BUON ANNO!

anno112.gifanno215.gif

Salutiamo insieme il 2007 e diamo il benvenuto al 2008…

Che dire…il 2007 nel complesso per me è stato un anno piuttosto normale, non eclatante ma nella seconda parte mi ha regalato una grande gioia e per questo sarà un anno indimenticabile! Spero che questo 2008 sia ancora più bello e pieno di sorprese!

Sorcini carissimi come sempre potete aspettare gli ultimi giorni per scambiarvi gli auguri, non c’è fretta, anche questo Post ritenetelo libero per i vostri messaggi, dediche, saluti, pensieri Zerofolli e per i vostri auguri personali a Renato!

Abbiamo passato un altro anno insieme e questo è molto bello per noi a tal punto che mi immagino un Capodanno tutti insieme all’insegna dell’allegria e ovviamente della Zerofollia con canzoni tipiche zeresche passando da una Sbattiamoci ad un Triangolo, poi Mi Vendo, Madame, Morire qui insomma una bella scaletta del Renato più scatenato! Nel frattempo ricordo sempre con nostalgia il Capodanno di un pò di anni fa a Piazza del Popolo con Renato, la mezzanotte con lui, cantò proprio queste canzoni….che emozione, che ricordi! MAGARI potessi riviverne un altro così!

Amici miei guardate quel cuoricino rosso con bicchieri e spumante…ecco è dedicato a tutti voi, virtualmente brindiamo tutti insieme, diamoci i bacini di mezzanotte, i fuochi ce li abbiamo perciò esprimiamo un desiderio…Vi auguro di cuore tanta FELICITA’, SALUTE, SERENITA’ E AMORE!

Cosa desiderate per il nuovo anno?

Il 31 a mezzanotte penserò anche a voi, ma uno sguardo va anche al video di Marco (perdonatemi non vorrei sembrarvi retorica) ma mi auguro che il 2008 sia un anno di pace, con meno violenza, meno ingiustizie, meno abusi, niente guerre, meno fame nel mondo….forse non sarà proprio il 2008 a debellare tutti questi mali ma spero che sia almeno l’inizio….

A TE RENATINO AUGURO TANTA SALUTE, FELICITA’, UN DISCO DI GRANDE SUCCESSO ED UN FANTASTICO TOUR SOLD OUT!

AUGURI A TUTTI I CUORI ZEROFOLLI!

BUON NATALE!

albero_natale_091.gif Cari Zerocondomini, Sorcini, Zerofolli…. E’ quasi Natale ed apro con una settimana di anticipo il Post Natalizio (Lunedì 24 sarebbe tardino) per permettere a tutti di fare gli auguri e soprattutto per festeggiare perchè è festa anche nello Zerocondominio!!! Credo sia giusto riunirci in una delle nostre Zerocase, una tavolata unica con torroni, pandori, panettoni e Zerotombolata! Ovviamente scarteremo  anche i regali come potete vedere sotto l’albero ci sono i miei pensierini per VOI! Questo per dirvi che gli auguri magari ce li faremo al momento giusto ma nel frattempo nel corso della settimana ci divertiremo un pò in questo Post che è libero per tutti i vostri  MESSAGGI, AUGURI, SALUTI, DEDICHE E PENSIERI ZEROFOLLI!! Ovviamente non anticipate gli auguri di buon anno perche per quelli aprirò poi un altro Post. Buon divertimento!

Intanto però auguro Buon Natale a tutti coloro che leggono questo Blog senza mai scrivere, a tutti gli Zeri del mondo e ai miei amatissimi amici Zerocondomini che sono quì con me tutti i giorni!

Un Augurio e un pensiero speciale al mio  Renatino….Ti auguro di trascorrere un sereno Natale insieme ai tuoi cari e con il cuore anche noi saremo lì con te…Poi MAGARI passate le feste pensa anche a noi che siamo in astinenza di nuove canzoni  e fantastiche Tournée!!

BUON NATALE RENATO!

E arriverà Natale,
Anche quest’anno arriverà…
Natale per chi resta, per chi va…
Natale da una lira…
Natale ricco o no…
Bambini per un giorno, per un po’!
Vorrei che il tuo Natale
Risplendesse dentro te,
Che soffri e stare Al mondo sai cos’è!
Per te che non hai storie
Da raccontare ormai…
Le fate son drogate…
Malati i sogni tuoi!
Vorrei dire buon Natale…
E dividerlo con te!
Con te che hai perso la speranza…
E hai paura come me!!!
Un tempo non lontano…
I doni appesi tutto intorno al camino,
Nessuno violentava,
Quel sogno che per mano ti portava!
Giocavi allo sceriffo…
E per te un buono non era un fesso!
E il bersaglio era finto…
Non era un uomo steso sul cemento!
E non c’erano i brutti…
Quel giorno li erano d’accordo tutti…
Sia chi ha gli occhi lunghi,
La pelle nera o i capelli biondi!
Natale da una lira…
Natale ricco o no…
Bambini per un giorno…per un po’!
Perché non fosse una parola il bene…
Perché ogni bomba diventasse pane…
Io vorrei che almeno un giorno…
Quella cometa facesse ritorno!
E un campo di battaglia desse grano
Per quella morte con la falce in mano…
E al ventre di una donna, il suo bambino…
E breve o lungo ad ognuno il suo destino!
Vorrei dire buon Natale…
Finché c’è chi ascolterà!

Finché si farà l’amore…
Finché un uomo pregherà!

E NEVE SIA A CADERE SUI TUOI SILENZI

ren3.jpgIl viaggio attraverso la musica di Renato Zero prosegue, abbiamo parlato dei brani più trasgressivi ora voltiamo pagina e vediamo un altro tema che sta molto a cuore a Renato, un messaggio che lancia attraverso le sue canzoni e non solo…ed è quello contro la droga.

Penso che “L’altra Bianca” sia bellissima, non solo per il testo ma anche per la musica, nonostante l’uso di metafore è diretta e parla dei giovani che spesso annoiati, delusi o sconfitti si lasciano intrappolare da questo male sociale e confrontandola con un altro brano che è “Pericolosamente amici” si possono notare alcune similitudini per l’argomento trattato, quest’ultima è  il racconto di una persona che vuole salvare un suo amico o forse il ricordo perche nel finale è chiaro che l’amico non c’è più…qualcuno ha parlato di suicidio ma se fate bene attenzione al testo anche quì tra le righe ci sono chiari riferimenti alla droga… “Arriverà un momento tu lo sai che ci ricascherai- Passano di quì i carnefici hanno chissà che da venderti- Io non ti appenderei a quel laccio emostatico tu mi detesterai ma io ti salverei” Quello che mi ha sempre colpito di queste due canzoni è che nonostante si tratti di temi delicati e drammatici sono invece molto forti ed energiche musicalmente, quasi a voler gridare tutta la rabbia che lui stesso ha dentro per aver perso tanti amici in quel modo ma allo stesso tempo è un invito a reagire, a non buttarsi via, insomma un INNO ALLA VITA! Vi invito a riascoltare questi due BELLISSIMI brani…

Non so quanto la musica possa aiutare in certi casi ma penso che da parte di Artisti di un certo calibro sia doveroso lanciare dei messaggi positivi ai giovani che molto spesso si lasciano affascinare dai loro idoli, arrivando a volte fino a volerne imitare i comportamenti. La mia totale ammirazione per Renato è legata anche a questo non voler stupire a tutti i costi con messaggi di ribellione, anzi lui cerca sempre di dare coraggio ed invita ad una vita dignitosa, priva di compromessi, senza pillole, una vita normale ed onesta dove non sempre vince il più abile, le difficoltà vanno superate con le proprie forze con la capacità di rinventarsi proprio come ha fatto lui! Chiede al suo pubblico una reazione positiva: “Vivere una promessa che hai fatto a me”. 

 Nella prefazione di Renatissimo ci dice “La mia mente necessita di un’accurata revisione anche se una una discreta voglia di azZERarmi c’è. Un desiderio di alleggerirmi delle innumerevoli responsabilità che mi sono assunto nei miei e nei vostri confronti…da sempre. Potermi sentire solo un pò più leggero, non mi dispiacerebbe! ” Ecco io penso esattamente che Renato dal profondo del suo cuore e della sua intelligenza si renda perfettamente conto che per molti lui è un Esempio e perciò avverte questa grande responsabilità facendo sempre particolare attenzione a ciò che comunica tramite le sue canzoni e questo gli fa onore! Voi che ne pensate?

“MA RICORDATE UNA COSA IMPORTANTE, CON ME NON SIETE MAI STATI SPETTATORI MA PROTAGONISTI……IL VOSTRO…. RENATISSIMO!!!!”

“L’altra Bianca” 

    Bianca che stai
In cima ai pensieri
Trasparente sei
Spessore e corpo non hai
Insostituibile tu
Bianca poi
Degna dei giorni suoi
Cerca un nascondiglio
Dentro uno sbadiglio
Nel dubbio che
Covi dentro di te.

Bianca la dea
Degli sconfitti
Uomini a metà
Signori non si sa
Chi può distinguerli più
Bianca e immacolata pensi tu
Mentre annusi i suoi servizi
E neve sia a cadere sui tuoi silenzi

Vita lontana da qui
È vita solo così
Se sale dalle narici su
Vita se un’altra non c’è
Brucia se fuoco le dai
Miscela dei sensi tuoi
E non serve carburante
Se il motore adesso è fuso già
Come potrà fare Bianca
A offrirti l’eternità!

E cercarti adesso e non trovarti
Adesso che avevo un gran bisogno…capirti…
Ti ricordo com’eri, quando affidavi al mare i tuoi pensieri
Scapigliato da un sussurro o da tempesta
In un abito da sogno, che mettevi solo nella festa..
era una grande festa…la tua festa….

Bianca trovò
Un uomo già condannato
E non infierì
Non più di così
Ormai il destino era lì…
Il più pallido candore può
Scongiurare la violenza
Adesso che di Bianca può fare senza.

Vita una volta di più
Se non sei Bianca anche tu
Se riuscirai a convincere
Che non c’è altra vita che te.
Brucia se fuoco le dai
La vita nei sensi tuoi
E non serve carburante
Se il motore adesso, adesso va!
Bianca allora vinta e stanca
BOROTALCO SI FA!!!!

“PERICOLOSAMENTE AMICI”

Sciogliamo ogni riserva tra di noi
o passerò dei guai
ho assecondato tutti i voli tuoi
ma non ti basta mai…
Vivere all’impronta non si può
inseguendo l’onda
e rischiare sempre un po’ di più
di cadere giù…
Improvvisare esagerare, si
ma non più di così
arriverà un momento tu lo sai
che ci ricascherai…
Attento a quel che dici o svelerai
quelle tue matrici
di tanti buoni amici tu vedrai
quante croci.
Passano di qui, i carnefici
hanno chissà che, da venderti
io non ci sarò puoi credermi
lunghe trattative
un destino breve
niente da imparare…
Che amico è
chi vuole illuderti
chi sa confonderti
chi non ha limiti
certo ricorderò
quel volto pallido
e provo un brivido
se penso a te.
Pericolosamente amici noi
senza sincerità
se in questo gioco mi trascinerai
un trucco ci sarà
presente in ogni amara scelta tua
in ogni tua ferita
eppure ogni centimetro di te
era vita.
Certe compagnie, ci cambiano
c’influenzano. Ci costano
io mi fermo qui in quest’angolo
dove tutto avviene
in tempo reale
amore dopo amore…
Che amico è
è forse l’ultimo
il meno pratico
quando un sorriso è in pericolo…
Io non ti appenderei
a quel laccio emostatico
tu mi detesterai
ma io ti salverei
Che amico è…
dimmi che amico è…
certo ricorderò
quel giorno tragico
tu eri un brivido
che non c’è più

                                                                            

                                                                                                        

NERO D’AUTORE

nerod.jpgnerodautore.jpgQuando abbiamo festeggiato in chat il compleanno del Blog vi avevo accennato al fatto che Renato Zero aveva disegnato una collezione di occhiali, molti di voi forse sapranno già che un pò di giorni fa a Roma c’è stata la presentazione ufficiale della linea Nero D’Autore e alla sfilata era presente Renato in persona.

Renato è un creativo e se ha avuto l’estro  nel disegnare occhiali invece di incidere un disco non ci trovo nulla di male, tra l’altro l’intera collezione sarà disponibile nei negozi di ottica nel 2008… però…c’è un però…sembrerebbe che questa linea di occhiali in realtà non sia stata disegnata da lui (è una cosa ancora da chiarire) ma solo firmata, in pratica ha prestato il suo nome per sponsorizzarla, un semplice marchio!  

Per quanto mi riguarda dato che devo acquistare un paio di occhiali da sole nuovi aspetterò ancora un  pò per vedere i suoi perche se fossero belli non mi dispiacerebbe acquistare un occhiale firmato R.Z. ripeto però se saranno veramente belli, non li comprerò solo perche sono firmati da lui!!

 Come sempre però il popolo dei sorcini si sta dividendo al riguardo…intendo dire che in molti stanno attaccando duramente Renato per questa scelta, alcuni lo criticano dicendo che ha usato il suo nome e la sua fama per fare soldi rinnegando persino se stesso…personalmente non credo proprio che Renato abbia bisogno di certi mezzi per fare altri soldi perche gli basterebbe far uscire il disco o annunciare un concerto! Le loro critiche sarebbero giuste secondo me se lui avesse abbandonato il campo musicale per dedicarsi ad altro, anche se poi penso che ognuno di noi nella vita sia libero di fare le proprie scelte senza dover rendere conto a nessuno soprattutto Renato che musicalmente si è dato al 100% perciò se avesse voglia di intraprendere altre strade non sarebbe giusto criticarlo per questo.

Purtroppo o per fortuna (dipende dai punti di vista) Zero ha un pubblico molto esigente che si aspetta sempre molto da lui…oserei dire troppo…questo mi dispiace perche penso che non ci abbia mai fatto mancare nulla, allora perchè ogni volta che fa qualcosa che va oltre il solito Renato deve subire  la rabbia di coloro che lo vorrebbero sempre e solo lì su un palco a cantare, ma non è un essere umano anche lui? Avrà anche altre ambizioni? Può anche lui avere la voglia di cambiare e sperimentare? Dove finisce Renato Fiacchini e comincia Renato Zero? Io non lo so, so però che quest’uomo ha avuto bisogno di una parentesi e allora  che ben venga tanto so che poi non mancherà l’occasione di rivederlo cantare.

Voi cosa ne pensate di questa sua iniziativa? Vi piace? Vi sembra tanto assurdo? Vi ha deluso? Dite la vostra…

http://www.nerodautore.it