NUOVA INTERVISTA A RENATO

Intervista di Alessandro Ferrucci e Marco Travaglio.
Renato sorride. Zero scalpita. Renato riflette , mangia , niente vino ( c’è un tour da preparare) . Zero in tour ci andrebbe pure domani . Renato accarezza Zero , lieve , senza trucco per lui , per anni gli ha tolto le luci mentre adesso è giunto il momento di restituirgli lo spazio che merita. Vuol dire un disco di inediti in uscita il 30 Settembre e una tournée già soldout malgrado la distanza del debutto ( w novembre ) e il periodo non proprio idilliaco per i Live ( Ligabue ne è testimone).
–Domanda : Momento di passaggio.
–Risposta : Io e Zero siamo figli dello stesso pensiero , però lui è molto rumoroso , è eccitato , desideroso di apparrire , di divertirsi e divertire , di mostrarsi nella sua sfrontatezza , cerca attenzione , desidera l’abbraccio.
–Domanda : Mentre Renato …
–Risposta : È sempre stato il romanticone , con un’educazione cattolica forse influenzata dalle suore ; si è offerto con parsimonia , senza troppi clamori.
–Domanda : Insieme ?
–Risposta : Sì sono equilibrati e hanno trovato un compromesso ragionevole per condividere un’esistenza : però da un certo punto in poi Renato ha preso il sopravvento , Zero è dovuto stare zitto , sottostare all’esigenza strumentale , armonica e melodica di Renato che gradiva una certa linea e un look meno trasgressivo..
–Domanda : Fino a quando. ..
–Risposta : Anche Renato si è reso conto di avere un pochino esagerato nello sbracciarsi; allora ha meditAto e ha pensato che questo Zero è ora che torni a respirare e ha deciso che questo disco doveva essere la sua rivincita , anche con le sue trasgressioni .
–Domanda : Il video di “Mai più da soli” è girato a Londra.
–Risposta : Ci ha fermato la sicurezza.
–Domanda : Cosa ha combinato?
–Risposta : Volevano 100.000 pounds perché giravamo dentro i giardini della Regina senza permesso. Qusando hanno avvicinato i ragazzi della troupe , alle obiezioni hanno risposto “È un filmato privato ” . E loro ..Con questa attrezzatura ? ” Ma noi ci trattiamo bene ” Abbiamo pure vestito Peter Pan da Zero.
–Domanda: Insomma disco e tournée trasgressivi ?
–Risposta: È l’aspetto classico di un atteggiamento che non può più essere tacitAto.
— Domanda : Gia i manifesti lo sono…
–Risposta: Non c’è dietro niente di studiato , ho solo detto ‘a questo Zero gli devo far fare una passeggiata all’aria aperta ‘ . Ma senza che quegli ammennicoli di un tempo diventassero
consunzione.
–Domanda : Quindi ?
–Risposta : Renato è uscito ai tempi di Spalle al muro e Zero , dalla quarantena , si è reso conto che una certa moderazione fa bene , soprattutto adesso che si spara molto nell’aria;soprattutto oggi che c’è voglia di stupire a prescindere, con eccessi : più parolacce dici è più ritieni di aver vinto.
–Domanda : Zero scriverebbe ancora Sbattiamoci , Triangolo , Baratto o Fermo posta?
— Risposta: Anni dopo è uscita Nuda Proprietà pero uno deve anche mentalmente sedersi e porre delle questioni : c’è un’età per certe cose e un’età per altre.Se uno ha la ragionevolezza e coscienza si sviluppa un processo evolutivo che non permette più di scrivere Sbattiamoci ma di utilizzare la medesima ironia per contesti più seri e intoccabili.
–Domanda : Per cui?
–Risposta : la mia ironia ha ancora vent’anni ma va inquadrata nella realtà odierna ; il ventenne di oggi non è quello che ascoltava”Sbattiamoci”.
–Domanda : Con spalle al muro è ripartita la sua carriera , nel 1990 aveva annunciato il ritiro.
–Risposta : Ero molto incazzato e lo sono tuttora per via di Fonopoli :16 anni impiegati , spesi per il progetto. Mi sono spezzato per ottenere dei si , eppure è finita così nel nulla nonostante promesse e presunte attenzioni dei politici e degli imprenditori.
–Domanda : e poi
–Risposta: ho capito che per punire gli altri avrei punito me stesso e non lo meritavo.
–Domanda : Il suo contributo oggi.
–Risposta : Deve essere trasparente , ridente e un po rassicurante

Domanda: Colleghi alle soglie dei 70 sono andati in pensione.
–Risposta : Non riesco a immaginarmi senza pianoforte , senza scrivere qualcosa.
–Domanda : Impensabile
–Risposta : E poi nessun uomo va in pensione , può solo decidere di avere bisogno di una vacanza più lunga ; e se uno si convince di essere da pensione , ha già la morte sull’ uscio di casa. Così è accaduto a mio padre.
–Domanda : Sì esce dal mondo
–Risposta : Se un attore termina la propria carriera , chiude il sipario, deve cambiare palco e trasmettere la propria esperienza ai giovani. Eppure questo paese non fa bene il proprio lavoro : all’estero , per non perdere una ricchezza culturale , è il governo a instradaRe gli Artisti verso l’ insegnamento ; da noi li vediamo sparire ( ci pensa). È morto Carlo Giuffrè ed eravamo quattro gatti.
–Domanda : Senza memoria
–Risposta : La gente ogni tanto va sollecitata , anche per questo ogni tanto le radio dovrebbero passare i vecchi successi italiani: il confronto aiuta.
–Domanda : Lei non ama i selfie , non aiutano
” la memoria ”
–Risposta : Oggi è tutto pronto , tutto già scritto , il passato di queste nuove generazioni si materializza da solo , e la storia di noi è diventata un lusso perché non c’è più la vivacità di trenta , quaranta anni fa.
–Domanda : Quindi quando si avvicina un fan ….
–Risposta : Gli spiego che non amo lo strumento preferisco un abbraccio , una stretta di mano , due chiacchiere; non amo essere crocifisso , avere subito davanti alla faccia la ghigliottina .
–Domanda : Un trofeo.
–Risposta : Non è l’artista a parlare ma la persona ; poi vediamo come vengono trattati questi scatti , con un uso talmente variegato che diventa anche un po depravato ; e sia ben chiaro è minore l’impegno di un selfie rispetto all’autografo o due chiacchiere (scoppia a ridere).
Tra un po i grandi produttori di cellulari mi manderanno una diffida . ( squilla il cellulare )
Scusate è Lucy ( Morante)
–Domanda : La sua ex fidanzata.
–Risposta : La conosco da quando avevo 23 anni ed era identica alla sorella di un amico , morta giovane : la somiglianza deve avere favorito il rapporto. Da allora siamo cresciuti insieme , pure in tournée.
–Domanda : La seguiva ?
–Risposta : Certo. Una volta verso la fine degli anni 70 , ero in tour , dormivamo nella stessa stanza di albergo , quando alle 5 del mattino bussano alla porta .. Chi è ? Polizia . Dobbiamo entrare. Va bene , e apriamo. Con modalita frettolose , rovistano dappertutto : era scappata una ragazzina di 16 anni e pensavano l” avessimo nascosta. Quei tempi erano così , strani , imprevedibili.
–Domanda : Fidanzati per quanto?
–Risposta : Mai e mai lasciati e lo consiglio a tanti , perché non comporta una serie di rotture : godiamo della par condicio , ognuno ha le proprie ali.
— Domanda : Mai peri di vista .
–Risposta : Lei gode delle chiavi di casa e questo è un segnale di costanza ; quando i rapporti sono troppo appiccicaticci producono stanchezza e una certa noia , o almeno credo; in realta non ho mai provato a infilarmi le pantofole e una vestaglia, con accanto una opportunità di sentirmi sposato.
–Domanda : Però
–Risposta : Credo sia indole , per questo non mi sono mai preoccupato più di tanto , sono sposato con 60 milioni di italiani ai quali offro i miei servigi da quando sono nato.
–‘Domanda : Da sempre
–Risposta : Come dice qualcuno : si nasce predestinati.
— Domanda : Ha mai scritto qualcosa pensando a Lucy ?
–Risposta : Io no , ma ci ha pensato Ivano Fossati quando l’Ha menzionata in Traslocando ( ” Lucy la fredda stava zitta seduta sulle scale e i ragazzi del trasloco per fare in fretta la trattavano male ).
–Domanda : In una intercettazione del 2004 l’ex Andreottiano Vito Bonsignore la vuole in un concerto elettorale ma lei si è rifiutato.
–Risposta : Davvero .. Non lo sapevo. Comunque di inviti ne ho ricevuti parecchi ma un artista , prima di preoccuparsi della coscienza politica del pubblico , dovrebbe pensare alla coscienza umana e sociale , magari così uno va al seggio più consapevole.
–Domanda : Però ci hanno provato in tanti .
–Risposta : Tanti e non ho mai ceduto.
-Domanda : Candidature offerte ?
–Risposta : Anche e sono stupito di come si possa prendere un soggetto qualunque magari un avvocato , un commercialista o un palazzinaro e offrirgli o consegnargli le chiavi di un Paese. Ci vuole gente preparata . E mi astengo dallo stringere la mano a chi si dedica alla politica solo per mestiere.
–Domanda : Anni fa ha indicato in Franco Califano , un maestro di vita.
–Risposta : La sua maturità era tatuata sul corpo , uno che si è conquistato sul campo il tempo , la misura e la credibilità. E con una certa determinazione.
–Domanda : Molto differente da lei.
–Risposta : Non importa , la strada può essere diversa , magari uno ha preso la mulattiera , l’altro una via più larga , ma l’importante è arrivare al mare.
–Domanda : Quale era la strada di Califano
–Risposta : La mulattiera , più irta , brulla meno ospitale ; io pure , ma avevo addosso dei paracadute , ero più coccolato dalla famiglia . Franco era solo. Con un padre molto distante e un fratello e un nipote morti a poca distanza e per la stessa malattia. Lui ha veramente sofferto , mai un dono dalla vita , si è conquistato tutto.
–Domanda : Ha dichiarato che la differenza tra lei , Mia Martini , Rino Gaetano e Gabriella Ferri è il ” senso delle proporzioni”.
–Risposta : in realta volevo spiegare che le reazioni di questi amici erano veramente da protagonisti , mentre le mie sono la somma dell’educazione di tutto il popolo che mi ha condiviso , a partire dalla famiglia e dagli amici.
–Domanda : Mentre la Ferri ?
–Risposta : Era lo specchio di una Roma sciatta , disordinata , bella per questo , dove mancava autentico ottimismo ; alla sofferenza non si dava quell’importanza tangibile. Io vivevo lo stesso disagio , la stessa incomprensione da parte degli altri però era più ammortizzata , con una stabilità in dotazione.
–Domanda : Un senso dell’equilibrio.
–Risposta : E l’amore che ho provato per Gabriella e Mimi era il desiderio di trasmettere loro il mio appoggio , la mia presenza , condividere un pezzetto di quel l’equilibrio.
–Domanda : Rino Gaetano.
–Risposta : ho un rammarico : non avevo capito la sua debolezza non avevo intuito la sua solitudine.
–Domanda : Vi frequentavate?
–Risposta : purtroppo non tanto, era un po chiuso anche nelle amicizie , ma quando ci incontravamo c’era sintonia e sembrava allegro , spensierato e dentro mi sentivo soddisfatto del l’impressione. Anche le sue canzoni esprimevano il desiderio di cambiare , una forte ribellione , non imbevute di malessere. In realtà era malinconico.
–Domanda : Questo desiderio di abbracciare la sempre sentito ?
–Risposta : ho da sempre convissuto con una ceragazza solitudine : nella Roma dell’epoca ero ultimo di quattro figli , il piccolo non era ancora nato e allora era normale mandare i figli in collegio.
–Domanda : Anche lei ?
–Risposta : Io no ma le mie sorelle si perché mamma era infermiera e papà poliziotto , quindi restava da solo con mia nonna e frequentavo i parenti anziani . La comitiva , il cortile , i ragazzini li ho iniziati ad assaporare in seconda battuta e in uno scenario desolante.
–Domanda : Desolante ?
–Risposta : In quegli anni nel centro di Roma non vivevano bambini o era difficile incontrarli. Solo anziani. Poi ho scoperto i bimbi della Montagnola che si dilettavano con la mazza fionda , lo schiaffo del soldato o altri giochi dell’epoca.
–Domanda : Lei felice
–Risposta : si ma pesavo tre etti e questi ragazzini di borgata crescevano con una muscolatura pronta forse dettata dalla rabbia di vivere. Non solo da un punto di vista fisico , pure sociale mi guardavano con sospetto , anche a causa del mio abbigliamento da ragazzino del centro.
–Domanda : Adriano Panatta racconta che la prima volta che lha vista sembrava uno sciroccato vestito da marziano con stivali tuta e mantello.
–Risposta …Ero io
–Domanda … Così audace ?
–Risposta : Loredana Bertè era con Adriano , appuntamento sotto il balcone del Duce in piazza Venezia. Adriano butta l’occhio verso di me , strabuzza gli occhi , si gira verso Loredana ed escalma “Dimme che non è quello ”
— Domanda .. Un artista romano che apprezza
–Risposta .. Gigi Proietti : È uno dei romani più belli in assoluto . E lo conosco dalla fine degli anni 70 quando entrambi ci esibivamo nel tendone di piazza Mancini. Gigi otteneva begli incassi , io stavo crescendo.
–Domanda : Suo padre acquistava i biglietti.
–Risposta .. Sempre e quando i colleghi provavano a cercare degli omaggi , quegli stessi colleghi che fino a poco tempo prima ci avevano insultato , rispondeva : Per chi ? Per quello svergognato ? Per quello di sesso dubbio? Un biglietto per vedere quella creatura così inquietante? Si ritraevaNo immediatamente.
–Domanda : Una sua conquista ?
–Risposta : Aver vissuto così e nella vita ho pagato tutto , gli ” scontrini ” sono sempre con me ed è una bella soddisfazione , è come avere saldato qualche debito se mai ci fossero stati . Sono appagato.
-‘Domanda : Cosa si domanda più spesso?
–Risposta : Cosa avrei fatto senza la musica.
–Domanda : Risposta?
–Risposta : Nessun medico ne psicoanalista la prescriverebbe come rimedio per guarire noia , timidezza malessere o altre frustrazioni. Ma quando ci si imbatte nella musica , un senso di leggerezza e di pace si fanno sentire. Eccome.
Non sono ancora del tutto guarito . Sono ogni giorno che passa sempre di più -Zero il Folle . Per piacere non fatemi guaride.
–Domanda : chiamarsi Zero per lei .
–Risposta : è come essere eternamente pronto sul marciapiede della stazione per saltare sul primo treno. Non è mai importante in quale direzione mentre è fondamentale il contenuto del bagaglio e lo slancio nell’affrontare il viaggio.
… Canta Renato Zero in Naturalmente strano : Io sono strano forse per questo più umano e già. Io sono strano , se vuoi vedere che effetto fa …sali sul treno …

Ringrazio la nostra Vale per aver faticato a trascrivere questa bellissima Intervista che ci permetterà di commentare e riflettere a lungo..

266 pensieri riguardo “NUOVA INTERVISTA A RENATO”

  1. Buongiorno a tutte….
    Ogni tanto finimo in spam e Admin ci recupera ah ah
    Molto bella la parte dedicata a Califano e tutti gli altri…..diciamo che in poche parole riassume la vita di questi Artisti e anche la sua….
    Come sempre a Renato bastano poche parole essenziali per fare comprendere le cose….. ovviamente parliamo di un tempo lontano dove le cose si conquistavano con fatica compreso il successo e di fronte a taluni personaggi si rimane ancora di più affascinati dalle loro storie perchè dal di fuori uno potrebbe pensare che vivano una vita felice…appagante ma dietro il successo ci sono tante storie e anche sofferenze…..vite complicate eppure sono arrivati a conquistarsi il successo! Renato parla spessissimo di Califano..Ferri….Mimi….sono stati suoi compagni di viaggio…ognuno con la loro storia e Renato spesso dice anche che da loro ha appreso…..lui non si dimentica mai di chi ora vive lassù….il fatto di citare spesso chi non c’è più è segno di grande rispetto e grande sensibilità e come gia si diceva la memoria è importante!!
    Questi Artisti da lui citati hanno rappresentato tanto per la storia della musica..un peso enorme secondo me!
    Renato ringrazia sempre la sua famiglia che ha giocato un ruolo fondamentale nella sua crescita e formazione perchè le è sempre stata vicina e soprattutto lo ha sempre appoggiato, a quei tempi non era facile se pensiamo al carattere esuberante di Renato…al suo modo di essere stravagante e sfrontato ..eppure quella famiglia meravigliosa lo ha sempre sostenuto e meno male che è stato cosi!
    Di certo Renato non ha avuto anni facili lo posso solo immaginare….ma lui aveva una grande forza dentro se…..credeva in se stesso e non gliene importava niente del giudizio degli altri e questa è stata la sua forza nel bene e nel male…….
    Ha sempre fatto di testa sua…credeva in quello che faceva e alla fine è arrivato dove voleva lui…….è chiaro che il percorso non è stato sempre facile……è passato tra altri e bassi…successo e qualche insuccesso ma poco importa…come dice lui alla fine l’importante è arrivare al mare!
    Bello come defnisce la Ferri…..un personaggio molto particolare pure lei….con questo aspetto sempre sofferto…per es io ho ascoltato le sue canzoni grazie a Renato stesso eh……
    Mimi che dire……conosciamo tutti la sua storia…..non c’e altro da aggiungere….a tutti loro forse è mancato quell’equilibrio interiore e quella serenità tale che ti fa andare sempre avanti nonostante tutto ……quell’equilibrio necessario per vivere e ancora di più per un Artista che è sottoposto a tutto!
    Grande Renato…fatemelo dire!
    Buona giornata a tutteeee

    Piace a 5 people

  2. Buon pomeriggio blog 🙂
    vero Grazia indipendentemente dal personaggio famoso l’amicizia di una persona sensibile e generosa come Renato vale una fortuna, le persone che ricorda più spesso, nell’ambito artistico, sono quelle che hanno avuto una vita piuttosto difficile e complicata , segno di una condivisione delle stesse sofferenze e difficoltà dove però la presenza e l’affetto di una famiglia salda e presente ha fatto la differenza permettendogli poi non solo di condividerne i disagi ma anche e soprattutto di donare quell’affetto e comprensione che evidentemente a questi Artisti più sfortunati mancavano…ricordo ancora come Califano finì i suoi giorni in
    completa solitudine 😦 senza parlare poi della grande Gabriella Ferri e
    di Mimì , fa male pensare che dei grandi talenti come loro possano poi
    finire in maniera così triste , evidentemente quel malessere interiore è stato più forte di qualsiasi altra cosa e come dice Renato forse erano sprovvisti di quel paracadute …
    di Rino Gaetano invece ricordo la sua partecipazione a Sanremo con Gianna e di come non venne apprezzato per il genio che invece era , salvo poi osannarlo dopo la sua prematura e tragica morte , come accade spesso ai grandi Artisti …
    baciiii

    Piace a 5 people

  3. Buongiorno
    Forse non ci sarebbe bisogno di sottolineare ancora una volta la grande sensibilità e nobiltà d’animo di Renato , perché chi lo ama ne è già consapevole da tanto tempo , da sempre. Eppure lo voglio sottolineare ugualmente perché ogni sua parola , che parli di Fonopoli , della sua Roma , dei suoi colleghi, della sua famiglia , lo identifica per gentilezza , garbo , educazione e tanta tanta intelligenza … Una sensibilità così è rara e tanto preziosa .. Come è raro darsi , donarsi agli altri con tanta sincerità ed umiltà. .
    Quanta tenerezza quando parla dei suoi amici colleghi , di Califano , artista immenso , forse un poco sottovalutato secondo me , e che si è arrabattato in una vita non facile non avendo un “paracadute, una famiglia che facesse un po da scudo , come e’ stato invece per Renato .stesso .
    Anche qui vedo sempre un grande senso di protezione e di mano tesa verso le persone più fragili , le più sensibili per altro. .
    Mi ha fatto quasi commuovere quando dice che non si era accorto della grande solitudine di Rino Gaetano e a pelle , davvero, mi e’ arrivato il suo rammarico ..
    Mi ha commosso ogni volta che ho letto questa frase non so perché , ma mi scuote.
    Che previlegio potere avere Renato come amico , ma non perché è Zero , ma perché è un esempio , un uomo da cui imparare a vivere , vivere nella liberta’ piu autentica.
    Ed ha sempre una buona parola per tutti , una generosità non sempre ricambiata purtroppo.
    Un abbraccio
    Debby

    Piace a 6 people

  4. Buonasera Blog
    ultimamente riesco solo a mettere i like 😥
    sto correndo come una matta…
    Debby hai scritto che mo ce manna pure le nipoti a Londra a studiare eh … s’è proprio innamorato de sta città :mrgreen:
    però capisco che oggi è più che mai importanti per le nuove generazioni acquisire un inglese più fluente perché il loro futuro facilmente sarà oltre confine… chissà
    e infatti pure io sto correndo in sti giorni perché domenica pure la mia cucciola parte per 15 gg in Uk x vacanza studio 😯 Son più agitata io di lei mi sa 😯
    Ora invece devo andare a prendere mia mamma in aeroporto che rientra dal paesello natio ma il volo ovviamente e in ritardo e io c’ho già un sonno che solo l’idea di mettermi in macchina mi prende male… ma me tocca perché tessoro mio non c’è stasera 😦
    Vabbé mo tra poco salgo in macchina e me sparo un po’ di musica a palla così resto sveja :mrgreen:
    Non so perché ma un po’ di commenti non me li fa vedere .. cioè divide tra più recenti e meno recenti ma è la prima volta che lo fa… mai successo prima 🙄
    Quindi non so se mi sto perdendo qualcosa 🙄 anche perché le notifiche ho dovute toglierle perché mi creavano rallentamenti al cell e ogni tanto si impiantava e poi mejo così perché in sto periodo non me devo distrarre troppo.
    Comunque anche a me è piaciuta molto la parte dell’intervista dove parla di Lucy e sono contenta di sapere che lei è ancora lì dopo tanti anni. Significa che comunque c’è stato e c’è un legame speciale che va oltre ogni possibile definizione.
    Anche quando parla di Califano, della Ferri o di Rino Gaetano si comprende la sensibilità che Renato ha sempre avuto nel riconoscere certi soggetti “speciali” ai quali offrire un po’ di quell’appoggio che lui aveva ricevuto dalla sua famiglia. Una fortuna che altri non hanno avuto.
    Ecco ora devo muovermi quindi vi devo salutare.
    Almeno sono riuscita a fare un passaggino veloce veloce 🙂
    un bacione a tutte e buonanotte

    Piace a 5 people

  5. Buongiorno Blog…
    Sono appena tornata dal dentista povera meee…..
    Adesso non riesco a proseguire con i commenti perche’ tra poco devo riuscire….spero di tornare in serata…..

    Baci a tutteeeee
    Debbynaaa😁😁😁😙😙😙😙

    Piace a 2 people

  6. Buongiorno blog 🙂

    povera Cla 😦 solo a leggere dentista mi sento male , quindi pensa te

    povera 😦 mi associo a Vale nel dire che il tuo commento di ieri mi è

    piaciuto molto 🙂

    Laure brava che lasci spiccare il volo alla tua cucciola 🙂 sarà

    sicuramente una bella esperienza per lei , certo per noi genitori è sempre un trauma con il nostro pensiero sempre fisso lì ma rende più

    forti anche noi 😉

    a questo proposito , Admin, credo mi sia sfuggito di commentare quello che tu hai riportato sulle nipotine , anche se naturalmente ho letto ,

    e concordo con Lauretta di come sapere l’inglese sia fondamentale ai nostri giorni e ancora di più per i prossimi , quindi direi che fanno benissimo, poi Londra, anche se non ci sono mai stata ma i miei figli si , credo sia bellissima , e se piace anche alla nostra Admin un motivo ci

    sarà 😉

    oggi purtroppo vado di fretta , spero di finire domani con questa splendida intervista …

    Barbì vedi sei stata accontentata i commenti si sono ridotti da soli 😂

    😂 ma basta cliccare su …meno recenti per rivederli tutti 😉

    baciiii 🙂

    Piace a 4 people

  7. Buongiorno Blog,
    come state?
    E a fiori mosci e cocomeri come semo messe? ahahahah
    me mancheranno me sa ma è giusto mandare in riposo tutto :mrgreen: che detta così suona pure un po’ sinistra come cosa 🙄 :mrgreen:
    Volevo ricordare che durante l’estate, me pare in agosto, usciranno gli ultimi numeri della raccolta cd in edicola e saranno 3 uscite speciali che dovrebbero raccogliere tutti i brani di Renato che non sono entrati in nessun album… sono 3 uscite e non sono poche per cui sono proprio curiosa di vedere che ci infilerà là dentro e come sempre spero in qualche chicca speciale :mrgreen: Io li prenderò :mrgreen: devo dirlo alla mia edicolante però 🙄 perché nun ce sarò ad agosto 🙄
    Cla ho recuperato i commenti vecchi e mi associo anche io al bel commento che hai scritto ma non mi ricordo più mo’ di quand’era ahahaha che disastro de rinco che so diventata aho’ 😀
    Dicevate dei tour messi in vendita con tanto anticipo? 😯 vi dico solo che ieri ho dovuto prendere i biglietti per portare mia figlia a vedere il nuovo tour di Ultimo negli stadi… il concerto sarà il 19 giugno 2020 😯 no dico… giugno 2020 😯
    e meno male che li ho presi subito perché San Siro mo’ è quasi sold out dopo un giorno. Sto ragazzo me fa paura 😯 Speriamo regga sto successo così repentino e non si rovini. Però bella la poesia per Roma ♥
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Renato di sto giovane cantautore concittadino 🙄 🙂
    Fate le brave eh
    Niente cocomeri perché sulla tastiera del pc nun ce stanno… peccato.
    Un bacione a Debbyna.
    PS: se Renato ce mette un data del tour a Londra se famo tutte na giterella dajeeeeee :mrgreen:

    Piace a 5 people

  8. Buon pomeriggio
    …certo che dove esiste una persona come Debby che fa di tutto per agevolarci ? Perché penso non sia un caso che i commenti siano stati divisi …Io con il telefono lo noto molto bene e ringrazio Debby per tutto quello che fa per noi e i nostri lettori ❤
    …Barbara sei stata accontentata …vedi che sorellina brava che hai ?!!! Anche tu però sei tanto tanto super …

    Piace a 6 people

  9. … incredibile Cla sto andando anche io dal dentista ed è la prima volta che ci vado volentieri .. Per un po di tempo purtroppo per le cure che ho fatto mi era stato proibito fare lavori un po impegnativi ed ora invece mi è stato dato il permesso… giuro che non avrei mai pensato di essere felice anche di questo 😀😀
    Vado felice dal dentista Amiche .. Anche questo è tornare un po piano piano alla normalità 😀
    Sapete …Vi voglio beneee💕💕
    …. Non so se sarò così felice quando uscirò ma per ora volo 🕊🕊🕊
    Debby cara ❤❤❤ un bacino per te !
    A dopo ..

    Piace a 6 people

  10. Buonasera blog

    Belli i vostri commenti….e ringrazio anch’io Debby per averci agevolato con la lettura dei commenti 😉
    Vale, sono contenta che finalmente sei potuta andare dal dentista….pare brutto come augurio, ma credo ci siamo capite 😬 Invece a Claudia auguro che sia l’ultimo appuntamento.

    Lauretta avevo dimenticato le uscite dei cd di Renato ad Agosto 🙄 E sarebbe meraviglioso inserisse qualche chicca dimenticata.
    Capisco l’apprensione della cucciola che parte per la vacanza/studio ma è giusto così…. Ricordo in passato la mia ansia (ed anche ora eh, nonostante sia più grande) ma sono esperienze di vita e di studio molto importanti 😉
    Nella mia assenza di ieri, che è stata una giornata un po’ così 😔 Volevo anche scrivere due parole a proposito dei disastri del maltempo a cui aveva accennato Ivana …. 😳 E grandi tutti gli operatori turistici che hanno praticamente fatto una magia nel sistemare e riaprire dopo dieci ore gli stabilimenti balneari….se in politica le cose funzionassero così non sarebbe male, ma è utopia ovviamente!

    Proseguendo a leggere l’intervista, Renato racconta della sua infanzia e adolescenza. Già in passato aveva dichiarato di aver vissuto con adulti anziani e di aver cominciato a frequentare bambini della sua età alla Montagnola. A me sembra di vederlo quel ragazzino, esile e guardato con sospetto dagli altri coetanei. Grazie alla sua famiglia e a quel paracadute che gli avevano dato, probabilmente non ha subito del tutto quegli sguardi che a quell’etá possono fare davvero male, ancora di più per chi, come lui, ha una spiccata sensibilità.
    Immaginarlo che arriva all’incontro con la Berté e Panatta conciato come un alieno invece mi fa sorridere…certo non passava inosservato :mrgreen:
    Renato sempre riconoscibile, allora come adesso 😉

    Baci a tutte, buona serata 😘😘

    Piace a 4 people

  11. Sera a tutte!
    Oggi ho dovuto fare diverse commissioni e dunque solo ora vi leggo!!
    Eh Vale sti dentisti per fortuna ho quasi finito pure con sta rogna!!!
    Bene.per i commenti grazie Debbynaaaa…io negli ultimi giorni non so non ricevo piu notifiche…devo poi vedere!
    Anche io ho dimenticato di dire che nonostante i temporali e i disastri che.ci sono stati….sono stati efficienti nel sistemare tutto….complimenti…..dalla serie rimbocchiamoci le maniche!
    Laurettaaa la tua cucciola stara’ benissimo a Londra…beata lei….ci fossi andata pure io da giovane magari ora saprei parlare bene inglese invece cosi non è purtroppo!
    Finiro domenica di commentare tutto…
    Un abbraccio a tutte voiiii
    🤗🤗🤗🍉🍉🍉🌷🌷🌷😂😂😂

    Piace a 5 people

  12. Volevo dire che Ultimo è superbravo….ho letto pure io dei concerti del prox anno🤤🤤 e i biglietti gia in vendita e gia andati….
    Ormai funziona cosi….di certo un ragazzo in gamba che sa scrivere bene con passione e poesia….a me piace e di certo tra i giovani di oggi lo metto ai primi posti!! Speriamo si.che sappia gestire tutto sto gran successone e credo che Renato pensi bene di lui! Ha l’aria di essere una persona semplice….diretta e umana! Queste cose contano e arrivano alla gente! Molto bravo
    Notteeeee

    Piace a 5 people

  13. Buongiorno blog 🙂🍉🍉🍉🍉🍉🍉
    Pure io voglio Renatino come amico e poi da me e’ di casa che je costa fa amicizia con me non capisco 🙄😂
    Lo sapete che il Califfo abitava vicino a me ma mi sono sempre stupita di non averlo mai incontrato credo usciva di notte 😁 comunque un grande io sono cresciuta con le sue canzoni e quelle di Gabriella Ferri mia mamma le ascoltava spesso. Lauretta pensa che emozione per la tua cucciola questo viaggetto senza te che je rompi le palle 😂😂 ma avete mai saputo di quanto fosse brava la Admin a parlare inglese!! Quando siamo andate a Londra se non fosse stato per lei che comunicava cosi bene avremmo dormito in strada 😄 peccato che ora ha perso un po la pronuncia perche’ non si e’ piu’ allenata e io gli ho detto brutta cretina 🤣 era veramente brava. Valeriuccia dajeee con il dentista so brutti li denti cariati se uno ride 😂😂😂
    Buona giornata blog 😉🍉🍉

    Piace a 4 people

  14. L’emozione di una dichiarazione d’amore

    #RenatoZero

    “Sarà come la prima volta
    Impacciato starò lì
    Cercando di strapparti una risposta
    Un meraviglioso sì
    Ogni amore ha i suoi tarli
    Ogni storia ha i suoi limiti
    Resistenze non farò
    Se è destino accetterò
    Anche il rischio di perderti”

    Piace a 5 people

  15. Buongiorno blog 🙂
    …perchè non mi stupisco che la nostra Admin sa pure l’inglese ? 🙄
    brava Debby vedrai che appena capiterà l’occasione tornerai a parlare
    benissimo l’ inglese 🙂
    io invece sono piuttosto negata , meno male che i miei figli sono molto più bravi di me così quando i turisti stranieri vengono da me posso contare su di loro …
    Vale sei la prima che dice di essere contenta di andare dal dentista
    😂 ma sono felice per questa tua nuova ennesima conquista 😉
    torno all’intervista …
    Spesso Renato ricorda la sua infanzia in mezzo alle persone anziane , di certo una grande ricchezza avere nonni o zii intorno, all’epoca era quasi normale avere famiglie così numerose ,ma inevitabilmente ti porta a crescere più in fretta e sperimentare quella solitudine che soprattutto quando si è piccoli si dissolve , in parte, con la condivisione di giochi e tempo passato con coetanei … mi immagino poi quel bimbetto vestito come un damerino alle prese con la “cattiveria”, perchè quando si è bambini a volte non ci si rende conto che determinati commenti o atteggiamenti possono ferire , di ragazzini cresciuti sui marciapiedi , forse anche questa precoce diffidenza e ostilità ha contribuito a formare il suo carattere poi diventato tosto capace di affrontare pregiudizi e cattiverie future …
    Il bello poi di Renato è sempre stato questo suo essere così colorato non solo sulla scena ma proprio nella vita di tutti i giorni , bellissimo quando ricorda questo suo primo incontro con Panatta , ma ce ne sono tanti di aneddoti simili a questo,, quando è andato a Domenica In, l’ultima volta, anche Ron raccontò lo shock della prima volta
    😂 e in questi racconti io ci leggo tutto l’orgoglio suo di essere stato così folle …
    caro Renato tutti ci auguriamo che tu non guarisca mai da questa tua
    Zerofollia , e pure noi non vogliamo guarire …ci puoi giurare 🙂
    baciii 🙂

    Piace a 5 people

  16. Buonasera blog 🙂

    Passo per un saluto veloce, oggi giornata tutta di corsa uff…
    spero di ripassare più tardi per leggervi almeno, altrimenti mi sa che dovrò rimandare a domani.

    Intanto vi bacio tutte 🙂 smack Debby

    Piace a 2 people

  17. Sera Blog…
    Me fate sempre ride ahah
    Corna cocomeri ahah oggi Barbina in un messaggio mi ha messo un’ altra manina ahah….Barbina ti ho risposto in fretta oggi e stavo sotto al sole non ce vedevo nienteee ahahah……..la ginocchiera povera me la metto sempre ..anzi una per ginocchio ahah……sto facendo esercizi su consiglio del fisioterapista ….e devo dire che non ho piu avuto male ma devo fare adagio quando cammino in montagna….e continuare con esercizi…..
    Barbina ti vedremo lunedì ? Ahahah
    A me non scorrono tanto veloci….boh non soooo!
    Debbyna che parla inglese me la vedooo bene ..io con gli anni ho perso…
    A domani cosi finisco di commentare…..
    Vado a vedere pure pagina de Renato…
    Baci a tutteee

    Piace a 5 people

  18. Mi e’ partito il commento 🙄 volevo dire che i miei cocomeri hanno avuto effetto, oggi qui da noi ci sta un arietta bella fresca ma cosi fresca che sembra de sta in montagna per quanto caldo ha fatto. La Contessina e’ tutta impegnata perche’ nasconde un segreto che io so e dajeee contessiii dillo a tutti quanto sarai fanatica domani 😉😂😂😂 anzi no diccelo domani 😂

    Piace a 2 people

  19. Buondiiii
    Ahahah Barbina te possinooo ma io te spiegavo solo come stavo messa ahah e tu subito ditino alzatooo ahah
    Contessina che ce nascondiiii?? Parlaaaa parlaaa
    Mo sto a pedalaa….oggi anche qua frescooo non me pare vero! Speriamo duriii
    Baciii

    Piace a 3 people

  20. Buongiorno blog 🙂

    e buona domenica a tutte 🙂

    Barbì sono contenta che i tuoi cocomeri abbiano funzionato 😂😂

    qui da me è già da qualche giorno che l’ariettina fresca è arrivata 🙂

    Contessa si svelaci il segreto perchè Barbì ci ha messo su un bel pò di

    curiosità 🙂

    Bè a questo punto vi saluto vado al mareeeeeee 🙂

    baci e buona giornata fresca e di riposo a tutte 🙂

    Piace a 2 people

  21. Buongiorno e anche oggi i miei 20 km li ho fatti
    Ivanuccia buon mare!!!
    Allora torniamo alla intervista!
    La famiglia di Renato come ho già detto ha giocato un ruolo fondamentale……lui ne parla sempre con tanta dolcezza e lo fa spesso e volentieri…ricorda i suoi genitori…zii..la nonna insomma si percepisce forte e chiaro il legame che ha sempre avuto con loro!
    L’infanzia di Renato me la immagino un pò come la descrive lui di certo non facilissima…non erano nemmeno anni cosi facili da vivere eh…non c’era di certo l’abbondanza di oggi ma si sicuro si viveva in modo più semplice e i rapporti tra le persone erano diversi..piu veri e più sinceri di oggi e le difficoltà hanno fortificato il carattere di Renato!
    Lo immagino esile e magro magro come lui stesso affermo e non fatico a pensare che fosse visto con occhi scrutatori diciamo cosi anche dagli altri ragazzini e poi crescendo ancora di più!
    L’episodio di Panatta mi fa sorridere ah ah ……anche lo stesso Panatta spesso ha raccontato di quell’incontro particolare ah ah di certo non passava inosservato ah ah …più che audace direi…ma tutta quella stravaganza ed eccentricità lo hanno salvato! Renato era cosi…e il suo percorso doveva essere quello…forte lui che non ha mai dato troppo peso al giudizio degli altri!
    Bello il ritratto di Proietti…Artista che io amo alla follia proprio…una bravura e un talento fuori dal comune che nessuno potrà mai eguagliare!
    Il racconto del padre che acquistava i biglietti lo conosciamo bene…devo dire un ricordo sempre molto tenero e chissa con quanta soddisfazione sventolava quei biglietti di fronte ai colleghi e a tutti coloro che lo avevano deriso! Poveracci!
    Renato avra’ avuto anche anni difficili ma poi quante soddisfazioni si è tolto …..avra pagato tanti scontrini sulla sua pelle ma alla fine è appagato come dice lui….
    Senza musica Renato non sarebbe proprio esistito…la musica è vita anche per chi non la fa …..e forse è ancora sottovalutata anche oggi……sorrido quando dice che nessun psicanalista la prescriverebbe come rimedio alla noia….o malessere in generale….la musica ha il potere di rendere si le persone più leggere..più allegre e folli!
    Renato il folle pare tornato tra noi….l’intervista si conclude con un accenno a una meravigliosa canzone di Renato che ben lo ritrae…naturalmente strano….la sua stranezza corrisponde poi di fatto ad una normalità……e umanità!
    Buona domenica a tutteeeeeeeeeeeee

    Piace a 4 people

  22. Buona domenica
    Penso che per una persona sia una grande conquista personale ad un certo punto della vita , sentirsi appagata ..
    E Renato, meritatamente , lo può ben dire e con orgoglio! Solo lui può sapere quanto può essere stato difficile andare avanti con coraggio e determinazione , credendo sempre che il suo entusiasmo , la sua sensibilità , questo suo modo di essere artista al di la’ di ogni schema , sarebbero prima o poi stati capiti , creduti e premiati….
    Ogni “scontrino ” sarà presente si nella sua memoria , come tatuaggio indelebile , insieme alla consapevolezza di avere superato ogni ostacolo con l’onestà , la trasparenza di sentimenti e valori nei quali credeva e che ha trasmesso a milioni di persone.
    E poter dire di avere conquistato e pagato tutto da solo nella vita , è davvero la soddisfazione più grande …
    È la vittoria di quel ragazzo della Montagnola ricciolo , alto , mingherlino che deve tutto alla borgata , alla “università ” del marciapiede , della strada se così si può dire… E solo quella mi sa ti sa fornire il coraggio e una capacità di sopravvivenza che alla fine ti formano più di una qualsiasi scuola …
    ……
    ……
    …La musica dice bene Renato , dà un senso di leggerezza e di pace quasi terapeutici . Capace si di guarire la noia , tante frustrazioni e malinconie … La più bella forma di incontro di sensazioni , di unione universale direi ..
    La musica rigenera , dà energia , diverte , commuove , fa riflettere…
    È un sentimento anche lei….
    Cosa è la musica per me e che valore ha … lo descrive in modo eccezionale Renato in “Sì sta facendo notte”
    “Non fosse stata musica a guarire i silenzi miei non starei qui a difenderla
    Non ti chiederei di credere in lei , lo sai
    Sì sta facendo notte
    Se questa nostra stella non decolla ”
    Renato senza musica non esisterebbe …Renato È la Musica , la nostra musica migliore di sempre….
    Lui non vuole guarire ed io nemmeno… e lo ringrazio per avermi insegnato ad ascoltarla ,
    apprezzarla e viverla
    nel migliore dei modi.
    ….. Grazie Renato … “naturalmente strano” , folle , colorato , variopinto , magico ..
    “solo” naturalmente Umano …
    Buon pomeriggio.
    Un abbraccio
    Debby ❤

    Piace a 6 people

  23. Buona domenica di arietta fresca, blog 🙂
    Anche se ora seduta al sole stavo sciogliendo 😅
    Ho recuperato tutti i vostri commenti, cocomeri e corna
    In realtà ieri ero di corsa per il Beb e non stavo troppo bene, così con poche energie ero in netto ritardo su tutto 😨 non per ciò che sa Barbie e che condividerò domani con piacere con tutte voi. 😉 non oggi perché pur non essendo scaramantica, preferisco aspettare, non si sa mai
    Avete parlato dell’inglese, non ho dubbi che Admin, se la cavi benissimo, anche perché la passione rende più facile ricordare in questo caso, la lingua di un paese.
    A me le lingue incuriosiscono tutte o quasi, trovo che riuscire a comprendere e spiegarsi sia una grande opportunità; quando ho aperto il beb ho comprato un libro d’inglese per riprenderlo perché a differenza del francese l’ho studiato per meno anni e infatti si vede 🤔 Poi questi mesi sono stati molto faticosi e tutti i propositi sono andati a rilento, ma spero in futuro di riuscire a dedicare del tempo per studiare perché al di là del fatto che mi serve, mi piace molto 😉
    Tornando a Renato….oltre agli altri artisti già citati, parla di Proietti; grandissimo e unico nel suo genere, un altro romano doc. Come dimenticare la sua partecipazione al Seizero e il duetto scritto da Renato…c’era tanta di quella romanità, spontaneità e amicizia che si restava incollati a guardarli con il sorriso e non avresti mai voluto che quel momento finisse.
    Che Renato abbia pagato tutti i suoi scontrini e da solo, è fuori di dubbio. Deve essere stata una grande e unica soddisfazione, il riscatto per se stesso e una carezza per quei genitori comprensivi che pagavano l biglietto per andarlo a vedere e tutti loro si lasciavano dietro sorrisi e battute del passato quando nessuno avrebbe scommesso su Zero.
    Renato e la musica, qualcosa di imprescindibile. Un artista come lui che ha scritto “prima l’arte, la passione e dopo il resto…” Fa ben capire quale primo posto abbia occupato nella sua vita e a noi, è arrivato tutto e di questo lo ringrazierò sempre!
    L’intervista si conclude con la citazione di Naturalmente strano….canzone che a me piace moltissimo e che descrive molto bene Renato stesso 😉 Lui da sempre in viaggio… e mi piace questa metafora….con le sue idee, spesso controcorrente, fuori dagli schemi, e indipendente.
    Renatino, per fortuna dalla Follia, ancora non sei guarito 😉
    Valeria, bellissima…Si sta facendo notte!
    Un abbraccio a tutte, buon pomeriggio 😘

    Piace a 3 people

I commenti sono chiusi.