RENATO SI! I POLITICI NO!

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/LbEGq-eogW8" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

 

Il Sei Zero trascina con se ancora polemiche per la Location scelta per l’evento, ricordiamo che già gli ambientalisti avevano polemizzato fin troppo ed ora come se non bastasse a distanza di due settimane dalla fine dei concerti leggiamo sui giornali che il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro ha rilasciato dichiarazioni decisamente inopportune ed offensive a mio parere nei confronti di Renato Zero, grande Artista italiano si ma cittadino romano!!
Il Renato Zero Blog non può rimanere inerme di fronte a certe dichiarazioni che tra l’altro appaiono decisamente contro la persona di Zero e del tutto personali ed opportunistiche!

Francesco Giro dice:

"Siamo sinceri, Renato Zero non si meritava Piazza di Siena. Io gli avrei detto chiaramente che poteva fare il suo concerto al galoppatoio e basta, garantendogli comunque un luogo di prestigio per un ritorno d'immagine. Io sono un grande amante della musica pop e rock, ma questo luogo forse non se lo merita nessun cantante italiano”
Ah si Renato Zero non si meritava Piazza di Siena??

Non mi sembra un espressione corretta ed elegante nei confronti di Renato Zero e perché poi non se la meritava? Al momento non ci è dato saperlo….

Vorrei domandare a Giro chi se la meritava Piazza di Siena?

Forse lui o il suo partito per un comizio politico?

Ricordo ancora una volta per chi lo avesse dimenticato che a Piazza di Siena hanno già fatto concerti Claudio Baglioni e Antonello Venditti!

Come se non bastasse Giro prosegue dicendo:

"Da politico mi sento di fare una valutazione politica. Un evento come quello di Renato Zero ci porta il consenso della gente? Zero sarebbe stato un romano doc accettando la proposta del galoppatoio. Ma non l'ha fatto e si commenta da solo. A mio parere, il concorso ippico basta e avanza. E ha continuato l'affondo: "Quanto ha incassato Zero? 3,5 milioni? Allora è giusto avere una percentuale degli incassi per la manutenzione. Non si possono concedere luoghi come questo gratis e battere cassa a Tremonti”

Ecco quindi che arriva la risposta alla precedente mia domanda, quindi Renato Zero in poche parole non si meritava Piazza Di Siena perche non vi ha fatto “magnà” perdonate l’espressione tipica romana…fa i conti in tasca a Renato ovviamente e poi cosa fondamentale per un politico questa concessione non ha portato il consenso della gente al suo partito…e certo cosa gravissima accidenti!!!!

Renato non accettando il Galoppatoio ha dimostrato di non essere un romano doc e si commenta da solo???

Il tono di questa affermazione è arrogante e presuntuoso!!

L’autorizzazione gli era stata concessa molti mesi prima, il progetto era oramai fatto quando gli è stato proposto il Galoppatoio ora lascio a voi immaginare che non era possibile per questioni tecniche, logistiche, di palco, di spalti spostare tutto al Galoppatoio dopo che tra l’altro erano già stati venduti tutti i biglietti con tanto di orari, via, luogo ecc. ecc.

Ma ci vuole tanto a capirlo che a Settembre a due settimane dall’inizio dei concerti non era possibile cambiare la location?

E poi pure se fosse è per questo che si può dire che Renato non è un romano doc?

Giro incalza ancora dicendo:

“Tutto questo non lo voglio più vedere. Non mi interessa se il degrado è di dieci anni fa, tutto va messo sotto osservazione”

In pratica ammette che gran parte del degrado risale a dieci anni fa ed aggiungerei anche a precedenti eventi magari, eppure se la prende con Renato Zero, cioè deve essere Zero a pagare per tutti???

Ora ditemi voi se tutto questo vi sembra normale!

 

L’Assessore all’ambiente di Roma Fabio De Lillo replica invece che:

“Il Comune seleziona gli eventi ed è stato giusto concedere a un artista romano di grande livello come Renato Zero, in occasione dei suoi 60 anni, un palcoscenico così prestigioso”

Esattamente…dice bene De Lillo anche perché questo resta comunque un evento eccezionale, insomma non è che Renato farà li tutti i concerti della sua vita, è stato un caso straordinario e per festeggiare i suoi 60 anni è stato giusto concedergli uno spazio prestigioso non c’è altro da dire!

A questa assurda polemica il Comune di Roma ha risposto che gli organizzatori del Sei Zero hanno già pagato 60.000 Euro per la pulizia straordinaria dell’aerea, mentre 150.000 li verseranno per l’occupazione del suolo pubblico.

Quindi il politico Giro parla anche senza sapere!! Bisogna informarsi prima di dare il via a polemiche sterili e soprattutto prima di offendere un grande Artista come Renato Zero!

Però il caso vuole che Francesco Giro sia pressoché favorevole alla Formula 1 che dovrebbe svolgersi nel quartiere dell’Eur tra l’altro area protetta!

Da romana vi assicuro che la zona Eur non si presta ad un evento el genere!

Primo perché è uno dei pochi quartieri verdi di Roma e il flusso enorme di persone che arriverebbero rischierebbe di portare degrado al quartiere e secondo è per noi un punto di transito molto importante e quindi porterebbe notevoli disagi ai cittadini romani!

Chissà perché allora Giro è favorevole alla Formula1!

Ve lo dico io, ma perché porterebbe tanti bei soldoni alle casse comunali e non solo!

E allora chissene frega dell’eventuale degrado dell’Eur, dei danni che subirebbe il quartiere, dei disagi al cittadino, chissene frega vero Giro?

Il Dio soldo (quello che non vi ha dato Renato) vince su tutto!

Lei caro Francesco Giro è il tipico politico di cui l’Italia farebbe volentieri a meno!

Siete voi politici che ve ne dovete andare dalla nostra città voi che vi sentite i padroni di Roma, voi che con i vostri comizi distruggete Piazza del Popolo, voi che ad ogni vostro passaggio bloccate il traffico con enormi scorte a seguito, voi e i vostri ministeri che creano caos, voi e tutte le vostre manifestazioni che creano disagi ai cittadini, voi che vi siete appropriati del centro storico, voi che possedete case al centro di Roma con affitti da quattro soldi, siete voi politici la rovina di Roma!

Lasciate Roma a Renato Zero Romano Doc e a tutti i romani e trasferitevi altrove perché noi non vi vogliamo!!!!

E come disse Renato in una bellissima canzone:

SPERIAMO SI ALZI UN GENEROSO VENTO E CHE VI SPAZZI TUTTI VIA!!!!

Per accompagnare questo Post ho scelto una canzone di Renato che ben spiega come è ridotta Roma e mi riferisco a “Roma malata” perché se Roma non è più quella di una volta la colpa è dei politici e di tutti quei romani che non hanno mai fatto nulla per impedire questo scempio e per riprendere possesso della loro città!

Invito anche voi che non siete romani a guardare nuovamente questo video che sembra quasi una profezia e ad ascoltare con più attenzione del solito questo bellissimo brano..

Un’altra Roma più schiava che padrona, la Roma dei misteri dei Ministeri!