PROFESSORE

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/GF7pZT7E1Zk" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Renato non ha avuto un buon rapporto con la scuola ne con i Professori, lo ha ribadito più volte nelle ultime interviste, questo suo astio verso le Istituzioni scolastiche è dovuto al fatto che gli stessi insegnanti gli dicevano che la scuola non era fatta per lui e ad oggi dichiara che ne è felice vista la carriera che poi ne è conseguita. Sia la canzone Professore che le recenti dichiarazioni potrebbero mettere contro di lui un intera categoria che non può non sentirsi colpita da certe affermazioni.Il brano “Professore” fa capire chiaramente il brutto rapporto che Renato ha avuto con i suoi Professori, un rapporto segnato da sofferenze perché logicamente un ragazzo che si sente rifiutato dagli insegnanti non può non subirne tutte le conseguenze del caso.

Concordo decisamente con Renato sul fatto che la vita fuori la scuola è tutta un’altra musica, una volta usciti dalla scuola ci si scontra con una dura realtà!

Mi piace molto la strofa in cui canta:

“Nel tuo programma sai non era inclusa la paura”

Come già detto giustamente da Marco qualche giorno fa molti programmi obsoleti e inutili della scuola andrebbero sostituiti con film istruttivi che narrano non solo fatti storici ma anche sociali, ambientali e culturali…insomma sarei propensa ad usare ogni mezzo affinché i ragazzi potessero trarre insegnamenti anche di vita, il sistema scolastico andrebbe tutto aggiornato e poi la pratica che è fondamentale, spesso uno studente finite le scuole non sa fare praticamente nulla, ha soltanto tante nozioni in testa e basta.

Nel passaggio in cui dice:

“Lo devi ammettere….non basta solo la cultura…Professore lo devi ammettere fuori dal libro è molto dura….”

Ovviamente tende a sottolineare quanto sia importante anche la palestra della vita e non certo a ritenere inutile la cultura come molti erroneamente hanno pensato, certo perché il bagaglio culturale di una persona è importantissimo, serve ad aprire la mente, porta ad un elasticità di pensiero, conoscere il passato ci aiuta a capire meglio il presente e poi capire l’origine di ogni cosa è importantissimo!

Chi è culturalmente preparato riesce ad affrontare meglio molte situazioni e soprattutto a confrontarsi con ogni tipo di persona senza temere il famoso senso di disagio che invece può provare chi è meno colto e quindi di fronte ad alcune persone e a certi argomenti prova imbarazzo perché non è in grado di rapportarsi.

Io credo che non si smette mai di imparare ed anzi personalmente quando ho di fronte una persona che ha più cultura di me non può farmi che piacere perché mi nutro del suo sapere e non mi vergogno a fare domande ammettendo di non avere conoscenze sufficienti in alcune materie, invece ahimè esistono persone che fanno finta di sapere tutto e finiscono con il fare delle bruttissime figure!

Questa canzone sembra voler essere una specie di riscatto per Renato ma secondo me nasconde una forte insofferenza e il disagio che lui ha provato non solo in quegli anni ma anche in quelli successivi…

Lascio a voi i commenti su questo Post e il brano che lo rappresenta, inoltre vorrei chiedere: voi che rapporto avete avuto con i vostri Professori?