CHI

imperfetto.jpgQuesta mattina ho avuto il desiderio di riascoltare una tra le più emozionanti canzoni del nostro Renato “Chi” brano contenuto in un cd straordinario L’Imperfetto…Così anche se non era previsto al momento un nuovo Post ho deciso invece di omaggiarla.

Questa canzone mi ha sempre commosso, quando l’ascolto soprattutto sul finale ho i brividi, bella, intensa e come sempre vera. Quanta vita è contenuta in questo brano, quanti consigli, quanta delusione  nei confronti di questo mondo o per meglio dire degli avvoltoi che lo popolano, nonostante tutto c’è sempre l’invito ad andare avanti, a non arrendersi, a crederci ancora….quella speranza che poi è presente in tutte le canzoni di Renato, quel voler scuotere le coscienze ed esortarci a reagire! Per quanto riguarda i rapporti umani mi ha sempre colpito quando dice: “Se ti ami tieni a bada i complimenti e misura i sentimenti” quanta ragione hai Renatino mio…a volte è meglio non lasciarsi andare perche poi la fregatura è dietro l’angolo, questa è una bella lezione da imparare. Bellissimo anche il passaggio in cui dice “Mani armate che di fronte all’innocenza non vi fermate….” queste maledette guerre in cui vengono coinvolti i bambini costretti a giocare tra bombe e fucili…eh già…stanno uccidendo le favole, anzi le hanno già uccise! Per motivi personali la frase più commovente per me è “Se in quella rabbia che ti porti dentro c’è il desiderio di tornare su, se in quel sorriso mescolato al pianto ci fossi ancora tu…”

Questa canzone è comunque tutta bella dalla prima all’ultima parola e per oggi l’ascolterò ancora tante volte…Ha ragione Renato bisogna tenere sempre gli occhi aperti e non abbassare mai la guardia e per me che sono diffidente di natura non è poi così difficile…ma credo dovrebbero impararlo un pò tutti.

P.S. PER CHI SI FOSSE ASSENTATO DURANTE LE FESTE SEGNALO CHE E’ STATO AGGIUNTO UN NUOVO VIDEO A  “I VIDEO DEL BLOG” http://debbyzero.altervista.org/video.htm

Chi ti offende,
chi ti confonde, chi ti usa e poi ti vende.
Che vuoi farci,
gli rimane assai difficile rispettarci.
Animali
Solo carne, poco spirito, niente ali. 
SE TI AMI, 
TIENI A BADA I COMPLIMENTI,
E MISURA I SENTIMENTI
Mai una rosa,
pescecani che non mollano mai la presa.
Gente astuta,
con la linea della vita già incriminata.
Voce roca,
vista acuta e quell’odore che non invita,
nel bisogno,
sai che ne approfitteranno,
loro sanno ciò che fanno.
STANNO UCCIDENDO LE FAVOLE, 
STANNO SPARANDO ALLE NUVOLE,
L’ODIO PERO’ NON PUO’ FARCI DESISTERE 
punta il dito fuori nome e cognome,
la verità.
Chi sarà mai, che ci fruga nell’anima,
chi si insinua cosi,
chi dirige la musica,
mentre sei li e non sai come difenderti…
Disarmante quel tuo sguardo pulito. Credimi!
MANI ARMATE,
CHE DI FRONTE ALL’INNOCENZA NON VI FERMATE
Toccate il fondo,
con pensieri che non sono di questo mondo.
Chi rimane
Con questi segni, non può certo dimenticare,
e chi cede,
non farà mai più ritorno,
ha già un piede nell’inferno.
SE QUELLE STORIE CI UNISSERO
SE QUEGLI ORRORI BASTASSERO,
se non ci fosse più,
chi ha tanta voglia di uccidere.
Se tu mi lasciassi ancora entrare,
in quei segreti tuoi…
Forse potrei immaginarmi altre favole,
potrei riordinare le nuvole.
Se solo ritroverai,
il coraggio di vivere.
SE IN QUELLA RABBIA CHE TI PORTI DENTRO,
C’E’ IL DESIDERIO DI TORNARE SU,
SE IN QUEL SORRISO MESCOLATO AL PIANTO
CI FOSSI ANCORA TU…
Puoi tradirti,
Per l’estrema disponibilità nel darti.
Puoi pentirti
se non ti risparmi e non terrai gli occhi aperti.
Criminali,
poca strada, brutte storie, destini uguali.
Non voltarti.
CORRI VERSO QUELLA LUCE,
se avrai fede, quella pace verrà