TESTIMONE

“Puro Spirito” è una raccolta dei brani più divertenti di Renato Zero che è stata pubblicata nel 2011, il tema di questa raccolta era appunto l’ironia, non a caso il titolo del disco è Puro spirito.

Infatti Renato scelse tra la sua produzione i brani più trasgressivi ed irriverenti, ma in quel disco c’erano anche due inediti di cui uno era “Sorridere sempre” e l’altro “Testimone” di cui l’autrice ancora una volta è la bravissima Mariella Nava.

Questa canzone è a se rispetto al tema dell’album perché è un brano che ancora una volta invita a vivere, sembra scritto da Renato stesso per quanto gli calza a pennello!

“Perché pregare è in fondo un po’ parlare con se stessi, scoprirti in tutti i tuoi riflessi e crederci di più”

Bellissimo questo passaggio, anche io penso che pregare è proprio come parlare con se stessi, ci si guarda dentro fino all’anima attraversando i propri dolori fino a sperare che qualcosa migliori…

Questa canzone usa delle bellissime metafore per descrivere la vita…

Ma chi è il Testimone della nostra vita secondo Mariella Nava?

Quella persona che è dietro di noi a darci coraggio, che ci invita ad andare avanti senza stancarci mai, la matita per i nostri disegni, la stessa che ci solleverà per aiutarci a spiccare il volo, a chi si riferisce?

Credo che questa canzone sia una meravigliosa poesia, un invito a vivere la nostra vita con coraggio, a non scendere mai a compromessi perché bisogna andare avanti sempre con le proprie forze..

“E quando credi di essere finito tu invece dacci dentro”

Quanta magia ha questa frase!

Ancora una volta un inno alla vita, credo che Renato Zero e Mariella Nava siano un’accoppiata perfetta, a mio parere i brani più belli che lui interpreta come se fossero stati scritti da se stesso sono proprio i suoi….

TESTIMONE

Guarda bene questa faccia non la dimenticare
Ogni passo ogni tua traccia, lo sai che ci sarò,
Per ogni goccia di sudore o lacrima che piove
cristallo o stella di dolore, io la raccoglierò remando insieme in questa barca nel mare della vita, urtare un onda imbizzarrita, pregare e andare su…

Perché pregare è un po parlare in fondo con se stessi,

scoprirti in tutti i tuoi riflessi e crederci di più.

Senza mai niente di intentato sfidarsi e andare avanti

non indugiare e non stancarti..io sono dietro te.

Vivi, sono io il tuo testimone adesso, vivi,
prendi tutto il tuo fiato i tuoi giorni il tuo tempo,
Vivi, il tuo cielo è un’agenda affollata di impegni
Io la matita per i tuoi disegni.
E non lasciare che nessuno ti sporchi mai le mani.
I tuoi occhi i tuoi domani, difendili da te.
Riscaldati ma non scottarti nel fuoco che divampa
spicca quel volo che ti tenta, io ti solleverò…

Vivi…sono io il tuo testimone adesso, vivi, grida forte il tuo nome, il tuo corpo, il tuo sesso,
Vivi, perché ti appartiene ogni momento e quando credi di esse finito tu invece dacci dentro

Vivi, vivi, fuori da tutti quei compromessi
e vivrò anche io dei tuoi successi!