RENATO ZERO/PIER PAOLO PASOLINI

38764-004-b9a72c05renato-zero-nel-1973

Nella Mostra “Ritorno a Zero” terminata a Roma Domenica 22 Marzo 2015 il nostro Artista è stato paragonato a Pier Paolo Pasolini e non è la prima volta che accade…perché?

Tutti ricordiamo un bellissimo brano di Renato Zero dal titolo  “Casal de Pazzi”  liberamente ispirato proprio agli scritti di Pier Paolo Pasolini.

Eppure come racconta lo stesso Zero, inizialmente non era affatto affascinato da questa figura anzi lo osservava con sospetto e distanza.

Questo fino a quando Renato non cominciò ad interessarsi ai suoi scritti, ai suoi film e alle sue interviste che lo portarono ad avvicinarsi e quasi a rapportarsi a questo scrittore che aveva anticipato i tempi e insegnato agli italiani a diffidare dei potenti, proprio come ha fatto lui stesso in seguito con le sue canzoni.

Ma chi era Pier Paolo Pasolini?

Difficile racchiuderlo in un’unica definizione perché Pasolini è stato uno dei più importanti intellettuali italiani, poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, drammaturgo e persino autore di canzoni  che ha segnato un epoca…  insomma un vero e proprio talento!

Spesso processato dall’opinione pubblica perché era un attento osservatore critico della società degli anni 70, dando frequentemente giudizi molto duri nei confronti dei borghesi dell’epoca…

A mio parere Pasolini è stato un “perseguitato” era troppo contro, troppo oltre per la società perbenista dell’epoca e forse era a conoscenza di troppe cose che sarebbero dovute rimanere sommerse… tutto questo gli creò ostilità e nemici, infatti nel corso della sua vita ricevette molte denunce e subì vari processi.

Pasolini nacque a Bologna ma ha vissuto gran parte della sua vita a Roma dove morì nel 1975 assassinato atrocemente sul Lido di Ostia.

Ufficialmente sembra che sia stato ucciso da un giovane diciassettenne da lui adescato in un Bar con cui più tardi ebbe una violenta lite per pretese sessuali che portò il giovane ad ucciderlo in maniera brutale…

Ma sono rimasti a tutti (me compresa) dubbi su questo omicidio che ha tutte le caratteristiche di un complotto, a mio parere un personaggio troppo “scomodo” basta informarsi sull’omicidio e sul processo per comprendere ciò che intendo dire, a tutt’oggi comunque restano incongruenze… e a mio avviso è un caso irrisolto.

Pasolini e Zero due anticonformisti, fotografi della realtà, precursori dei tempi, scandalosi, entrambi attenti osservatori delle periferie romane dalle quali hanno preso ispirazione…

“Pier Paolo e Renato, zingari sotto un sole indolente e peccatore, ebbri dell’odore violento e tenero della vita, di dolorose sincerità, di bucati appesi a vigilie di cena. Il cuore presago e inquieto, per sentieri diversi li porta ad affrontare con il corpo il fuoco del palcoscenico”

Non c’è stata occasione ne tempo ma ad oggi mi domando…chissà come sarebbe stata una collaborazione tra i due…

Io penso che le tanti similitudini tra questi due artisti avrebbe potuto regalarci una canzone senza eguali!