OGGI ESCE “ZERO IL FOLLE” IL NUOVO DISCO DI RENATO ZERO

Oggi Venerdi 4 Ottobre 2019 esce il nuovo disco di Renato Zero dal titolo “Zero il Folle”

Il disco uscirà in 4 diverse copertine ed ognuno potrà scegliere la sua o magari acquistarle tutte e quattro visto che messe insieme formano la parola ZERO! Inoltre per questo progetto si è realizzato un prestigioso cofanetto disponibile in due differenti versioni, quali cd in Ecolbook e Doppio Vinile Deluxe, che si trovano all’interno di un tunnel, lavorato con tecnica soft touch e verniciatura uv serigrafico.

248 pensieri riguardo “OGGI ESCE “ZERO IL FOLLE” IL NUOVO DISCO DI RENATO ZERO”

  1. Temi, messaggi, chi segue Zero lo sa, fin troppo facili, fin troppo logori. Ma tant’è.

    forse è vero spesso i temi trattati possono sembrare ripetitivi così come Mai più da soli e la Vetrina ma è anche vero che per lo stesso tema ci sono diversi modi di descriverlo di parlarne e poi vorrei sapere se gli altri cantano sempre cose nuove 🙄

    Su un uomo è dice che lo avrebbe visto bene anche in un album come Via tagliamento e non mi sembra una cosa brutta anzi !
    Tutti sospesi e che fretta c’è anche se denunciano ancora una volta una comune rassegnazione mi sembra sia una cosa lodevole…

    Nemmeno io in Quanto ti amo ci vedo una preghiera 🙄 e grazie

    Cla perchè mi chiedevo qual’era la canzone a cui assomigliava L’amore

    sia con te 😯 invece intendeva la Pace sia con te …

    cmq mi fa piacere che l’abbia apprezzata insieme a Figli tuoi e Gli anni miei , ma naturalmente non sono assolutamente d’accordo su quello che ha scritto su Zero il folle…

    poi su Zero che non sia più follia posso in minima parte concordare ma sul fatto che non sia più magia caro del Papa stai toppando in pieno …

    Zero è ancora magia, basta ascoltare questo disco ad occhi chiusi per averne la prova ❤

    baciiii 🙂

    Piace a 2 people

    1. Eh appunto L’amore sia con te ahah non mi risulta ….manco i titoli sa…..si riferiva a La pace sia con te….
      Notte a tutteee voi…..
      Baci a Barbinaaaaa😘😘

      Piace a 2 people

  2. Buongiorno blo 😉
    Vorrei rispondere anche se merita il silenzio a quel mentecatto che ha scritto quello pseudo articolo su Renato. Intanto vorrei dirti che se noi VERI sorci abbiamo il cervello di un topolino almeno lo abbiamo, tu invece fai parte dei Protozoi. Definire Renato un predicatore nei suoi testi con un passato che lo divora rendendo questa sua ultima opera di una superficialita’ innocua, gia solo citando questo non meriteristi attenzione perche’ si nota chiaramente che sei il solito detrattore di turno dell’artista. Renato non e’ mai stato Rock e citando i Led Zeppelin io credo si riferisse a una sintesi di forma conoscitiva di questo genere musicale quando appunto ha fatto riferimento che da giovane scappava a Londra per fare esperienza di vita e di musica. E’ vero che Renato a volte si incarta da solo con le parole ma trovo incredibile che e’ l’unico artista che ogni volta gli si fa notare anche la minima sillaba errata. Ma sono d’accordo sul fatto che le stagioni folli, avvincenti sono definitivamente chiuse e Zero lo sa; ed e’ proprio per questo che nel corso degli anni ha attuato un cambiamento che gli ha permesso di restare sulla difficile onda musicale di oggi e che a non farsene una ragione, ad aspettare sempre le vecchie atmosfere sono quelli che io non definisco VERI sorcini. Il vero sorcino e’ cosciente del Renato di oggi e quella che tu definisci melodia figlia del melodramma puo’ essere la parentesi Zerovskij che io stessa non ho apprezzato ma anzi molto criticato. Il calo dei dischi fa parte del regno tecnologico di oggi ma che te lo dobbiamo spiegare noi protozoo!! Hai letto bene il testo di La Vetrina!! Parla di droga si rivolge a questi giovani che cercano la vita facile, “con le macchine veloci dove vai” non ti fa venire in mente soldi facili!! Ah gia’ ribadisco sei un protozoo ci sta tutta.
    Che noi sorcini riteniamo indispensabile comprare tutte e quattro le copertine diverse dove lo hai letto? Ma davvero ci ritieni cosi futili? Pensi veramente che i sorcini siano macchine da consumismo senza cervello? Non credi che seguire una passione musicale non e’ roba da manicomio, non pensi che se vogliamo possiamo licenziarlo da soli questo Zero tanto fastidioso, questa istituzione come dici tu che nessuno si azzarda a criticare, questo Zero che non e’ piu’ follia e nemmeno magia, ma tu sei convinto veramente di conoscere i tempi della Zerofollia? Uno che dice del brano Zero il folle che si canta addosso le parole di sempre non merita nemmeno considerazione. Ma in fondo mi sto chiedendo: ma tu chi sei?? E mi rendo conto che non ha senso cio’ che ho scritto, e’ inutile spiegare legami che non si comprendono, non voglio piu’ sprecare energie con un Protozoo.

    Piace a 4 people

I commenti sono chiusi.