ho apprezzato direttamente il Renato di ieri per fattori prettamente anagrafici!
    Penso, però, che ognuno di noi sia il risultato, mai finale, di tutta la propria storia, di tutto quel carico che sta proprio sopra le nostre spalle e ci ricorda sempre tutte le nostre esperienze e… GUAI se così non fosse!Ciò nonostante, apprezzo moltissimo QUEL Renato poichè lo trovo grintoso, fuori da ogni schema ma sempre e comunque un grande personaggio o una grande persona…chi può dirlo? Io so soltanto che mi piacerebbe moltissimo scoprirlo personalmente…
    buona domenica a tutti voi, cari sorcini!

    "Mi piace"

  61. Salve a tutti…ho 17 anni e sono Zerofolle da quest’estate.
    L’ “illuminazione” mi è arrivata in un pomeriggio come tanti, guardando un video su Youtube, e da allora questa passione per Renato Zero non ha smesso di crescere e approfondirsi. Del resto il suo repertorio è così sconosciutamente vasto che ogni giorno scopro e mi innamoro di una nuova canzone. L’acquisto del DVD del concerto Figli del Sogno (2004) poi, ha confermato definitivamente il mio giudizio su questo cantante: il più grande di tutti.
    Certo la paura degli anni che passano intimorisce anche me, soprattutto me che sono un fa da 4 mesi e che ho il forte desiderio di godere ancora per molto tempo di splendidi album inediti e di concerti come quelli del 2004 (le scalette dei due ultimi tour mi avrebbero deluso se avessi assistito a un concerto: spero che la prossima tourneè quanto meno imiti l’impostazione dei vecchi concerti). Tuttavia mi consola il fatto che per un artista di tale fama, di tale carriera e di tale repertorio, 57 anni non sono poi così tanti…poteva andarmi peggio insomma 🙂
    Quanto alla discussione sui due diversi Zeri, devo ammettere che indiscutibilmente fra lo Zero70 e lo Zero2000 le differenze si avvertono…addirittura per alcuni aspetti potrebbero valere una pagina di letteratura italiana con protagonista un poeta che nel corso degli anni subisce una totale spiritualizzazione passando dalla dissolutezza al mos maiorum. Ma non è questo il caso.
    Non è questo il caso perchè i punti di contatto fra i due periodi artistici sono comunque forti. Canzoni come Il cielo, scritta nei ’70, sembrano scritte con l’ispirazione di oggi, così come i ritmi di “Vizi e Desideri” si avvicinano alla spensierata allegria di ieri. Questo per dimostrare che lo Zero di trenta anni fa non è morto in quello de il Dono, e allo stesso tempo lo Zero “papista” di oggi è sempre vissuto, anche fra i salti e i colori di Mi Vendo e Sbattiamoci.
    Era il 2000 quando, durante l’ultima puntata di “tutti gli zeri del mondo” (Renato dovrebbe progettare un’altro one man show sisi) il nostro idolo allora 50enne approfittò della presenza di Peppe Barra per ricordare una frase che l’amico gli aveva detto qualche tempo addietro: “Renato, tu diventerai vecchio quando, incontrando un tipo stravagante per strada gli dirai: ma come ti sei combinato?!?”
    E’ invecchiato? nooooooooooo

    "Mi piace"

  62. BENVENUTO TRA NOI GIOVANNI!
    Accidenti fan da solo 4 mesi e per di più di giovane età…che dire? I miei più sinceri complimenti per quello che hai scritto, Renato ha acquistato un nuovo grande sorcino!

    "Mi piace"

  63. Bel commento Giovanni! E’ molto bello vedere che ci sono ragazzi giovanissimi che si avvicinano alla sua musica….Renato unisce davvero tutte le generazioni…..ieri,oggi e domani. Cari sorcini, zerofolli o zeromatti vi auguro una buona domenica….

    "Mi piace"

  64. caro giovanni, complimenti tu non sei un fans dell’ultimo momento sei veramente un grande super SORCINO. bacioni a tutti e buona domenica maria

    "Mi piace"

  65. Grazie ragazzi dei complimenti…sono davvero felice di essere entrato a far parte della vostra grande famiglia!!! sono sicuro che mi troverò bene in questo blog, è davvero speciale! un bacio a tutti.

    "Mi piace"

  66. Giovanni, benvenuto fra noi!!!!
    Complimenti per il tuo minuzioso e profondo commento soprattutto fatto da un ragazzo giovane come te.
    Luigi il tuo commento lo conoscevo prima ancora che tu lo scrivessi, come al solito sei capace di emozionarmi!!!
    Un abbraccio!!

    Marco ma dove sei????

    "Mi piace"

  67. Ciao Gio. Mi fa molto piacere che un super giovane sia qui a parlare con passione di Renato … e se ne parli così nonostante i pochi mesi di “frequentazioni”, deve averti trasmesso qualcosa di molto particolare.
    Durante l’MpZero avevo sottolineato che a san siro questa volta si erano visti molti più giovani che, per esempio, sempre lì, per Cattura, non c’erano stati. Questo a me in genere fa molto piacere, perchè le opportunità oggi per i giovanissimi di incontrare Renato sono poche e questo, secondo me, significa togliergli delle occasioni. In fin dei conti la musica è pur sempre un fortissimo elemento di comunicazione, e di formazione in molti casi. Sappiamo che praticamente è oscurato dalle radio, e quindi poco raggiungibile. Qui a milano, per esempio, esiste solo vasco.
    Si hai ragione: i punti di contatto tra i due Renato sono tanti, anzi forse è tutto un contatto, confuso solo dal luccichio degli abiti di ieri e da qualche ruga di oggi.
    Comunque, ti suggerisco di rivedere la scaletta di Zeromovimento, e di vedere e ascoltare il concerto: non è malaccio direi :-))))

    "Mi piace"

  68. Cara Debby, davvero un post stupendo…finalmente posso esprimermi a tal proposito!Io sono tra quelli che, siccome giovanissimo, ha fruito dell’arte meravigliosa del Renato post 2000. Ho dovuto pazientemente (ma con grande piacere) reperire tutto il materiale possibile ed immaginabile per capire qualcosa di più dell’uomo/artista che mi stava riempendo la vita ed il cuore. Così ho capito molte cose, ma non tutte… Personalmente ritengo che poter solo pensare di distinguere e poi anche criticare le due fasi in fondo comporti chiusura mentale. Senza offesa per chi l’ho fatto e lo farà, penso che l’artista debba seguire un orientamento, debba cioè evolversi ma in virtù del fatto che dietro la maschera c’è l’uomo. Se l’uomo cambia, ed è naturale che sia così, è logico che cambino gli abiti, le parole, intenzioni. E’ la vita!!!! Quindi oggi non posso più scindere Renato come fosse un’oggetto, anzi non posso che amarlo di più perchè è riuscito a vivere e quindi a cambiare. Il suo anticonformismo degli anni 70 si è riprodotto in qualcosa di nuovo e più forte. Cantare di Dio, della masturbazione e della fatica di un uomo ormai saggio e placato che vive a 360 gradi il quotidiano, scusatemi ma ritengo sia rivoluzionario!!!! Io lo amo e lo rispetto prioma come uomo e poi come artista!!!! E’ grande, caspita se è grande…. Baci a tutti da Salvo Petracca

    "Mi piace"

  69. ahi ahi ahi tina, conoscevi il mio commento? e come facevi, raccontami !!!!
    o era molto scontato??? beh, se così, non dirlo ad alta voce, che se no la nostra Amministratrice non me li pubblica più ;-)))).
    ti abbraccio

    "Mi piace"

  70. Salve a tutti i sorcini!!! stavo giocherellando e per puro caso sono “atterrata” in questo mega fantastico pianeta zerofolle!ah… mi chiamo Paola e sono una zerofolle dall’età di otto anni.Sono rimasta folgorata da Renato la prima volta che l’ho sentito cantare!!Per me Renato non è l’amore in senso di “lo vorrei come marito, ecc…”; per me lui è la mia musa ispiratrice, per me è la voce amica che ti dà conforto quando sei triste, per me Renato è …..l’aria che respiro!!!! l’ ho cantato mentre nascevano i miei figli, è sul mio comodino, è nel quadro in sala. è in tutti i miei cd, è nel mio dekstop, ènel mio telefonino …. E’ NEL MIO CUORE!!!!! Io caspisco anche che non tutti possano apprezzarlo, per le sue stranezze, i suoi trascorsi e il suo modo AFFASCINANTE di essere se stesso, e mi può andare pure bene .Però una regola ce l’ho: “anche se non ti va a genio:RENATO NON SI TOCCA!!! Un saluto e alla prossima…

    "Mi piace"

  71. ciao Paola ,sono maria e volevo rispondere alla tua mail ho letto con interesse e sono felice di sapere che c’è qualcuno come me che riempie di foto, di cd , magliette, poster e telefonino (la suoneria uno è Baratto , l’altro invece èTriangolo)la sua casa come faccio io con disappunto dei miei (marito e figli) , ma io Renato c’è l’ho al posto del sangue e quindi senza non si puo’ vivere un saluto maria

    "Mi piace"

  72. Ehi, ragazze …ma allora è vero che i sorcini so GRANDI!!ho mandato il primo messaggio dal lavoro e dopo neanche 3 ore già trovo saluti .Grazie…Credo anch’io di aver trovato la giusta ” combriccola” per le mie stravaganti follie per Renato: adesso posso dire finalmente a qualcuno che ascoltando canzoni tipo: “Più su, il cielo o inverosimile..”, mi vengono i brividi e piango come una imbecille ma di una dolce sensazione che mi sfiora…nel sentire le sue dolci poesie dalla sua voce irrepetibile e appassionante. senza sentirmi rispondere: “me sembri scemotta!”..ah proposito : Maria a differenza di te io ho solo il maritino che ancora ha qualche strascico nel concedersi del tutto ma i 2 bimbi sono già 2 MEGA-SORCINI da aura : cantano tutte le iù famose !!! Grazie Grazie davvero!!!

    "Mi piace"

  73. ciao Paola un grande benvenuto anche da parte mia. Frequento questo blog da pochi giorni, ma mi ci trovo benissimo e lo consigliereri a tutti. I frequentatori sono tutte persone sensibilissime e vere e la nostra betty è davvero fantastica. Spero tu possa trovare qui, come me, un luogo di ritrovo piacevole e caldo per condividere insieme una passione immensa.

    "Mi piace"

  74. ciao Paola, beata te x il tuo maritino il mio x carita’ non ci pensa nemmeno , io vado ai concerti con un’amica mentre lui borbotta ma non me ne importa niente anzi……………Renato si ama alla follia . sei capitata nel posto giusto ,io ci sono entrata da poco ma le persone sono favolose e sensibili , è il posto giusto dove parlare di Renato ciao maria

    "Mi piace"

  75. Bellissimi i videooooo con spezzoni di Renato ieri e oggi…!!Rivederlo poi così sorridente in quella che fu la “mitica”puntata di “Domenica in” è sempre una grande piacere…… Così la sera prima di entrare in chat i video sono li.. pronti per essere visti e rivisti tante volte…
    Ps. pensi proprio a tutto eh…grande Debby.
    Baci

    "Mi piace"

  76. ciao ragazze ,prima di tutto devo scusarmi con Debby e Roberta per ieri sera in chat: ho perso il collegamento e non sono riuscita a riprenderlo. Poi ,per rispondere a Maria: mio marito non è mai venuto ad un concerto (vado con un amico Sorcinissimo e a volte con mia sorella o mia madre..) però non mi fa paranoie se l’ascolto a casa in macchina o continuamente… come solito!!COMUNQUE TU INSISTI CON I TUOI, VEDRAI CHE ALLA FINE CEDERANNO!!!! un bacio a tutti

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.