BUON COMPLEANNO RENATO PER IL TUO 60!

62d8b17a1b89a49a8af3cbe4e19a21521

AGGIUNTE ALTRE DUE DATE: 8 – 9 OTTOBRE!

SCRIVETE I VOSTRI AUGURI PER RENATO!
Caro Renato,
Domani 30 Settembre sarà il tuo compleanno!
Hai raggiunto il traguardo dei 60 anni, una vita vissuta pienamente, un percorso complicato in cui hai dovuto affrontare moltissimi ostacoli che grazie alla tua grinta sei sempre riuscito a superare e questo ti ha consentito anche di vivere momenti sereni e felici fino al raggiungimento di un successo meritato arrivato dopo tanti anni di gavetta…oggi sei Renato Zero un grande Artista tra i più prestigiosi della musica italiana…soddisfatto finalmente di come sei.
60 anni eppure hai la stessa grinta, energia e voglia di vivere di un tempo, gli anni passano ma tu fortunatamente resti il solito Renato che abbiamo sempre amato!
Stasera comincerà il Sei Zero, otto unici ed irripetibili concerti che hai voluto organizzare per festeggiare questi tuoi 60 anni nella tua Roma per ringraziare tutti i romani e noi saremo tutti li presenti ad applaudirti come sempre ed io da romana sono felicissima di partecipare ai tuoi concerti, perché come tu hai desiderato festeggiare con il tuo pubblico su quel palco che è tutta la tua vita anche noi desideriamo augurarti tutti insieme:
BUON COMPLEANNO RENATINO!
IN BOCCA AL LUPO per questa tua straordinaria festa musicale la quale preannuncia già un successo che entrerà nella storia della musica italiana!
Il Renato Zero Blog ancora una volta ti augura Buon Compleanno!

Date dei concerti:

29-30 Settembre 2-3-5-6-8-9- Ottobre a Roma-Piazza di Siena (Villa Borghese)

Inizio Concerti ore 20.30

ORARI APERTURA ZEROVILLAGE

 

GIORNI DI SHOW
Villaggio: a partire dalle h 18.30 con chiusura alle h 20.00
Mostra: nei giorni di show, l’orario della mostra sarà dalle h 18.30 alle h 20.00. Potrà accedere il pubblico possessore del biglietto per la giornata dello show.
Sala cinematografica: video a rotazione tutti i giorni dalle h 15.00 alle h 19.00 (chiusura alle h 19.30), eccetto il 30 settembre, quando la sala sarà aperta al pubblico dalle h 10.00 alle h 14.00
GIORNI DI OFF
Villaggio: a partire dalle h 14.30 con chiusura alle h 20.30
Mostra: sarà aperta dalle h 14.30 alle h 20.30, potranno accedere tutti coloro in possesso di un biglietto per una delle date dei concerto, già utilizzato o meno.
Sala cinematografica: aperta tutti i giorni dalle h 15.00 alle h 19.00 (chiusura h 19.30).
AGGIORNAMENTO:

STASERA PRIMA DATA DEL SEI ZERO  IL CONCERTO E’ STATO SUBITO INAUGURATO CON UNA DEDICA A ROMA, RENATO HA CANTATO UN INEDITO INTITOLATO PROPRIO: ROMA

 

ALTRO INEDITO: LA MIA GENERAZIONE

 

 

 

 

 

LA TUA SCALETTA DEL SEI ZERO

flkqssfa-ban5

 

Il Sei Zero non sarà più di sole 6 date perché ne sono state aggiunte altre due ossia l’8 e il 9 Ottobre e dato che questi meravigliosi concerti si stanno avvicinando il R.Z. Blog dedicherà queste ultime settimane esclusivamente a questo grande evento!

Quindi potrete parlare liberamente di Renato, della sua carriera e dei concerti.

Ricordiamo che ogni data del Sei Zero avrà una scaletta diversa, quindi in questo Post vi invito anche a scrivere la vostra scaletta, ognuno di voi potrà dire quale canzoni vorrebbe ascoltare nella propria data.

 

MAGARI

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/2lSuYH9ZZGE" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

 

Il mio compleanno si avvicina e per una volta voglio farmi un regalo, mi regalo un Post sulla canzone d’amore più bella del panorama della musica italiana, la mia preferita in assoluto: MAGARI

Tanti anni fa ad apertura Blog ho fatto un omaggio a questo meraviglioso brano tramite un Post ma agli inizi i Post non avevano la stessa impostazione di oggi, ad esempio non veniva analizzato il significato delle canzoni e quindi possiamo anche procedere con i nostri usuali commenti.

Come potete vedere ho scelto il video che Marco ha realizzato per noi in occasione del Capodanno 2009, video molto emozionante per la scelta delle immagini e per la dolce poesia che lo accompagna scritta proprio dal nostro Zeroc.

Magari rappresenta il desiderio di un amore impossibile, probabilmente non corrisposto tema spesso ricorrente nelle canzoni di Renato….

Ricordo ancora che la prima volta che l’ascoltai era per radio durante l’anteprima di “Cattura” in diretta dal Teatro Eliseo di Roma e per me fu una specie di colpo di fulmine, nessuna canzone mai mi ha toccato il cuore come Magari, ascoltandola provo sempre dei brividi sia per la musica che per le toccanti parole….i passaggi che mi emozionano sempre come la prima volta sono quel “Mi provi” e lo struggente finale quando pronuncia quel Mi ami? Magari….bellissimo e commovente…

Il termine magari altro non è che l’espressione di un forte desiderio…ciò che si vorrebbe avere ma che purtroppo è assai improbabile riuscire a realizzare, pensate a quante volte nella nostra vita abbiamo pronunciato quel magari!

Quando si ama veramente qualcuno il desiderio più grande è proprio quello di stargli accanto in ogni passaggio della nostra vita, svegliarlo con un caffè, sciogliere le sue malinconie..stargli sempre vicino nel bene e nel male…in questo brano Renato descrive il suo grande amore per una persona e sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di potergli stare accanto….un amore probabilmente non corrisposto e dato che dice “Magari toccasse a ME un po’ di quella felicità/ Non mi spaventa niente tranne competere con l‘amore” ho sempre pensato che si trattasse di una storia clandestina, in ogni caso un grande impossibile amore.

Un’altra particolarità che mi ha toccato il cuore è il fatto che Renato canta rivolgendosi direttamente al suo amore, quindi una specie di dialogo diretto con la persona amata.

L’interpretazione Live poi è a dir poco sublime perché la canta esprimendosi con gesti, espressioni del volto e interpretazione vocale attinente alle parole insomma è un vero e proprio capolavoro che soltanto un grande attore della musica italiana come Zero ci poteva regalare, nessuno è in grado di interpretare questo brano come lui.

Puoi fidarti a lasciarmi il cuore nessun dolore lo sfiorirà….bellissima dichiarazione d’amore che si può fare a tutti coloro che hanno paura di soffrire, durante la canzone cerca in ogni modo di convincere il suo amore che possiede tutte le caratteristiche per renderlo felice, narra le sue qualità ed è convinto di potercela fare.

Se si ama qualcuno questa è una meravigliosa canzone che gli si può dedicare…promettergli di stargli accanto e seguirlo come un’ombra pur mantenendo la giusta distanza, senza soffocarlo…senza deluderlo mai…solo lui può guarire la confusione della mente…solo per lui saremmo in grado di fare qualsiasi cosa anche ciò che non avremmo mai pensato di fare…ma deve darci la possibilità di dimostrarglielo, deve imparare a conoscerci a fondo, deve sentire tutta la nostra tenerezza, insomma deve darci quell’opportunità troppo spesso negata, ecco allora che quel mi “provi” esprime il senso di tutta la canzone, perché l’amore si scopre soltanto vivendolo.

E’ la canzone d’amore per eccellenza e non posso concludere se non rivolgendomi a Renato stesso: Me la canti durante il Sei Zero? Magari…

Io sono pronto a fermarmi qui il cielo vuole così…
Prendimi al volo poi non farmi cadere più…

Da questa altezza sai non ci si salva mai...

Mi ami? Magari... Mi ami!? Magari….