IL TUO, IL MIO, IL NOSTRO RENATO!

catt.jpg 

14-fammi-sognare-intervallo.mp3

  90_79.jpg    Renato da sempre suscita in noi sentimenti Zerofolli incontenibili, lui è capace di interpretare tutti i nostri sentimenti, le emozioni e i sogni ed è la colonna sonora della nostra vita, ma è altrettanto vero che ognuno di noi percepisce queste emozioni in maniera differente, ognuno ha se vogliamo dire il suo Renato. In questo Post vorrei che ognuno di voi si sentisse libero di raccontare il proprio Renato, cominciando ad esempio a dire qual’è il disco che VI rappresenta di più, quel disco a cui siete più legati spiegandone le motivazioni. Inoltre scrivete le 15 canzoni che secondo voi rappresentano Renato Zero fate ATTENZIONE non le vostre preferite ma quelle che nel corso degli anni fino ad oggi sono più rappresentative di questo artista spiegando perchè le avete scelte. Immaginate ad esempio di trovarvi di fronte ad una persona a cui vorreste far conoscere per la prima volta la musica di Renato e dovete fargli ascoltare 15 brani commentandoli brevemente uno ad uno, quali scegliereste e perchè? Questo Post potrebbe richiedervi più tempo ed impegno del solito perciò siete liberi di raccontarvi in diversi commenti nei giorni perche capisco che l’elaborazione è un pò difficoltosa! OVVIAMENTE OGNUNO DI VOI E’ LIBERO DI ESPRIMERSI IN BASE ALLE PROPRIE CONOSCENZE ZERESCHE….QUINDI QUESTO POST E’ APERTO  A TUTTI ANCHE A COLORO CHE NON CONOSCONO TUTTI I DISCHI DI RENATO.

Aggiungete poi se volete i vostri pensieri su Renato…Come definite questo Artista? Ecco questo lo lascio fare a voi perche io già  in tanti Post ho detto cosa penso di lui… Recensitelo voi adesso!

Per quanto mi riguarda in molti sono a conoscenza del mio amore per “Cattura” ma in realtà il disco che mi rappresenta maggiormente  è L’IMPERFETTO, è un lavoro impegnato sotto ogni punto di vista ed io mi rispecchio in quasi tutte le canzoni a partire da “Aria di pentimenti”, “Dubito”, “Chi”, “Nei giardini che nessuno sa”, “Amando Amando”, ” “Felici e perdenti”, “Vento di ricordi” e così via compresa “Roma malata” perche racconta grandi verità sulla mia città. Insomma in questi brani sono contenuti anche i miei pensieri, nessun disco potrebbe descrivermi meglio di così. In pratica se dovessi farmi conoscere da qualcuno gli direi ascoltati “L’Imperfetto”

Scegliere i 15 brani più rappresentativi di Renato è molto difficile…descrivere la sua carriera in 15 canzoni è quasi impossibile ma provandoci inizierei dai classici Il Triangolo e Mi Vendo perche hanno fatto storia e rappresentano il Renato più trasgressivo e coraggioso, ed anche perchè Zero è conosciuto in primis proprio grazie a quei brani.

Tra i classici mi sento in dovere di inserire la strafamosa Il Carrozzone, semplicemente perchè racconta il viaggio della vita da quando si nasce a quando si muore e la metafora del Carrozzone è geniale…questa VITA che è presente in tutto il suo repertorio…

 Poi “Qualcuno mi renda l’anima” a dimostrazione che lui negli anni 70 raccontava già di un argomento così delicato di cui si discuteva ancora poco e niente, potrei dire che ha anticipato i tempi….

 “La favola mia” perche lui stesso si descrive e cerca di far capire che dietro al suo personaggio si nasconde un uomo che nonostante il successo ha i problemi, le gioie e le amarezze come qualsiasi altro essere umano, la favola di Renato Zero che tra l’altro sottolinea l’empatia fra lui e il suo pubblico.  

Sceglierei poi “Potrebbe essere Dio” perche in essa racconta il suo particolare rapporto con Dio e con la  fede cercando di trasmetterla a chi lo ascolta, spiegando che Dio è presente in ogni cosa, Renato è sempre stato molto religioso e quindi non poteva mancare un riferimento alla fede per descriverlo, abbinerei a questa “Piu su” senza troppi giri di parole perchè è un capolavoro, molto emozionante e potrebbe piacere a chiunque.

 “Fortuna” perche canta di storie dove spesso i desideri non coincidono, dove a volte uno cerca l’amore e l’altro il sesso, il baratto si accetta ma poi i sentimenti che fine fanno? Beh nel 2000 ancora attualissima!

 “Spalle al muro” perche è molto commovente e ci ricorda la difficile e spesso triste condizione degli anziani….

“Nei giardini che nessuno sa” dove viene fuori tutta l’umanità di quest’uomo che ci invita a non dimenticare di andare a trovare chi sta male, gli anziani, insomma tutte quelle persone che sole e malate si trovano costrette a trascorrere i loro giorni in Ospedali, Case di riposo, Case di cura e così via…

“L’altra Bianca” di cui si è già parlato in questo Blog, scelta perchè appunto affronta il tema della droga che poi è presente in molti altri suoi brani.

“Motel” canzone d’amore bellissima dedicata a coloro che vivono per un motivo o per un altro amori clandestini, in particolare gli amanti, difficilissima condizione di vita amorosa.

 “L’altra sponda” brano tristemente sarcastico in cui canta tutta l’amarezza di coloro che non sono liberi di amare chi vogliono, perche già condannati, giudicati, e derisi….questa perche al di la delle scemenze che va dicendo l’Arcigay Renato ha sempre lottato per il DIRITTO DI AMARE!

“Non Sparare” che ancora una volta mette in evidenza la sua grande sensibilità perchè lui difende i diritti di tutti, non si dimentica di nessuno nemmeno degli animali!

In ultimo ma non ultimo inserirei “Magari” non perche sia la mia preferita ma perche non è una canzone d’amore banale e scontata ma sorprendente in molti passaggi vedi Mi provi? Mi ami? Parla dell’amore impossibile, irraggiungibile, amori che alla fine sono sempre i più sofferti in assoluto, tanta poesia raccolta in un unico dolcissimo brano a dimostrazione che dopo tanti anni di prestigiosa carriera Renato Zero è ancora in grado di regalare grandi emozioni!

Scelte perche rappresentano Renato e la sua musica, sono la testimonianza che Renato Zero canta la vita a 360 gradi!

Solo adesso che ho concluso mi rendo conto come sopra anticipato che è impossibile racchiudere in 15 canzoni questo grande Artista, ne avrei ancora tante  in mente che toccano altri argomenti degni di nota, ma queste le ho scritte senza pensarci troppo perche ho dato ragione solanto al mio istinto infatti i commenti delle canzoni sono stati immediati, vi basti pensare che questo Post è stato scritto di getto seguendo il mio cuore zerofolle e non lo modificherò perchè così sarà più vero e genuino che mai…Ora però  lascio a voi l’arduo compito di proseguire…

N.B. NON HO SCELTO LE MIE PREFERITE IN ASSOLUTO MA QUELLE CHE FAREI ASCOLTARE A CHI NON CONOSCE RENATO, QUELLE CHE SECONDO ME RAPPRESENTANO QUESTO ARTISTA! QUINDI ANCHE VOI ATTENETEVI A QUESTA INDICAZIONE.

142 pensieri riguardo “IL TUO, IL MIO, IL NOSTRO RENATO!”

  1. DEBBY SEI UN MITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SEMPLICEMENTE FANTASTICO!!!LA SUA VOCE COSI’ CALDA E QUESTA FOTO CHE ADORO!!!!!TI MERITI UN 110 E LODE CON BACIO IN FRONTE (mamma amcora i postumi della tesi ahaha),NO TE LO MERITI SUL SERIO!!!!GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEE 😛
    E bravo anche a MARCO che suggerisce sempre idee super!!! :mrgreen:

    "Mi piace"

  2. WOWWWWWWWW…….. STREPITOSA DEBBY!!!!! CHE PRONTAMENTE SI E’ MESSA ALL’OPERA PER STUPIRCI ANCORA UNA VOLTA….HO GIA’ CLICCATO SULL’AUDIO E PURE PIU’ VOLTE!
    MA CHI TE FERMA A TE??
    BACI

    "Mi piace"

  3. Care sorcine che ci volete fare…il tesorino con me è solo un pò schiavista AH AH AH AH Però mi stimola a fare sempre meglio……
    Quello che hai chiesto esattamente tu ad apertura del Blog non si può fare ma per il Post si, ho pensato che quella frase in un argomento come questo ci stava bene…ad inizio Post c’è l’audio cliccate su +Audio Mp3 (Sopra la foto)
    Certo l’ho realizzato in piccolo ma meglio di così non si può fare quì… 😉

    "Mi piace"

  4. Eh! si Gioia , siamo Vanessa ed io un po come su un isola in mezzo a un oceano di cantanti di lingua francese e inglese , qualche italiani…i soliti Ramazotti , Pausini , Conte, Nek , e qualche anni fa Paolo Conte e Celentano . Ma per fortuna siamo sulla ZEROISOLA , la piu bella , la piu calda, verso la qualle il viaggio si fa con la mente e il cuore.
    Un abbracio per te.

    "Mi piace"

  5. Ovviamente la tua idea è grandiosa caro Marco…..ma leggo che nun se po fa! Il nostro blog è già molto ricco così…ci sono foto di Renato, tra l’altro quella che hai inserito in questo post è bellissima….l’hai subito notato anche tu Gioia eh…., poi abbiamo il nostro album che spesso e volentieri vado a vedere e noto che però manca ancora qualcuno..su su mandate le vostro foto a Debby, poi abbiamo la chat, i video altrettanto belli e emozionati…insomma nun ce manca niente! e poi ci siamo NOI che con la nostra fantasia e con il nostro entusiasmo facciamo un gran bel rumore!!
    Siamo grandi perchè noi sorcini siamo fatti così!!!!!
    Ps. Ghis e Vanessa siete bravisssime!
    Vi abbraccio

    "Mi piace"

  6. brava Gioia hai detto una bella cosa, in quest’angolino di cuore si assapora veramente il pensiero di Renato che scorre in ogni parola che noi scriviamo,amore ,vita rimpianto è tutto quello che lui ha cantato x noi , ogni sua canzone ci insegna la vita nel bene e nel male.non so se mai riusciro’ ad incontrarlo ma avra’ sempre in me un grazie x avermi aiutato con le sue favolose canzoni ad affrontare anche momenti un po’…. un bacio a tutti Marco ma sta povera Debby la volemo vede proprio stanca morta co tutto sto super lavoro? un abbraccio

    "Mi piace"

  7. Vorrei rispondere a Ghis e a Vanessa.
    Prima di approdare su questa zeronave mi sono sentita spesso sola quando desideravo condividere con qualcuno la mia passione per Renato e non trovavo anima con cui poterlo fare (si, qualche amichetta sorcina ce l’ho, ma non mi bastava..).
    Eppure io vivo a Roma dove lui è conosciuto da tutti e amato da molti ma la città è enorme….
    Il vicino di casa predilige Ramazzotti e la collega d’ufficio va pazza per Claudione (Baglioni)….
    Il marito ascolta De Andrè e Gaber.
    Quanto vi capisco!!!
    Due goccioline nell’immensità di un oceano …..
    Ma Debbina vi ha salvate!
    Baci grandi a tutti!!!!

    "Mi piace"

  8. ….Già, come dice giustamente Ilaria, ques’angolino tutto per noi è davvero ricco…
    Soprattutto di fantasia.
    E poi Debbina ha sempre idee nuove e stuzzicanti in mente…
    Ci conduce splendidamente in questo viaggio intorno a Zero…
    “Guida tu questa è la tua sera
    pazzi come allora noi
    ricomincia l’avventura
    esageriamo un pò…….”
    P:S: La foto di Renato sul blog??? Per me se ce mettemo un intero book andrebbe ok!
    Baci

    "Mi piace"

  9. Vita, liberta, realta, fortuna, volonta, forza, colpa, paura, idea, voglia, coscienza, anima, amicizia, speranza, problema, esperienza, donna, poesia, fantasia, follia, favola, magia, musica …è….LUI.
    Amore, bene ,male, speranze, sorte, fragile , mente, pelle, notte, stelle, luce, gente, cuore , grande…è…LUI.
    Mondo, tempo, giorno, futuro, vero, uomo, fratello, figlio, amico, dio, cielo, sogno, segreto, sguardo, mano, sesso, strano, assoluto, talento…..ZERO….Renato……..io dal fondo del mio rifugio parigino, giorno dopo giorno…..TI AMO.

    "Mi piace"

  10. Dai Debby non preoccuparti:siamo affezionati al blog anche se non è supermultimediale e poi hai creato grandi cose: foto, video, chat, album dello zerocondominio…che altro possiamo volere di più? 😆

    "Mi piace"

  11. Tesorino l’idea è favolosa, MAGARI!! Mi piacerebbe tantissimo…ma su questa piattaforma è già tanto che si possono inserire le foto! 😦

    "Mi piace"

  12. Pensieroconsiglioindicazione intrinsecato…. ah ah ah per bimba:
    dovresti inserire in apertura del blog una immagine di Renato, solo il viso (Magari prendi il primo piano splendido direi del servizio fotografico in b/n di come mi vorresti), che canta in apertura blog: …tu ti prego parlami che questa vita senza battiti non è mai stata la mia… Però mi sa che per il blog nun se po fa sta cosa vero stellina? Poretta sotto le fatiche!!!
    Che ne dite votate fratelli con me per questa zerofollia? Baci a tutti.

    "Mi piace"

  13. Un grande complimento a Vanessa per il suo italiano, molto bello il commento di Pierluigi e comunque ha ragione Jonathan: qui c’è un’atmosfera bellissima, magica ed è impossibile ormai non venire sul blog, leggere e scrivere i vari commenti…Un bacione a tutti 😀

    "Mi piace"

  14. Grazie mille Roberto…molto gentile. Ho il cd Prometeo ma Accade non l’avevo mai sentita da lì…bellissimo poterlo sentire, con alla fine i sorcini che gli cantanto Tanti auguri…!!!
    Un saluto a Claudia, spero che presto potremo incontrarci sotto un palco zeresco…
    Jhonatan sono felice se rimani con noi…mi ricordi me quando scoprii questo splendido blog. Se rimani non te ne pentirai, vedrai…

    "Mi piace"

  15. E poi…VI ritrovo quì…fantastico il mio arrivo sul Blog oggi (un pò in ritardo)…
    Prima di tutto voglio complimentarmi con Vanessa, ma tu scrivi BENISSIMO!! Non ho dovuto correggere quasi nulla ma hai studiato italiano? Un bacio grande!
    E per rimanere in Francia un saluto alla mia Ghis ma che bello sapere che ascolti Magari e pensi a me…che vi ho combinato con questa canzone??? MAGARI=DEBBY :mrgreen:
    Grazie anche a Pierluigi per la sua testimonianza Zerofolle e un abbraccio a Roberto…già caro questo Post sta riscuotendo un gran successo! 😉
    Un grande saluto a Jonathan sono felice che sei entrato a far parte della nostra famiglia…eh si fai attenzione perche si dice che questo Blog-Zerocondominio sia una specie di droga!! 😉
    Baci a tutti!

    "Mi piace"

  16. Che bello questo viaggio tra le canzoni di Renato…quante emozioni leggendo i vostri, nostri commenti. C’è tutto quello che questo immenso artista ci ha donato in tutti questi anni e che noi stiamo provando a racchiudere nello spazio di 15 canzoni (non ce ne vogliano le altre 300!)
    e leggendo i commenti mi pare con ottimi risultati…davvero un bel post Debby…grande! E se mi permetti volevo aggiungere per Giovanni che il discorso live a cui si riferisce lo può trovare anche su “Prometeo” alla fine di “Accade”. Buona giornata a tutti!!!

    "Mi piace"

  17. E allora mi accingo anch’io in questo excursus zerofolle, alla ricerca delle 15 canzoni da regalare a chi, suo malgrado, non conosce Zerolandia. Ecco ad ognuna di queste persone, che ogni volta incontro e spero di incontrare, vorrei regalare questo cd che chiamerei “Zero, l’Angelo e il Diavolo”.
    E poi lo capiranno PERCHE’ è una Fortuna averlo con me.
    E vai:
    IL TRIANGOLO (la versione live di Icaro mi esalta): perché anche se l’indirizzo non ce l’aveva mi ha rintracciato lo stesso e mi ha portato con lui per tutta la vita… e sì anch’io mi aspettavo un rapporto un po’ più normale, ma questo non mi lascia più. Dopo aver visto che maschio era, mi sono accorto che nonostante volessi incontrarlo da solo, eravamo in tanti e allora il Triangolo sì…
    MORIRE QUI: perché questa canzone-marcia è la potenza fatta esplodere su un pentagramma, perché ballo, ballo e ballo e se è vero che sono ribelle nel ritmo strepitoso delle sue note non mi fa piegare mai.
    SOGNI DI LATTA: perché spesso si ferma con me a disegnare il sole dell’amore, le stagioni della vita, il vento dell’amicizia… Renato non sei un satellite ma la stella mia!!!
    LA RETE D’ORO: perché mi ha pescato, dolce preda, nella rete fitta e avvolgente di quell’azzurro complice della sua musica che non tradisce mai.
    GRAZIE A TE: perché non smetterò mai di farlo che già bambino cercavo di lui… grazie a te per tutte le volte che mi confondo con te, per le poesie più belle che sai, per quando non mi lascerai. Di questa follia io mi nutro comunque sia…
    LA STAZIONE: perché ogni volta mi ha accompagnato nella mia vita spesso pendolare, tra un binario ed una pensilina, era con me, lui e la notte che con la mano accarezzava la nostra fantasia. E fischiettavo anch’io… e andavo su è giù per l’Italia verso una vittoria in questo o in quello stadio, verso la ricerca dell’amore quello giusto o verso l’amico quello vero… e la gente dentro di se voleva essere me.
    CHIEDI DI PIU’: perché per curiosità lo segui, anche se non era il migliore, pensai, mi può insegnare l’amore; poi su questo mi ha fatto ricredere, perché mi disse sono felice se ce la farai, allarga le braccia a chi ti cercherà, a chi di questo amore ha fame come te. È diventato il migliore perché ha chiesto di più…
    SVEGLIATI: perché è rimasto sveglio accanto a me in tutti i momenti sonnolenti della vita… apri gli occhi, apriti all’amore, fai sentire che esisti, mi cantava. Mi svegliai e gli dissi che credevo in lui e ancora oggi insieme riscopriamo le stelle, con un solo Dio e una sola bandiera.
    RESISTI: perché ne ho avuti di momenti tristi, ne ho avute allettanti promesse, perché mi sono lasciato andare così, ma poi questo qui vicino, mi cantava resisti, resisti… torna a giocare all’amore e con l’amore a difenderti. C’ho tentato e continuo a resistere, grazie alla vita e grazie a Renato.
    LA GENTE COME NOI: perché non se ne trova tanto facilmente di gente come noi… questa è la sua gente e mi disse che ne faccio parte anch’io, mi disse che è davvero grande, che sa d’eternità. Mi portò con lui, e lo fa ancora, ogni volta a farmela conoscere, ora in un teatro, ora in una piazza, ora in uno stadio. E allora cominciai a stupirmi di lui e della sua gente, con loro divisi anche i dispiaceri, non dissi ma di no. Non sarò da solo mai.
    HO DATO: perché mi ha dato tanto, senza risparmiarsi mi ha dato… e mi ha insegnato che, fondamentalmente, che faccio se non mi regalo anch’io. Così mi donò questo suo esame di coscienza e me lo regalò ad alta voce, anzi me lo cominciò a cantare, poi mi diede, questa volta lui, il suo indirizzo… da quella volta siamo coinquilini. E con la stessa volontà, intensità, amore contraccambio per la vita.
    LEZIONE DI VITA: perché la canta, la esalta e mi fa innamorare di lei. La speranza non finirà se quel miracolo si replicherà. E spesso mi ha insegnato, sempre canticchiandomelo, che resta la più bella lezione, che non si abortisce perché per ogni nuova vita l’umanità ritorna a scuola.
    PIU’ INSIEME: perché se lo facciamo niente ci farà cambiare più idea… a stare con lui mi accorsi che sentivo più spinta, più entusiasmo, più energia; gli dissi di sì e siamo ancora così…
    L’ESEMPIO: perché è un’anima grande e me lo dimostrò regalando questo sublime testo a me che sono tra la sua gente. Mi ha anche rassicurato che mi amerà ancora, che ci sarà comunque e avermi accanto a lui è un premio. Anch’io oggi vorrei violare i tuoi silenzi… Maledetti giorni di malinconia.
    IL MAESTRO: perché è Renato Zero, perché il suo testamento lo ha scritto per me, perché nessuno può comprendermi di più, perché non mi lascerà senz’alibi. E mentre il segno sulla scena lui lo ha lasciato, io vivo silenziosa scia. Sì, Renato mi hai premiato, un applauso a tutti noi…

    Che magia la sua Musica, che sublime la sua Arte.
    Quanto siamo grandi…
    A presto

    "Mi piace"

  18. E’ incredibile come da quando ho scoperto questo blog non riesca a smettere di leggere tutti i commenti, anzi, li aspetto impaziente.
    Direi che si radunano qui molti zerofolli e ne sono entusiasta, vivere e immergersi nelle parole di Giovanni o Marco o di tutti gli altri è stupendo… Ritrovo la mia zerofollia in tutta Italia, perchè Renato è Roma, ma ha la capacità di Catturare il Sogno di tutti noi…anche oltre i cnfini nazionali, come con Ghis…
    Grazie debby per aver creato questo spazio, penso proprio di restare qui, mi piace l’ atmosfera, complimenti!!
    Un saluto a tutti 🙂

    "Mi piace"

  19. Eh! Marco hai pienamente ragione c’è stato un re di Francia nominato LE SAGE ( Charles Le Sage 1364-1380) . Ma noi abbiamo il nostro Menestrello Louis Le Sage 😉
    Buona giornata a tutti.

    "Mi piace"

  20. Che sollievo, ho finito e non era un affare da poco!
    Per me, Renato rappresenta tante cose. E’ difficile scrivere quello che provo per lui. Ogni giorno ascolto la sua musica o guardo un video. Sarei voluta nascere prima per seguirlo dall’inizio della sua carriera. Attraverso i vostri commenti, sento che lui vi arricchisce, vi ha fatto crescere ed aiutato ad affrontare questo mondo. L’album che mi piace di piu, a dire il vero, mi piacciono 2 album: IL DONO e SULLE TRACCE DELL’IMPERFETTO. Nel primo, penso che ci sono le “facette diverse” di Renato. Il Renato tenero, romantico con Mentre aspetto che ritorni. Il Renato spirituale e religioso con Immi Ruah e La vita è un dono. Il Renato ironico con Fai da te. Il Renato poeta e sensibile con D’Aria e di musica. Ma anche il Renato che parla di politica e dei media con Radio o non radio e Stai bene li. Il secondo, lo amo semplicemente. Era difficile scegliere 15 brani e soprattutto non citare le mie canzoni favorite. Ecco qui i 15 canzoni (sono quasi i brani che ho fatto ascoltare a mia madre la prima volta):
    1- La favola mia: questa canzone ti fa capire che non sono solo poesie le canzoni di Renato ma sono pezzi di lui. Dimostra che è un uomo “normale”
    2- Il triangolo: la rivolta, la provocazione, il sesso, l’ambiguità. Canzone fondamentale
    3- Cercami: il messaggio, se vuoi bene ad una persona, la devi cercare e la trovi!
    4- Figlio: Renato il papà. Nulla è impossibile come lui diceva, ha sfidato il destino e se ha “creato” una famiglia sua è perché ciascuno necessita di una famiglia. Dobbiamo lasciare una traccia
    5- Amico: la più bella canzone di amicizia scritta. Prende il suo significato quando è cantata in duetto
    6- Nei giardini che nessuno sa: tutta l’umanità e sensibilità di Renato. Dobbiamo tenere gli occhi aperti e aiutare il suo prossimo
    7- I migliori anni della nostra vita: una dichiarazione d’amore verso il pubblico. Una grande emozione
    8- La gente come noi: il mondo di Renato aperto a ciascuno. La gente come lui non muore mai!
    9- Vivo: il suo leitmotiv. Avrebbe potuto morire ma ha sopravvissuto. Vive semplicemente “il mio alibi è che vivo”
    10- La vie: se voglio fare conoscere Renato ai miei compatrioti, sono obbligata a sceglierla. Il titolo basta a lui stesso, facciamo delle scelte che sentiamo o no. Renato unisce 2 culture (senza dimenticare la sua). Ai francesi piacciono i cantanti stranieri. Chi potrebbe resistire al suo accento e all’ultima frase “JE T’ADORE”
    11- Che bella libertà: libertà d’amare, libertà di espressione. L’uomo si sente bene solo se è libero
    12- Potrebbe essere Dio: Dio è in ognuno di noi. Ma non deve essere una scusa o un pretesto ai nostri atti
    13- Ostinato amore: “io ti difenderò, a nutrirti sarò io, tu sopravviverai disperato amore mio, ce la farai, tu esisterai con me”. Chi non ha sognato di sentirsi dire queste parole
    14- Magari: questa parola rappresenta l’amore. L’amore è incerto. Tanta poesia in una canzone e che impegno quando la canta Renato (Debby, comprendo la tua rabbia e la tua delusione quando l’ha cantata Gino Paoli. E’ una canzone propria al nostro Renato. Solo lui sa interpretarla)
    15- Il cielo: Renato è come il cielo. Bello, grande, infinito e pieno di speranza. Sembra cosi vicino quando tendiamo la mano e nello stesso tempo cosi irraggiungibile. Quando siamo perduit, guardiamo al cielo, lo interroghiamo mentre speriamo di trovare una risposta. E la stessa cosa con Renato, ogni canzone è un rimedio. Ci troviamo una soluzione, un consiglio, un conforto. Renato è la stella piu brillante in questo cielo.
    Grazie Debby per questo meraviglioso post. Il mio commento è un pò lungo ma non è facile fermarsi quando si tratta di Renato. Ti lascio la responsabilità di correggere i miei errori.
    Renato, grazie di esistere, ci regali sempre delle emozioni, aspettiamo il tuo ritorno. FAI PRESTO!!!
    Buona notte a tutti…vado a guardare FIGLI DEL SOGNO prima di andare a letto….
    P.S.: Vorrei rispondere a Gioia. Sfortunatamente, Renato non è famoso in Francia. Siamo in pochi ma gli vogliamo tanto bene! Come dice Ghis, magari un giorno canterà all’Olympia!

    "Mi piace"

  21. Caro Giovanni, l’entusiasmo spontaneo e genuino che emerge dai tuoi commenti è davvero qualcosa di molto bello….mi auguro che quanto prima tu possa vedere una esibizione live del nostro Renatino…..ovviamente lo attendiamo tutti noi, ma l’emozione che si vive nell’attesa di un primo concerto è qualcosa di unico e magico. Io ricordo ancora tutto di quella sera e quando rivedo ZEROPERA in vhs è sempre la stessa emozione.
    Avete ragione nel dire che a volte nello scrivere si ha la paura di tralasciare qualcosa, però al tempo stesso tutte le nostre emozioni vengono fuori ed è questa la cosa più importante, qua mi sento a casa, e qua abbiamo la possibilità di dire quello che pensiamo in maniera nostra. Ed è tantissimo questo.
    Alcuni fans o presunti tali hanno solo un interesse materiale e oserei dire anche morboso nei confronti di Renato, ma NOI NO!! Noi voliamo più su…… Noi cogliamo l’aspetto più “maturo”. Per quanto mi riguarda quello che mi lega a Renato poi è la stima per quello che ha saputo fare, per quello che ha saputo essere lottando fino in fondo, conquistandomi completamente…”Arrendermi mai, io non posso arrendermi….” Vecchie parole ma sempre valide e che omai ho fatto mie. Anche se si è definito “Imperfetto” in questa sua imperfezione si staglia la perfezione di essere semplicemente Renato, un grande equilibrista, un amico, un uomo che lotta con le sue canzoni, senza compromessi e falsità. Siamo un po’ tutti cresciuti con lui e continuerò a farlo perché con lui non finiremo mai di imparare e maturare e la sua genialità riuscirà ancora a stupirci.
    Ps. Ghis, ci zerotrasportiamo tutti a Paris se Renato cantasse all’Olympia!!!
    Vi auguro la buona notte…..e intanto il sogno continua post dopo post…amicizia dopo amicizia, amore dopo amore…..

    "Mi piace"

  22. Si, si molto contenta…ovvio senza di voi non avrebbe senso 😉
    Baci a tutti gli ultimi che hanno scritto e un super zerobacio a Giovanni che mi da tanta soddisfazione!

    "Mi piace"

  23. Mamma mia amici, quante belle parole leggo nei commenti vostri di oggi. Chissà se percepite i passi dei sentieri della amicizia che stiamo compiendo nel tempo. Giovanni rileggendo i post passati sicuramente potrà confrontare chi c’era ed è rimasto, com’era e come siamo… 😉 Sei contenta Debby? Guarda che l’hai fatto tu, eh? Il resto però l’abbiamo fatto noi 😉 Ila troppo forte, che risate il multisaggio ah ah ah. Luis Le Sage poi sembra il nome di un nobile marchese dell’antichità, un alchimista dell’A&A. Ila ma TI RENDI CONTO CHE TI HA CORRETTO???!!! Non si smentisce mai. Peccato che non possiamo mettere caratteri arabi o russi perché altrimenti… mi sfogherei proprio ma ci sarebbe bisogno di sorcioarabi e sorciorussi per tradurre il termine. Allora dai portiamo la zerofollia ancora più in là… A Parigi ci siamo arrivati… Gioia un abbraccio anche per te. Buona notte amici.

    "Mi piace"

  24. Grazie Ila un abbraccio per te.
    Giovanni devo anch’io farti i complimenti , mi sarebbe piaciuto fare commenti come i tuoi , alla tua età , sei pertinente.
    Gioia grazie anche a te . Ti devo dire che Renato non è conosciuto dai francesi , e penso che sono una specie di rarità , una Zeroparigina unica ah!ah!ah! Un sogno : vedere Renato cantare al famoso Olympia a Parigi.
    Baci a tutti , alle amiche della sera, au SAGE, a Don Chisciotte e alla nostra cara amministratrice.

    "Mi piace"

  25. eh cara debby meritano tutti…nei momenti di pausa dallo studio è uno dei miei passatempi preferiti :-p…vedervi confrontare su tante canzoni, tanti argomenti e soprattutto leggere le emozioni dei concerti, scoprire tanti condomini che non scrivono più, leggere le opinioni delle persone che invece scrivono ancora tanto e che conosco….bello bello bello.
    Grazie per l’informazione allora…cercherò di comprare al più presto questo dvd per poter godere di quella serata e di una frase che solo a leggerla mette davvero i brividi, figurarsi a sentirla: il suo testamento futuro. Quando non ci sarà fisicamente, sarà con noi non solo quando alzeremo i pugni per gridare basta. un bacio.

    "Mi piace"

  26. Caro Giovanni,
    quella commovente frase è il finale del brano “Giorni” cantata durante il concerto in cui festeggiava i suoi 40 anni, uscito in VHS all’epoca per l’appunto intitolato Zero40 LIVE e tra l’altro la Produzione di allora oggi ce lo ripropone in DVD titolo sempre: ZERO40 LIVE 😉
    Bello mio ti leggi tutti i Post Smack!

    "Mi piace"

  27. Uu ho dimenticato di chiederti una cosa debby…per caso sai dove o come posso trovare il disorso live di Renato che termina con la celebre frase “io forse non ci sarò fisicamente, ma tutte le volte che alzerete un pugno per dire basta, sarò lì”…? Su un tuo vecchio post ho letto che disse queste parole prima di cantare Giorni in un concerto per i suoi 40 anni, ma non ho trovato niente. thanks 😉

    "Mi piace"

  28. Leggo commenti bellissimi da parte di tutti voi. Davvero un post ben riuscito e ben pensato, un regalo che hai fatto a tutti noi, debby, e che tutti noi ci stiamo facendo reciprocamente. Ognuno usa un modo personale per elencare le sue 15 songs, ognuno cerca davvero di spiegare il SUO Renato, come volevi tu.
    Un saluto a maria: molto interessante la tua top 15, ottime scelte!!! Il commento di marco l’ho letto tutto d’un fiato senza sapere che fosse il suo, avendo letto solo lo pseudonimo cervantesiano all’inizio. Mi ha emozionato.
    Un grazie alle dolci claudia e gioia…
    Luigi, sono sempre piacevoli le tue citazioni di parole di Renato e non solo di Renato…perchè i suoi pensieri, la sua anima, i suoi messaggi non hanno vissuto solo nella musica, ed è giusto omaggiare anche le sue parole senza note.
    Ragazzi, sono toccanti tutte le vostre parole su Amico…quanto è grande sta canzone…!
    Ghis, bellissimo commento…ne me quitte pas.

    "Mi piace"

  29. Anch’io faccio i complimenti a Ghis!!
    Sei superpreparata, ti sei immersa nella zerofollia con competenza e bravura, riesci a cogliere sfumature e sottigliezze!!
    Ma quanto è famoso il nostro Renatino a Parigi (o in Francia in genere)??
    Vorrei sapere se tu sei un’eccezione o se le sue canzoni sono abbastanza popolari anche nel tuo paese.
    Bacioni, a presto!!

    "Mi piace"

  30. Ghis un grande applauso da parte mia per il tuo commento, ti ammiro tantissimo perchè scrivere un commento del genere in italiano non è affatto semplice e riesci sempre ad esprimerti in maniera fantastica, bravissima.Ciao 😆

    "Mi piace"

  31. Finalmente!!! mi sono laureata in Italiano-Zeresco 😉
    e sono tranquilla 😎 sul fatto di snaturare il mio commento , il Respectus fa parte del tuo blog.
    A tra poco.
    Non , rien de rien , non , je ne regrette rien………………

    "Mi piace"

  32. Eh sì caro Luigi, tu sei il saggio, the wiseman, e visto che ci siamo te lo scrivo anche in tedesco e spagnolo…der Weise e el Sabio…per il francese meglio rivolgersi a Ghis…:P

    "Mi piace"

  33. Questi commenti che sto leggendo da un paio di giorni mi scaldano il cuore davvero. Ci sono tanti pensieri in cui mi ritrovo, vedo scorrere tutte queste canzoni e ciascuna rappresenta un pezzo di Renato ma non solo….. riafforano ricordi legati ai concerti, ad amici incontrati e altri persi, particolari momenti della mia vita, storie finite, tanti fotogrammi uno dietro l’altro e mi rendo conto che Renato ci ha davvero cantato la vita cogliendone tutte le sfumature anche le più piccole….
    Ps Il nostro saggio non si smentisce mai…..ma complimenti a tutti.
    Saluti

    "Mi piace"

  34. Un applauso alla mia dolce francesina Ghis! Ho corretto pochissimo perche hai scritto bene e poi modificare troppo un commento vorrebbe dire snaturarlo e tu sei una perfetta Zerofolle così come sei! BRAVA! BACI
    Smack anche a te Gioia! 😉

    "Mi piace"

  35. Amci carissimi, sorciotopi zeropazzi, ho riletto i vostri, i nostri commenti che voglio chiamare “dichiarazioni d’amore”.
    A me sembrano tali perchè ognuno di noi ha tentato di esprimersi come meglio ha potuto, di confidarsi e soprattutto di urlare “TI AMO” a Renato.
    Tu, caro Marco, ci hai compreso davvero a fondo, hai colto le nostre timidezze, il nostro voler dire e non dire, il nostro nasconderci dietro le parole perchè se è vero che mettere a nudo i sentimenti è dura è altrettanto vero che riesce meglio se lo si fa tra amici come voi perchè così la complicità rafforza e le paure svaniscono.
    Figaro, affacciati quaggiù, dai un’occhiata a queste nostre poesie e rallegrati di avere un amico che si chiama Don Chisciotte!
    Baci a tutti voi (SMACKKONE a Debbina!)

    "Mi piace"

  36. Che prova !!! una scaletta di 15 canzoni per un Concerto che possiamo intitolare: ” Alla scoperta di Renato ZERO”.
    15 canzoni, sono a volte poco e….troppo…..ma fra tutte dobbiamo arrivare a una scelta, comunque !!!
    Allora andiamo…………..approfittiamo di questa bellissima opportunità.
    “E nonostante tutto resto io, io che ancora credo , ancora spero io, io mendicante steso al sole, sacco di stracci senza parole, non credo a dio se c’è, se c’è ha pietà di me….VIVO sul mio viso il tempo ambiguo, lascia segni di chi è nato già da un’eternità, finchè avro un respiro vivrò”. Un testo sintesi dell’ artista e dell’ uomo , la sua filosofia già determinata nei primi tempi della sua carriera, espressa con parole, con termini chiari.Grande umanità nella riferenza a Dio, aiuto sereno per tutti e nel credo nella vita come un prezioso bene al quale nessuno deve mai rinunciare.
    “Mentre ti guardo io non so più , dove finisco io e cominci tu , il sogno , la realtà….INVENTI la poesia”. Una poesia come tante tante altre canzoni di Renato , che parla di poesia, d’amore , di fantasia…….e chi lo sa forse è questo in realtà la vita…
    Il RZ anticonformista, che usa delle provocazioni ironiche. Ritmo, voglia di ballare, canzone da vedere in concerto. Canzone da sempre : MI VENDO /TRIANGOLO. Renato mette in vendita effluvio che restano presente nella nostra mente “desideri e speranze in confezione spray” e esprime il desiderio , la passione nel modo “triangolare”.
    “Niente trucco per me , via le luci stasera, che a guardarti negli occhi , sia la faccia mia vera, niente trucco per me , perche tu creda ancora , che quest’ uomo sia un uomo, non la tua bestia rara..” NIENTE TRUCCO STASERA , un momento esistenziale particolare, vediamo ora l’uomo , che ha il corraggio di fare vedere il suo vero viso. Un messaggio Ad imo pectore.
    PROFUMI BALOCCHI E MARITOZZI , per il RZ satirico e per l’interpretazione comica , da vedere, che mi fa pensare alla Commedia dell’ arte per il burlesco.
    “Se è vero che sotto quel tendone blu…sei cresciuto e sei adesso un uomo tu e allora …GIORNI , grazie a quei giorni…se mai siamo stati vicini, anche noi…” l’epoca del tendone, l’impossibilità di continuare a offrire Zerolandia al suo pubblico, ma anche la volontà di crederci ancora , di continuare insieme.
    ” Amerò la gente come me , che ogni volta cambia pelle. Mi scelsi un abito, provai ad essere diverso , PER NON ESSERE COSI…” Una riflessione su se stesso , malinconia e pensieri ” dio come sono ridicolo quando tento di piacere”.
    Tossicodipendenza e i suoi danni….noia, sconfitta, disagio , bisogno di fuggire dalla realtà , ma è solamente un’ illusione ” Bianca la dea degli sconfitti…..uomini a metà…” state attenti a L’ALTRA BIANCA.
    Passione per gli esordi “Amo le mie prime note, trucchi e altre magie, quelle notti spese nelle trattorie, amo quelle mie paure, il primo ostacolo mio, la voglia di stupire…” che portano alla continuazione della strada ” Amo il tempo che verrà se anche lui un artistà sarà…” la condizione degli ARTISTI e la loro grande sensibilità.
    I sentimenti puri che fanno andare verso il cielo , verso il blu. Una dedica dei suoi messaggi forti , a ognuno , a ciascuno : PIU SU.
    “Penso che ogni giorno è come una pesca miracolosa e che è bello pescare sospesi su di una soffice nuvola rosa …” Una delle piu belle canzoni di RZ , che fa più bene sentire, le immense capacità della sua voce. La vita è un miracolo e I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA sono quelli che stiamo vivendo.
    ” FORTUNA io ci credevo e mentre nascevo io stavo morendo, ma non mi arrendevo. Fortuna fu una pazzia, sicuro, sicuro, io resterò ancora in piedi…lo giuro ..”Amori sfortunati …………….che vivono a lungo nella nostra mente per rimanere in piedi , a ogni costo …………..Resisti.
    “Convinto che il mio mondo fosse là…senza dolore senza falsità…….che mi manchi davvero vita mia , le mie radici , la mia coscienza , A BRACCIA APERTE, rincontrarti è un piacere , Libertà…” Un immenso respiro , una grande gioia , piu che mai un cambio con gli altri.
    Una canzone piu intima, dedicata al padre ( come Rose lo era alla madre) “Sono qui e il mondo è fuori , te lo devo sono qui ” ma anche immagine di se stesso ” folle nell’ inseguire una carriera” – “ma che figlio bizzarro che hai”……..e in fine perche Renato ZERO E’ ANIMA GRANDE.
    Debby , non è stata una prova ma UN REGALO , ma ora tocca a te lavorare per correggermi ah!ah!ah! Mille BACI per te . Un abbraccio per tutti. La Zeroparigina.

    "Mi piace"

  37. L’album che rappresenta il mio Renato è “Cattura”, se penso a Renato penso a quest’ album perchè è quello che mi ha “catturato” ed è l’album che mi ha fatto capire chi è veramente l’artista e l’uomo Renato Zero…prima lo conoscevo solo per le canzoni più famose: I migliori anni della nostra vita, mi vendo, il triangolo….ma dopo aver sentito cattura ho scoperto che c’era un mondo immenso relativo a Renato. Non è il mio album preferito, anche se mi piace tantissimo, ma è l’album che consiglierei di ascoltare ad una persona che non conosce molto bene Renato e vuole avvicinarsi a lui; proprio come è successo a me!!Canzoni come “a braccia aperte”, “come mi vorresti”, “figlio”, “magari” racchiudono la sensibilità e la dolcezza di un uomo che sa capire le sensazioni e tutto ciò che c’è in ognuno di noi…quante volte si ascolta una sua canzone e si pensa”è vero, è proprio così, ha ragione Renato, sembra stia parlando proprio a me”….. E impariamo a sperare un po’ di più,a camminare, a sognare insieme….già percorriamo la nostra vita, raggiungiamo i nostri sogni insieme a lui…

    "Mi piace"

  38. ATTENZIONE: Il Ritorno del Saggio!!
    Ti saresti dimenticato la giustificazione a casa ma vabbè….
    Dunque dunque prevedo il continuo…
    Ci si rivede alla prossima puntata Saggio! 😉

    "Mi piace"

  39. “Ma che giorno è…
    Quanti anni ho…
    Sono sveglio, oppure no ?!
    Questa faccia, qui…
    Questo corpo, mio…
    Ma è sicuro, che sia, io!?
    Io, voglio un identikit!
    Carta e matita, presto!
    Io sono qui…
    Qui! …. voglio un identikit!
    Presto, o la mia immagine,
    si perderà così…”
    Aveva cercato anche Lui anni fa di identificarsi. Desiderio legittimo di ciascuno: di individuare lineamenti, espressioni e carattere. Chi sono? Ed il desiderio era rimasto in sospeso: come le facce confuse in bianco e nero di una copertina, con cenni di rosso. Oggi tocca a noi pensare a Lui: e, come più volte detto, il compito è arduo nel non dover confondere quanto più sentiamo vicino in questo particolare momento con quello che pensiamo di Lui più rappresentativo.
    Ma è un esercizio d’Amore.
    …. Le 15 canzoni che Lo rappresentano maggiormente: questo dobbiamo cercare. Qualcosa che dia l’immagine di Lui, dei Suoi gesti, dei Suoi movimenti, del Suo coraggio, e cuore.
    Un brivido. Mi vengono in mente delle parole: “amerò la gente come me, che ogni volta cambia pelle …..”: questo è il Suo Essere. È divenire: come si trovano 15 canzoni?
    E se devono descriverLo … chi E’ Lui?
    Ricordo le parole di qualcuno, tanti tempo fa negli anni settanta (ero appena nato …), a precederne la musica:
    “Quando l’originalità, diciamo pure eccentricità, è talento, allora diventa alternativa, quando qualcuno è stato, come scrive in un Suo pezzo, per venti anni chiuso in un barattolo, venti anni Suoi, della Sua vita, e trenta mila secoli della nostra, come razza umana, in un barattolo di conformismo della cosiddetta civiltà, si stanca, rompe il barattolo, e decide di vivere come vuole, come E’. Una verità che manca a quasi tutto il genere umano: nessuno ha il coraggio di essere in fondo quello che E’. Ha il coraggio qualche artista, qualche raro artista, che sa vivere la Sua arte, la Sua poesia, la Sua musica …… “ I primi vagiti di chi esce dal guscio.
    Lui è come il profumo. I suoi 15 ingredienti, anche se ben descritti, o letti, non basterebbero a renderNe l’idea. Non acquistiamo un profumo per l’etichetta. Un buon profumo va provato. Addosso. Va annusato sulla pelle: è buono sul vivo, sull’epidermide che traspira, non su una carta morta. Un buon profumo è nell’aria, e la riempie. Per questo ho pensato che queste 15 canzoni dovessero essere scelte tra alcune di quelle vissute e da Lui interpretate ai concerti. Lui è parola e teatro, musica e danza, nota e ballo. Lui è lì sul palco, e se queste 15 tappe devono descriverLo, saranno lì sul legno con Lui. Ho un’amica che si occupa di pubblicità e a tempo perso scrive articoli su un famoso mensile di costume. Voleva scrivere una serie di articoli sui cantautori italiani e mi ha chiesto un cd di Sue canzoni, così per conoscerLo. Le ho regalato un biglietto per Zeromovimento. Poco dopo lei ha comprato Renatissimo.
    E rileggo quello che Lui stesso ha scritto recentemente, nei futurissimi anni duemila:
    “ … e se effettivamente questa traversata ci ha resi migliori, godetevi il vostro entusiasmo, di cui queste opere trasudano. Magari rideteci un po’ su. Ma ricordate una cosa importante, con me non siete mai stati spettatori, ma protagonisti.”
    Quanto tempo è passato tra quelle parole, tempo fa, e questi Suoi pensieri recenti. Lui è ancora qui, ed in mezzo le nostre 15 tappe di questa traversata.
    Lui è osare. È colori. E’ trasgressione. È amore. È sincerità. È fede. È cambiamento. È riscatto. È tenacia. È presenza. È possibilità. È una lacrima. È padre. È figlio.
    Lui è Amico: grazie Renato per aver dato musica a quest’ultimo brivido e sentimento che è l’Amico, dato dignità a “io e te”, al “noi due”, e forza a questo stesso respiro. E per aver perseguito e cantato questo battito sempre ad ogni passo, con la tenacia nel credere che, magari ben nascosto sotto sotto da qualche parte, in qualche posto lontano magari in un “altro sistema solare”, questo essere bistrattato che è l’Amico, potesse ancora sopravvivere: un pensiero in attesa di un altro pensiero. Dando almeno sollievo e pianto, a chi, con questo Tuo stesso battito, ci vive. Ahimè.
    Zero 0 Paleobarattolo
    Zero 1 Qualcuno mi renda l’anima
    Zero 2 Triangolo
    Zero 3 Mi vendo
    Zero 4 Amico
    Zero 5 Motel
    Zero 6 Potrebbe essere Dio
    Zero 7 E io ti seguirò
    Zero 8 Padre nostro
    Zero 9 La facciata
    Zero 0 Resisti
    Zero 1 Per non essere così
    Zero 2 Nei giardini che nessuno sa
    Zero 3 La pace sia con te
    Zero 4 Magari
    Zero 5 ….. la prossima

    "Mi piace"

  40. Anto che dire….so che non avevi tempo ma eccoti quì! Sei fantastica!! Anche con te condivido L’Imperfetto…eh certe complicità si avvertono…UN BACIO!!

    "Mi piace"

  41. Ciao Debby ciao a tutti i meravigliosi amici che popolano il blog. Ho letto solo alcuni commenti e li trovo veramente stupendi. Non è facile scegliere 15 canzoni. Il cd che sto ascoltando adesso mentre vengo al lavoro è L’IMPERFETTO che racchiude una delle più belle canzoni (a parer mio) che è
    NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA – ti darei gli occhi miei per vedere ciò che non vedi, l’energia l’allegria…………
    BELLA GIOVENTU’ …….Bella gioventù Che si butta via..Che non basta mai…Bella gioventù …Tra illusioni e guai
    CHI..Chi ti offende, chi ti confonde, chi ti usa e poi ti vende.
    Che vuoi farci, gli rimane assai difficile rispettarci.
    Poi vorrei citare anche
    PER NON ESSERE COSì-Mi scelsi un abito… Provai ad essere diverso…
    Per non essere così! Dio! Come sono, ridicolo… Quando tento di piacere!
    ARRENDERMI MAI…Arrendermi… mai! Io non voglio arrendermi…
    Non sarò mai un atomo…Senza volontà! Ritroverò un’altra volta l’amore,
    il dolore, la pietà, la speranza, la mia età!
    MARCIAPIEDI…Lì Bambino imparerai A camminare, Scopri il sesso dietro un muro O sulle scale…E’ peccato o lo confondi, Se sia giusto farlo o no
    Ti domandi…
    IL JOLLY….Ecco qui, il Jolly è stanco E non tiene banco e forse piangerà
    Non sarà lo stesso Jolly Che prendeva per i fondelli la realtà.
    MOTEL….Qui… Qui! Ci accorgiamo che ormai, C’è qualcosa di noi,
    Un motivo per vivere! Qui! Che m’importa se c’è, Solo un vecchio motel,
    Con le insegne già spente… Qui! Tu sei mia! Qui!!
    (quando sento questa canzone mi struggo…è stupenda sia nel testo che nella musica)
    UNA SEDIA A RUOTE….E le gambe non le sento, più! Avrei voglia di fuggire, da qui! Di trovare un posto, dove vivere e morire! Aiutami… Aiutami!
    I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA…Penso che è stupendo restare al buio abbracciati e muti,come pugili dopo un incontro. Come gli ultimi sopravvissuti.Forse un giorno scopriremo che non ci siamo mai (Pubblico) Perduti!E che tutta quella tristezza in realtà, non è mai esistita!
    (altra canzone a me molto cara…la trovo di una bellezza struggente)
    FIGLIO…cambierai da solo… cercherai il tuo cielo tenterai il tuo volo senza me io pregherò per te… soffrirò in silenzio quando tu cadrai
    NON CANCELLATE IL MIO MONDO.un posto pretendo nel mondo sbandati giorni miei mi consumerò fino in fondo finché non cambierai
    finché non capirai che tu sei comunque e sempre il mio mondo…
    LA GRANDE ASSENTE…Ho perso te potevi amarti di più ho perso te
    dovevi vincere tu…Sola così nel grande gioco dei no
    (in questa canzone si sente tutto il suo dolore per la perdita della sua grande amica Mia)
    LA RETE D’ORO..Io non sono ricco, un nome è tutto quello che ho,
    ma il mio corpo è forte e tu sei fiore…ti proteggerò!
    UN UOMO DA BRUCIARE…L’avrai… L’avrai…Con slancio e con amore,
    L’avrai… Ma tu non sai, il prezzo che dovrai pagare! Scappa! Fuggi! E salva qualche cosa in te! E non lasciarli fare… Non diventare, un uomo da bruciare!
    Bè Debby ho scelto le 15 canzoni, ma devo dire che è stata dura…..
    P.S. HAI VISTO CHE HO MANTENUTO LA PROMESSA?
    Baci a tutti
    Antonella
    A proposito….complimenti a Giovanni per il bellissimo commento e naturalmente al grande Marco (non me ne vogliano gli altri…..siete anche voi stupendi)

    "Mi piace"

  42. Buongiorno a tutti, sono a lavoro non ho molto tempo ma dico a te Marco che sono lusingato del fatto che i miei commenti riescono a toccarti perche i tuoi mi toccano ogni volta, già in quello di ieri pezzi di Debby di me e chissà di quanti altri. Post bellissimo denso di zerofollia! Saluti

    "Mi piace"

  43. Cara Grazia condivido TUTTO il tuo pensiero…cmq almeno tramite Renato stai cominciando a farli venire fuori questi sentimenti e se questo Blog nel suo piccolo ti è di aiuto io ne sono felice.
    Ora vorrei dire qualcosa anch’io…La mia passione per Renato è palese altrimenti non dedicherei gran parte del mio tempo a questo Blog, per me essere quì è come passare un pò di tempo insieme a lui, però mi rendo conto che a volte presa dalla gestione del Blog e dal rendere il più possibile chiaro un Post non riesco a riflettere e ad esprimere chiaramente ciò che sento nei confronti di questo GRANDE ARTISTA…ed ecco che come è accaduto ieri mi sono rivista nel BELLISSIMO commento di Marco, li rivedevo me stessa, scorrevano i miei pensieri, le mie sensazioni, le mie emozioni…quello che ho sempre pensato e capito di Renato, quello che dovrebbero provare un pò tutti nei suoi confronti ed invece ahimè i suoi fans spesso acciecati dal loro egoismo non sempre riescono a comprenderlo… infatti ogni tanto navigando sul web mi ritrovo a leggere critiche feroci, scontenti e attacchi che mi fanno tanto arrabbiare.
    Allora nel commento di Marco ho rivisto me stessa e il vero AMORE per Renato…e certo che i miei complimenti non sono dettati dal mio affetto per te altrimenti peccherei davvero di stupidità, per fortuna quando c’è stato qualcosa su cui farti riflettere o da non condividere ne abbiamo sempre parlato…ma quelle sono cose che quì non si sono viste…se un commento è oggettivamente bello (E IL TUO LO E’) lo dico senza problemi così come altre volte elogio Giovanni o altre persone, sono fatta così dico sempre quello che penso…allora posso tranquillamente dire che IO E TE LO STESSO PENSIERO…abbiamo in comune lo stesso Renato…
    Ora vorrei salutare Maria che adoro con i suoi commenti lei sa 😉 un saluto ad Ila a cui dico SI sono assolutamente fiera e soddisfatta di questi commenti…ho avuto la fortuna di radunare quì i migliori e VERI Zerofolli!!! A Federico…complimenti per le tue scelte hai preso alla lettera il Post sono sorpresa delle canzoni che hai inserito…a Cinzia un baciotto ma dicci anche il disco e le canzoni…
    Un abbraccio a tutti voi!

    "Mi piace"

  44. Debby scusa sono fuori tema, perciò decidi tu, non c’è problema
    Marco volevo solo dirti che la mia è ammirazione nei tuoi confronti per quello che metti a disposizione degli altri e lo condivido al 100% e credimi le mie intenzioni sono le stesse…penso che palesare i sentimenti e condivedere con gli altri sia prioritario solo che per quanto mi riguarda non sempre ci riesco ed infatti si è visto! anche se non passa giorno senza che io almeno provi a protendermi verso gli altri.
    Ora vi lascio, devo assolutamente lavorare
    Buona giornata, ciao.

    "Mi piace"

  45. Leggendo Grazia ho per sua citata volontà la possibilità di dire qui una cosa a Debby… tu hai capito tanto di una parte di me, quella affettiva, e chi i sentimenti se li protegge dal vilipendio altrui, così come le intime emozioni che portano il nome di Renato. Io no, nonostante le bastonate, non ci riesco e metto fuori sempre tutto, ed è così che poi tocco ad esempio Fede o Grazia, come essi toccano tra l’altro me, e non riesco a vedere in ciò qualcosa di male, mi dispiace, ho altri occhi… anzi è stupendo vedere che se dalla casa ho messo fuori un oggetto che a qualcuno piace, eh che lo cedo volentieri, meglio ancora se invece vuole condividerlo. Sai Fede in quella lettera, scritta di getto qui, come faccio sempre, contiene anche cose di me… ma poi scopro che contiene anche pezzi di Debby… No Debby, io lo so, so benissimo che il tuo affetto per me c’entra poco con gli apprezzamenti qui sul blog. Come dici tu, tu non sei solo questo, ma tanto altro ancora 😉 dove a volte ci raggiungiamo. Ma quella è un’altra storia, che non c’entra col blog, tu come Renato voli ad una quota più alta, come i nostri amici qui che come ci ricorda Ilaria sono il top.
    Grazie Grazia…

    "Mi piace"

  46. Prima di proseguire il mio commento di ieri sera vorrei solo dire a Marco che il suo post è strepitoso, pieno di verità ed emozionante…
    Il cd al quale sono molto legata è Cattura, perchè rappresenta per motivi miei personali il mio risveglio da un lungo periodo difficile, solamente per questo, certo ne metterei molti altri.
    Le 15 canzoni qui viene il bello, ci provo:
    La favola mia, vieni ti porto nella favola mia….ed inventa te stesso la musica mia e dimentichi il mondo con la sua follia….la magia dei suoi spettacoli, il suo modo di coinvolgerci ricordando che dietro la maschera c’è un uomo con la sua vita.
    Il Triangolo coinvolgente ed irriverente, il Renato dei primi anni colorato e unico….
    Sogni di latta con la sua musica spensierata è un invito alla salvezza attraverso le cose vere….dammi una stella che non sia solo un satellite, ma la stella mia…dipingi un sole se puoi (si che lo puoi).
    Periferia è una passeggiata intensa nei luoghi dove non è mai Natale, dove ogni piccolo passo è una grande conquista.
    Potrebbe essere Dio….nel tuo immenso io c’è Dio, un invito a cercare Dio dentro di noi, qui il Renato religioso, non clericale.
    Niente trucco stasera che a guardarti negli occhi sia la faccia mia vera…lui convinto che le sue canzoni sarebbero arrivate solo con l’aiuto del trucco…in un’intervista disse che di canzoni come la donna cannone ne nascono una ogni tot, per questo si aiutava con il trucco, in realtà io penso che molte sue canzoni valgano altrettanto.
    Spiagge…fotografia perfetta del titolo, leggera come l’estate ma non
    banale.
    Marciapiedi…..nel frettoloso camminare la vita, di tutto un pò, un invito a considerare gli altri e a non giudicare.
    Voyeur…disponibilità apparente, distanza…attenzione a chi ci sta di fronte però, la maschera potrebbe cadere.
    Mi ameresti e vivresti di quel poco che ti do…noi non siamo tutti uguali, ma l’amore non lo sa e fa danni devastanti ovunque va, la scriverei tutta perchè è una poesia d’amore assoluto.
    Magari…che dire è una poesia meravigliosa, anche qui amore e dedizione.
    Naturalmente strano, Renato si racconta…pranzo con i neri, ceno i rossi…non tiratemi per la giacca io resto quel che sono almeno strano è una qualità…stammi lontano, stammi lontano mi ricorda il Renato delgi esordi.
    Nei giardini che nessuno sa, impossibile non citarla, quanto amore c’è in questa canzone, impossibile rimanere indifferenti.
    Via dei Martiri …carezze ruffiane ne avrai …rabbia e grinta per non piegarsi.
    Il maestro è il maestro, cioè lui.
    ORA VI SALUTO, BUONA NOTTE AGLI ZERI DEL MONDO

    "Mi piace"

  47. definire l’artista Renato,l’uomo Renato non è facile se non esistesse bisognerebbe inventarlo sin dall’inizio con i suoi travestimenti le sue mosse il suo modo di porsi fece gridare allo scandalo che tempi quei tempi ma lui ha seguitato nel suo cammino e il tempo ha dato ragione a lui noi suoi fans altrimenti detti SORCINI siamo cresciuti con lui e a fianco a noi i nostri figli sono cresciuti ascoltando le sue canzoni, io stessa sto facendo crescere mio nipote portandolo ai concerti il tuo il mio il nostro Renato fa parte di noi e lo sara’ x sempre . buonanotte p.s. bella foto Debby

    "Mi piace"

  48. Che belli i nostri commenti, sono tutti ricchi di sentimento, di significato; ognuno di noi esprime la propria zerofollia ed è fantastico vedere che nonostante le sensazioni, le emozioni, le personalità diverse c’è una cosa che ci accomuna: l’amore per il grande Artista (con la A maiuscola!!) Renato e le sue canzoni…Prof. Debby i commenti sono splendidi, non ti puoi lamentare: hai una classe meravigliosa!!!! 😆

    "Mi piace"

  49. ciao a tutti, bellissimo post cara Debby,bello e non semplice da commentare,come è vasta la scelta fra tutte le canzoni di Renato il problema è quale scegliere fra questo caleidoscopio musicale : l’inizio della scelta è sicuramente x MI VENDO, faccio in fretta un altro inventario….smonto la baracca e via.qui viene fuori la trasgressione di Renato che emerge anche in TRIANGOLO l’indirizzo ce l’ho!rintracciarti non è un problema. ti telefonerò, ti offrirò una serata strana!!! trasgressione che alle parole viene abbinato il modo di vestire stravagante e pittoresco. PERIFERIA c’è chi fin la’ non giunge mai: è li’ che muore il mondo,periferia tanto amata da Renato, NIENTE TRUCCO STASERA,niente trucco per me, via le luci stasera…che ha guardarti negli occhi sia la faccia mia vera. dietro questa canzone c’è l’uomo messo a nudo. FIGLIO, figlio delle mie stagioni travagliate figlio mio,l’amore di padre .L’ALTRA SPONDA, guarda quanti segni un atlante il corpo mio qui è passato il mondo, in questa canzone riemerge il non accettare il diverso,MAGARI, magari toccasse a me prendermi cura dei giorni tuoi, e se questo non è amore cos’è?.AMICO ,amico è tutto è l’eternita’, grazie Renato questa canzone mi ricorda qualcosa di veramente caro. LA PACE SIA CON TE;non riuscire a stare fermi un’istante, qui viene fuori la religiosita’ di Renato.LA GRANDE ASSENTEho perso te potevi amarti di piu’ ho perso te dovevi vincere tu… l’affetto che lo legava a Mimi vieneespresso in musica,LA VITA E’ UN DONO ,nessuno viene al mondo x sua scelta non è questione di buona volonta’, la vita sempre presente e sempre ricordata da lui. ACCADE forse domani o forse no, ma prima o dopo accade, la speranza di ricominciare. SPALLE AL MURO, spalle al muro, quando gli anni, son fucili contro. l’emarginazione dell’anziano è presente in ogni parola. IL JOLLY,che ne sai di questo jolly, che sorride alla fortuna anche per te, questa canzone è Renato chi meglio di lui è un jolly. FAMMI SOGNARE ALMENO TU,via, è tutto giusto ed hanno tutti ragione, ma sono stanco di prestare attenzione, voglio ascoltare solo te, qui il tempo scorre inevitabile e le maschere sono state messe via. certo descrivere il mio Renato è difficile come difficile è stata la scelta delle canzoni, 15 prescelte da ognuno di noi ci ha preso un po’ di tempo è vero ma quante ne abbiamo tralasciate perchè non sapevamo scegliere fra le tante ,spero d’aver fatto bene lo svolgimento del compito ADNC,altrimenti sono rimandata e finisco dietro la lavagna un abbraccio alle amiche della sera. ciao ZEROFOLLI

    "Mi piace"

  50. E’ molto entusiasmante leggere questi commenti, è molto bello vedere come interpretiamo il nostro Renato….Che fortuna che abbiamo avuto NOI a conoscere la SUA ARTE e che gioia immensa avere l’opportunità di poterne parlare in uno spazio così prezioso come questo. Credo che non riuscirei a farlo da nessuna altra parte……per cui grazie a Debby che con la sua pazienza e tenacia porta avanti il suo, il nostro carrozzone…..
    Un elogio a Marco, vibrante il tuo commento…
    Baci a tutti.

    "Mi piace"

  51. Io con lui ,la vita di ogni giorno, io per lui le parole che da sempre ascolto, Io vivo con PIU SU, lo so, sono monotona però quando la sento mi sembra che rispecchi un po’ la vita, sembra che voglia dire :”non perdere mai la speranza” , poi che ne so………, è vero come fare a decidere quelle più…….secondo me, sarà sempre l’ultima ascoltata perchè è quella che ora ho in mente, poi domani cambio CD e ce n’è un’altra……..questo per dire che Renato e le sue parole costellano la mia vita, la mia giornata, ma penso quella di tutti i “sorcini” che sono con noi e che , non mi stanco mai di dirlo, grazie alla ns Debby……………….ciao baci a tutti

    "Mi piace"

  52. Buonasera pronto al lavoretto da svolgere, prima però vi dico che dopo commenti svolti in maniera così minuziosa mi sento un pò impreparato, Marco come spesso accade vengo imprigionato dai tuoi scritti che bravo sei in alcuni punti rivedo me stesso ma non avrei saputo esprimerlo come hai fatto tu, provo a dire la mia.
    Il disco che mi rappresenta maggiormente è Soggetti smarriti perche Renato è un pò divertente e un pò serio proprio come me Problemi chi non si è mai rivisto in quella canzone? Infiniti treni che mi ricorda l’Mp0, Ostinato amore un crescere di emozioni all’ascolto, Fiori d’arancio strafottente divertene e irriverente, quel disco lo sento più mio.
    Le quindici canzoni comincierei anche io dal triangolo non esisterebbe Zero senza Il Triangolo a mio parere, La gente come noi ovvero il legame molto intimo tra Renato e il suo pubblico. Paleobarattolo del 73 riproposta poi tanti anni dopo allora penso che sia a suo modo autobiografica, Ciao Stefania un pezzo della sua vita, Viva la rai periodo artistico di Renato che non si può dimenticare, Piper club si commenta da sola è la sua partenza anni a cui è ancora molto legato, Colosseo pensiero antiamericano che rispolvera anche nel Dono, Artisti la sua vita da artista viene raccontata proprio la, I miei miti il suo modo di vedere la musica il rimpianto dei veri cantanti del passato, Non si fa giorno mai laddove dovrebbe esserci Dio la sua fede intatta ancora ce la propone,Il maestro è o non è il nostro maestro? Ascolta il tuo maestro il mondo è questo.. Il circo la vittoria dopo tante porte sbattute in faccia, Spiagge la sua passione per il mare, Periferia la sua vita alla periferia Montagnola di Roma, Magari l’Amore assoluto quello con la A maiuscola!
    Accipicchia che fatica ragazzi assurdo dover scegliere ad ogni costo non si può! Però un percorso mentale bello e rassicurante esattamente come il nostro amato renato. Saluti a tutti

    "Mi piace"

  53. Certo che in quanto a creatività e fantasia Marco è il numero uno 😉
    Uno stile davvero originale per commentare questo Post, mi sono appassionata a leggere quel commento che sotto forma di lettera contiene tutto l’ AMORE che prova nei confronti di Renato e tra le righe leggere le canzoni che rappresentano Zero e perchè…insomma un’elaborazione difficile e lunga e chissà il tempo che ci avrai impiegato! E quì non ci sono voti eh… Ti passo direttamente lo scettro della ZEROFOLLIA! Baci
    Ghis fai pure non hai bisogno del mio permesso…un bacio a te e a Tinuccia che aspetto al più presto 😉

    "Mi piace"

  54. Finalmente libera da alcuni impegni, comincio a leggere con attenzione i vostri commenti a questo post a dir poco impegnativo, eh Debby!!!
    Sono talmente tante le canzoni di Renato che scegliere sarà difficile, ma lo farò sicuramente.
    Volevo salutare Roberto che non leggevo da un pò, un bacio ad Elena ed un saluto particolare a Luigi che ci manca con i suoi commenti.
    Appena avrò finito di studiare, conferirò.
    Scherzo, Debby tu sai!!
    Un abbraccio

    "Mi piace"

  55. Con il permesso dell’ amministratrice , E GRAZIE A LEI se lo vuole pubblicare :
    ni le bien qu’on m’a fait
    ni le mal , tout ça m’est bien égal
    car ma vie , car mes joies
    aujourd’hui ça commence…………….CON VOI et RZ.
    Baci Marco.
    Baci Debby.
    Ciao a tutti

    "Mi piace"

  56. Al nostro amato…
    Ciao Renato,
    tu non mi conosci, non potresti, eppure una volta all’anno circa arrivi col sorriso dei tuoi occhi a quelle lacrime sul mio volto, riflesse da quel cuoricino colorato che una sorcina affianco a me tiene stretto tra le mani sotto quel Cielo stellato, un po’ vero e un po’ abbondato dallo strepitoso spettacolo pirotecnico che tu dedichi solo a noi. In quanti album ti ritrovo ogni giorno, fotografici, discografici e nell’album di famiglia, quella del blog, tra quei commenti dietro i quali si sente la pressione che molti esercitano per tenere a bada i complimenti per un eccesso di zelo, ingiudicabili nel loro legittimo desiderio, il loro, il mio, al quale tu non puoi più sottrarti, di amarti in questa tua opera-vita. Se dovessi pensare ad un tuo album, così su due piedi, all’istante, d’istinto mi viene in mente Passaporto per Fonopoli. Non per carità nulla di straordinario, ma vai a capire la mente di qualcuno perché partorisce quel pensiero… Forse perché sono gli anni tuoi bui, del soggetto smarrito che pure già prevedesti… Eppure lì dentro c’è nascosto il tuo Desiderio, quello attorno al quale hai lavorato, conscio od inconsapevole (almeno all’inizio, dove c’era un certo sentimento di riscatto), tutta una vita. Noi siamo giunti fin qui con te, e sì ch’è vero, in molti di noi, che oggi ti riapplaudono, ti hanno tradito, in quegli anni dove davvero ci hai fatto tremare perché sensibile come sei, avresti potuto gettare via la spugna, come direbbero i normali… E’ stata dura arrivare fin qui, tu sempre in duplex, diviso e con chissà quanti rimpianti. Io però se chiudo gli occhi e ti penso vedo tutti noi in quella festa di compleanno che verrà quando lascerai per sempre quel palco in uno stadio, e tu sarai soddisfatto e contento; sulla felicità invece non scommetterei, perché l’hai pagata tutta, gettone dopo gettone, questa felicità, che pure non è potuta giungere, come tu avresti voluto, come tu stesso nel rimpianto, ma senza tra l’altro poterci fare più nulla, ammettesti dicendoci Che sulla rinuncia di chi non saprà aspettare vedrai il trionfo di chi cresce come te”. Quando la felicità viene raggiunta con tali sacrifici, arriva quando il corpo inizia ad essere stanco e diventa la prigione di tutta questa possibilità e allora si trasforma in serenità… che è pur qualcosa, ma non ciò per cui nella speranza si aveva lavorato… Quanta profondità; una volta, non tanto tempo fa, dissi ad una persona che grazie a te ho conosciuto, che se nel mondo, dove il potere è l’immondizia della storia degli umani (come canterebbe Guccini nel suo Don Chisciotte), ci fosse stato un Renato Fiacchini per ogni poltrona, da quella in San Pietro a quella nella White House, forse, dico, probabilmente, saremmo già… perfezione assoluta, dove per la legge dei grandi numeri nessuno sarebbe più perfetto. Saremmo dunque, miliardi di imperfetti, fatto salvo il “verbo” (quello di cui parli tu, però…) perfetto di base. Gli imperfetti della perfezione. Un delirio? No, non puoi pensare, ormai non più, che questo sia il delirio di uno che ti ha sbattuto, per comodità sull’altare babilonese del mito, altrimenti tu saresti un traditore, nel senso che hai cantato e predicato cose nelle quali non credevi. In molti ci hanno provato a farti passare per questo mostro, anche tra noi sorcini, chi ti ha brandito a destra e chi a sinistra, chi troppo in alto, in quel cielo di anime candide e vergini, cancellando il tuo mondo, con tale arroganza degna del fondamentalismo del quale essi sono figli, e chi troppo in basso, dove gli ultimi che hai sempre difeso sono stati spinti a sbranarti il ventre poiché fatti credere ad una menzogna che gli avresti raccontato, pur di fare quattrini. E in tutto questo, quella rinuncia… quel dover essere Renato Zero per poter continuare a comunicare con TUTTI noi, nascondendo le tue vere identità sempre dietro quell’angolo, dove Sterili, è stato il tuo grido di dolore e di rabbia, punito forse per quell’unica cosa alla quale ti potevi clandestinamente concedere. Forse tu, come io del resto, non avremo davvero tutto questo tempo per stare a vedere questo buio chi si inghiottirà, ma nutriamo la speranza, quella vera, fatta di ragione e non di fede, che ancora oggi vacilla in te come in me, in quella distimia creata ad hoc dai quei cuori atrofizzati che vogliono insegnarci anche come pregare, che potremo assistere a quel triste spettacolo del carrozzone da qualche altra parte, dove non dovrai avere più paura di perderci per poter amare davvero quel tuo simile di cui tieni teneramente stretta la mano, chi di noi… ti ha veramente amato non ti ha mai giudicato, anzi ti ama sempre di più. Come un bambino violentato, per andare avanti hai dovuto sublimare nelle canzoni, desideri e speranze, rinunciando a tutta la tua bella gioventù, dando a noi quello che tu hai potuto solo pensare, ma noi ti abbiamo saputo capire? O ti abbiamo solo saputo usare? Non lo so davvero, oggi sì, oggi avresti tutto, non devi nemmeno chiedere, ma il tuo corpo e la tua mente ormai troppo affollata di ricordi e negazioni ti sputa in faccia la curva dei tuoi giorni, quelli in cui è meglio tirare giù qualche somma piuttosto che rivivere ciò che non si è potuto vivere prima, e chissà se non è tra questi pensieri che ne venne fuori Magari… Solo a discuterne dell’ipotesi di prima, addirittura tra amici sorcini già ti dicono ridicolo… alcuni, mentre io starei con te con “aghi e fili colorati”, dietro quel sipario, a “ricucire” “qualche strappo” che il tempo ha lasciato su quelle “mantelle stellate”, per sollevarti ancora più in alto di così, dove il mito non ha più tempo ed è al di là del tutto, dove il compromesso lo devono subire ora gli altri con se stessi, se vogliono stare al tuo fianco… ma tu intanto Resisti, nostro amato Figaro, la favola mia.
    Ed io ti seguirò,
    Marco.
    (Eh eh, avrò risposto? Abracadabra… baci)

    "Mi piace"

  57. Ah ecco Roberto ti aspettavo stavo per metterti assente ingiustificato!! 😉
    CHI fai sempre in tempo a commentarla il Post è aperto….ma si dai recupera e leggiti i commenti! Anche tu con L’Imperfetto e siamo in tre! Baciotti

    "Mi piace"

  58. Ciao a tutti….per un momento mi sono sentito nuovamente a scuola davanti al testo di un tema molto impegnativo…che bello scherzo ci hai fatto Debby….ma sai a me piace molto parlare delle canzoni di Renato quindi possiamo iniziare.
    Il disco che più mi rappresenta? Certamente “L’imperfetto” è l’album che più di tutti racchiude la maggior parte dei miei pensieri. Come Renato vado fiero di questa umana imperfezione.
    Non più di un mese fa ho preparato veramente un cd per una mia collega che non conosceva per niente Renato. Avevo buttato giù la lista in due minuti senza pensarci molto, usando solo l’istinto. Userò questa lista eliminando un brano (nel cd erano 16) e sostituendone un’altro per poter inserire “Mi vendo” un brano fondamentale per la presentazione di Renato.
    VIVO…perchè non può mancare ai suoi concerti…vivere è un bene prezioso ed irrinunciabile.
    MANICHINI…perchè a spuntarla sia la consapevolezza di sè.
    LA FAVOLA MIA…per poterle dire…DAMMI LA MANO E SEGUIMI…ZEROLANDIA E’ PER TE…per raccontargli quella magia.
    CHI…perchè c’è CHI STA UCCIDENDO LE FAVOLE…STA SPARANDO ALLE NUVOLE.
    DIGLI NO…per l’energia che c’è nella musica di questo brano, bello anche nel testo.
    MORIRE QUI…perchè parole e musica sono di Renato e che ritmo che ha questo brano accattivante.
    INVENTI…perchè lo considero il suo vero primo singolo…in questo brano d’amore la fantasia diventa realtà.
    SVEGLIATEVI POETI…perchè in Renato c’è arte, poesia, creatività…PER NON CANCELLARE QUEL TRAMONTO.
    A BRACCIA APERTE…per la gioia di esserci e condividerla con gli altri.
    COME MI VORRESTI…perchè quì c’è tutta la sua genuinità…LUI E’ LUI IL SOLITO RENATO.
    GUAI…perchè rivolta a CHI TI GUARDA NEGLI OCCHI E NON SA CHI SEI…A CHI SI IMPOSSESSA DEI SOGNI TUOI…A CHI RIESCE AD UCCIDERTI CON UN NO!
    SPIAGGE…per metterci un po’ d’estate, con i suoi amori…QUANTI SEGRETI APPARTENGONO AL MARE.
    IL CORAGGIO DELLE IDEE…con la speranza che possa ancora vincere chi non ha paura di andare controcorrente.
    MI VENDO…perchè grazie a lei Renato è stato conosciuto dal grande pubblico…perchè con lei Renato ci ha regalato DESIDERI E SPERANZE…ci ha dato DUE ALI e QUELLo CHE IL MONDO DISTRATTO NON CI DA’.
    PIU’ SU’…perchè visto che dovevo limitarmi a 15 canzoni in questo pezzo si trovano tutti i temi più cari a Renato…per volare PIU’ IN ALTO E ANCORA SU’.
    Ora vado a leggere i vostri commenti che mi sono perso in questi dieci giorni lontano dal Blog…mi sono perso pure un post intero e proprio su CHI una delle mie preferite….buona giornata a tutti!!!

    "Mi piace"

  59. Grazie per i complimenti Ema…
    Vedo che abbiamo molta Zerofollia in comune!! Bacioni
    E baci a Cla e Gioia!!

    "Mi piace"

  60. Cara Debby,
    devo proprio farti i complimenti ogni settimana riesci ad elaborare un post diverso e interessante (la tua vena creativa è davvero inesauribile,io al tuo posto non saprei proprio più di cosa parlare).
    Il disco che preferisco,ma è davvero difficile scegliere,è L’imperfetto, un disco che ritengo a differenza del titolo PERFETTO.
    Amo questo lavoro discografico perche’ è un cd con temi veramente molto forti e soprattutto un disco contro.
    Contro la politica(aria di pentimenti e dubito)
    Contro chi cambia faccia ad ogni occasione(facce)
    Contro chi ha spopolato i nostri bei centri storici,ad uso e consumo del turismo di massa, e del traffico.(Roma malata)
    Contro l’inquinamento(l’ultimo guerriero)
    Contro l’indifferenza per il prossimo(nei giardini che nessuno sa)
    Un disco che mi appassiona che mi fa anche arrabbiare perchè a distanza di molti anni la situazione invece di migliorare peggiora.
    Ora veniamo alle canzoni:
    D’aria e di musica:semplicemente divina una canzone che mi mette in pace con me stesso.
    Ha mille cieli la luna:un’interpretazione magistrale.
    La pace sia con te:un accorato sfogo contro la frenesia della nostra società.
    Nel fondo di un amore:Un crescendo di sentimenti che fa rabbrividire.
    Magari:vedi sopra.
    Infiniti treni: sulle occasioni prese o perse.
    Motel:Una dichiarazione d’amore che tutti noi vorremo aver scritto.
    Ed io ti seguirò: vedi sopra.
    Vivo: un inno alla vita.
    Oltre ogni limite:il ricordo di chi non c’e’ più(avverto un brivido sei come il vento che non c’è)
    La favola mia:la canzone che secondo me meglio rappresenta Renato e il suo personaggio.
    Felici e perdenti:Una canzone in cui mi molte volte mi identifico.
    Spalle al muro:La canzone della rinascita artistica.
    Libera:Uno sfogo appassionato di cosa può fare l’amore per un’altra persona
    chiudo con la canzone che quasi sempre chiude i concerti di Renato:
    Il cielo:cosa dire CAPOLAVORO.
    Ho finito……
    Un bacio a tutti
    Ema.

    "Mi piace"

  61. …Mamma mia, che commento splendido quello di Giovanni!
    Cara Debbina, mi autoproclamo tua assistente e conferisco la laurea a pieni voti in zerofollia antica e moderna al nostro Giovanni!!!!
    Baci e a presto!

    "Mi piace"

  62. Caro Giovanni i miei complimenti! un’analisi perfetta!
    Ps Mo Debby te metti pure a dare i voti ah ah ah..!!

    "Mi piace"

  63. Devo ammettere che stamane avevo pubblicato il commento di Giovanni sulla fiducia perche vista la lunghezza non avevo il tempo di leggerlo ma l’ho fatto ora…beh che dire? Altro che neo sorcino…mi stupisce sempre di più, interpreta alla PERFEZIONE i miei Post e segue la traccia elaborando dei commenti che mi lasciano senza parole, bravo la Prof. Debbyzero ti da un bel 10 e lode! :mrgreen: :mrgreen:
    In quanto al fatto di essere prolisso come si dice a Roma te la batti con Marco non so se hai superato uno dei suoi record di lunghezza!!! Approposito di Marco…spero non vorrai liquidare così un Post del genere, diciamo che la tua la considero una prefazione altrimenti ritieniti pure bocciato in Zerofollia AH AH AH AH SMACK!

    "Mi piace"

  64. Se fossi costretto a ritirarmi in un’ isola deserta dove mi è possibile portare un solo cd di Renato Zero, o meglio un solo cd in generale, non avrei dubbi: “Amore dopo Amore”. Non solo perché in esso è contenuta la canzone alla quale mi sento più legato, ma perché lo considero davvero un capolavoro ineguagliato, un miracolo di creatività ed emozione. Oltre a “Cercami” e “La pace sia con te”, canzoni che ho inserito nella top 15, con questo album Renato Zero ci ha regalato molti pezzi di grande sentimento. Dal patriottismo romantico de “L’Italiana”, alla semplice solennità, scusate l’apparente ossimoro, de “L’Impossibile vivere”, dalla tenera passione per il teatro che traspare da “I commedianti”, alla bellissima cantata amorosa “Mi ameresti”, dal testo e significato commoventi e dal ritornello che trovo particolarmente toccante. Senza dimenticare la meravigliosa “Pericolosamente amici”, elogiata da debby in un recente post, musica piacevolissima e messaggio mirabile, e la splendida apologia sulle distanze-vicinanze dell’amore “Dimmi chi dorme accanto a me”. Fino a “Figaro”, una delle canzoni che più amo. Commovente come poche.
    Tante, dunque, le emozioni che questo cd mi trasmette, tanta la compagnia che le sue note dolci sanno regalarmi ogni giorno. Un cd intimistico, delicato, bellissimo.
    Passando alle 15 canzoni più rappresentativi di Renato (non ti preoccupare debby, non ho messo le mie preferite…per quelle attendo un post ad hoc 😀 ) devo ammettere che, malgrado quello che pensassi, non è stato molto semplice per me stilare questa classifica (anche se classifica non è poiché le canzoni non le ho messe in ordine di importanza): ho aggiunto ed eliminato diverse volte, tolto e sostituito, dispiacendomi non poco per quelle canzoni che, pur ritenendole a pari merito se non migliori di quelle che ho messo, ho dovuto tralasciare. Questo esercizio ci spinge ancora una volta a considerare quanto il nostro idolo sia stato e sia instancabile e generoso. Un repertorio immenso che è fra le cause di tanta inesauribile fedeltà da parte dei suo fans. Tuttavia il bello del gioco è che dobbiamo limitarci a 15…ebbene, ecco le canzoni, disposte in ordine sparso, che per prime farei ascoltare a un potenziale zerofolle.
    -Triangolo-
    La trasgressione, il coraggio, la sfacciataggine, la diversità, l’omosessualità, lo spettacolo, i colori, il sorriso: tutto questo è Triangolo, paradigma dello Zero prima maniera. Una canzone alla quale Renato è affettuosamente legato e che gode di una popolarità enorme. Da dire che spesso i sorcini si manifestano piuttosto turbati dall’enorme successo che essa riscuote da sempre e da come essa identifichi l’artista Renato Zero in modo forse eccessivo (il triangolo no, non l’avevo considerato, Sigh!!!). Tuttavia la sua forza e la sua spensierata allegria finiscono per demolire ogni remora. E poi il ritmo è davvero strepitoso…
    -Mi vendo-
    Non c’è nulla da fare, Mi vendo è un capolavoro. Salto, grido, mi sfogo. Anche a 80 anni (se c’arrivo) lo farò con Mi vendo a tutto volume…. “il mio indirizzo è la follia”… Mi vendo è il simbolo assoluto dello Zero scatenato. Il testo è ammiccante, la musica trascinante e, parliamoci chiaro, quegli archi durante il ritornello sono davvero irresistibili. Bellissima, spettacolare, forse è l’unica canzone che non farei mancare in nessun concerto.
    -Amico-
    Bè, qui siamo davanti a una delle canzoni più belle di tutta la musica italiana. L’intro… “il sole muore già, e di noi questa notte avrà pietà…” è secondo me il più poetico e sentito di tutta la discografia di Renato. Da brividi. La musica di Baldan Bembo accompagna un testo gremito di messaggi magnifici…parole d’amore e amicizia ondeggiano flessuosamente mettendo puntualmente i brividi. Forza, frughiamo tutti nella nostra giacca, e magari quel portafogli lasciamolo sul comodino qualche volta in più. Cerchiamo l’amico, l’amicizia. Amicitia omnia vincit. Grazie Renato.
    -Spiagge-
    Una delle canzoni più spensierate e “commerciali” di Renato. Io l’adoro.
    Forse alcuni di voi sanno che abito in un paese di mare della Campania. Il mare e le spiagge le vedo ogni mattina dal mio balcone, sono parte irrinunciabile della mia vita.
    Purtroppo proprio due giorni fa è successa una cosa molto triste…un terribile incendio ha completamente distrutto il lido che io e la mia famiglia frequentiamo da sempre, di proprietà di nostri carissimi amici. Ho visto “in diretta” fiamme spazzare via il luogo estivo di tutta la mia infanzia. Toccherà ricostruire. Dedico questa canzone così bella ai proprietari del lido, che ho visto in lacrime la sera dell’incendio. Con l’augurio, ovviamente, di passare ancora lì la nostra estate “più disinvolta e più puttana che mai”….
    -Spalle al muro-
    “e la curva dei tuoi giorni, non è più in salita…scendi piano dai ricordi in giù”. In mezzo a una musica italiana spesso banale, ripetitiva, scontata, la poesia di Mariella Nava suona sempre come una nota da applaudire mille volte. Se poi è accompagnata dalla voce e dalla partecipazione psicofisica di Renato Zero, il capolavoro è immancabile. Spalle al muro è una canzone molto amata anche dai non sorcini, che il più delle volte la identificano come “Vecchio”. Vecchio, una parola che si ripete continuamente e ferocemente. E se gli anni “son fucili contro”, i “vecchio” ripetuti e dispregiativi sono pallottole lancinanti. Una canzone bellissima, impegnata…una riflessione intensa e impietosa su società e vecchiaia. Che ovviamente a Sanremo non poteva di certo vincere. In quella gara di solito vince chi “vorrebbe avere il becco” o chi sputa “fiumi di parole”.
    -Cercami-
    Cercami rappresenta l’amore…l’amore appassionato, gridato. La mia canzone preferita. Difficile esprimere a parole le emozioni che provo tutte le volte che la ascolto, tutte le volte che guardo la splendida interpretazione di questa canzone nella prima puntata di Tutti gli zeri del mondo. “Questa vita ci ha puniti già…troppe quelle verità, che ci son rimaste dentro”…quando Renato canta questa frase mi trasmette ogni volta brividi fortissimi: in essa ritrovo tutta la passione e la forza di un cantante immenso. Se la “catarsi” esiste anche al di fuori di Sofocle ed Euripide, io la rintraccio qui. Immancabile.
    -Un uomo da bruciare-
    “Come trascinerai la vita tua, con chi cancellerai il tuo nome, per chi….” Canzone importantissima. A mio avviso una delle più belle di tutto il repertorio. Una riflessione sociale profonda e toccate, che rappresenta uno Zero ancora una volta anticonformista e coraggioso…invita un uomo a non lasciarsi imprigionare dalla morsa asfissiante di una società che ha le solite priorità: omologazione, lavoro, ipocrisia, sorrisi faticosi, suocere. No. Scappa.
    -Digli No-
    Renato scende in campo contro la violenza, in questo caso la violenza sulle donne. Un musica interessantissima e un ritornello da sballo nascondono un messaggio serio e importante rivolto a tutte le donne: non lasciate che i bruti abusino di voi, non diventate solo oggetti di piacere, e soprattutto, non abbiate paura di parlare, di denunciare, di Dire no. Ricordatevi che “anche se magari non sapete che c’è e forse non sapete chi è”, “qualcuno che vi ama c’è”.
    -Niente trucco stasera-
    Nel corso della sua carriera Renato Zero si è sentito spesso turbato da tanta popolarità, da tanta ceca dedizione zerofolle, da tanto successo. In Niente trucco stasera, così come ne La favola mia, spinge il suo popolo di sorcini a considerare la sua natura assolutamente “normale”. Decide di non truccarsi per una sera, o forse per sempre, perché si creda davvero “che quell’uomo sia un uomo” o, come preferite, che “dietro questa maschera…”.
    -Come mi vorresti-
    Come mi vorresti è percepita dai non sorcini come la canzone di Renato più moderna (in senso temporale)…Singolo di lancio di un album strepitoso, rappresenta in pieno lo Zero moderno, lo Zero del 2000, lo ZeroImperatore.
    -La pace sia con te-
    Canzone difficilissima, sia per la musica che per il testo. Gremita di significato e di parole, essa ha il coraggio ci citare senza esitazioni uno dei detti simbolo del cristianesimo: “la pace sia con te- e con il tuo spirito”, a rappresentare una religiosità che è parte saliente della vita umana e artistica di Renato. Quella religiosità presente in testi altrettanto profondi come La vita è un dono, Ave Maria, Potrebbe essere dio. In un mondo sempre di fretta, dove non si riesce a stare fermi un istante, dove accade di essere imprigionati da inutili desideri, Renato augura di ritrovare pace ed equilibrio interiore.
    -Stai bene lì-
    “Stai bene lì” rappresenta lo Zero politico, in questo caso velatamente antiamericano…come aveva già fatto in Colosseo, canzone molto simile a questa, Renato manifesta in modo irriverente e ironico il suo amor patrio e il pericolo di una globalizzazione ingiusta, foraggiata da una maxipotenza che, obesa e imbottita da coca-cola e petrolio, non ha tuttavia né la reggia di Caserta né Puccini e Pirandello. La trovo una canzone molto piacevole e simpatica, nonché traboccante di verità.
    -Via dei martiri-
    “Via dei martiri” è un’altra bellissima canzone dove Renato Zero si rende protagonista di riflessioni socio-politiche. Musica veloce, piena di energia e partecipazione, parla in modo a tratti disincantato di un società caratterizzata da un popolo di “martiri” preda dei potenti, dei manovratori. “Lavorate fratelli finché il padre sazio non è, non cambiate canale, votate, comprate anche se…vi toccherà travestirvi da babbo natale anche a voi”…questo a mio parere è il verso chiave della canzone. Un invito a ribellarsi, magari anche con “un sorriso pulito”, a un mondo che ci vuole…manichini.
    -I migliori anni della nostra vita-
    …talmente bella da fare impressione, da non sembrare vera. Eppure partorita in un anno non epocale, in un cd non epocale, senza immaginare il successo che avrebbe avuto. “I migliori anni della nostra vita” è il punto di contatto più forte fra il mondo zerofolle e il resto dell’Italia. E’ la sigla perfetta per ogni sentimento. “…forse un giorno scopriremo che non ci siamo mai perduti…e che tutta quella tristezza, in realtà non è mai esistita…” Renato non poteva regalarci una Speranza più grande.
    -Il cielo-
    Come Renato fa spesso nei suoi concerti, chiudo la scaletta di queste 15 canzoni più rappresentative di Renato con “il cielo”, inno solenne e spirituale costruito da quattro strofe e dalla suggestiva anastrofe di “quanto”. Religione, amore, violenza, aborto: Vita. Il discorso finale è qualcosa di sublime per tutti. Le lacrime e i fuochi d’artificio di “figli del sogno” sono l’immagine moderna più emozionante di Renato. Guardando quelle migliaia di sorcini che dopo 40 anni ancora lo seguono e lo amano, sentendo scoppiettare quel fuoco accompagnato dalle inconfondibili note della parte finale della sua canzone simbolo, Renato avrà pensato a tutta la sua vita, le sue battaglie, le sue maschere, i suoi nemici e i suoi amici, i suoi amori e i suoi dolori. Questo è per me Renato Zero…vive nelle canzoni che ho citato, ma anche fuori di esse. Ama il suo pubblico alla follia, si dona a lui più di nessun altro cantante. Capelli neri, espressioni folli, sorrisi veri, movenze inconfondibili, voce.
    Oddio si è fatti davvero tardi…ho iniziato a scrivere e non ce l’ho fatta più a fermarmi.
    Scusate la mia prolissità, avrei dovuto forse spezzare il mio commento in più giorni, ma la voglia di comunicare è sempre troppo forte. Buona notte sorcini.

    "Mi piace"

  65. Marò… è un esame di stato, di abilitazione professionale in zerofollia. Che te possino, ah ah ah. Tenterò…
    Dillemmus de Dillemmas: Pane e Tregua o Triangolo e Trapezio?
    Luna dei licantropi… la risata di Fantasmi…
    Mon dieu ma io vado col particolare…
    Ghis a proposito oggi ascoltavo…
    Non, rien de rien, non, je ne regrette rien… della grande Edith…
    Bonne nuit

    "Mi piace"

  66. Le canzoni che meglio rappresentano Renato…..beh molto difficile fare una scelta…stavolta è davvero complicato, perché ne penso una e subito dico: noo meglio questa e via discorrendo…come se fa?? Ci provo…partiamo..vediamo cosa viene fuori
    -Giorni…”mi hanno sigillato il cuore…”momento difficile per Renato….subirono una battuta d’arresto quelle folli notti sotto il tendone blu…
    -Siamo eroi ”ci abbiamo dato dentro tu ed io per cambiare questo mondo amico mio, ma ormai questa è una fabbrica di eroi tanti Don Chisciotte, noi…Eroi… Ma quali eroi?” il mondo è sempre uguale purtroppo e gli eroi non sono riusciti a cambiarlo…rimane solo la possibilità di non arrendersi…
    -Fermati, canta di un amore, quasi reso persona…ma la speranza è che l’amore si fermi anche là nelle fiale troppo complici , nei sorrisi troppo ironici, nella troppa solitudine…un amore universale che spesso viene cantato.
    -L’equilibrista…pezzo straordinario! Scritto in età giovanissima, ma con una maturità e sensibilità invidiabile….
    -Il cielo..un brivido ogni volta che sento quel…”ma che uomo sei se non hai il cielooo”, il cielo rappresenta lo spazio infinito dove possiamo guardare e cercare noi stessi e capire che senza cielo non siamo niente.
    -Baratto.…perché rappresenta il Renato più trasgressivo e irriverente, un modo ironico di rappresentare la sessualità e come lo ha fatto lui…..mi fa impazzire.
    -Niente trucco stasera… una canzone autobiografica di Renato, dove ci dice di voler apparire senza trucchi, ne maschere, per essere se stesso, perche anche lui ha una storia, una vita..e non solo una scena…ho sempre pensato che questa sia tra i testi piu rappresentativi.
    -Spalle al muro….mi colpisce ogni volta l’interpretazione profonda, un’altra denuncia alla società che sbagliando considera gli anziani privi di valore e utilità….tema molto caro a Renato…poi gli anni 90 sono stati una sorta di seconda rinascita per Renato
    -Per non essere così……una perla
    -Marciapiedi un testo a metà strada tra neorealismo e fiaba che tanto lo caratterizza anche in altri testi….
    -Contagio…perché in alcuni testi come in questo..si rivela un grande anticipatore di tempi con una grande capacità di cogliere le trasformazioni della società…
    -Pionieri, la canzone del riscatto, per chi non vuole rassegnarsi, per chi ha come lui ha pagato… Lasciami provare…se mi posso riscattare….
    -Ave Maria, perché unita ad altre canzoni rappresenta la dimensione religiosa di Renato, in diversi testi traspare un rapporto intimo e privato con la spiritualità…..
    -Il coraggio delle idee…. si riallaccia a quella che era stata la sua produzione iniziale, con le tematiche di sempre: per vivere fino in fondo, bisogna non essere manichini, non farsi guidare dagli altri, ma osare..e pensare con la nostra testa.
    -I migliori anni della nostra vita……quelli che ci ha fatto vivere e che speriamo di vivere ancora per lungo tempo….quando la canta…traspare tutto l’amore che Renato ha verso il suo pubblico….da sempre…un rapporto molto particolare e sentitissimo.. questa rappresenta NOI e LUI.
    Queste sono le canzoni che per me rappresentano l’universo Zero non sono quelle che necessariamente preferisco….ne ho altre nella mia top 10….ma queste per i temi trattati credo che lo rappresentino almeno per me…..
    Appena finita sta lista..me ne verrebbero gia in mente altre….è quasi impossibile!! te possino Debby….scherzo eh…..mo torno in chat!

    "Mi piace"

  67. Certo Grazia che domani devi proseguire, hai disco e canzoni da inserire…
    Per tutti..non annoiate, siate pure prolissi e commentate più volte è lo spazio giusto!! Si parla di RENATO nel Blog a lui dedicato! Eh! 😉

    "Mi piace"

  68. Volevo solo dire che questo post è bellissimo, l’ho letto oggi in pausa pranzo e durante la giornata ho pensato spesso alla consegna del ‘compito in classe’…magari fossero stati così appassionanti! Renato per me è stato ed è forte emozione, batticuore, lacrime e sorrisi…nel corso di questi anni dove altri, anche vicino a me non arrivavano, arrivava lui a farmi pensare, capire scavandomi dentro sempre più giù sino a non avere paura delle risposte che cercavo. E’ stato ed è magia, un porto franco dove approdare senza aver paura di essere quel che si è…Renato è tanti ricordi bellissimi indelebili, dai primi concerti sotto il tendone quando raccontavo a mio padre bugie per andarlo a vedere e regolarmente me le prendevo…a quelli successivi meno trasgressivi ma unici in classe, professionalità e schiettezza.
    Di questo mio grande attacamento a lui ho sempre fatto tesoro nel senso di non averlo mai palesato troppo, quasi come a preservare un sentimento prezioso. Certo è che con Renato ho riso anche molto, la sua ironia intelligente è fantastica..mi viene in mente Fermoposta, amore al verde…. Attraverso le sue poesie mi ha parlato così tanto che spesso mi sembra di conoscerlo personalmente ed è una sensazione che ho sempre provato sin dai primi concerti, anche se ovviamente questo non è mai avvenuto.
    Sono stata un pò prolissa e se non vi ho annoiato domani proseguirò…Buona serata.

    "Mi piace"

  69. Il disco al quale sono piu legata è certamente ZEROFOBIA. Per me è un pò come una piccola biografia di Renato Zero, quella di un uomo alla ricerca della sua identità personale.Sono legata a questo album anche per lo spettacolo del concerto , che guardo almeno una volta alla settimana.
    Troviamo qua canzoni melodiche e anche canzoni più “disco” che esaltano la voce di Renato. Ma anche là sono già presenti le tante problematiche come il sesso, la droga, l’omosessualità, la famiglia, la ricerca di una vita non alienata, dai sentimenti universali…
    Ma siccome sono una persona Imperfetta vi confesso che mi piace anche tanto: Quando non sei piu di nessuno, ma per altri motivi……
    La suite bientôt !!!
    Un saluto a tutti.

    "Mi piace"

  70. R. Zero: voce e musica, corpo e anina, dolcezza e amore.
    Renato per me è essenza vitale, è energia, è tristezza, è allegria. E’ poesia, è musica. E’ nostalgia. E’ capacità di sopravvivere, è sofferenza. E’ una stretta di mano, uno sguardo complice. E’ motivo di gioia, è il cuore che batte ad un ritmo fortissimo ogni volta che assisto ad un suo concerto. E’ rabbia, è incoscienza. E’ colore…anzi un arcobaleno….Lo vivo così Renato ogni giorno, in molti gesti e azioni che compio nell’arco della giornata. Non mi chiudo nelle “prigioni di cristallo” del nostro ostinato egoismo ma cerco di aprire il mio cuore agli altri con sincerità e lealtà. Tra le note di una canzone ritrovo un po’ me stessa…. cerco di reinventarmi ogni giorno con slancio e entusiasmo….
    L’album che credo mi rappresenti di più forse è “ Quando non sei più di nessuno” fu anche il primo album che acquistai e a seguire il primo concerto…..sono contenute canzoni significative e emozioni vere, esperienze di vita, religiosità, allegria e tristezza. “Il ritorno” “Una magia”, “Che ti do” l’incertezza di un amore, la ricerca della sicurezza, la simpatica “Amore al Verde” che tanto mi fa ridere e mi mette allegria…..la bellissima “E ci sei” quante volte ci perdiamo e la forza interiore viene a mancare…questa canzone mi infonde coraggio quando spesso mi perdo..…”Oltre ogni limite”…una perla, rappresenta per me l’amore assoluto…. “Figli della guerra” quanto mai attuale… Ave Maria, una preghiera bellissima e partì tutto da li da quel quinto posto che ancora non mi va giù! In questo album sono contenuti molti dei miei pensieri ma ovviamente non è l’unico…..
    To be continued ..non mi fermo qua eh!
    Bel post cara davvero, i miei complimenti!

    "Mi piace"

  71. Brava Gioia!!
    No il licenziamento no!! Poi ti tocca andare a mendicare sotto casa sua! :mrgreen:
    Che bella ROSE….l’adoro, mi commuove…

    "Mi piace"

  72. Allora, cara Debbina, visto che mi stuzzichi mi lancio.
    Premesso che è impossibile scegliere un cd, aggiungo che tra quelli più miei c’è sicuramente “Voyeur”.
    “Santa Esmeralda”: un grido s’allarme per la natura deturpata dall’uomo, parole crude quasi a descrivere uno stupro di una violenza senza fine….
    “Voyeur”. Un canto d’amore, la voglia di “guardare”, di conoscere, di capire e scoprire l’altro, il desiderio di abbattere muri di indifferenza e di egoismo, barriere di solitudine…
    “I nuovi santi” divertentissima presa in giro dei “figli di papà”, ridicolizzati con estro dal nostro Renato che quando interpreta questo brano nel concerto ZERO40 supera se stesso in fatto di fascino e sex appeal. Così ricchi ma solo di soldi, senza valori nè conquiste (lui che, Signore, quanto ha lottato…..).
    “Accade”: uno sfogo nella malinconia dei periodi bui, il successo che tradisce e che divora, il desiderio di rinascere, di cambiare.
    “Sciopero”: ritmo esuberante e parole recriminatorie contro gli stessi sfruttatori senza scrupoli di cui Renato ci parla in “Chi”.
    Ma la più bella in assoluto per me è “Rose”.
    Una poesia delicata come un fiore dedicata alla sua mamma, un amore senza confini, il rifugio da ogni tempesta, un approdo sicuro, eterno.
    …Fa che il cielo sia, come allora blu, e poi lasciati andare…..

    ….La luna….
    Spesso la guardo, immobile e sorridente sopra il mio balcone.
    Ci illumina di bianco, smorza il buio della notte, allevia i nostri incubi e mitiga i nostri sogni, antica e pallida amica….

    Scusate, ho scritto di getto e tra l’altro sono al lavoro…
    Voi vedè che mò rischio pure il licenziamento pe Renato…….
    Buona serata a tutti!

    "Mi piace"

  73. Hai ragione Debby: marciapiedi l’ho scritta due volte perchè per me ha doppio significato però non mi ero resa conto che mi manca una canzone….che gioia così posso inserirne un’altra: Manichini: nella vita a volte ci capitano cose che non sono dipese da noi ed è proprio in quei momenti che mi sento come un manichino!!
    Per il disco he mi rappresenta aspetto un po’ altrimenti dico tutto oggi ahahaha :0

    "Mi piace"

  74. Ila…molto molto brava e chi dice che devi fermarti? Commenta ancora quanto vuoi siamo solo all’inizio…
    Ma forse Marciapiedi l’hai scritta due volte?
    Hai dimenticato il disco che ti rappresenta! O lo scrivi in un secondo tempo? Se mi sto confondendo io avvisami perche ovviamente i commenti sono lunghi e può sfuggirmi qualcosa…Ci hai preso gusto ad inserire le faccine eh 😉

    "Mi piace"

  75. Eccomi qui, è stata dura ma alla fine sono riuscita a trovare 15 canzoni (sembrano molte ma in realtà sono troppo poche) che rappresentano il mio Renato. C’è da dire che se mi sono avvicinata alla musica di Renato è stato grazie ad una persona e quindi molte canzoni me la ricordano per ovvi motivi. Comunque veniamo a noi….
    1) Inventi
    Questa canzone per me è poesia e mi rappresenta tantissimo, rappresenta la timidezza che però sto sconfiggendo sempre di più “Mentre la mia mano cerca te… Arrossisci un po’… Ma non vuoi più mandarmi via.”
    2) Figaro
    3) Marciapiedi
    Queste due canzoni mi ricordano quando ho sentito per la prima volta “Figli del sogno” e visto che facevano parte di un medley non le conoscevo e chiedevo a chi le stava ascoltando con me “questa come si intitola?” e “quest’altra?”
    4) Spiagge
    Mi ricorda le ultime vacanze estive, al mare, belle, divertenti e da non dimenticare
    5) Magari
    Questa canzone è…l’amore per eccellenza e infatti mi ricorda i sentimenti che ho provato forse anche più grandi di me e soprattutto la mia timidezza e fragilità nell’esprimerli “Io come un ombra ti seguirò, la tenerezza ed il talento mio. Non ti deluderò, la giusta distanza io” e soprattutto “Se tu mi conoscessi certo che non mi negheresti due ali..”con questa frase ho capito che è sempre meglio farsi conoscere piuttosto che stare in silenzio.
    6) Amico
    L’amicizia nella mia vita è fondamentale perché “amico è quello che non passa mentre tutto va”
    7) Il maestro
    Questa canzone mi aiuta tantissimo perché ascoltandola mi viene una gran forza, Renato ci dice di non mollare, andare avanti per raggiungere i nostri sogni e lui è pronto sostenerci.
    8) Fantasmi
    Questa canzone invece mi aiuta tantissimo nei momenti di melanconia: “Sveglio,voglio restare sveglio… Finché farai la sbaglio, di ritornare qua! Vedrai, cambierai idea… Esaurita ogni risorsa tua… svuotata! Verrai a cercare qui… Quell’entusiasmo che hai perduto così… Povera illusa! Troverai la porta chiusa…oh! Si!” Sì, con fantasmi cerco di trovare la forza per chiudere determinate porte.
    9) Come mi vorresti
    Dopo “Prendimi” nel cd Cattura troviamo Come mi vorresti” e per me questa canzone è importante perché è il cd che mi ha fatto avvicinare a Renato ed essendo praticamente la prima canzone del cd che ho sentito mi ha subito “catturato” e sono rimasta lì ad ascoltare incantata tutte le canzoni del cd.
    10) La favola mia
    11) Niente trucco stasera
    Entrambe rappresentano per me l’artista che è Renato: “ Dietro questa maschera c’è un uomo e tu lo sai! Con le gioie le amarezze ed i problemi suoi…” ricorda a tutti che dietro all’artista Zero c’è l’uomo Renato e “Niente trucco, per me, Via le luci, stasera… Che ha guardarti, negli occhi,
    Sia la faccia, mia vera!” eccolo qua l’artista “ si mette a nudo” davanti al suo pubblico senza travestimenti e trucchi.
    12)L’impossibile vivere. Cosa mi ricorda questa canzone? Stadio Olimpico, 02/06/07. Già mi ricorda più di tutti il concerto e la mia commozione quando l’ha cantata.
    13)Mi ameresti. Ecco un’altra canzone d’amore che mi ricorda molto un’esperienza della mia vita : “c’è più amore a scoraggiarti, a mentirti perché no quello che meriteresti è il coraggio che non ho…” è già perché spesso per amare ci vuole coraggio.
    14) Grazie a te: questa sicuramente mi ricorda la persona di cui ho parlato all’inizio…già perché è grazie a lei se ho conosciuto a fondo Renato e se oggi sono quella che sono…
    15)Marciapiedi, questa è una canzone che mi fa pensare al mondo che ci circonda, all’indifferenza che c’è in giro…quante volte si cammina per strada, sui marciapiedi senza nemmeno accorgersi di chi ci passa accanto?Tante, forse troppe. E’ una canzone che mi fa riflettere molto.
    Scusate il commento troppo lungo ma quando prendo il via non mi fermo più. Spero di non avervi annoiato…. 🙄

    "Mi piace"

  76. Ciao Salvo!!! Hai ragione ne potrebbe venir fuori un bel libro!
    Ti aspetto per il continuo del commento! 🙂
    Ma come temi di annoiare Gioia??? 15 canzoni devi scegliere e il disco che ti rappresenta di più…su su sfogati, puoi commentare quanto vuoi e quando mai la zerofollia annoia? Baci
    PS. Giovanni che fai copi come nei compiti in classe?? AH AH AH :mrgreen:

    "Mi piace"

  77. Ragazzi che Post!!! Debby credo proprio che se alla fine mettessi insieme tutti i commenti potrebbe uscire fuori un libro degno delle migliori firme: TUTTA LA ZEROFOLLIA CHE VUOI!!! Oggi non mi sento ancora pronto per la lista delle canzoni, francamente ci devo proprio riflettere. Quello che vorrei esprimere è, attraverso le mie parole, il senso di gratitudine, immenso, che provo nei confronti di Renatino. Secondo me è geniale, fiabesco, fantasmagorico, icastico, ieratico, predicatore, trascinatore, carismatico, sgonatore, “aforistico”, grande amante, vibrante, elegante, trasgressivo, veritiero e……….sublime. Non so se bastano a rendere l’idea di come Renato alberga nel mio cuore e nella mia mente ogni nanosecondo che passa.
    Per quanto riguarda i miei Cd preferiti, ad oggi, sono sicuramente “La curva dell’angelo” e “Cattura”. Il primo, in particolare, è legato al mio primo concerto. Non scorderò mai quelle tende, quella pedana ruotante e quel meraviglioso uomo tutto vestito di nero. Mamma mia…….ho ancora i brividi! Per non parlare di quando durante l’ultima canzone scese dal palco ad accarezzare le nostre mani tese. Mi ha sfiorato la guancia mentre il mio pianto incontrava i suoi occhi a “zero” centimentri… Grazie sogno mio, Ti amo

    P.S: Mi manca il Renato quello supertrasgressivo, quello dei cambi d’abito continui….Forse perchè non c’ero e sono costretto a vederlo solo in video. In fondo ho solo 23 anni! Pazienza…lo amo ancora di più perchè ne comprendo e accetto da fan la sua evoluzione artistica e quindi umana. Grazie Debby per il tuo lavoro e il tuo amore incondizionato verso Renato e noi!!!!

    "Mi piace"

  78. ehi…complimenti per la tempestività. Bella l’idea di inserire anche il verso preferito delle canzoni…mi sa che te la rubo 😀
    Benvenuto tra noi Jonathan.

    "Mi piace"

  79. Bello sto post, cara Debbina, davvero impegnativo, quasi un compito in classe, un giusto esercizio mentale, un risveglio dei sensi un pò abbuffati…
    Concedetemi un preambolo: strepitosa la foto di Renato, pulito, “nature”, senza maschere (complimenti a Debbina per tutto, post e foto!)
    Il mio Renato? Difficile rispondere.
    Oggi è quello di “Figli del sogno” cos’ rassicurante, appagato e appagante, dolcissimo.
    L’immagine che ho in mente sono i suoi occhi commossi e in quelle lacrime vedo la sua gavetta, i suoi sacrifici, i calci nel sedere, la porte in faccia dei discografici troppo piccoli.
    Vedo i soui genitori, l’amore della sua gente, la sua sincerità, i suoi primi consensi, il trionfo.
    Provo ora a sintetizzarlo, a fotografarlo con qualche canzone e due aggettivi.
    “Il caos”: efebico e luccicante
    “Il carrozzone”: menestrello e clown
    “Fermoposta”: erotico e voyeur
    “Ostinato amore”: innamorato e sincero
    “Profumi, balocchi e maritozzi” comico e irriverente
    “Angeli” commovente e amico
    “Il cielo”: grande, il più grande, immenso!
    Non voglio proseguire, temo di annoiare, grazie Debbina, questo post mi ha emozionata!!!
    Baci

    "Mi piace"

  80. Ehilà BENVENUTO Jonathan! Un entrata alla grande la tua…Hai subito commentato il Post di cui questi veterani sfaticati del Blog tanto si lamentano 😉 Sei stato il primo e complimenti! Spero resterai con noi!

    "Mi piace"

  81. Qual è il lavoro di Renato che mi rappresenta di più, il mio biglietto da visita zerofolle…uhm fammi scorrere un po’ la discografia… Sì, ho deciso d’ impulso, perché ogni disco ha la sua storia, il mio disco è Amore dopo Amore. In classifica avrei inserito tutte le canzoni, dalle coinvolgenti L’ Italiana e Figaro, a Cercami, a L’ impossibile vivere, a La pace sia con te, fino ad arrivare a Dimmi chi dorme accanto a me e a I commedianti. Tutte hanno una parte di me, alcune hanno molto del mio essere, perciò penso che sia questo il lavoro di Renato che mi rappresenta di più.
    E’ impossibile racchiudere Renato in 15 canzoni, impossibile per uno zerofolle di 21 anni come me, figuriamoci per chi ha vissuto in toto il nostro Renato fin dagli esordi. Ci provo…in un crescendo d’ emozioni…Le descriverò con il verso che più mi coinvolge!
    1- Pura luce “…per questa notte oltre la vita, per ogni lacrima che scenderà un abbraccio ci perdonerà…”
    2- L’ italiana “…quella faccia strafottente così italiana, di coraggio, di passione, di gelosia…”
    3- D’ aria e di musica “…distraggo il tempo e m’ innamorerò, finchè all’ inferno poi non brucerò d’ aria e di musica…”
    4- Amico “…se, frugando nella tua giacca, scoprissi che, dietro al portafogli un cuore ancora c’ è: Amico cerca me!…”
    5- Marciapiedi “…è la vita che, passando, sporca un po’ le dita…”
    6- Una magia “…un paio d’ ali nuove a una farfalla sbiadita, una seconda volta ad una storia finita, una magia…”
    7- La vita è un dono “…La vita è un dono, legato a un respiro, dovrebbe ringraziare chi si sente vivo…”
    8- Guai “…Guai a chi ti guarda negli occhi e non sa chi sei, guai a chi non ti lascia impazzire mai…”
    9- Il cielo “…ma che uomo sei: se non prendi un barattolo di vernice insieme a me e ricominciamo a dipingere questo mondo grigio, questo mondo così stanco, dell’ amore che vuoi, dell’ amicizia che rincorri da sempre! Ridipingiamolo di noi, di noi zerofolle, di noi zeromatti, a noi che basta un sorriso, una stretta di mano e a me che basta dirvi, semplicemente, vi amo!!…”
    10- La tua idea “…prendi la gioia al volo prima che sia rimpianto…”
    11- I migliori anni della nostra vita “…penso che è stupendo restare al buio, abbracciati e muti…”
    12- Nei giardini che nessuno sa “…mani che ora tremano perché il vento soffia più forte, non lasciarli, adesso no, che non li sorprenda la morte…”
    13- Più su “…il poeta si strugge al ricordo di una poesia, questo tempo affamato consuma la mia allegria…”
    14- Il mercante di stelle “…sono solo un mercante di stelle, con le oneste bugie e la finta realtà di un ragazzo che mai sarà grande…”
    15- Vivo “…e nonostante tutto resto io, io che ancora credo e ancora spero io…”

    "Mi piace"

  82. Perfetto cara Vanessa! Mi fa molto piacere vedere che tu e Ghis avete molta voglia di mettervi alla prova con la Zerofollia e con l’italiano! 😉
    Certo ti aiuterò volentieri….menomale che ho scelto la settimana giusta per te! 😉

    "Mi piace"

  83. Che bel post Debby, spero di sormontare questa prova (magari con il tuo aiuto). Grazie, è una sfida che vado a raccogliere con molta passione. Hai scelto la buona settimana per me, sono in vacanza quindi sarò capace di concentrarmi solamente su Renato.
    Buona settimana a tutti

    "Mi piace"

  84. E’ proprio così Giovanni…all’inizio pensavo a dieci canzoni poi mi sono resa conto che non ci riuscivo e sono passata a 15…ma alla fine nemmeno quelle sono sufficienti ve ne accorgerete! 😉

    "Mi piace"

  85. ohoh avete ragione…è proprio un vero e proprio tema. Oltre alla prima richiesta del post, già di per se molto impegnativa e interessante, ci chiedi di commentare le 15 canzoni più rappresentative di Renato. Certo di solito in questi casi si stilano le top 10, ma vabbè…si vede che non ce l’hai fatta proprio a racchiudere tutto in 10 canzoni…quindi ok, 15 ;-p
    Un bel commento ci chiedi…speriamo di essere all’altezza. Al lavoro e a presto 🙂

    "Mi piace"

  86. Paola sei tremenda!!! :mrgreen:
    Ohhh Ila tu si che mi dai soddisfazione! Sai questi sfaticati subito a lamentarsi perche devono impegnarsi ah ah ah dopo il letargo delle feste li scuoto un pò perchè come giustamente dici tu c’è tanto da dire… Baci

    "Mi piace"

  87. Che post impegnativo!!Complimenti Debby perchè un post bellissimo.Non posso ancora scrivere perchè ci devo riflettere un po’, non è semplice scegliere tra le canzoni di Renato ma ne ho già in mente qualcuna che mi ha accompagnato in momenti della mia vita.Comunque Debby permettimi di dire che un post del genere non può esserci solo una settimana, ce ne saranno di cose da dire ….Comunque mi sono accorta ora del nuovo post perchè sono entrata varie volte nel sito stamattina ma mi veniva l’ultima pagina del vecchio post e solo ora ho visto il nuovo, sarà la vecchiaia che incombe?Del resto anno nuovo, un anno più vecchia 🙄

    "Mi piace"

  88. Hai visto che riesco a sorprenderti!!!! 🙂
    E’ solo perchè (essendo impreparata!!!) devo prender tempo!!!
    E poi ho approfittato che la sorellina è a scuola.. AH! AH! AH!
    Nel pomeriggio diventerà rossa dalla rabbia!!
    Baci carissimi!!!
    Paola0

    "Mi piace"

  89. Ah ah ah Paola CHE SORPRESA!!! Di solito arrivi all’ultimo momento chiudi i Post!! Oggi sei in apertura miracolo!!!! Tinuccia ti ha tirato le orecchie??? Ah ah ah….BACI

    "Mi piace"

  90. Buongiorno!!!
    Questo post sembra fatto apposta per me!!! Dopo la confessione di ieri sera… adesso davvero tocca mettermi al lavoro!!! Esisterà lavoro più bello???!!!
    Ascolterò, studierò, mediterò, sognerò e poi vi racconterò!!!
    Però….. datemi un pò di tempo e… portate pazienza!!!!
    Scusatemi devo andare…. qualcuno mi aspetta per cominciare a studiare!!!!
    Baci a tutti e a te in special modo Debby…… ma BRAVA BRAVA!!!! Non hai dormito stanotte per darci questo compitino a casa????!!!!!….. ma la maestrina del blog è Tina…. o sbaglio??!!!
    SCHERZOOOOOO!!! Ancora baci!!
    Paola0

    "Mi piace"

  91. Ammazza aho! Post impegnativo ma sarà molto piacevole commentare…Come Federico ora non ho il tempo di scrivere…. ma inizierò a pensarci su… Saluti

    "Mi piace"

  92. Ma povera la mia francesina!!! Hai ragione Ghis però in effetti fai esercizio ti piace scrivere in italiano no?? :mrgreen: Comunque Ghis e Vanessa tranquille, vi aiuterò io, commentate un pò per volta e questo vale per tutti, ah ah ah ah Federico me li immaginavo commenti del genere, si c’è da lavorare ma fate come nei telefilm…i commenti a puntate! 😉
    Baci Ghis!!!

    "Mi piace"

  93. Oddio Debby ci tocca fare un tema ahahah adesso dal lavoro non posso proprio perche ci devo pensare un pò è un secondo lavoro questo post! Però complimenti molto bello già mi appassiona. Saluti a tutti

    "Mi piace"

  94. Debby , ci hai datto un bello “esercizio di stile”, sopratutto per una “poverina francesina” 😉 ma non mollerò……..mi metto subito “al lavoro” !!!
    Buona giornata a tutti. Baci Debby.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.