CHE RAPPORTO AVETE CON LA SIGNORA NERA?

Vi invito a guardare questo breve video che dura soltanto 3 minuti ma che contiene delle riflessioni molto importanti da parte di Renato, vorrei che anche voi le commentasse…

E voi che rapporto avete con la morte?

106 pensieri riguardo “CHE RAPPORTO AVETE CON LA SIGNORA NERA?”

  1. 🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘 buongiorno…….a dopo🤣🤣🤣

    Piace a 5 people

  2. Buongiorno
    Debby ❤️ che Post !! Alzi sempre di piu l’ asticella tu… per portarci con queste Sagge parole del nostro Renato, a riflessioni sempre piu importanti e intime. Questo spazio con te cara, è un vero percorso anche psicologico personale che ci arricchisce tanto. Sei eccezionale!
    …. Ho ascoltato Renato e ammirato la sua matura consapevolezza e chiarezza in se stesso di fronte ad un tema cosi delicato. Qui si capisce quanto cammino, quanta conoscenza abbia di sé, quanta saggezza , intelligenza e soprattutto Fede accompagni ogni suo gesto e parola.
    Mi trovo perfettamente d’accordo quando dice che spesso la morte siamo noi a procurarla anche inconsciamente, con i nostri comportamenti, intesi dell’umanità intera anche, vedi appunto inquinamento per esempio o deforastizzazione, le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti noi purtroppo.. Non si può morire per incuria umana no , non si può.. Tante vittime sono sulla coscienza, se ne possiedono una , di chi non ha svolto il proprio dovere e non pagano mai ahime.. Si chiama mancanza di responsabilità , imperdonabile per me!!
    …..
    Sul rapporto personale mio nei confronti della morte è difficile parlarne sapete per me.
    Anzi difficilissimo.
    È molto piu di una figlia di.. come dice Renato. Non è possibile camminare da una vita intera con questo spettro questo terrore acuto che non mi lascia mai. Lei mi ha strappato papà e mamma, ha fatto sì di insinuarsi in me sempre con la mia malattia da tanti anni e qui mi fermo, perché anche questo momento non è facile e lo avete capito.
    Io ne ho paura tantissimo questa è la verità.
    Ho fatto un percorso da uno psicologo per anni perché dovevo risolvere con me stessa questo terrore… È servito si, ho capito razionalmente che vedo la morte come momento disperato perché mi identifico con il corpo, con le cose materiali e con i miei affetti , trascurando forse il valore della vita interiore e della mia Anima.. La morte non è la fine di tutto ma è l’inizio di qualcos’altro..
    Razionalmente lho compreso , ammiro e invidio bonariamente chi ha fatto suo nel quotidiano tutto questo… Io non ci sono riuscita e se nei periodi più tranquilli riesco a capire e cercare di fare miei questi insegnamenti, nei momenti difficili la rabbia la paura mi riassale mandandomi letteralmente fuori di testa. Non voglio fare la vittima ma da quando sono nata praticamente combatto questo fantasma. E ho resistito e combattuto fin troppo bene penso😔
    …..
    PS.. Debby ❤️mi scuso se ho scritto la mia zerostory in ritardo e in un post non idoneo, so che non è corretto ma capisci il motivo.
    Grazie ❤️
    Ho fatto mattina tesorine 💕con voi sul blog..
    … Stasera alle 5 visita importante per il mio maritino dopo lo spavento di dieci giorni fa e cerco di essere positiva. Speriamo..
    Vi abbraccio.
    Debby e Barbi un pensiero dolce a voi 😍😍

    Piace a 5 people

  3. Buona settimana 🤟🤟
    Debby e Claudia mi avete strappato un sorriso 😂
    Prima di commentare questo post se posso vorrei solo dire grazie a Valeria per aver condiviso la sua Zerostory e averla scritta comunque, nonostante le difficoltà, fa comprendere quanto sia speciale il blog e le persone che lo popolano ❤
    Torno dopo, baci

    Piace a 4 people

  4. Buon pomeriggio blog
    mazza iniziamo bene la settimana 😳🤘🤘
    ahahah appena ho letto il post per la prima volta mi sono dispiaciuta di non essere uomo e … insomma ci siamo capite 😁
    Non ho ascoltato Il video, spero di riuscire entro sera, ma questo rapporto con la signora nera credo sia quello più difficile in assoluto🙄😒 tra l’altro mi sta venendo in mente l’innominato 😁 e l’attrice che impersonava la Signora con la falce 🙄
    Per il momento posso solo dire che durante l’adolescenza o poco più ne ero terrorizzata, ora che l’imbuto si stringe per dirla alla Renato forse mi fa un pò meno paura 🙄 giusto un pochino però 🙄
    .
    Vale grazie per la tua emozionante e toccante Zerostory e anche per questo tuo bellissimo ultimo commento… in bocca al lupo per la visita😘
    baciiii 🙂

    Piace a 5 people

  5. Buonasera a tutte
    Per prima cosa vorrei dire a Vale che ha scritto una Zerostory molto emozionante…bella se pure nel dolore……un abbraccio grande grandissimo a te mia cara Vale!!!
    Sono giornate un po incasinate per me…..nei prossimi giorni riusciro a commentare con più calma spero…oggi sono sfinita davvero!
    Dico subito però che il mio rapporto con la signora nerissima non è per niente facile…diciamo che sono ferma all’idea che ne aveva Renato a 30 anni…..ho sempre avuto timore piu che della morte del dolore…..è quello che mi spaventa di più…..e se devo dirla io penso sempre di più agli altri che a me stessa….. temo dunque vedere le persone soffrire tanto più se sono i miei cari ovviamente…….
    Non è mai facile parlarne sinceramente……. poi ci sono periodi come questi che magari ci pensi di più perche purtroppo diverse persone che conoscevo se ne sono andate..chi all’improvviso…chi dopo malattia….giovani e meno giovani…..e’ chiaro che sono sempre eventi che ti procurano dolore..quel senso di impotenza…..e tante domande alle quali non hai nessuna risposta!
    Le parole di Renato e le sue riflessioni le condivido…..poi risento meglio cosa ha detto per commentare a dovere il tutto…….di una cosa sono certa la Fede aiuta ..aiuta tanto per chi davvero la sente in modo forte….io non sono tra queste persone ad oggi…magari ci arrivero anche io un giorno….. e di un’altra cosa sono certa ossia che bisogna vivere ogni giorno come fosse l’ultimo….( ce metto sempre le corna anzi mille cornaaaaaaaaaaaaaaaa) ma è per dire che bisogna fare ogni giorno quello che più si desidera…..stare vicino alle persone che amiamo e donare il nostro tempo alle persone che amiamo….non avere troppi rimpianti e mai rimandare le cose ……sono buoni propositi che non sempre riusiamo a mettere in pratica……..nel mio piccolo cerco di farlo…
    Renato mi affascina sempre molto quando fa questi discorsi…ricordo a tutti che lui si era abbracciato alla vitaaaaaaaaaaaaaaaaaaa altro che alla signora neraaaaaaaaaa ah ah ah ah
    Nottee a tutteeeeeeeee

    Piace a 5 people

      1. Mica scemo…..secondo me ha una pauraaaa e pensa più che mai che la signora nera sia una gran figlia di…..ahahah…..lo penso pure io del resto……🤘🤘🤣🤣
        Poi Renato ha visto tanti amici andarsene dunque….è molto difficile il discorso e rimanere razionali…..credo che la rabbia ci sia sempre ….poi per carità è vero…..che la vita è la morte sono una faccia della stessa medaglia se vogliamo…..fanno parte del ciclo della vita non ci sarebbe l’una senza l’altra ma io preferisco la VITAAAA🤣🤣🤣🤣

        Piace a 5 people

  6. Buonasera blog,
    nuova settimana e nuovo post
    😳😳😳😳😳
    …e che post
    😱😱😱
    Comunque pure io come Cla lascio in giro qualche emoji scaramantica 😂🤘🤘🤘🤘🤘
    Son passata giusto x un salutino prima che finisca questo lunedì.
    Vale ho letto la tua Zerostory piena zeppa di cuore! È stupenda. Bravaaaa!
    Per il resto… che dire… argomento difficile eh..
    Comunque ci penso su Debby.
    Intanto buonanotte a tutti e sogni d’oro 🤗🥰😘

    Piace a 4 people

  7. Giorno blog 😷
    Chi in fondo non ha timore della signora nera, nessuno credo e penso fermamente che quando cominciano a passare gli anni il pensiero ti sfiora sempre, quando sei giovane credi di essere invincibile. Il mio rapporto con lei e’ molto difficile, ho visto troppa sofferenza e destini crudeli alla sua chiamata ed e’ proprio questo che sconvolge la mia mente. Ma attualmente non ho paura per me ma temo di piu’ vedere andare via le persone che amo e riprovare quell’impotenza di non poter fare nulla per aiutarle. Purtroppo quando questo passaggio inevitabile della vita si presenta non ci rimane altro da fare che donare il nostro amore facendogli sentire la nostra costante presenza.
    Dopo la perdita di una persona cara oltre al dolore mi preoccupa tanto la mia sofferenza interiore, qui il rapporto con lei diventa tortuoso e difficoltoso, elaborare il lutto nella mia mente ha un percorso lungo e difficile, credo sia tutto legato allo shock subito per la perdita di mio padre che stava benissimo e in 1 mese me l’ha portato via strappando alla famiglia due mesi dopo anche mio cugino che aveva 30 anni sempre con lo stesso male. Avrei dovuto affrontare sicuramente un percorso psicologico ma non ho avuto tempo per dover affrontare gli impegni della Ditta di mio padre per la quale lavoravo e per via di tante altre cose. Ad oggi si e’ leggermente affievolita questa situazione mentale perche’ sono maturata e sono piu’ consapevole che la morte fa parte della vita, anche se dovrebbe avvenire con piu’ dolcezza per chi lo merita e magari a una eta’ giusta ma so che non e’ possibile, spesso e’ crudele e cattiva.
    So soltanto che bisogna vivere giorno per giorno cercando di affrontare la vita con coraggio, il destino non aspetta, l’unica cosa in cui credo ciecamente.

    Piace a 5 people

  8. Sera…anche oggi sono sfinita…. che delirio prenotare esami……mi chiedo sempre gli anziani come fanno poverini……..alla fine sono dovuta andare di persona……e non ho ancora finito…….
    Dicevo nel mio frettoloso commento che sono d’accordo completamente con Barbina… è chiaro che la morte fa paura a tutti..è sempre un tragico evento e ognuno poi elabora il tutto in modo personale.
    Il dolore mi fa molta paura….inteso come sofferenza prolungata nel tempo ….. credo non sia giusto e nemmeno umano dover sopportare sofferenze…tribolazioni per morire…..eppure spesso accade cosi e d’altro canto sono altrettanto tragiche e ingiuste le morti improvvise…come la metti la metti la signora è davvero una grande figlia di ……..come dice Renato!
    Per non parlare di chi se ne va giovanissimo…penso anche ai bambini….ecco io in tutto questo non trovo nessuna risposta e nemmeno la Fede riesce a darmele……non ci può essere una ragione….e neanche accettazione…per me è impossibile!!!
    Chiaramente come Barbina mi fa paura anche la mia reazione e appunto la sofferenza interiore…..questi eventi inevitabilmente ti cambiano e ti fanno soffrire tanto per molto tempo……
    Vabbè mo non possiamo parlare di altro?????????
    Renato è un grande saggio…..è una persona che ha Fede…molto umana..molto sensibile e di certo avrà trovato le sue risposte, cosi pare da quello che afferma e di certo sono riflessioni che hanno un senso…una ragione!!
    Baci a tutteeeeee

    Piace a 4 people

  9. Buon pomeriggio blog
    Cla mi hai fatto sorridere quando hai scritto che Renato se ne è andato abbracciato alla vita e non alla signora nera 😅
    .
    Ho letto tutte le vostre intense considerazioni su questo argomento così complicato, e le condivido in pieno, credo sia atavica la paura della morte, qualsiasi essere umano la teme, pur essendo l’unica cosa certa della vita vorremmo sempre che noi e soprattutto i nostri cari ne siano risparmiati, come dice giustamente Renato spesso gli uomini sono la causa attraverso gesti o scelte , come le guerre, l’incuria generale verso il territorio, la povertà in alcuni paesi , se ci pensiamo la colpa dell’uomo è quasi ovunque, in pratica già quando esci al mattino da casa potresti fare questo terribile incontro 🙄😅🤘🤘🤘🤘 però giustamente prevale l’istinto di sopravvivenza e releghiamo questo “pensiero” in un angolo del nostro cervello perchè diversamente non si vivrebbe, quando ero ragazzina c’è stato un periodo in cui mi svegliavo nel cuore della notte e stavo lì terrorizzata a pensare non solo alla morte ma al fatto che il dopo sarebbe stato per sempre, e quel sempre mi faceva stare male tanto che mi sembrava che il cuore non battesse e di conseguenza mi mancava il respiro 😳😔
    Poi parlando con un mio compagno di scuola mi disse …non devi avere paura è come prima di nascere, non avevi cognizione di nulla e di sicuro sarà così anche dopo… questa “spiegazione” mi piacque e così iniziai a pensarci un pò meno, poi naturalmente crescendo forse si ha più consapevolezza e inoltre la paura che mi possa capitare qualcosa è purtroppo stata sostituita dal pensiero rivolto ai miei figli o i miei cari, come dice giustamente Barbì è quello il mio timore principale.
    Poi naturalmente la paura c’è sempre ma credo non debba condizionarci la vita, dovremmo imparare a vivere ogni istante intensamente, a parole perchè in realtà a me riesce poco, e a volte mi trovo a pensare che forse davvero non è tutto qui, io parlo a mia madre come se mi sentisse veramente, ma credo che questo dubbio nessuno potrà sciogliermelo, succederà solo quando sarò Pura luce 🙄🤘🤘🤘🤘
    .
    Difficile però Admin questo argomento , questa notte ho fatto un sogno bruttissimo che ricordo solo a tratti c’era una specie di dogana e se passavi dall’altra parte era in pratica l’altro mondo e poi c’era una persona in piedi che mi ha terrorizzato e volevo urlare ma non usciva alcun suono dalla mia bocca, mi sono svegliata e credo di aver fatto quel grido che nel sogno non usciva 🙄 però la mia dolce metà dormiva beatamente😅 quindi forse l’ho solo immaginato, stasera a cena starò più leggera 😂😂
    .
    baciiii 🙂

    Piace a 5 people

      1. non so Debby 🙄😁 è stato bruttissimo, anche se era un sogno, voler gridare per la paura e non riuscirci 😱 pensa che poi dovevo alzarmi per andare in bagno col cavolo che l’ho fatto 😅 sono rimasta lì appiccicata a mio marito fino a quando mi sono tranquillizzata 😅

        Piace a 2 people

  10. Buonasera blog
    Sono finalmente riuscita ad ascoltare le parole di Renato…
    Belli i vostri commenti su questo argomento così delicato e mi avete come sempre fatto sorridere.
    Ivanuccia che incubo cavoli 😱
    Debby le tue ultime emoj ahah 😂
    Renato come sempre quando affronta argomenti come la malattia e la morte ci restituisce il suo sguardo pieno di saggezza e di fede.
    Il mio rapporto con la morte…da giovanissima finché non l’ho vista da vicino era un pensiero che non avevo, ma le morti premature di mia madre e di mio cugino, mi fecero cambiare la prospettiva.
    Quando se ne andò mio cugino dopo una malattia durata sei anni, ero una bambina ma comprendevo forse anche più di quel che davo a vedere tutto il calvario di quel doloroso percorso e per mia madre fu anche peggio, nonostante fossi più grande.
    Forse avrei dovuto farmi aiutare per mia madre, in realtà avevo tanti impegni e il primo di questi fu quello di non lasciar solo mio padre, cercando di conciliare il tutto.
    Dopo aver visto vissuto questi dolori, il mio timore più grande è stato ed è tuttora quello di far affrontare ai miei cari, ciò che ho passato.
    E temo anche e soprattutto per i miei cari…insomma vorrei che le persone che amo non soffrissero per me e meno che mai per loro stessi.
    Non è un pensiero frequente, però questo è ciò che penso.
    Certo la fede aiuta e le parole di Renato confermano la sua di fede, quando dice tra la vita e la morte c’è qualcosa d’incomprensibile e lì c’è Dio…mi viente in mente Il sole che non vedi.
    Non rimandare nulla…a volte vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo non è realizzabile, ma occorre ricordare che la vita è un grande Dono da non gettare.
    Baci a tutte 😘

    Piace a 5 people

  11. Buonasera a tutti
    ieri quando ho scritto non avevo letto il commento di Vale. … davvero toccante e profondo. Credo inoltre non sia facile aprirsi su un argomento come questo soprattutto quando ci si trova in una situazione come la tua Vale. Quindi grazie per ciò che hai scritto e spero che in qualche modo questo ti abbia aiutata.
    Anche gli altri commenti che ho letto mi hanno davvero colpita.
    E un po’ in tutti ritrovo qualcosa che provo anche io.
    Anche per me non è facile aprirmi su questi argomenti e come voi ho perduto in questi ultimi anni affetti importanti, fondamentali… perdite che ancora fatico ad accettare.
    Renato è fortunato. Il fatto di aver raggiunto quella comprensione, consapevolezza e accettazione lo rendono sicuramente più forte e sereno. Riuscire a vedere che il passaggio dalla vita alla morte non è una frattura, una interruzione ma un qualcosa che continua seppur in modo diverso è certamente di grande aiuto …e lui, come lui stesso dichiara, lo ha raggiunto soprattutto grazie alla fede.
    Eh… ma anche con la fede non è proprio da tutti arrivare a questa serena comprensione e accettazione quindi chapeau a Renato perché c’era davvero molta profondità nelle sue parole e si capisce che è arrivato a questo equilibrio vivendo purtroppo tante esperienze di perdita sulla sua pelle.
    Per quanto mi riguarda quando ero adolescente non avevo affatto paura della morte, della mia intendo… anzi mi sentivo molto spavalda e pensavo che l’importante era vivere intensamente. Ovviamente mi spaventava quella degli altri, soprattutto degli affetti più cari ma non era un assillo costante.
    È cambiato tutto nel momento in cui il mio papà si è ammalato e l’ho visto spegnersi poco per volta in pochi anni e dopo di lui mia giovane cognata. Due ferite immense che non si rimarginano perché sono 2 morti ingiuste.
    Mi manca quella pacatezza che riesce ad esternare Renato. Io non riesco ad accettare che una persona buona, che nella vita non ha mai fatto male nemmeno ad una mosca, che si è dedicato interamente alla famiglia abbia dovuto vivere quella malattia ed andarsene solo dopo essersi letteralmente consumato. No. Sinceramente non riesco a vederci alcun disegno divino, non riesco a vedere in tutto quel dolore un motivo, un senso. L’unica cosa positiva, pur nel dolore profondo di noi che restiamo, è stata quella di sapere che finalmente la loro sofferenza era giunta al termine.
    Oggi la nera signora la temo molto. Temo che principalmente possa portarsi via le persone che più amo e che sono tutta la mia vita. Non lo sopporterei.
    Per questo nelle mie preghiere ripeto spesso “mio Dio se proprio devi, ti prego prendi me e proteggi le loro vite”.
    Uh mamma che discorsi che ci fai fare Debby 🤘🤦‍♀️
    Spero solo di non fare incubi come quelli di Ivanuccia…😳🤘
    Ormai è notte… vado a nanna… domani vi racconto come è andata 😅🤗

    Piace a 4 people

  12. Buongiorno Blog….
    anche io come Lauretta mi ritrovo un po’ in tutti i vostri pensieri……molto belli gli ultimi due commenti di Laurrtta e Grazia…….noto che tutte temiamo più per gli altri che per noi stesse…..anche perché la sofferenza è per chi resta…..è chi resta che deve trovare la forza di andare avanti ……l’accettazione è un altezza troppo alta da raggiungere….non è per tutti….ci vuole non solo Fede ma forza interiore e mentale fortissima!
    A dopo….io ho dormito sonni tranquilli😂

    Piace a 4 people

  13. Arieccomi…devo dire davvero dei bei discorsi allegri ah ah ah ma come dire parlandone dovremmo scacciarla lontano da noiiiiiiiiiiiiiiiiii questa Dark Lady no?? io in ogni caso continuo a metterci mille cornaaaaaaaa ahoooooooooooooo !!!!!!!
    Buona giornata a tutte voi!!!

    Piace a 4 people

  14. Mi è stata appena notificata na multa perche procedevo a km/h 2,00 in più rispetto alla velocita consentita…..brutti bip bip…… nun me fate di cosa perchè so avvelenata……detesto pagare le multe tanto più multe cosi!!! Facile fare cassa cosi….. vi odio!!!

    Piace a 4 people

  15. Buongiorno
    Eccomi velocemente.. Visita Alberto è andata bene il medico ci hs rassicurato. Si va avanti e devo tirarlo su io… Ce la metto tutta..
    Un abbraccio . Sono di fretta perché devo risolvere un altro problema ma volevo rassicurarvi per il mio maritino.
    A dopo..
    Grazie smiche
    Grazie Debbyyyy e Barbi, 💓💓

    Piace a 5 people

  16. Buonasera blog
    Valeria, bella notizia 😘 grazie per averlo scritto 😉 forza!
    Belli i vostri commenti sulla signora nera…
    Come dicevamo la fede è un rifugio importante se c’è, ma affinché porti a guardare alla morte con consapevolezza deve essere autentica ma davanti a certi dolori può vacillare ed è quello che è accaduto a mia zia, madre del cugino che ho perso.
    Solo dopo molti anni era riuscita a riappacificarsi con Dio.
    Mentre mio nonno aveva una fede incrollabile e vera e ogni prova della sua vita la consegnava al cielo con serenità e speranza. A volte ho il rammarico di non aver affrontato con lui discorsi di fede, ma ero giovane e più superficiale. Ad ogni modo di lui, la sua fede era tangibile
    e si percepiva nei suoi comportamenti, nei suoi slanci e nell’accettazione.
    Claudia che multa😳 poi leggo Admin e mi viene da ridere 🤭
    Buona serata a tutte 😘

    Piace a 5 people

  17. Giorno blog 😷
    Renato deve aver fatto un percorso intimo molto importante con la morte, se hai tanta fede come lui non la temi. Io ho una zia che nemmeno di fronte alla morte del figlio giovane e’ riuscita a perderla e non ha paura di nulla, spesso mi ha detto: quando moriro’ non dovete piangere per me perche’ io staro’ bene dove andro’, questa e’ la vera fede invidiabile. Abbiamo affrontato spesso questo discorso qui sul blog e detto tante volte che essa e’ un percorso molto individuale ma non puo’ essere collegato alla ricerca di una risposta della morte, fa parte della vita e’ inevitabile. Avere fede non significa porsi domande perche’ ne salva uno e l’altro no, non troveremo mai una risposta, forse non sono miracoli ma solo il destino. Oggi piu’ che mai ho notato che vacilla sempre di piu’ ma spesso mi chiedo come possiamo dare la colpa a Dio se gli artefici di questa era bestiale siamo proprio noi. Ho sentito dell’ennesimo fatto di cronaca del bimbo di 10 anni ucciso dal padre con una coltellata alla gola, ho pensato al post, alla morte che ti sorprende quando meno te lo aspetti, quella violenta dettata dalla pazzia e da un destino crudele, quella a cui mai potresti riflettere se accade e quando tocca anime innocenti non c’e ragione che tenga. Ma in questi casi la fede non puo’ essere colpevole della mano di un assassino, ma puo’ intervenire nella sofferenza interiore di chi rimane impotente di fronte a un dolore inspiegabile e inaccettabile facendogli ritrovare la forza della vita che non credeva di avere. Avere fede significa anche vivere in una societa’ con rispetto e amore, in fondo Dio e’ Amore e senza l’amore siamo solo anime perse.

    Piace a 5 people

      1. Non lo so che cosa accade…ma io dico sempre ma non possono ammazzarsi solo lorooo cosi si levano di mezzo, invece no purtroppo ci vanno di mezzo sempre bambini e ex compagne…cose assurde davvero….è un mondo che mi fa molta ma molta paura….meglio stare da soli davvero….qua son tutti matti sti uomini…..al giorno d’oggi non è facile potersi fidare di qualcuno..ma come si fa???
        Ti ammazzano senza pensarci su due minuti…..e ovviamente non si è mai protetti……boh!! Che brutto mondo!!!

        Piace a 5 people

    1. Infatti Barbina purtroppo io vedo un mondo di anime perse!!!! L’Amore verso il prossimo lo vedo sempre più affievolito….vedo solo tanto egoismo..tanto menefreghismo e ognuno pensa per se anche per necessita perchè purtroppo il mondo è alla deriva per colpa degli uomini stessi…… ci stiamo incattivendo sempre di più e dunque è sempre piu raro trovare anime pure e che pensino che l’amore possa ancora salvarci! E’ una grande sconfitta!!

      Piace a 5 people

  18. Buongiorno Blog….ancora una volta d’accordo con Barbina…..
    Renato dice anche che siamo noi uomini con la violenza…abusi a procurare la morte…ed è quello che purtroppo accade troppo spesso nelle menti malati di troppi uomini e li Dio non può nulla….. è come dice Renato è l’uomo che con le sue stesse mani procura dolore infinito….pensiamo a tutte le violenze, eh l’ultima quella di Sassuolo….di fronte a queste pazzie…che cosa si può pensare??? Sinceramente non ci sono risposte…io non le trovo..chi compie questi atti non crede in nulla….questi gesti folli non trovano nessuna spiegazione e tanto meno accettazione….. li Dio e la Fede non ci sono ! e anche chi resta non potrà mai accettare un gesto cosi violento!
    Di casi ne abbiamo tanti eh…….di morti assurde!!
    Renato parla anche di fatalità……eh diciamo che mi capita di pensare anche questo quando non trovo una spiegazione…ogni tanto penso che si sia tutta una questione di fatalità..o destino che dir si voglia…forse è più semplice questa via! E mi riferisco sempre a quei casi di morti assurde….anche tutti coloro che perdono la vita al lavoro…..o perche si trovano davvero nel posto sbagliato…. purtroppo come la metti la metti non ci sono risposte definitive!
    Barbina quello che dice tua zia è un grande traguardo….lei è serena cosi..nonostante la perdita che ha subito!
    Invece nella mia famiglia c’è stata la sorella di mio nonno che invece poverina non è mai arrivata a pensarla cosi…lei ha perso un figlio in guerra perchè era stato ucciso per sbaglio, una cosa tremenda e proprio nelle festività natalizie…..lo aspettavano a casa per il pranzo e a casa non è mai tornato…….ecco questa mia zia ha vissuto con questo dolore infinito senza mai trovare pace……ma io penso che per certi dolori sia quasi impossibile trovare la pace…boh non lo so…..forse dico cosi perche io so che non ne sarei mai capace……. certamente vai avanti con la tua vita ma non è più vivere ma solo sopravvivere!
    Baci a tutte

    Piace a 5 people

    1. La perdita di un figlio Cla non trova mai accettazione, nemmeno mia zia l’ha piu’ trovata ma il suo attaccamento alla fede gli ha dato modo in un certo senso di sopravvivere a un dolore che un genitore non dovrebbe mai provare.

      Piace a 5 people

  19. mi spiego meglio perche detta cosi non si comprende lui camminava per strada, ancora oggi li ci sono dei fiori a ricordarlo e fu scambiato per un altra persona che aveva commesso un reato….si parla di tempi diversi da oggi ovviamente..ma sono cose che accadevano…….

    Piace a 5 people

  20. Buongiorno blog
    volevo dire a Barbina che ha scritto un commento molto bello sulla questione della fede.
    Hai ragione sai? Chiedersi perché Dio abbia permesso certe atrocità non è la domanda giusta da porsi.
    Ne sono più che consapevole.
    Ma mi rendo conto dei miei limiti nel momento in cui la persona coinvolta è una persona a cui voglio bene.
    Mi ritengo credente ma questo è uno di quei casi in cui accettare il destino senza chiedersi “perché” è davvero difficile. Però ci si prova. E le tue parole Barbara hanno ri-messo in luce quello a cui noi, come esseri umani, dovremmo aspirare sempre al fine di vivere al meglio accettando e superando tutte le vicissitudini che l’esistenza pone sul nostro cammino. La tua riflessione mi porta peraltro ad aggiungerne un’altra e cioè che non viviamo mai solo per noi stessi. La nostra esistenza si intreccia normalmente e inevitabilmente con quella di molte altre persone, familiari e non.
    E quando accade qualcosa che ci devasta la vita quel dolore immenso tende a chiuderci e a considerare solo quello che stiamo provando noi in prima persona. In realtà noi continuiamo ad essere connessi con gli altri. Quegli “altri” che in qualche modo hanno magari ancora bisogno di noi. Quindi spesso dobbiamo reagire proprio perché abbiamo il dovere di continuare ad esserci per chi resta, per chi conta ancora su di noi. Vivere porta con sé una grande assunzione di responsabilità. È un dono preziosissimo che va onorato ancora di più quando qualcun’altro è costretto, per fato, malattia o violenza altrui, a rinunciarvi.
    Ci si prova, giorno per giorno… tra tante difficoltà, inciampi, tentativi.
    Ci si prova senza arrendersi… mai 💪🤗

    Cla… la multa per 2 km/h in più è quasi una presa in giro 🤦‍♀️ assurdo.
    Baciiiii

    Piace a 5 people

  21. Buon pomeriggio blog
    Barbì che bel commento, mi ci ritrovo nelle tue riflessioni, la morte purtroppo non è mai giusta ma è inevitabile fa parte della vita, trovare una ragione per vivere dopo la scomparsa di una persona cara è un lungo percorso, chi ha fede forse ne è più facilitato ma ci sono perdite terribili, un figlio come dici tu è la cosa più tragica in assoluto, non oso nemmeno immaginare, e in quel caso spesso non aiuta nemmeno la fede, tua zia è stata aiutata da questo e la capisco quando dice che non ha più paura di nulla, peggio di quella sofferenza credo non possa esserci, conosco dei genitori che tempo fa hanno perso l’unica figlia di 17 anni per una malattia e per reagire hanno fondato un associazione che aiuta i bimbi con malattie oncologiche, ecco anche in questo io vedo la fede, non solo verso Dio ma verso gli altri esseri umani traendo beneficio loro stessi e nello stesso tempo le famiglie che vengono colpite da questa tragedia.
    Poi è naturale che ti venga da pensare, incavolandoti pure, quando vedi da una parte giovani vite strappate e magari dall’altra tante persone anziane o cmq malate irreversibili che sono lì a vegetare, ti chiedi davvero il perchè di tutto questo, ieri sono andata al funerale della nonna della compagna di mio figlio, la futura mamma, quasi novantenne e da 10 anni immobile a letto, le parole del figlio sono state quasi di “liberazione” che è brutto dirlo ma purtroppo è così, l’eutanasia non è nelle mie corde e nemmeno legale ma davvero alcune volte sarebbe la soluzione migliore.
    Poi quando senti notizie, sempre più spesso purtroppo, come quelle che avete ricordato come dice Cla non ci sono risposte al perchè di tutta questa pazzia e sofferenza 😔 e quando poi l’assassino si uccide mi fa ancora più rabbia perchè meriterebbe una fine lenta e dolorosa attraverso un rimorso che dovrebbe prosciugarlo fino all’ultimo respiro.
    .
    Parliamo però anche di cose belle oggi è il compleanno di mio babbo 84 anni di puro amore ❤
    .
    Baciii 😀

    Piace a 4 people

    1. Mia zia poi Ivanuccia e’ convintissima che lo riabbraccera’ quando Dio decidera’ di chiamarla a se e non sai quanto gli auguro che possa accadere, se lo merita con tutto il cuore solo per la grande sofferenza che ha dovuto subire sulla terra e che ho visto nei suoi occhi tutti i giorni per 30 anni ❤

      Piace a 4 people

      1. Grazie Barbì 😘
        .
        Barbì non mi stupisce la convinzione di tua zia, è forse l’unica consolazione che una mamma può avere 😔 le auguro davvero che possa accadere 😘

        Piace a 3 people

      2. Che brutta storia….😔😔😔 e quanta sofferenza per questa vostra zia…..
        Speriamo sia davvero così e nel dolore meno male che ha questa Fede così forte….è un grande aiuto….una spalla invisibile su cui appoggiarsi…..
        La vita spesso e volentieri è tanto crudele….e questo non è giusto!

        Piace a 4 people

  22. ho dimenticato di dire a Vale che sono contenta dell’esito della visita 😘
    .
    e Cla le multe sono sempre sgradevoli poi per per 2 km oltre il limite fanno veramente incaxxare..

    Piace a 3 people

  23. passo al volo per una divagazione “leggera”
    seguo X-Factor ormai da anni anche se ultimamente lo trovo peggiorato sia nella conduzione che nei contenuti musicali e dei partecipanti
    ciononostante tra gli artisti in gara quest’anno uno tra i miei preferiti è un ragazzo con i capelli blu con nome d’arte Versaille che fa musica in uno stile che riecheggia molto quello grunge dei Nirvana. Malgrado non sia così originale è tra quelli che ha catalizzato il mio interesse, c’è qualcosa che mi attira anche se non ho ancora inquadrato bene cosa 🙄😂
    Comunque quello che volevo dire è che nella puntata live di stasera il ragazzo dovrà portare una cover di Cercami 😳😱
    Tralasciando l’azzardo, sono contenta della scelta di assegnare un brano di Renato perché almeno ogni tanto si rende omaggio al nostro Re che di capolavori ne conta davvero tanti ma troppo spesso dimenticati dai media in genere.
    Stavolta la cosa carina è che alla base della scelta ci sono due mamme “sorcine”. Quella di Manuelito “Hell Raton” il giudice che l’ha assegnata che nel daily ha dichiarato che la sua mamma ha sempre detto che lui è diventato un artista nel campo della musica perché quando lei era incinta andò ad un concerto di Renato e lui le appoggiò la mano sulla pancia pronosticando un futuro importante per il nascituro.
    Caso vuole che anche il giovane concorrente “Versaille” abbia dichiarato di conoscere molto bene la canzone perché quand’era piccolo la sua mamma metteva a ruota il video di un concerto di Renato in cui appunto cantava Cercami.
    Come spesso accade in questi casi l’esperimento dividerà sicuramente giudici, fan e pubblico in generale… succede quando si tocca un mostro sacro e soprattutto quando si rielaborano brani che hanno fatto storia.
    Ma a me piace pensare che almeno stasera ci sarà un pretesto per parlare di Renato e magari a qualche giovane telespettatore o telespettatrice verrà voglia di andare a scoprire qualcosa di più di questo cantante bizzarro ormai d’altri tempi ma che a quei tempi era già tremendamente avanti in tema di identità fluida, come la chiamano oggi.
    …………………………………..
    Lui nel 1973 non solo li scriveva e li cantava questi testi ma li viveva pure sulla sua pelle:
    Ho sorpreso un vecchio con le ciglia finte blu
    Il mio professore si faceva il trucco al bar
    Guarda tua sorella così com’è
    Coi capelli corti come te
    Usa il dopobarba a volontà
    Credimi, qualcosa cambierà

    Truccati le guance, usa smalto rosso in stick
    Vendi la tristezza, comprati il tuo beauty case
    Marco cosa fai, compri il pancake
    Prendine una dose anche per me
    No! Non sto sognando, è realtà
    Cambia faccia il mondo col make-up
    Make-up, make-up, make-up, make-up
    💅💄💅💄
    buona serata a tutte 😘😘😘😘😘

    Piace a 5 people

    1. Beh interessante che ogni tanto si ricordino che Renato esiste!!! Mi fa piacere questa cosa. ….chissà come la interpreteranno questi due giovani…..perché di certo non è facile cantare Renayo…..facci poi sapere poi magari andrò a vederla……
      Grazie…
      Buona serata a tutte….

      Piace a 5 people

    2. Sono felice che abbiano scelto Renato Laure’, ma mica me fido tanto dei tuoi gusti musicali 😂 devo anna’ a vede’ per dare un parere 😂😉

      Piace a 5 people

  24. Buonasera blog
    Auguri Ivana al tuo babbo🥳🥂
    Barbie bello il tuo commento sulla fede.
    Non trovo mai le parole adeguate per parlarne ma condivido le tue. Vero è che la fede è anche vivere ogni giorno con amore, soprattutto quando i momenti sono complicati come quelli che stiamo vivendo.
    Amare e se possibile perdonare, anche se per certi gesti come quelli che avete citato, mi riesce difficile comprendere altro che perdonare.
    Ed è vero che Dio non centra nulla quando è l”uomo a distruggere la propria vita e quella degli altri ☹
    Riflettendo su questo nostro mondo penso che di fede ce ne sia sempre meno e lontano dal bene c’è solo il buio.
    Baci 😊

    Piace a 5 people

  25. Buon pomeriggio blog 🙂
    🙄 non ho fatto nemmeno in tempo a gioire per questa cosa di X factor che puff tutto finito 🙄😂😂
    .
    ahahaha Barbì mi hai fatto morire 😂😂

    Piace a 5 people

  26. Buon pomeriggio
    Innanzitutto auguri, scusandomi del ritardo, al papà gagliardissimo 😄 della nostra Ivanuccia 😍
    Barbara il tuo commento sulla Fede è talmente significativo e vero che me lo sono letto dieci volte e fatto stampare perché è una grande lezione di vita💞💞 Un abbraccio a te💞
    Penso al dolore della vostra cara zia 😔 e mi dico , meno male che ha avuto ed ha, questa grande Fede che lha confortata e accompagnata in tutti questi anni. Ancora piu ammirevole secondo me avere una Fede cosi dopo la piu brutta delle tragedie che possa capitare ad un genitore, forse l’unico modo per sopravvivere ad un dolore cosi.
    Perché mai ci può essere accettazione, forse solo i Santi quelli veri riuscirebbero , perché non è umano vedere morire
    un figlio😔😍. No.
    E aver saputo incanalare il dolore, nella Fede in Dio e nella sua volontà, anziché in rabbia, non sarà stato facile poverina 😔
    questo è il vero essere Cristiani e ammiro tanto chi ha la forza e la grandezza di animo, di farlo 😍🌹
    ……
    Grazie a tutte tesorine 🌸per la vostra vicinanza, vi ringrazia anche Alberto.
    Debby tesoro bello❤️

    Piace a 6 people

  27. Buon sabato blog
    Avevo letto con interesse Lauretta su X Factor, contenta che si parlasse di Renato e invece due righe sotto, già l’epilogo 😂
    Tornando al post, i commenti che ho letto sono toccanti e credo che ognuna di noi, da più vicino o meno, abbia avuto a che fare nella vita con la signora nera.
    Come avete già detto, sopravvivere ad un figlio è innaturale; la fede aiuta molto. Quella della vostra zia, sorelline, è certamente autentica, perché avere la certezza di riabbracciare quel figlio è segno di fede incrollabile.
    Posso dire che mia zia per anni ebbe una sorta di distacco da Dio, dopo aver perso il suo unico figlio. Poi nel corso degli anni si riappacificò convivendo inevitabilmente con il dolore, ma finché è vissuta, non ha mai smesso di amare, di essere solidale, aiutando chiunque con grande slancio.
    In gioventù aveva stretto amicizia con una donna, sua grande amica. Lei aveva una figlia con una situazione famigliare disastrosa e si vide costretta, come accadeva in quegli anni, a ritirala in un collegio per garantirle un pasto. Mia zia allora prese in custodia quella bambina e la fece crescere in casa sua, consentendo alla sua amica di lavorare e di condividere con lei del tempo. Questa bambina fu come una sorella per mio cugino e fu sempre presente accanto a mia zia.
    Ieri, dopo una settimana di lavori fisici son crollata prestissimo e non son riuscita nemmeno a farvi un saluto.
    Baci a tutte 😘

    Piace a 4 people

    1. Carissima, quello che ha fatto la tua zia è Amore vero.. Rifletto come le persone che vengono messe a dura prova, abbiamo un Amore meraviglioso, tanta carità e bontà da donare.
      Riposati, un abbraccio

      Piace a 3 people

  28. Buonasera BLog….
    come ha detto Grazia tutti i vostri commenti sono molto toccanti….parlano di vita …di sofferenza…di sopravvivenza…di Fede…. la vita è tutte queste cose insieme…..prima o poi arriva per tutti il momento in cui bisogna fare i conti con sta benedetta signora nera…. ovvio si spera il più tardi possibile sia per noi che per i nostri cari…ma su questo nessuno può nulla……..
    Beh Grazia il gesto di tua zia è un gesto di pure amore…..!!!
    Buona serata a tutteeeeeeee

    Piace a 4 people

  29. Giorno blog 😷
    La vita e’ un mistero, la morte fa paura, l’eternita’ non esite, a questo punto se vogliamo cercare a tutti i costi una risposta io dico: sa piamo nel cul tutti quanti 😂
    Buona domenica a tutti, pensamo a vive che a mori c’e sempre tempo 🤘🌶😂😂

    Piace a 4 people

  30. Buon pomeriggio
    Bravissima Barbi… VIVERE, VIVERE… Unico rimedio alla paura, come dice Renato🥰🥰🌸💕❤️
    Vivere intensamente ogni attimo e non dimenticare mai di dare quell’abbraccio, sempre..
    …..
    Oggi mi sono coccolata la mia bimba ❤️ e maritone.. Trovarsi qui insieme la gioia piu grande ❤️
    Un abbraccio forte a tutte Tesorine, alla mitica Barbi e a Debbina bella❤️

    Piace a 5 people

      1. Si cara, colto!! 😍🥰
        L’impossibile vivere.. Una delle mie canzoni preferite, che quando la sentii, mi dissi.. ecco sembra scritta per me 🌷🌷
        Se non ricordo male, me la dedicò anche Debbina nostra per un mio compleanno, azzeccando in pieno💞 leiiiiiii
        Nottee a tutte 😍

        Piace a 3 people

  31. Buona domenica sera
    Anche oggi ho lavorato tutto il giorno, devo finire di sistemare i muri rovinati dalla perdita d’acqua, entro la settimana entrante 😤
    Vivere si assolutamente, anche di piccole cose e in un momento come questo e più che mai importante. 🎼
    Un abbraccio a tutte 🤗

    Piace a 3 people

  32. Sera Bloggggggg….
    oggi sono stata impicciata tutto il giorno tanto per cambiare!!!
    Noi stamo nella nebbia totale…..penso che l’ultima volta che c’è stata tutta sta nebbia sia stata quella volta a Superga con voi sorelline…..ve ricordate….quasi nevicava ahahah……
    Sto mese terribile nun se vede ne il sole ma manco il cielo……
    Un abbraccio a tutte voiiiiii…….ciao sorellineee

    Piace a 3 people

I commenti sono chiusi.