BUON 2019!!!!!!

Il Renato Zero Blog augura ai suoi Zerocondomini e a tutti i lettori uno spumeggiante 2019!!!

Mi auguro che questo Nuovo Anno porti a tutti noi tanta serenità con l’augurio che quel sogno che ognuno di noi ha nel cuore si possa realizzare!!!

BUON ANNO A TUTTI!!!!!!

BUON NATALE CON LE RISTAMPE DEI DISCHI!

Il Renato Zero Blog augura un Buon Natale a tutti voi!

Ricordiamoci sempre che non per tutti è un Natale felice…quindi un pensiero anche per chi non sta attraversando un buon momento….

Subito dopo Natale a cadenza settimanale per celebrare il suo 50esimo anno di carriera, saranno rimasterizzati e quindi distribuiti tutti i dischi di Renato Zero in una collana di Tv Sorrisi e Canzoni “Mille e uno Zero”, che sarà inoltre arricchita da libretti inediti in cui Renato racconta i suoi Album, quindi un’occasione ghiotta per chi da tempo non riusciva più a trovare alcuni dischi della sua discografia.

Le date e i relativi Album sono le seguenti:

1)  28/12/2018 AMORE DOPO AMORE €9,99

2)  04/01/2019 CATTURA €9,99

3)  11/01/2019 ZEROFOBIA €9,99

4)  18/01/2019 L’IMPERFETTO €9,99

5)  25/01/2019 LA CURVA DELL’ANGELO €9,99

6)  01/02/2019 QUANDO NON SEI PIU’ DI NESSUNO €9,99

7)  08/02/2019 ZEROLANDIA €9,99

8)  15/02/2019 SULLE TRACCE DELL’IMPERFETTO €9,99

9)  22/02/2019 TUTTI GLI ZERI DEL MONDO €9,99

10)  01/03/2019 LEONI SI NASCE €9,99

11)  08/03/2019 IL DONO €9,99

12)  15/03/2019 LA COSCIENZA DI ZERO €9,99

13)  22/03/2019 SOGGETTI SMARRITI €9,99

14)  29/03/2019 EROZERO €9,99

15) 05/04/2019 PASSAPORTO PER FONOPOLI EP €7,99

16)  12/04/2019 TREGUA 2 CD €12,99

17)  19/04/2019 IDENTIKIT ZERO €9,99

18)  26/04/2019 CALORE EP €7,99

19)  03/05/2019 TRAPEZIO €9,99

20)  10/05/2019 VOYEUR €9,99

21)  17/05/2019 ARTIDE ANTARTIDE 2CD €12,99

22)  24/05/2019 PRESENTE €9,99

23)  31/05/2019 INVENZIONI €9,99

24)  07/06/2019 ZERO 2 CD €12,99

25)  14/06/2019 AMO – CAPITOLO I €9,99

26)  21/06/2019 AMO – CAPITOLO II €9,99

27)  28/06/2019 VIA TAGLIAMENTO 2 CD €12,99

28)  05/07/2019 NO! MAMMA, NO! + NON BASTA SAI €12,99

29)  12/07/2019 ALT €9,99

30)  19/07/2019 ZEROVSKIJ  – SOLO PER AMORE 2 CD €12,99

31)  26/07/2019 ZERO XL  €9,99

32)  02/08/2019 ZERO XXL €9,99

33)  09/08/2019 ZERO XXXL €9,99

BUON NATALE!!!

LE SCALE

Link per chi si connette da Dispositivi Mobili:

https://www.youtube.com/watch?v=GIc1e3UYpZA

Oggi voglio farvi un meraviglioso regalo di Natale tornando indietro nel tempo… e vi propongo un Inedito di Renato Zero, uno di quei inediti mai pubblicati…

“LE SCALE” del 1979…

A me piace molto, mi ricorda il Renato che amo di piu…

Il testo è bellissimo e molto significativo, vi invito a commentarlo…

A voi piacerebbe che questa canzone così come altri meravigliosi inediti venga incisa?

A me si!

“LE SCALE”

Cento scale, forse di più, un percorso obbligato da fare.

Sali ancora non guardare mai giu, basta niente per farti cadere…

Sempre su, oltre il mondo ancora piu su verso il sogno piu prossimo al sole.

Con le scale ti misurerai se il tuo orgoglio non può aspettare.

Spendi bene tutto il fiato che hai..quante scale dovrai tentare…

Sempre su, puoi morire una volta anche tu, puoi imparare anche tu a pregare..

Finalmente arriverai in cima ai tuoi pensieri dentro te, dimmi conserverai la freschezza tua di ieri…

Le scale, le scale, in fondo agli occhi la spirale, il destino fatto a scale…

Attenzione non era così non dovevi scordare chi eri…

Le promesse, tutti gli idoli tuoi e Lucia per la quale vivevi…

Sempre su, tutto il meglio hai lasciato quaggiù, quanta gloria, ma quale tristezza…

Finalmente scorderai quei troppi desideri anche se ti costerà tornare indietro a ieri…

Forse ancora intatto avrai quell’angolo di mondo, quell’antica gioia è tua, i tuoi ideali e via….

Le scale no….Le scale no…

Vuoi provare le scale…

Ti vuoi bruciare sulle scale…

La tua follia si è messa sulle scale…

E tu combatti con il sole…

Tu che hai già scelto di morire sulle scale…

Non hai più tempo per capire….

 

I MESSAGGI DI RENATO

In occasione dell’uscita del cofanetto di “Alt in Tour” Renato ci ha mandato dei messaggi….commentiamoli insieme:

“Voi, mio inseparabile pubblico, voi vi siete fatti conoscere fra tutti, come il popolo fedele di un’idea.

Un principio affermato anche nella vita. Diligenti e pensanti al punto di esservi imposti come “Modello” di costanza e coerenza. Fedeli? Certamente! Cosa anche questa rara.
Negli involontari tradimenti e scappatelle, che in ogni famiglia musicale talvolta accadono.
Ma voi no! Voi vi siete assunti l’onere di essere Zerofolli a oltranza. Come non amarvi?
Come non desiderare il vostro bene. La vostra salute. Un luminoso futuro?
ALT vi dico! E non lo sussurro, ma lo grido a squarciagola. Fermatevi di fronte alla gioia appagante.
Alla vostra commozione. Mentre scandite quei canti come fossero inni propiziatori o scaramantici.
Il tempo è volato. Ma pure quella timida ruga si mostra fiera di apparire, testimoniando che il tempo è prima approfondimento e poi saggezza. Prima conferma e poi serenità. In questo “documento” ci sono tutte le nostre aspettative nella speranza che non avremmo mai e poi mai rinunciato ad essere quello che siamo: “Frammenti di cielo”. Buona visione a tutti!
E mi raccomando… applauditevi!!!!!!!!!”

“…Questo cantiere non si ferma. Ditelo a quelli che urlano ma non pensano. Che scommettono ma non rischiano. Che predicano ma non agiscono e che amano solo se gli conviene.Quindi siamo aperti domani e poi domani e domani e domani, domani, domani. Ancora si ancora e ancora per tutti i domani che vorrete…”

“Sono musica i nostri movimenti. Le nostre azioni. Le scelte. Una confluenza astrale che riesce a far si che un gran numero di persone possa provare l’identico trasporto nel medesimo istante..”

“Qui è un luogo dell’anima, uno stato del cuore. Qui non devi prendere un abbonamento, un modulo, una tessera: qui devi solo prendere coscienza…”

“Il popolo di Renato è sempre intonato. Una canzone lunga una vita. Un’intesa perfetta. E’ ancora magia. Applausi alla fedeltà.”

“Qui non c’è bisogno di avere campo per comunicare con gli altri. Qui c’è la risposta piu semplice alle nostre domande piu complicate. Qui non ci si può addormentare, perche le stelle sono cosi vicine che ti pungono la pelle. Qui l’amore è come un gas che si diffonde in ogni direzione e fa saltare i gradi di separazione, i baci cadono a caso, le parole piu belle passano da un cuore all’altro…”

L’INTESA PERFETTA

“L’Intesa perfetta” è un brano inedito che Renato Zero ha proposto durante Alt in Tour e che ha inserito nel cofanetto di “Alt in Tour” uscito Venerdi 30 Novembre 2018.
Il brano è stato scritto originariamente da Giorgio Faletti e Aldo Donati ed il testo è stato successivamente rivisitato da Renato Zero e Vincenzo Incenzo.
Sul palco di Alt in Tour Renato ha duettato in questo brano con Glitter (Luca Giacomelli Ferrarini)
Nel cantiere di Alt in Tour Glitter sogna di diventare come Renato, fino a travestirsi come lui…ma ad un certo punto Zero gli toglie la maschera dicendo che non vuole cloni  perché lui coltiva le differenze, perché essere diversi ci rende UNICI!
La canzone parla proprio della diversità…di quei “diversi” a cui Renato spesse volte ha dedicato meravigliosi brani….
Narra della solitudine in cui spesso vivono, di quella negata libertà di cui ogni essere umano ha diritto, di quella gabbia infinita che è il mondo quando ti senti diverso….gabbia fatta soltanto di solitudine e silenzi!
Spesso queste persone non riescono a liberarsi da sole, hanno bisogno di qualcuno che le aiuti e nel brano questo qualcuno è proprio Renato!
Renato che nella sua vita ha lottato contro quei silenzi, lo ha fatto anche e soprattutto attraverso le sue canzoni, prendendo anche lui quella scala che scende e che sale…scale che in fondo sono uguali cambia solo l’ottica…una diversa visuale…
Renato esorta chi si sente diverso ad uscire, ad alzare la testa, a gridare al mondo che esiste senza vergognarsi ma anzi a sentirsi fieri della propria diversità!!!
E allora sciogliete quel nodo alla fune che vi lega al molo…indossate due ali e imparate a VOLARE!!!!

L’INTESA PERFETTA

Sciolgo il nodo alla fune che mi legava al molo

sarebbe uguale

indossare due ali e staccarsi dal suolo.
Sarebbe uguale vestirsi di rosso
e attraversare correndo l’arena
o costeggiare i pensieri di adesso
con una stupida faccia serena.
Ma io ti cerco,
ti penso,
ti sogno
perduto in questo universo
che da infinito diventa una gabbia
quando ti senti diverso.
Io ti cerco,
ti penso,
ti sogno e puoi guardarmi attraverso
tu che hai lottato contro questo silenzio
in ogni nota, ogni verso.
Prendi la scala che scende
uguale a quella che sale
è solo un’ottica, un punto di vista
una diversa visuale.
E che tu sia sulla cima
o giù in fondo
grida che esisti
a chi invece lo nega
e metti un tappo al crudele passaggio
della sabbia di questa clessidra.
Ma io ti cerco,
ti penso,
ti sogno e non mi voglio fermare
sentirmi solo e di nuovo disperso
ma dimmi tu dove andare.
Io ti cerco,
ti penso,
ti sogno in questo viaggio sommerso
anche una goccia può farmi affogare
perché mi muovo e respiro in un modo diverso.
Apri la porta e sii fiero
e non ci fare più caso
ora hai imparato ad alzare la testa
se ti esce il sangue dal naso.
E non c’è dente là in fondo che duole
e non c’è lingua che batta perchè
l’amore decide da solo la direzione,
l’intesa perfetta.
Il mondo ti aspetta!
Figli fino alla fine del mondo
forse eroi per un giorno
al tuo cuore ci voglio arrivare
calarmi giù nel profondo e aiutarti a volare