STEFANO SENESI

240px-stefano_senesi.jpg        senesi.mp3

 

STEFANO SENESI

 

Avete ascoltato l’audio sopra? Ebbene posso dire che quella sera a Roma tra quelle grida c’ero anch’io!

 

 

A mio parere negli ultimi anni Renato Zero ha perso un musicista straordinario e mi sto riferendo al GRANDE Stefano Senesi, troppo spesso mi sono chiesta le ragioni di questa perdita, ma forse una ragione precisa non c’è ed anche se ci fosse nessuno è obbligato a spiegarcela.Ovviamente non è detto che la loro collaborazione sia finita per sempre, magari quando meno ce lo aspettiamo li rivedremo sul palco insieme come è successo in “Cattura il sogno in tour”, per ora ciò che ci resta di più recente di Renato da goderci con Stefano al piano è il Dvd/Cd Figli del Sogno del 2004.Questo Post vuole essere il giusto Tributo ad uno storico pianista di Renato ma definirlo tastierista così come tutti lo conoscono non è abbastanza perché lui è un Pianista, Compositore e Arrangiatore nonché co-autore dal 1990 di alcuni brani di Renato Zero.Ci tengo però a precisare che Stefano Senesi non va rinchiuso solo nella nicchia di Renato  perché ha lavorato con tutti i più grandi cantanti italiani da Antonello Venditti, Rino Gaetano, Fausto Leali, Gianni Morandi, Mia Martini, De Gregori, Giorgia, Anna Oxa, Loredana Bertè e molti altri, inoltre ultima ma non ultima la brava Mariella Nava infatti è stato co-arrangiatore di alcuni suoi dischi.Attualmente Stefano Senesi è impegnato in alcuni progetti teatrali e discografici inoltre si esibisce anche in suoi concerti.

Per quanto riguarda Renato Zero in ordine cronologico lo ricordiamo nel 1981 nello strepitoso Live di “ICARO”, nel 1989 in “VOYEUR”, nel 1998 è stato Autore e Co-produttore del disco “AMORE DOPO AMORE” uno dei dischi di Zero più stimati dalla critica, a seguire il Tour del 99 da cui fu registrato “Amore dopo Amore Tour”, nel 2000 lo ritroviamo in “TUTTI GLI ZERI DEL MONDO”, ed infine nel 2001 nel “LA CURVA DELL’ANGELO”.Quando acquistai “CATTURA” mi resi subito conto che in quel disco che tra l’altro amo molto non aveva suonato Stefano Senesi e ci rimasi malissimo essendo io una sua grandissima ammiratrice, ma con altrettanto stupore lo ritrovai allo Stadio Olimpico nel concerto “Cattura il sogno in Tour” e ricordo ancora che quando ascoltai le prime note di MAGARI suonate dalle sue magiche mani mi vennero subito i brividi. Con tutto il rispetto per tutti gli altri bravi musicisti che hanno sostituito Stefano vorrei dire sinceramente che pur non essendo un’esperta in materia ho sempre sentito una sottile differenza in quelle stesse canzoni suonate da Stefano e poi ascoltate da altri, per me pur trattandosi delle stesse note è come se lui emettesse magia, delicatezza, suoni soavi e leggiadri, mi emoziona di più!

Stefano Senesi oltre che come Artista mi ha sempre colpito anche come uomo, è rimasto una persona umile nonostante a certi livelli ci si possa montare la testa e sappiamo bene che dote fondamentale sia l’umiltà in uomini di successo, mi è parso sempre discreto, riservato, gentile, forse un po’ timido non lo so ma comunque quasi come se volesse sempre rimanere un po’ nell’ombra, lì rifugiato dietro quel Pianoforte che è tutta la sua vita…Avete provato ad ascoltare “Accade” musicale, suonata da lui al piano? Se non l’avete fatto recatevi sul suo sito ufficiale e deliziatevi l’udito, trà l’altro lo potrete ascoltare anche in altre bellissime performance tra cui anche “Figaro” che meraviglia…tutto questo nella sezione Live di:

http://www.stefanosenesi.com

Caro Stefano quando passerai qui sappi che per me resti sempre il numero uno e spero che tramite questo Post ti arrivi tutta l’ammirazione che ho per te!Sotto sono riportati alcuni pensieri che i più affezionati Sorcini di questo Blog mi hanno inviato sapendo del tuo passaggio qui: 

CLAUDIA: Milioni di note su quel pianoforte e quelle fantastiche mani che volano sulla tastiera ci hanno regalato per molti anni una dolce musica..un suono dolce e vibrante che vorrei tanto riascoltare proprio dal quel tuo magico pianoforte. Grandissimo Stefano. 

GHIS: Sono una delle due “francesine” del blog , e volevo salutare dalla mia Parigi il Grande Musicista che sei Stefano Senesi.

JONATHAN: Una gradita sorpresa in questo “angolo di paradiso”, in cui la nostra Debby riesce sempre a coinvolgerci su temi cari a Renato. Stavolta la sorpresa è tanto gradita perché riguarda uno dei primi musicisti che ho seguito, che ho osservato e ammirato per il suo lavoro: Stefano Senesi.Qualche anno fa ormai, nel momento in cui la mia zerofollia stava nutrendosi a piene mani di Renato, nelle sue apparizioni televisive che non erano così frequenti, notavo, seduto davanti al suo pianoforte e in simbiosi con lo stesso, una figura particolare, silenziosa per il suo ruolo, timida, almeno all’ apparenza, che posava leggera le dita sui tasti che intonavano le più belle melodie. Questa figura sconosciuta e misteriosa perché tanto delicata e così poco invadente nella sua arte, mi regalava emozioni straordinarie e ho iniziato a seguire il suo stile. Poco dopo ho scoperto che quella persona, che mi aveva colpito particolarmente, era Stefano Senesi, e facendo attenzione alla sua opera, ho apprezzato la discrezione con cui sapeva infondere le note del piano, incisive e penetranti, negli spettacoli in cui era protagonista…Non posso che essere contento di poter scambiare anche solo un saluto con un musicista che ha contribuito alla mia crescita di zerofolle e che ammiro per la sua bravura…Perciò, mi perdoni Maestro Senesi, ma ora vorrei salutarla come se fosse un mio amico, una parte della mia vita. Grazie Stefano! Grazie per l’ arte che hai donato e che doni anche oggi a tutti noi.    Con stima e affetto. 

 MARIA: Virtuoso del pianoforte, che quando lo ascolti vieni trasportato fra le nuvole, ricordo le sue innumerevoli partecipazioni con diversi cantanti della musica italiana, che dire solo che è un grande pianista e improvvisatore. per me sarà un vero piacere incontarlo qui in nostra compagnia.

STELLA: Sei un tastierista unico nel suo genere spero che Renato ben presto si riappropri di questa perla!!

FABRIZIA: La gioia alla notizia che saresti stato con noi è stata incontenibile;
anche se ultimamente non ti abbiamo più visto ai concerti di Renato,
non possiamo certo scordarti, per il grande musicista che sei, per la
tua generosità e per le magnifiche canzoni che, insieme, ci avete
regalato: rivedervi insieme è un sogno, averti qui sul blog è un grande
regalo. Sei grande, grazie Stefano!

GRAZIA: Ciao caro Stefano, noi ovviamente non ci conosciamo personalmente ma
desidero ringraziarti per il bel regalo che ci hai fatto
nell’accettare di regalarci la tua presenza nel blog; quante grandi
emozioni mi hai donato mentre le tue mani volando sul pianoforte
creavano quelle tipiche atmosfere black & white, che sono soltanto
tue….Le tue composizioni mi hanno sempre trasmesso la tua grande e
discreta sensibilità e perciò consentimi di dirti “Grazie piccolo,
grande musicista”.

FEDERICO: Davanti ad un musicista del tuo calibro caro Stefano bisogna solo inchinarsi. Le note provenienti dal tuo piano sciolgono i cuori di ognuno di noi.

ANTONELLA: Ciao Stefano , finalmente grazie a Debby ho la possibilità di manifestarti la mia grande ammirazione, sia come musicista che come uomo.Come musicista ammiro molto i tuoi lavori. So che hai collaborato con i grandi nomi della musica leggera italiana  e naturalmente con il grande Renato di cui sono una grandissima ammiratrice. Hai suonato e collaborato con lui in molti dischi, partecipando anche come autore e co-produttore dell’ album  Amore dopo Amore uno dei più belli di Renato, Amore dopo Amore tour, Tutti gli zeri del mondo, La curva dell’angelo, e altri. Poi ti ammiro molto come uomo per il tuo impego animalista; sai io penso che chi difende le violenze gratuite che subiscono quelle povere bestiole indifese, abbia un cuore grande. Anche io li amo da impazzire e se fosse per me la mia casa ne sarebbe piena, ma purtroppo visto che vivo in un condominio mi devo accontentare di tenere solo 1 gatto. Grande Stefano continua così….. Con la speranza di rivederti presto sul palco insieme al grande Renato ti mando un grosso saluto.

CRISTINA:E’ un onore ed un piacere per me, carissimo Stefano conoscerti in questo spazio. Inuitle dirti che la prima volta che sentii il tuo nome fu nel 1981 e fu proprio Renato a pronunciarlo … Icaro. Insuperabile. Da lì in poi ti ho sempre seguito, le tue mani accarezzano la tastiera come una nuvola leggera ed i concerti di Renato sono più veri se al pianoforte ci sei tu. So che sei anche un attivo animalista e questo denota ancora maggiormente la tua sensiblità. Grazie per questa occasione. MARCO e DEBBY: La magia con cui accarezzi i tasti del tuo pianoforte è una dolce melodia che fa vibrare l’anima.

AGGIORNAMENTO  DOPO AVER LETTO QUESTO POST IL 26 MARZO A MEZZANOTTE  STEFANO SENESI CI HA LASCIATO IL SEGUENTE MESSAGGIO:

Beh,non so da che parte incominciare!!
Intanto ci provo nel ringraziare te,Debby per l’invito e la stima che attraverso il forum mi dimostrate tutti nonostante sia passato un po’ di tempo da quando non collaboro con Renato, e questo mi rende orgoglioso del mio lavoro…. Non potete immaginare quanto possano essere importanti le vostre parole di affetto per un musicista che come me ha collaborato a fianco di un grande artista, in questo caso Renato, cercando sempre di ottenere insieme con lui il massimo del risultato musicale dalle performance nei live, e credetemi non e’ facile tra prove,preparazione dello spettacolo,orari “indecenti”,tensioni continue perche’ tutto risulti poi bello gia’dal primo concerto!
In un periodo dove tutto e’ veloce,tutto viene consumato di corsa, dove l’”apparire” sembra ormai diventato piu’ importante dell’”essere”, questi vostri attestati assumono ancora di piu’ maggior valore e uno ad uno li conservo stretti nel mio cuore… Ancora grazie, VI VOGLIO BENE

Postato Mercoledì, 26 Marzo 2008 alle 12:01 am da Stefano Senesi