TALENTO

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/N6GYBcFMfnk" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

 

Amo molto questa canzone ed ho scelto la versione live dello Zero 40 perché è la mia preferita.

Il talento di fingere sembra diventato una vera e propria arte e sono in molti ad avere questa attitudine.

Si finge in amore, si finge nell’amicizia, si finge sul posto di lavoro, si finge persino in famiglia.

Certo chi finge secondo me non è coraggioso bensì un vigliacco, colui che ha paura di dire la verità, tutte quelle persone che dicono quel che non è sono solo dei codardi….io sono come Renato non ho questo talento, non so fingere e certamente ci vuole una bella faccia tosta per farlo e come lui per riuscirci me ne dovrebbero dare una in prestito.

Si piange un amore che non c’è, si inventa un amico che non è li con te, è proprio questo il dramma.

Capita troppo spesso di incontrare amori che ti fanno sentire al settimo cielo, che ti dicono le cose più belle del mondo e che spesso purtroppo neanche pensano veramente, recitano un vero e proprio copione, un romanzo d’amore che dopo poco svanisce perché era tutto falso e la stessa cosa accade con un amico che ti fa finte promesse, ti dice frasi fatte e ti parla di sentimenti inesistenti ma come sempre nella vita contano più i fatti che le parole e quindi arriva il giorno che apri gli occhi e ti accorgi che nulla era vero, che era tutto un bluff.

Spesso dico: puoi imbrogliare gli altri ma non te stesso!

Inevitabile domandarsi perché una persona arriva a mentire addirittura sui sentimenti, certo i motivi potrebbero essere tanti ma spesse volte restiamo con enormi dubbi perché un finale logico non c’è.

Renato ad un certo punto della canzone mette in luce uno dei problemi che possono sconvolgere la vita di una coppia ed è quello del tradimento.

Gli uomini ma spesso anche le donne riescono ad avere storie parallele, sono capaci di tradire per poi tornare a casa come se nulla fosse ed essere affettuosi e premurosi con il loro partner di sempre.

Spaventa in amore la sincerità, come si può guardare negli occhi il proprio partner e confessargli un tradimento?

Come si può dire ad una persona con cui si sono condivisi anni di amore che non l’amiamo più?

Si, spaventa la sincerità, a volte spaventa anche chi deve ascoltarle certe verità, forse è preferibile una bella bugia…chissà…è proprio in quei momenti che invece le persone mostrano tutta la loro vigliaccheria, c’è tanta gente che invece di dire chiaramente come stanno le cose preferisce fuggire o chiudersi in inspiegabili silenzi, ebbene chi si comporta cosi è soltanto un codardo.

Bisogna avere sempre il coraggio di dire la verità, bella o brutta che sia, dobbiamo dire chiaramente agli altri quando sono cambiate le cose, quando un interesse non c’è più o quando muore un sentimento, quella tra l’altro è anche una forma di rispetto.

Spaventa la vita quando è verità!

Nella vita in ogni situazione, in ogni circostanza spaventa la verità, ma perché?

Perché tutti abbiamo paura di sentirci dire certe verità?

Spesso quindi come narra Renato nel brano si è costretti a diventare attori pur di lasciare che tutto resti com’è, pur di non rovinare un rapporto si arriva anche ad accettare cose che non ci piacciono, a fingere che vada tutto bene, anche se questo a mio parere è un atteggiamento più tipico delle donne.

Molta gente ha una doppia faccia, una doppia personalità, ma quando si guardano allo specchio riescono a riconoscere il falso qual è?

Eppure prima o poi saranno costretti a fare i conti con la propria coscienza…sempre che ce l’abbiano una coscienza!

Non basta un Post per commentare una canzone così piena di spunti e di grandi realtà, quindi lascio a voi il piacere di commentare ogni strofa.

Concludendo sembra che a volte si preferisce tacere pur di non affrontare la realtà forse anche perché non si vuole accettare il fatto che si tratta di un’altra illusione….

Un guitto un attore è questo che vuoi purché non si parli di noi….