LA MIA GENERAZIONE

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/FNhR35tOVww" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

La mia Generazione è un bellissimo inedito che Renato ha presentato al Sei Zero.

Una canzone totalmente autobiografica, stupenda e molto zeresca, in cui Renato ricorda la sua gioventù, i suoi esordi, i suoi amici…e descrive un po’ come si viveva ai tempi della sua generazione e per quanto mi riguarda è un brano vero che mi emoziona tantissimo.

Ricorda come cominciò la sua carriera assieme ai suoi amici più stretti ossia improvvisando, consapevoli di come fosse breve la gioventù, il totale contrario dei giovani di oggi che hanno una gran fretta di crescere inconsapevoli di come sia bella la loro età che dovrebbero vivere con gioia e passione.

Aggrappati se cadi..lo stesso farò io…un bellissimo passaggio che sottolinea la solidarietà dell’epoca e l’esserci sempre l’un per l’altro!

Questa è la vera amicizia, essere sempre presenti nei momenti di difficoltà ed aiutarsi a vicenda.

Anche loro come tutti noi avevano paure ed incertezze che però curavano con la musica…

Ed invece i ragazzi di oggi sono senza ideali e forse credono di poter curare le loro paure e le loro difficoltà con un computer o una Play Station, pensate un po’ che grande differenza!

Non manca di ricordare che in assenza di speranza qualche amico si ammalò…chi purtroppo finì nel tunnel della droga…altri nella depressione… sfortunatamente Renato ha visto andar via tanti suoi cari amici.

Un momento magico per loro che decisero di sfidare in mondo e che per andare avanti non si rassegnarono mai, perché non bisogna rassegnarsi mai ma ricominciare sempre!!!

Quante volte ce lo ricorda in ogni suo brano di non arrenderci mai!

Evidenzia che fecero tanti errori ma non fuggirono mai!

Ed è così che deve essere, sbagliando si impara, le esperienze negative ci aiutano a crescere ma è solo affrontandole con coraggio che si può superare tutto e migliorare e non certo fuggendo dai problemi!

E in una canzone come questa non poteva certo mancare il ricordo di una feroce borghesia che ghettizzava e feriva persone come il nostro Renato che erano fuori dal comune in un periodo in cui gente come lui faceva solo scandalo e paura!

Naturalmente uno come lui era un bersaglio fin troppo facile da colpire!

Loro avevano i sogni, ciò che manca alle ultime generazioni, io credo che se oggi domandassimo ad un ragazzo quale sia il suo sogno forse non saprebbe neanche darci una risposta!

Eppure la sua generazione coltivò sogni e speranze nonostante a quei tempi era tutto più difficile e quindi ogni meta conquistata fu raggiunta con enorme fatica!

Il mio passaggio preferito in assoluto di tutto il brano è:

“Che per meritarci questa faccia qua, vorrei sapeste la fatica che si fa…

Per stare bene al mondo occorre l’umiltà”

Renato canta queste parole con emozione, grinta e rabbia!

Quasi a voler sottolineare quanto ha dovuto lottare per diventare Renato Zero e conquistarsi il rispetto della gente, quella stessa gente che lo ha criticato, deluso e allontanato!

Il suo percorso artistico non è stato per niente facile e noi lo sappiamo fin troppo bene!

Alla fine però ce l’ha fatta con coraggio e con fatica ma non ha mai perso l’umiltà!

Anche io come lui penso che per stare bene al mondo occorre l’umiltà….

Eppure sembra diventata ormai una qualità rara a tal punto che quando si incontra una persona che nella vita si è realizzata ed occupa magari un posto di rilievo si resta sorpresi nel caso fosse anche umile…

Perché l’umiltà non è da tutti ma di pochi!

La sua generazione ha lasciato un segno e le nostre?

Purtroppo ci sono grandissime differenze fra una generazione e l’altra e via via sono andate sempre più peggiorando…

Si sono persi i valori, i punti di riferimento, i sogni, la voglia di fare studiare e realizzare!

La nuova gioventù non sa neanche cosa sia la fatica, hanno tutto eppure non hanno niente!

Vogliono sempre di più…ma cosa?

Non lo sanno nemmeno loro!

Ed anche nel nostro Blog si sono incontrate diverse generazioni.

  

140 pensieri riguardo “LA MIA GENERAZIONE”

  1. I pensieri che abbiamo condiviso in questo post, sono spesso riflessioni che mi capita di sentire anche nella vita di tutti i giorni eppure sembra che nessuno faccia nulla per provare a cambiare questo stato di cose, così sovente ci si sente fuori dal coro.
    Nelle difficoltà si ha la giusta misura delle persone che ci circondano e putroppo ho dovuto constatare che tanti dei valori citati in questo testo non ci sono più, prevale l’interesse personale e l’abilità nell’arrivare usando tutti mezzi disponibili che ben poco hanno a che fare con l’impegno e il talento individuale.
    Persone così ovviamente ci sono state e ci saranno in tutte le generazioni, ma l’impressione è che questa abbia perso la bussola…praticamente il denaro domina il mondo e la vita della maggior parte degli individui.
    I sogni citati da Renato non erano monetizzabili, per questo erano sogni! Il desiderio di perseguirli e ricominciare quando si cadeva era una ragione di vita ed erano ideali autentici che valorizzavano le persone e le facevano crescere…. mi è capitato di sentir dire ad un ragazzino che il suo sogno era quello di diventare dentista perchè era una professione remunerativa 🙄
    E’ vero Barbara, come voi, quand’ero ragazzina ho desiderato tanto crescere e pare che gli anni della giovinezza non passassero mai, poi in un lampo gli anni sono volati…per questo bisogna vivere tutto pienamente senza pensare che c’è sempre tempo 😉

    Un abbraccio a tutte!
    Baci Debby 😉

    "Mi piace"

  2. Claudia, quella era di Collegno e non di Torino ahahah…
    io ho buona memoria…però come dire 🙄 si vede che quel colore lo hanno venduto solo dalle tue parti :mrgreen:

    Voglio vedere M. Laura…non ho problemi di cuore…se spera, non si mai….ahah :mrgreen:

    "Mi piace"

    1. Grazia ahahahahahah menomale che te sei la bocca della verità :mrgreen:
      Però cara io te amo lo sai e non posso permettere che te prenda un infarto alla visione di M.Laura anni 80 😯 e dai sii buona te l’ho spiegato che spaventava i ragazzini no? :mrgreen:
      Quelle foto so vietate ai minor de 90 anni :mrgreen:
      Dici perche? 🙄 Beh perche verso i 90 puoi pure comincià a schiattà :mrgreen:
      Cmq bello il tuo commento….sono daccordo su tutta la linea 😉
      E complimenti pure a mi sorella che scrive bene e saggiamente forse qualche giovane dovrebbe riflettere di quanto sia breve quell’età 😦
      Dai 18 in poi è stata solo na corsa verso la tomba 😯 :mrgreen:
      Baci a tutti!

      "Mi piace"

  3. Lo so che era di Collegnoooooooooooooo sempre qua stamo :mrgreen: ma io ti ho ribattezzataaaaa!
    Da oggi non sei più mia compaesana…nun te conosco piùùùù :mrgreen:

    "Mi piace"

  4. 😦 che giornata difficile :mrgreen:
    Non reggo…la mia animella che me vuole dar fuoco e la mia compaesana non me conosce più 😦

    "Mi piace"

  5. concordo con i vs commenti quante verita’ 😉
    pero’ abbandoniamo il mio look, che per precisione la svolta da spavento Derbina era anni novata :mrgreen: quindi gia’ vecchietta ihihihih
    pero’ nn mi son privata di nulla 😳 😯 :mrgreen: baci baci 😉

    "Mi piace"

  6. Ciao Grazia..se te riscatti potrei di nuovo riconoscerti ah ah come compaesana e condividere insieme sta sfiga :mrgreen:
    Baci a tutteeeeeeeeeeeeeeeee

    "Mi piace"

  7. Buongiorno blog 🙂

    sono sempre senza pc ma mi sono fermata un istante a casa di miei nonni per salutarvi….mi mancate 😦
    ieri non ero presente perchè non ho lavorato e quindi non ho avuto accesso ad un pc, purtroppo 😦

    il bel Jojo deve venire a casa mia domani per tentare di capire cosa non va…
    nel frattempo, voglio dire che è stato un bel post, grazie Debby 😉 è vero che l’aspettavo con ansia :mrgreen:
    scusate, non ho abbastanza per leggervi….hai fatto una domanda sul segno che lascera la nostra generazione, almeno quella di oggi…penso che solo l’avvenire puo risponderci. Non credo che Renato alla sua epoca pensava che lui o la sua generazione avrebbe lasciato un segno cosi forte, importante, nel mondo della musica ma non solo. sarebbe pretentiozo dire che uno lascera un segno forte, non ci credo. Come sempre è il tempo, la storia a decidere che ruolo ha avuto ognuno di noi.
    Davvero non sapro rispondere, credo fortemente che fra qualche anno la risposta ci sara. Spesso non ci rendiamo conto subito dell’impatto di tale o tale atteggiamento o decisione…le conseguenze e le lezione vengono molto dopo…quindi basta aspettare, lasciare spazio e tempo a questa generazione per fare qualcosa di grande e lasciare davvero un segno indimenticabile.

    buon sabato tutti, baci 😉

    "Mi piace"

    1. Vanysssssssssssssssssssss!!!! Ci manchi anche tu!!!!!!!!!!!!!!!
      Però che carina che ti sei fermata dai tuoi nonni per scriverci….smackkkkkkkkkkk!!!
      E speriamo che il bel Jo Jo :mrgreen: ti risolva il problema 😉
      Baciiiiiiiiiiiiiiiiiii!

      "Mi piace"

  8. Mannaggia anima gemella mia :mrgreen: se stavo in Francia te lo sistemavo io il tuo PC sai sono brava a farli resuscitare :mrgreen: ma meno male che lì con te hai lo jo jo aahahahaah :mrgreen:
    Ciaooooooooooo francesììììì 🙂

    "Mi piace"

  9. Buonasera Bloggg!!!! Ciao Vanyssss eh ci manchi pure te speriamo che il tuo pc venga presto resuscitatooo altrimenti corri a roma tanto sei de casa e lo porti direttamente da Barbinaa a proposito che barbiere te posso spedì er mio che fa capricci :mrgreen: Cara Vanys hai ragione pure tu…..chi può dirlo quale segno lascerà la nostra generazione? Lo vedranno gli altri mentre noi saremo saliti tutti sul carrozzone ahah insomma quando nun ce saremo piuuu…Admin me contagia sempre di più co sti bei pensieriiii. Notte a tutte a domaniiiiiiii

    "Mi piace"

  10. Buongiorno…..ahah oddio mi sono riletta che ho scritto ieri al posto di Barbie ahah mannaggia sto cell….. Scusame eh Barbie. Maria Laura nun te preoccupa pura la mia reputazione e’rovinata hanno nelle loro mani delle prove ahah che ce possono rovina a vitaaaaa…..pero che risate che ci facciamo eh sul nostro Blogg….ecco della mia generazione ricordo anche tante risate…. Buona domenicaaaaa

    "Mi piace"

  11. Buona domenica blog 😉
    grazie Cla, dell’appoggio 🙄 ci riconsolamo con aietto :mrgreen: come vuol dire mal comune mezzo gaudio ihihihih pero’ hai ragione le risate sono importanti 😉
    Vanisss concordo pienamente con te,infatti i segni dell’oggi son quelli lasciati da un ‘altra generazione impressi nei ns ricordi, il muro di berlino, la sua caduta il dopo guerra il boom industriale….etc per ora noi abbiamo solo macerie 🙄 ma i segni positivi e indelebili saranno a post 🙂

    "Mi piace"

    1. Buona Domenica al R.Z. Blog!!!!!!!
      Oggi so stanca, stanca…stancaaaaaaaaaaaaaa :mrgreen:
      Mary ma che è quel qo che appare sempre sotto al tuo nome? 😯

      Baci Maryyyyy, baci animissima miaaaaaaaaaa, baci Claaaaaaaaa, baci Barbinaaaaaaaaa, baci Stellaaaaaa, baci Vanysssssssss, baci Claudioooooooo!

      "Mi piace"

  12. Nel corso degli anni ci sono state tante trasformazioni alcune radicali……c’è sempre una evoluzione ed e’normale che sia così….penso pero che oggi corriamo davvero un po’ troppo tutti e in questa frenesia ci perdiamo…..quella frase di Renato aggrappati se cadi….forse oggi si sente poco perché l’egoismo la fa da padrone….c’è molto meno dialogo e in generale si cercano altri rifugi soprattutto i giovani…alcuni di questi pericolosi…..una volta la musica fungeva anche da rifugio dice Renato..oggi forse e’ancora così per alcuni ma per pochi. Anche la stessa musica e’cambiata oggi tanto tanto rumore e mai meno talenti di un tempo. Particolare il finale del testo con l’omaggio a Lennon…. Buon pomeriggio a tutte e un bacione per Adminnnm

    "Mi piace"

  13. Buona domenica 🙂

    Che grigiore nordico 😦 :mrgreen:
    Saluto Vanessa…trovo che sia proprio bello cercarsi sempre, anche quando è difficoltoso 😉
    Concordo con il tuo commento…il segno di questi nostri tempi lo vedremo solo molto più avanti e la mia speranza è che qualcosa di buono possa essere ricordato, anche se non sono ottimista.
    L’attuale generazione avrebbe necessità di esempi positivi…l’onestà prima fra tutte, così quell’aggrappati se cadi avrebbe veramente un senso.
    Anche la musica, oltre alla mancanza di talenti, è vissuta in maniera diversa….spesso dell’artista si amano si le opere, ma soprattutto lo si vorrebbe emulare per il successo e la sua posizione o magari perchè il messaggio che arriva è quello sballarsi attravero la droga o la violenza.

    Voglio comunque sperare che dal carrozzone :mrgreen: come ha scritto Claudia potremo vedere qualcosa di buono.

    Un abrraccio a tutte e un bacio per la nostra zerostanca Admin 😉

    "Mi piace"

  14. Buonasera Blog!
    Ah ah Grazia quando saremo sul Carrozzone nun vedremo più niente :mrgreen:
    Manco io sono ottimista…si è capito come la penso…..hai ragione oggi passsano altri messaggi quali lo sballo…la violenza poi finchè ne vuoi….
    Un’altra cosa che mi spaventa di questa generazione è la violenza…baby gang che ne combinano di tutti i colori….io rimango scioccata ogni volta che sento queste cose perchè ai tempi nostri almeno ste cose non c’erano..non c’era tutta questa violenza…
    Renato in un’altra canzone dice che la violenza è il nuovo Vangelo e ha ragione perchè è proprio così!!!!
    Per non parlare del fronte lavoro…perchè anche qua siamo messi malissime e non so i giovani di oggi che futuro lavorativo avranno domani quando già il nostro è precario……per cui se mi proietto nel futuro vedo molto buio sotto diversi punti di vista….
    Il discorso valori lo abbiamo già affrontato….ecco brava Grazia anhe l’onestà è un valore che vacilla molto….come ho già detto è tutto ribaltato…la disonestà ha presoi il posto dell’onestà…..l’arroganza il posto dell’umiltà….e via discorrendo…e quindi le nuove generazione crescono con questi di valori 😯 e soprattutto come ci disse qualcuno oggi l’essere non conta più..quello che conta di più è l’immagine…l’apparire..poi se la sostanza non c’è poco importa!!
    Buona serata a tutti!!!!!
    Debby ancora tanti complimenti per il Post…bellissimo!!!

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.