INTERVISTA…

Questa Intervista l’abbiamo letta ma non l’abbiamo commentata….

.

Comments

L’attesa. “Prima di tutto c’è il recupero di una professione, c’è il recupero di un impatto con il pubblico, c’è il recupero del palcoscenico: ho perso completamente l’esercizio e ho paura, perché di stare tre anni fermo, senza un concerto, non mi era mai successo”.

Questa volta c’è Renato Fiacchini. Con le sue fragilità, i suoi timori, le sue certezze, la sua consapevolezza. Zero è sullo sfondo. “Ho 72 anni, anche se non li sento; sono un po’ come la novella di Fitzgerald, Il curioso caso di Benjamin Button: anche io sono nato vecchio, avevo circa 91 anni e un ago infilato nella vena per delle trasfusioni. Poi sono ringiovanito”.

È ringiovanito e pronto per le sei date romane (dal 23 settembre al 1° ottobre) al Ciurco Massimo, dove il sold out ha (piacevolmente) obbligato gli organizzatori ad ampliare i posti disponibili. Lui non vede l’ora. È come un bambino davanti a un’enorme coppa di panna.

Questi anni le sono pesati…

Non credevo così tanto, è stato un sacrificio imprevisto e difficile; (ci pensa) per fortuna ho occupato il tempo con Zerosettanta ,Atto di fede e Zero il folle; soprattutto Zero il folle mi ha graziato: ho chiuso il tour poco prima del Covid.

Però…

Se non avessi trovato la forza di scrivere Atto di fede forse avrei scoperto il lettino dell’analista.

Il “polso” con il suo pubblico.

In questi ultimi anni non ho mai rinunciato al supermercato, all’edicolante e ad altre consuetudini rassicuranti; il contatto con le persone mi permette di sentirmi ancora bello, desiderabile, ascoltato.

Negli ultimi tre anni ha sognato il palco?

Ho sognato che non ci arrivavo.

È un incubo.

Una specie, ma era inevitabile visto lo stato d’impotenza nel quale eravamo caduti; (pausa, sorride) per mantenermi in esercizio mi sono specializzato in una sorta di teatro gratuito.

Tradotto.

Magari in farmacia, in trattoria o dove capitava, specialmente nelle ore di punta, entravo in scena per il bisogno di confrontarmi con la moltitudine.

Era in ansia.

Non potevo perdere l’abitudine di termometrare la mia gente: a me basta uno sguardo per comprendere come sono quotate le mie azioni.

Cosa dice la “Borsa”?

Che sono in rialzo.

Da poco è tornato sul palco con Jovanotti e anni fa, al Fatto, ha dichiarato: “Non mi fido di chi non trema prima del sipario”.

Perché chi non trema non è uno sincero; la troppa determinazione, il calcolo, non rientrano nelle doti migliori di un artista.

Mentre un artista…

Deve possedere i requisiti di sincerità, debolezza e timore: l’artista è fragile, non va in palestra, perché non è quella muscolatura a dover sviluppare.

Quindi ha tremato prima di cantare con Jovanotti…

Sì ed è stato Lorenzo a non farmi desistere, a non farmi sentire inadeguato; (pausa) Lorenzo, in qualche cifra, è simile a me: potrebbe essere mio figlio.

Cioè?

Ha una follia terapeutica che diventa contagiosa e con alla base il desiderio di giocare con certi simboli, con l’abbigliamento; quella di cantare sulle spiagge è una follia totale, persino a me non sarebbe venuto in mente.

Le follie le conosce bene.

Con Zerolandia lottavo tutti i minuti con le Commissioni, venivano a misurare la qualunque.

La boicottavano.

Un po’ sì. Fino a chiuderci.

Insomma, quando ha iniziato a cantare con Jovanotti…

Mi sono accorto che pure Lorenzo era emozionato: allora mi ha abbracciato e mi ha trasfuso un paio de litri de sudore; oh, non sta fermo un secondo, io pensavo di essere un super sviluppatore di endorfine, poi ho visto lui; (pausa) anche Lucio (Dalla) era come noi, e aggiungo Gaber e Jannacci.

Ha mai provato il “bombone” terapeutico di Jannacci?

No, però amavo la sua amara ironia e il suo sarcasmo era una rivoluzione indolore ma efficace.

Chi l’ha più fatta ridere?

Da chi mi interessa e affascina non mi aspetto mai troppa ilarità; se rido in maniera eccessiva mi interrogo sulla qualità del rapporto. Ridere non deve essere la ragione primaria.

Allora chi l’ha fatta stare bene?

Sempre Lucio: mi ha rasserenato con la sua esistenza, grazie a lui non mi sono sentito solo; (pausa) almeno fino a quando è stato in vita.

Ha parlato di lei e Dalla come di due clown.

Sì, ma senza circo.

Ha mai pensato una tournée con lui?

Se abbiamo il pane buono ognuno lo deve portare nella sua zona, altrimenti è una perdita di tempo.

Nelle sue serate ci saranno ospiti?

Più che ospiti, amici che hanno con me dimestichezza.

Nomi?

(Ride) Non è necessario.

Almeno uno.

Noooooo! Posso dire che sono molto differenti l’uno dall’altro, quando ultimamente nella musica esiste il copia e incolla.

Quanti brani?

35, ma ogni sera cambio la scaletta.

Ansia al pensiero del 23….

Non è tanto quella; (ci pensa e cambia tono) ho fatto il chierichetto per mio zio, Don Pietro, e il momento della sacrestia era la parte migliore della celebrazione, molto più della Messa. Perché lì il prete è solo, è come se si preparasse al patibolo per salvare le anime, anche a costo della propria.

(Siamo a tavola. Arriva il cameriere e propone delle triglie: “A me, da sempre, la triglia strizza l’occhio in maniera strana, ma non abbocco”)

Nel mondo della musica è considerato tra i più simpatici.

Chi lo dice?

Tanti, ultimamente in un’intervista pure l’avvocato Giorgio Assumma.

È il mio padre mancato: se non avessi avuto il mio, mi sarebbe piaciuto averne uno come lui; persona straordinaria; una volta andiamo in Germania, dovevo firmare un contratto a Monaco. Arriviamo. Saliamo. Ma non c’erano ancora i dirigenti. Allora vado in bagno e lascio sul tavolo i miei occhiali a farfalla e tempestati da strass. Quando sono tornato ho trovato Giorgio che aveva iniziato la riunione e indossava proprio quegli occhiali.

E lei?

Quando l’ho visto sono stato costretto a chiudere la porta perché ridevo troppo.

Non è sempre andata così bene…

In fatto a complicità? (Sorride) No, negli anni precedenti era più semplice trovare persone che si vergognavano o preferivano spingere musicisti più semplici; (pausa) quasi tutti si sono pentiti di non aver avuto coraggio e fiducia in me: me se leggeva in faccia che non avrei mollato.

La musica è “leggera”?

Manco per il cazzo, di leggero c’è ben poco; (pausa) abbiamo opportunamente stabilito che nel repertorio di questo paese ci sono Il cielo in una stanza di Paoli, Era d’estate di Endrigo, Il nostro concerto di Bindi, Il Cielo di Zero. Questa è leggera E poi la musica richiede delle prestazioni totalmente distanti dal pentagramma e un artista che si rispetti non può e non deve sottrarsi.

Non riguarda solo la musica…

No, ma il mondo dell’arte; Anna Magnani metteva di nascosto delle bustine piene di soldi nelle carrozzine dei bambini, figli di donne in difficoltà. Quando l’artista è grande si addormenta sereno e non esiste disco di platino a pareggiare certe emozioni.

Si spaventa mai quando i fan investono così tanto su di lei?

Per forza, perché uno è solo davanti a una moltitudine di persone che ha bisogno di te.

Dal palco guarda la platea

Non me perdo nessuno.

Ora ci fa almeno il nome di un ospite per le serate romane…

Ancora! (Ride) Ho detto di no, non voglio rovinare la sorpresa.

Per il concerto dei suoi 60 anni ha invitato pure Rita Pavone e proprio lei racconta che le ha salvato la carriera.

Non è proprio così: voleva smettere di cantare, invece l’ho chiamata, le ho spiegato che faceva parte della mia vita; è venuta ed è stata una meraviglia.

Tra le nuove leve c’è Ultimo: è suo parente?

È figlio di una mia cara amica.

E non si è appoggiato a lei…

Per niente, eppure avrebbe potuto; tanti anni fa sento citofonare il campanello di casa, e allora mi camuffo, rispondo con una vocina stridula: “Chi è?”. E lei: “C’è Renato?”. “No, adesso no, vuol dire a me?”. E lei, sempre al citofono, mi racconta di suo fratello, che non stava bene, doveva affrontare un percorso complicato e voleva conoscermi. A quel punto la finzione è finita, gli ho aperto e siamo diventati amici; Nicolò (vero nome di Ultimo) ancora non era nato.

Ultimo, come nome, richiama Zero…

Forse sì; e davvero, non mi ha mai chiesto nulla; lui è bravo e ha una grande voglia di rivincita e quando si hanno quelle motivazioni, non ti ferma nessuno.

Questa estate, da casa sua all’Argentario, quante volte ha guardato le finestre della villa della Carrà?

Lì dentro ci sono stato cinque o sei volte; con Sergio (Japino) e Gianluca (Bulzoni, suo storico segretario) avevano deciso che quella casa andava vissuta dagli amici di Raffaella, e allora abbiamo organizzato delle serate. E mi ha fatto bene, avevo la sensazione che lei fosse insieme a noi; (pausa) dopo la sua morte mi affacciavo dalla mia finestra, guardavo verso di lei, e non sentire la sua risata è stata durissima.

(Arriva una coppa immensa di panna montata. “Renato, ci sono i concerti!”. “Sì, vabbè, ma senti che è!”. Poi si sporca un pochino, e la sua camicia variopinta acquista una striscia di bianco)

Ha mai messo un completo con la cravatta

(Stupito) Io? Sì, al matrimonio di mia sorella Enza: quando mi hanno visto con addosso quel giallino color cacca di bimbo, mi hanno chiesto subito di cambiarmi.

Addirittura

Ero più scandaloso con la cravatta che con le paillettes.

Cosa vota il 25?

Non entro nello specifico, ho una responsabilità; mi dispiace solo che la gente si documenta poco, non conoscono i loro salvatori o i loro detrattori. Ed è gravissimo.

Chiuderà sempre con Il cielo.

(Sorride) Secondo lei?; (pausa) di alcuni miei brani mi fa impressione di aver azzeccato il futuro, gli eventi. Nel 1983 ho inciso Contagio, ed era già il Covid.

E poi?

Spalle al muro l’ho portata a Sanremo quando avevo 50 anni, era un argomento che ancora non mi riguardava così da vicino; oggi ci sono dentro, quindo la sento diversamente e il brano diventa uno specchio.

Come lo vive questo “specchio”?

Se ti sei premunito prima e ti sei speso bene, il fatto di non saltare più la staccionata o di sentire un po’ di artrite non te ne frega più di tanto: io sono stato un ballerino e ho danzato prima del concerto di Jimi Hendrix a Roma, non posso lamentarmi.

Ma si sta allenando?

Al massimo salgo le scale dell’Auditorium (dove è alle prese con le prove dell’orchestra).

Gli orchestrali le danno del lei?

Qualcuno mi chiama maestro, io rispondo con lo sguardo in cagnesco.

Quanti cambi d’abito?

(Sbuffa, ma ride) Ma ha proprio rotto, non anticipo nulla.

Sta già pensando al post primo ottobre?

Mi piacerebbe una tournée semplice, con un pianoforte a coda lunga sul palco. E basta.

Tre anni fa ha dichiarato: “Ora do spazio a Zero e metto Renato da parte”. Questa volta

Renato ha 72 anni.

E quindi?

Renato si riprende le chiavi di casa.

E Zero?

(Ride) S’attacca.

Pubblicità

60 pensieri riguardo “INTERVISTA…”

  1. Buona domenica sera blog

    Lauretta caspita! Mi dispiace della tua caduta 😒 un bacio a te 😘

    Tanti Auguri alla nostra opinionista, buon onomastico cara! Scusami, l’ho saputo adesso che ho letto Vale 🙄 in ogni caso approfitto per mandarti un 😘

    Comunque mi sono proprio fatta una risata perché leggere Claudia che non vuole essere sgridata da Admin perché oggi ha fatto l’albero mi ha divertito 😁 inoltre pensate che oggi ho fatto un giro e vedendo i tanti alberi già illuminati, ho pensato che Debby avrebbe avuto da ridire 🤣🤭

    Tornando a questa bella intervista…non posso non ricordare l’interpretazione di Spalle al muro in 070, davvero intensa e vissuta. Probabilmente non a caso, Renato sente in maniera diversa rispetto al passato questa canzone e come ha detto bene Claudia, nonostante abbia vissuto una vita piena e sia riuscito a realizzare il suo sogno artistico, poi la vita di ciascuno indipendentemente dal successo è costellata di momenti difficili e non e lui merita senza dubbio tutto ciò che si è costruito 😍

    Baci a tutte e un pensiero ad Ivana 😘

    Piace a 1 persona

    1. Si perche lei me caziaaaa…mi ricordo lo scorso anno che lo avevo fatto tipo un giorno prima lei mi aveva detto che non si faceva primaaaaa🤣🤣🤣

      Piace a 1 persona

  2. 😀 Ho dimenticato prima di fare gli auguri di buon Onomastico alla nostra Barbara 🤩🌺🌸
    La nostra opinionista di fiducia 😍😍
    Ciao a tutte Tesorine 🥰
    Debbina ❤️❤️❤️

    Piace a 3 people

  3. Buona domenica a tutto il blog,
    rieccomi tra voi.
    Sto scrivendo ancor prima di recuperare i commenti lasciati indietro in questi giorni perché poi lo so che passa troppo tempo mentre leggo e rischio che poi devo andare e non ho più il tempo di scrivere.
    Volevo salutarvi tutte e tutti sperando di avere più tempo nei prossimi giorni. Il 30/11 è passato e come al solito ho fatto tutto… spero! 😅 Il dubbio di aver dimenticato qualcosa però mi attanaglia sempre 😁
    L’unico piccolo neo di questi giorni è che giovedì sono caduta per strada mentre andavo dalla mia parrucchiera 😟 Vedi Vale che può succedere? Diciamo che alla fine niente di grave però per attutire la caduta ho messo giù le mani e siccome ero su una superficie di cemento abbastanza rugoso me le sono graffiate in maniera importante in più punti oltre alla botta che ho sentito il giorno dopo. Vabbé … tutta colpa di una mia distrazione… ora ho le mani piene di croste 😒 😅
    Imparerò ad essere più attenta e non distrarmi per strada 😁
    Ora vi lascio e vado a leggere i vostri commenti.
    Un abbraccio a tutti e un bacione a Debby e Barbara
    😘

    Piace a 3 people

  4. Buona Domenica
    Bellissimo il tuo commento Cla👏👏 , brava!
    Il mio di ieri, mi sa che si è dissolto al sole 🌞, qui diluvia da due giorni però hihihih 😀😀😀 🤭🤭🤭….. solo che sono mezza orba da un occhio e non riesco ora a riscriverlo, era pure lunghino😳 …
    Mi dispiace, vediamo nel pomeriggio se mi disorbo😀😀😀😀😀 , ho inventato un vocabolo mi sa, bello mi piace 👍😳😁🤭
    Per ora vi saluto e riposate oggi se potete 😍😍
    Un pensiero ad Ivanuccia 🌺
    Uno speciale a Debbina ❤️❤️ e Barbi 😍🥰
    Buon albero Cla 🌸🌸🌸

    Piace a 4 people

    1. Pure qua piove e finalmente nevica sulle nostre montagneeeee….sta venendo giu.ovunque qua e dunque presto me farò na bella camminatinaaa…….ne abbiamo bisogno di neve basta che non faccia disastri la pioggia visto che di disgrazie purtroppo ne abbiamo gia avute!!!!😔😔😔

      Piace a 3 people

  5. Bonjour bonjour
    Eccomi qua…visto che il mio commento non si trova a sto punto me tocca riscriverloooooooooo
    Piu o meno dicevo che Renato ogni tanto torna indietro e parla del famoso tendone chiuso e boicottato….anche quella è una ferita sempre aperta per lui….fu un duro colpo.
    Il fatto che venisse considerato un clown, nel senso negativo del termine, lo ha patito eccome…. non veniva preso sul serio ma bensi con ilarità e superficialità invece quel tendone era tutto per lui e anche per tutti quelli che lo seguivano e dunque quella cicatrice credo sia rimasta sulla sua pelle!!!
    Poi mi ha un certo effetto ormai sentire Renato parlare di questo orizzonte che si stringe e qua dice che oggi Spalle al muro è come uno specchio…beh lo posso capire perchè oggi è più maturo di ieri e quel brano di certo assume ancora un significato più forte e devo dire che la sua interpretazione duranti 070 è stata molto molto importante e mi è arrivata tutta la sua emozione e per certi veri anche la sua paura rispetto al tempo che passa!!
    Credo in ogni caso che Renato guardandosi allo specchio possa essere pienamente soddisfatto di se…..del suo percorso e della sua vita!!!
    Poi sul fatto di essere un simpaticone beh non ho dubbi ah ah..la sua ironia spiazzante e le sue battute mi fanno morire e mi divertono molto …penso sempre che chi ha la fortuna di poterselo godere lontano dai riflettori sia molto fortunato!!!
    Infine dico per carità dividere il palco con altri Artisti……diciamo che non fa per Renato, ognuno deve cantare per il proprio pubblico tanto più uno come Renato che ha un pubblico particolare ..devoto a lui e dunque non so che ne uscrirebbe fuori……. abbiamo gia visto con i duetti che cosa è venuto fuori…..purtroppo certe magie le sa creare solo Renato e dunque lasciamo il palco a lui soltanto che è meglio!!!
    Quando parla di Dalla mi fa molta tenerezza perchè parla di un tempo speciale che non tornerà mai più e si percepisce la sua nostalgia di lui e di tutto quello che quel tempo rappresentava.
    Io stessa quando sento una sua canzone mi sembra impossibile che non ci sia più……a me piaceva tanto.
    Mo vado a fare l’aberoooooooooooooo ah ah ….prma che Debbyna me cazia …lo so che è presto che tocca farlo l’8 dicembre ma in settimana non ho tempoooooooooo e poi ho visto che in Vaticano lo hanno gia acceso ah ah dunque se lo accendono a San Pietro lo posso fa pure io no????? HAAHHAHAHA
    Buona Domenica a tutteeeeeeeeeeeee
    Lauretta pure nun se vede……. Ivanuccia speriamo in bene…..
    Sorelline baci a voiiiiiiiiiiii e mo speriamo che partaaa sto commento

    Piace a 4 people

  6. Buonasera blog

    Bella la frase “per colorarti la vita mi siedo e lavoro…” come altre frasi di Renato, restano perché lasciano il segno 😍
    È ciò che lui ha sempre cercato di fare e forse anche per questo nel suo essere unico così divisivo, da scombinare quella “normalità ” che soprattutto agli inizi gli ha procurato prese di posizione come la chiusura del tendone.
    Lo ricorda spesso e giustamente perché per lui deve essere stato uno schiaffo non indifferente e oltre il dispiacere ha avuto ragione lui perché chi aveva iniziato a seguirlo e ad amarlo, lo ha supportato ancora di più perché tutti l’abbiano vissuta come un’ingiustizia.

    Un abbraccio grande a tutte e uno speciale alle sorelline 😘

    Piace a 3 people

  7. Rieccomi
    Stavo ultimando il commento ed è sparito speriamo arrivi…
    Non sono riuscita a mettere il nome, se mai capisci che sono io Debbina ❤️
    ….. Stavo scrivendo ” per colorarti la vita mi siedo e lavoro” …. Grande Renato 😍
    Un pensiero a Ivanuccia e a tutte voi tesorine 🌺🌺
    Debbina ❤️❤️❤️❤️❤️ cara 🌹

    Piace a 4 people

  8. Il mio commento è sparitooooooo👻👻👻👻👻
    Mo non lo riscrivo più perche manco me ricordo che ho scrittooooo😱😱😱😱 dunque saluti e baciiiiii🤣🤣🤣😘😘😘

    Piace a 3 people

  9. Buonasera😀
    Passo per un salutino che non può mancare mai a voiii!!! 😍
    😀😀
    Abbiamo qua mia cognata e marito a cena e ho spadellato tanto per fare bella figura 😳😀 e sono ko😁😁, però contenta dai!!
    Ora mi tocca sistemare tutto, povera meee!!
    …..
    Grazie ragazze siiiii😀😀, come sempre Debbina ❤️ ha ragione e lei poi con la sua grande sensibilità😍, capta tutto, è proprio speciale, un vero tesoro ❤️😍🌷🌹
    Sono stanca sempre e un po acciaccata, ma serena perché abbiamo attraversato una tempesta bruttissima Amiche🌸🌸 e ora che va meglio, mi sembra di stare benissimo e che tutto sia bello intorno a me. Quando provi certi tipi di paure, tutto poi sembra sia risolvibile e apprezzi la vita in ogni sua forma. Anche sciocchezze o cose banali , piccoli gesti mi fanno felice e mi sembra di avere conquistato il mondo…
    Se penso ad un anno fa a quest’ora..
    Ecco mi commuovo e non va bene 😀😀😀 mi si scioglie il truccooo ragazze😀😀😀 che mi fate faree … 😀😀😀😀 Poi non sono piu splendida🤪🤪🤪😁😁😁
    Naturalmente scherzoooo👍👍🤭🤭🤭🤭
    ……
    Sono cosi contenta di essere qua con voi sapete 🤗🤗🤗🤗
    Grazie Debbina cara e grazie a voi che siete cosi carine sempre 💋💋🌸
    Grazia e Cla, grazie delle vostre parole 💐
    …..
    …..Un abbraccio forte ad Ivanuccia 🌺🌺🤗

    Piace a 4 people

  10. Buonasera a tutteeeeee
    eccomi qua con quel poco di lucidita che me rimane!!!
    Intanto mi spiace sapere che Ivanuccia non sta attraverando un bel momento…spero per lei che tutto si possa risolvere in fretta e per il meglio…..forza cara baci a te!!!!
    Concordo con il bel commento di Vale…….e ha pure ragione Debby a dire che i tuoi commenti sono divertenti e allegri…e come dice Grazia forse questo vuole dire che le cose vanno un pò meglio e in qualche modo sei più “leggera”
    Concordo con voi con quante avete detto sul condividere una risata…e pure a me infastidiscono quelli che ridono sempre o che vogliono piacere a tutti i costi…..
    Renato di tanto in tanto non manca mai di sottolineare il boicottamento del tendone…penso che quella storia non l’abbia ancora digerita e mai lo farà…..è una ferita sempre aperta per lui…. e gli ha pesato sto fatto di esser sempre sotto il mirino…che molti lo guardassero con diffidenza e ilarità fino ad arrivare a boicottare il suo lavoro e a mettere tutto in discussione…..quello fu un colpo basso!!
    I ricordi di Lucio sono molto belli…lo fa spesso e questo vuole dire che gli manca molto……io devo dire che quando sento un suo brano ancora non mi capacito che non ci sia più….mi fa un effetto incredibile ..a me piaceva tanto …e dunque non oso immaginare quanto possa mancare a Renato sia lui che tutto quel mondo che era unico…qualcosa di irripetibile che mai potrà più tornare!!!
    Baci a tutteeeeeeeeee

    Piace a 4 people

  11. Buon pomeriggio blog

    Un saluto a Voyeur e grazie anche da parte mia, per le grandi 😁

    Debby, grazie per averci dato notizie di Ivanuccia, alla quale auguro che al più presto tutto vada per il meglio…un abbraccio a lei 🤗

    Vale i tuoi commenti sono sempre belli, ma se posso permettermi, in questo momento leggo in te finalmente un pochino di leggerezza nel senso migliore del termine e ne sono tanto contenta😍 quindi come sempre ha ragione Admin nostra 😉😘

    Anche a me ha colpito quella frase di Renato sull’ilarità e la penso esattamente come te e lui, cioè ridere o meglio condividere una risata con qualcuno significa complicità e conoscenza non superficiale.
    Su “Stammi giù di dosso” ho sorriso 🤭 ma è molto vero….mi hai ricordato una cosa che facevo tanti anni fa quando al lavoro c’era una brutta aria e appena un collega (e ciò avveniva per tutti) usciva dalla stanza, tutti a sparlare dietro le spalle quando in molti casi sarebbe bastato avere un confronto. In molti anche ridevano e si divertivamo parecchio 🙄 ecco se lo facevano con me e mi ritrovavo nel mezzo di certe scene, rispondevo…d’altra parte è così 🙄🙄😅 in pratica mi guardavano pensando forse che non avessi capito e dopo alcune volte, non mi facevano più partecipare ai loro teatrini.
    Il discorso di Renato è sicuramente più profondo di quanto ho raccontato, però lo condivido perché a volte dietro molte risate c’è un’allegria forzata che se si ha un po’ di sensibilità, non può sfuggire.

    Baci 😘😘

    Piace a 3 people

  12. Ciao grandi, a tutte le zerofolli che popolano lo spazio.
    Da queste parole traspare molto il lato fragile e umano del nostro eroe. Ma d’altronde chi scrive da quasi cinquanta anni canzoni così profonde, delicate, introspettive al punto da affondare le grinfie nella zona più profonda dell’anima, non può che essere una persona sensibile.
    Spero solo di non vedere mai un Renato rassegnato, al suo ‘mini-futuro’ (sua citazione).
    Voglio vederlo sempre ballerino, interprete delle emozioni che ha decantato, esuberante, anche un po’ naive.

    Ciao ancora grandi. ♥️

    Piace a 4 people

  13. Buonasera
    Riscrivo il commento sparito 😀😀
    Mi ha fatto molto riflettere, ed ho subito condiviso, la frase in cui Renato dice che da chi interessa a lui, non si aspetta troppa ilarità e che ridere non deve essere una ragione primaria ..
    Anche io la penso così.. Chi ride troppo e manco mi conosce, a me non intriga per niente.. Non mi sono mai piaciuti quelli che vogliono fare i simpaticoni per forza..
    Ci sta la battuta certamente👍, e ben venga, la simpatia è una bella dote ovviamente👏, ma trovo che ridere come intendo io, presupponga già una forma di complicità che non puoi trovare o vedere subito in una persona appena conosciuta.
    Vi faccio ridere.. Quando mi sono capitati soggetti così, che di solito sono pure invadenti e sembrano tuoi amiconi da una vita dopo cinque minuti che ti conoscono, 😳😳 ho una mia frase che dico subito ad Alberto e ride lui si da matti 😁 ma “Stammi giu di dosso per carità”… , penso e mi dileguo prima possibile 😀😀 ecco io sti qui non li sopporto proprio!!
    …. Percui se qualcuno vuole far ridere troppo, cercando di rendersi interessante 😳, gia metto i paletti io, perché so gia per esperienza passata, che resterà una conoscenza, forse, superficiale … Non mi interesserà mai approfondire quel rapporto…. Mi conosco e riconosco quei personaggi li…
    Non so se mi sono spiegata…
    Ridere e sorridere di gusto con una persona, per me ha un significato altissimo, 😍, ci trovo sintonia, complicità ed alleanza … È una bellissima unione… Non è facile ridere davvero con una persona secondo me e non tutti ne capiscono il valore.. Sono troppo rompiscatole io forse… 😳😳
    ….
    Dolcissimo Renato quando parla dell’immenso Lucio Dalla… Tra loro le risate complici c’erano si!!! 😍😍 Che bello deve essere stato il loro rapporto ed ognu volta si percepisce grande commozione ed affetto quando ne parla..
    …..
    Hai ragione Grazia sai… 😍 Non vedrei mai Renato in tour con aktri colleghi e ti dirò, pure troppi ospiti, guastano! 😏 Renatone è già TUTTO da solo🤗 👏👏👏
    Lui se è ospite di altri, arricchisce sempre la scena, viceversa, insomma!!!!
    A parte rsre eccezioni come con Raffaella Carrà 🌷 o Gigi Proietti 👏👏, Unico al Seizero 👍👏👏👏👏 ecco li l’empatia era straordinaria!
    ….
    Spero tutto bene per Ivanuccia😍 dicevo e penso che Lsuretta 😍abbia finalmente terminato il suo super lavoro di scadenze molto importanti!!
    Che periodo per tutte ehh… Pure Cla😍 e Barbi 🥰🥰 nostra mi sa impegnatissime 🤗
    …. Ma non si può non fare un tubo per un po’ di giorni mi chiedo 😳😳😀😀😀 io vorrei solo essere con un libro in mano e nessun pensiero in capa, eccoooo 😳😳😌

    Te Debbina ❤️❤️❤️❤️❤️ poi lavori sempre troppoooo🌹🌹 cara, e pure per noi… 🌹
    … Scusate se ho fatto errori ma sto scrivendo con la tropina negli occhi e vedo un caxxxx😳😀ma ci tenevo a mandare il commento sparito oggi 😏🤗🤗
    Notteeee 🤩

    Piace a 4 people

    1. Ciao Vale i tuoi commenti ultimamente mettono il buon umore 🙂😘
      Dunque approfitto del tuo commento per dire a tutte che Ivanuccia ultimamente ha altro per la testa, ha pensieri familiari che la preocupano, per fortuna non di salute ma comunque é presa da altro..
      Un saluto a tutte

      Piace a 4 people

      1. Grazie Debby per avercelo detto, e mi dispiace sapere che Ivanuccia 🌸 è preoccupata ☹️
        Che periodo di m…
        Le mando un abbraccio speciale 😍
        ……
        Debbina in che senso ti mettono di buon umore 😀😀, ma davvero 😀😀 Se è così sono contenta 👍 🤗🤗🤗❤️
        Bacioni 🌹

        Piace a 3 people

  14. Buonasera blog

    Renato afferma di aver temuto di non poter più salire sul palco 😒 e a volte mi son chiesta, nel periodo della pandemia, se Zero il Folle fosse stato l’ultimo dei suoi concerti al quale avevo assistito pensando ai suoi anni; ovviamente ho sperato e tifato per lui e poi finalmente è arrivato 070, più in forma di cosi non avrei potuto trovarlo!
    Chiaro che lui non ha mollato mai, la sua determinazione pare inesauribile ed anche davanti alle salite ha saputo rialzarsi e trovare la forza di reinventarsi.
    Credo abbia sempre tenuto presente il grande dono della vita, lo ha scritto e ce lo ha trasmesso per fortuna, anche quando ha raccontato ombre e difficoltà

    Un pensiero ad Ivanuccia e un abbraccio a tutte voi 😘

    Piace a 3 people

  15. Sera Blog…..
    passo per un saluto…..domani proseguo con i commenti…..ora non connetto….non sono molto in forma…..nel week end mi riposo perchè
    ne ho proprio bisognoooooo
    😴😴😴😴😴😴😘😘😘

    Piace a 2 people

  16. Buonasera rieccomi
    Congelata brrrr⛷️😀 che freddo oggi!!!

    Grazie a tutte 😍😍, che carine che siete 🎉
    ….
    Mi sa Debbina, 💖💖 che un mio commento di oggi pomeriggio sul post, è finito nell’etere 😀😀👏👏 infatti non me lo faceva inviare sto telefono 😁 cercherò di riscriverlo piu tardi..
    Ciaooo 🤗🤗🤗🤗😍😍 Tesorina bella ❤️ e tesorine tutte 🍀
    In quel commento salutavo Ivanuccia🌸 che non leggo da un po e spero tutto bene

    Piace a 3 people

  17. Buonasera
    Stanchissima e gelata😳😀 ma contenta 👏
    Stamattina ho avuto, dal Comune e Regione pure, e non era facile, , il permesso di organizzare l’anno prossimo la Mostra delle Opere del mio papà❤️, praticamente nel palazzo piu prestigioso della mia città …
    Un sogno che avevo da anni perché di mostre ne ho fatte molte, ma in quel luogo mi pareva impossibile.. Non scrivo qui per ovvi motivi ma ve lo dirò 👏👏👏👍👍 Sono emozionata tantissimo… Sarà impegnativo da organizzare ma lo devo al mio Papi che diventerà famoso in tutta Italia 👏👏👏👏❤️💙💙 Lo merita..
    E oggi l’assessore ha speso parole bellissime per lui.. Mia figlia, che mi ha accompagnato come sempre dappertutto 😀, era in lacrime povera,… ma di gioia ❤️❤️
    Mi immergero’ anche io nella burocrazia, spero di essere all’altezza 😳 e naturalmente avrò accanto gli addetti del settore , ma non deleghero’ molto , certo ci vogliono esperti
    ed io non lo sono, ma visti gia i precedenti, bisogna stare attenti perché anche quello è un mondo di volponi aggerriti…
    ….
    Ecco un mio sogno sarebbe di avere Debbina❤️ e Barbi 😍😍innanzitutto🎉🎉, e anche voi Tesorine 🤩🌺 all’inaugurazione perché siete parte della mia vita ormai e caspita come vi vorrei accanto in un momento cosi… ma so che la distanza è tanta… Però non si sa mai, vero???!!!!
    Debbina ❤️tu mia addetta stampa da subito!
    Sono cosi emozionata!
    Anche lui sapete, un giorno ve ne parlerò, era un Artista autentico😍, non capito all’epoca perché troppo all’avanguardia e contro corrente..
    Un abbraccio
    Debbina ❤️❤️❤️❤️❤️❤️ tesoro

    Piace a 4 people

    1. Vale che notizia splendida. Io amo tantissimo l’arte della pittura. Vado spesso a vedere mostre di pittura e sono strafelice che potrai fare questo per il tuo papà. E poi il tuo sogno di averci lì con te per l’inaugurazione è una cosa proprio bella, personalmente non ti nascondo che mi farebbe tanto piacere poterci essere tutte vicino a te… magari potrà essere solo a distanza ma sicuramente con il cuore ci saremo ❤️
      ma chissà… mai dire mai

      "Mi piace"

  18. Buon pomeriggio blog

    Renato che sia nei live oppure nelle interviste, ricorda spesso suoi colleghi che purtroppo non ci sono più…più che colleghi, artisti che sono stati parte della sua vita e non solo artistica, perché quando per esempio parla di Dalla, ci fa comprendere come aver potuto condividere le difficoltà e certe similitudini, sia stata un’occasione unica.
    Se penso ai talenti emergenti di quegli anni è davvero pazzesco e non paragonabile al seguito.
    Trovo che Renato sia stato sincero quando ha dichiarato di non voler condividere il suo orto con nessuno…e forse un tour con qualche amico artista, nemmeno lo avrei voluto…diciamo che si è limitato agli ospiti, non sempre graditi 😬

    A proposito della sua emozione nei live, ricordo ancora in Zero il folle, la sua emozione la prima sera che vidi anche con Claudia e poi lo ritrovai la sera successiva, sempre bravissimo ma decisamente più sciolto…
    Vero ora ci vogliono tutti perfetti,invincibili e quindi finti 🙄
    Si Claudia freddo e nebbia…stamattina mi sono congelata 🥶

    Baci a tutte e un abbraccio alle sorelline 😘

    Piace a 3 people

  19. Buongiorno Blog
    Un saluto veloce…oggi giornata impegnativa e non vi dico il freddo che inizia a fare quaaaaaaaaa…….abbiamo una nebbia assurda che non si vede niente…un tempo bellissimo quello che piace a me ah ah ah ah ah ah
    Vale concordo con le tue riflessioni…..sul discorso della paura….. diciamo che al giorno d’oggi ci vogliono tutti invincibili forti ..spavaldi …..diciamo che sono questi i canoni dei vincenti dicono eh…..ma io la penso invece come Renato……..
    Certo Renato di esperienza ne ha da vendere a chiunque e una certa sicurezza è ben radicata in lui ed è necessaria ovvio ma quando dice che appunto il palco lo teme ancora nonostante tutto, mi fa molta tenerezza…. e poi però su quel palco non lo batte nessunoooooooooo e tutta la sua bravura viene fuori!!!
    Diciamo che in lui sono presenti tutti gli ingredienti giusti per far si che sia l’ARTISTAAAAAAAAA
    Baci a tuttiiiiiiiiiiii

    Piace a 4 people

  20. Buonasera
    Eccomi stanca morta oggi 😀😀😀😀
    Dici bene Cla😍, se Atto di Fede è servito a Renato come terapia ben venga😳😀😀 , solo a lui però 😀😀 a me mica tanto!!! E manco a voiiiii😳😳… ricordo la perplessità, anzi lo sconvolgimento di Debbina che gia prima dell’uscita dell’Opera, ci mise in guardia 👍👍 su cosa stava per uscire ☹️☹️ e ciascuna di noi resto ‘ senza parole proprio 😁😁 Io e Cla poi due eretiche pecorelle smarrite👍👍👍
    L’unico che lo ascolta spesso è Alberto, a lui è sempre piaciuto molto e dolce lui perché si commuove anche ❤️ e lo capisco 😍💙
    … Pensate che un paio di settimane fa entravo in giardino in macchina e si sentiva perfino da fuori la musica 😳ihihih 😳😳….. mo sono in chiesa mi son detta 😀😀…. ma a lui fa bene ascoltarlo e io sono felice 😀👍

    ….
    Torno al post..
    Mi ha colpito tanto Renato quando dice che non si fida di chi non trema prima del sipario..
    Concordo in pieno..
    La troppa sicurezza, il credersi invincibili e abili oramai perché si ha accumulato negli anni grande esperienza, non sono doti di un vero Artista.
    Questa è solo presunzione forse…

    La spontaneità, il dubbio di essere o meno compresi, la voglia di farsi capire in un nuovo progetto, il mostrare se stessi non una rappresentazione di sé, l’umiltà di chiedere consigli, di imparare, sono qualità che caratterizzano un artista autentico , che poi spesso vengono scambiate per fragilità, debolezza, insicurezza ma non è vero…. Anzi.
    Sono figlie dell’ascolto dell’unico muscolo da allenare, il Cuore👏👏!!!
    appunto come dice Renato😍😍
    Eccome se tremano le gambe allora se ascolti quello … E Nulla è scontato, preparato, deciso a priori…
    Lasciamo tutto questo a chi si crede Artista e soprattutto a chi glielo ha fatto credere, di esserlo, o di poterlo diventare !!!
    ….
    Buona notte Tesorine 🥰
    Debby tesoro ❤️❤️❤️❤️❤️

    Piace a 4 people

  21. Buonasera blog

    Debby, bella la foto di Renato 😊 con i suoi occhi che finalmente in 070 abbiamo potuto guardare senza occhiali.

    Dicevo che ad avermi colpito in questa intervista è l’amicizia con la mamma di Ultimo…se veramente la loro amicizia è nata così è stato un incontro particolare e non stento a crederlo perché immagino soprattutto in passato Renato avrà assecondato tanti episodi del genere, quando la vicinanza e l’incontro con la gente la soffriva meno 😅
    Ultimo e Zero…non nego di aver pensato anch’io al parallelismo dei due nomi e come dice Renato, il riscatto li accomuna.
    Erano in tanti a non credere in Renato, eppure a differenza di tanti altri artisti anche più conformisti e magari più “facili” da proporre, lui non ha mai mollato, supportato da un grande talento….ecco forse di questo avrebbero dovuto accorgersene e invece di gavetta ne ha fatta molta ed è stato il più grande sostenitore di se stesso e per questo, lo ammiro tanto.

    Un abbraccio a tutte🤗

    Piace a 2 people

  22. Sera Blog
    Allora che Renato sia ringiovanito non ci sono dubbi…..il tempo per lui pare si sia fermato perchè lo vedo sempre bello ganzo e in forma……
    Rido sempre ogni volta che cita il lettino dell’analista ah ah ..è na fissa la sua perchè non manca mai di citarli poracci……
    La musica abbiamo capito che è stata la sua terapia….qua dice che se non avesse scritto Atto di Fede ci sarebbe appunto finito…… beh Renati che dire se non lo scrivevi era mejoo ma se è stata la giusta medicina per superare questi anni assurdi beh so contenta per lui! Sto disco ha fatto bene solo a lui ahoooooooooo !!
    Le sue follie sono sane follie questo lo abbiamo sempre detto…sappiamo bene che ama divertirsi sul palco con i suoi mille colori….quando ando da Jovanotti per es questa estate me pareva un matto per come si era conciato ah ah ma la sua stravaganza è una stravaganza sana…un modo per sentirsi sempre vivo e di certo non teme più nessun giudizio….. lo abbiamo visto eh anche a sue spese alle volte!
    Mi ha fatto ridere quando ha detto che non sarebbe venuto in mente manco a lui di cantare sulle spiagge come ha fatto Jovanotti ah ah …..in effetti non è una cosa usuale eh…e lui di pazzie ne ha fatte tante!
    Buona serata a tutteeeeeeeeeeeeeeeeeee

    Piace a 2 people

  23. Buonasera a tutti

    Vale concordo, due sguardi sarebbe meglio anche perché dopo l’exploit che sappiamo, sai che quotazioni 🙄🤭
    Non credo siamo cattive, diciamo solo la verità!

    Comunque questa è una bella intervista e viene fuori il Renato che vive quel palco in maniera totale e le sue parole trovano la giusta collocazione in modo speciale quando lo si segue da vicino perché parrebbero un modo per accativarsi l’interlocutore, ma in realtà la sua emozione arriva tutta e a me per esempio, quelle mani che tremano, mi sciolgono ogni volta che le vedo.
    Quando ha dichiarato di pensare ad un concerto pianoforte e voce mi ha fatto dire che non vedrei l’ora, sarebbe bellissimo, ma dubito si realizzerà.

    Lauretta fai un lavoro davvero impegnativo…comunque non ti dimentichiamo 🤗😅

    Un abbraccio a tutte

    Piace a 2 people

  24. Buon inizio di settimana a tutti!
    Grazie Debbina ❤️ per averci proposto questa lunga Intervista che avevo si letto, ma che appunto non avevamo avuto modo di commentare perché in quei giorni c’era tanta, troppa carne al fuoco😁, soprattutto per te !! 😳🤗😍😍
    …. Ma povera Lauretta 🌺, ci credo che aspetti con impazienza il primo dicembre, sarai fusa! Buon super lavoro allora😍, sperando che volino sti giorni 👍👍👏, un abbraccio 🥰
    …..
    Bella e tenera 😍 la foto di Renato, commosso, mi sa.. Io adoro questi occhi suoi 😍
    … Ho riletto e gustato volentierissimo le parole di Renato…. Mi sembrava di vederlo proprio, con le sue battute, risate, e naturalmente i suoi racconti che mi catturano ogni volta e che ascolterei per ore ed ore…
    È ringiovanito 😀 dice… In effetti il tempo per lui si è fermato, pischello a 72 primavere 👏🤗
    …. Sono pesati tanto anche a lui 😍 questi tre anni assurdi ….. tre anni di stop dai concerti, dal contatto con le persone…. e sentirlo dire che c’è appunto il recupero di una professione, di un palco, di un rapporto col pubblico , mi fa capire, ma nemmeno ce ne era bisogno , di quanta umiltà abbia quest’uomo in ambito professionale.. Nonostante l’immensa esperienza, ammettere di avere comunque paura, non te lo aspetteresti da un grande come lui👏👏😍
    ….. Ci ha regalato e giustamente lo sottolinea,
    nel frattempo, il triplo
    CD Zerosettanta 👏e Atto di Fede☹️, perché fermo Renato non ci starà mai penso 😀 e ben venga… Ma a tal proposito mi vien da dire che Zerosettanta e soprattutto il mitico VIZZINI 🥰, sono stati molto trascurati durante gli ultimi concerti e questo mi è dispiaciuto… Non cantare Il linguaggio della Terra, per esempio, è stato assurdo, soprattutto perché era in tema perfetto per questi tempi nostri… Scelte non recepite 😳🙄☹️.
    Atto di Fede non recepito proprio 🙄🙄🙄
    Va be…
    Son morta dalle risate,😀😀quando ha detto invece che gli basta uno sguardo per comprendere come sono quotate le sue azioni… Orco 😳😳 ultimamente mi sa che due sguardi è meglio Renati😍😀😁, per non fare danni ehhhh😀😀😀😀
    Sono cattiva ehhhh …. 😀
    Comunque viva Vizzini 👏👏sempre e devo anche dire che L’Avventuriero😍😍😍😍😍 a me m’ ha conquistato piu di Zerosettanta, Zero il folle, Atto di fede, l’Innominato ecc😀😀
    Cattivissima a sto punto😳😁😃😃
    …..
    Debbina tesoro bello ❤️❤️❤️ ❤️❤️❤️ un abbraccio speciale
    Tesorine 😍
    Barbi 🥰🥰🥰🥰🤩🤩

    Piace a 3 people

    1. Se avesse visto il mio sguardo dopo Atto di Fede avrebbe visto questo😳😳😳😳😳😳😳😳😱😱😱😱😱😱😱 e le azioni stavano cosi👎👎👎👎👎🤣🤣🤣 che lo possinooooo

      Piace a 3 people

  25. Buonasera Blog
    Anche io come Grazia ho letto tutto di un fiato questa bella e lunga intervista e mi sono immaginata anche io Renato seduto a tavola…
    Beh ci sono tante cose da dire….a me colpiscono due cose in particolare una è leggere questa sensazione da parte di Renato, tra l’altro piu volte manifestata di avere avuto il terrore quasi di non poter salire nuovamente sul palco…… ovvio è comprensibile visto il momento assurdo che tutti abbiamo vissuto e di certo uno come lui l’ha vissuta davvero male sta situazione…addirittura dice sognavo di non arrivarci sul palco e questo la dice lunga sulla sua voglia diritornarci in fretta e incontrare il suo pubblico…da questa risposta si comprende bene il suo stato …e al tempo stesso si comprende anche la sua paura relativa al tempo che passa, paura anche questa manifestata più volte …….. in ogni caso arrivo sempre alla stessa conclusione ossia che Renato vive per il palco e dunque questo attaccamento alla musica e anche al suo pubblico ci fa ben comprendere come possa avere vissuto questi ultimi tre anni e da un lato mi fa tenerezza questa cosa.
    Poi c’è l’altra paura ossia quella legata all’emozione di salire sul palco e anche questa cosa mi stupisce perchè da un Artista navigato come lui magari non te lo aspetteresti e invece il segreto sta proprio li..in quei tremori prima di salire sul palco e alla capacita che ha ancora lui di emozionarsi nonostante tutta la sua esperienza ed è questo che appunto stupisce….. come a volere dire che non si finisce mai di imparare qualcosa….e nemmeno di dare nulla per scontato…ogni volta è una prova….e ripeto magari da chi ha superato brillantemente tante e tante prove….una moltitudine di concerti magari non ti aspetti questo e invece la sua grandezza sta proprio qua, ossia anche nelle sue fragilità!
    Baci a tutteeeeeeeeeeeeeeeeee sopratutto alle sorellineeeeeeeeeee

    Piace a 3 people

  26. Buona settimana blog

    Grazie Debby per questa bella intervista che non avevo letto!
    L’ho letta tutta d’un fiato e quasi mi sembrava di vederee sentire Renato con i suoi sorrisi e le sue battute.
    Ha raccontato cose già a noi conosciute ed altre che non sapevo, per esempio come ha conosciuto la mamma di Ultimo ed ho anche sorriso pensando a lui che si finge un altro 🤭
    Come sempre starei ore ad ascoltarlo e a leggere le sue parole

    A dopo

    Piace a 2 people

  27. Buongiorno a tutti
    e un grande abbraccio 🤗
    E anche questa settimana è passata con la mia latitanza di cui mi dispiaccio ma non ho alternative.
    Sono alle prese con la scadenza delle scadenze, quella più densa di adempimenti di tutto l’anno al quale si aggiungono come sempre altre beghe della vita privata.
    Per fortuna è ormai alle porte perché entro mercoledì a mezzanotte dovrà essere tutto fatto e inviato e a quel punto tornerò a nuova vita… se non crollo 😅
    Però al momento l’ansia è alle stelle perché ho tante cose ancora da fare e la paura come sempre che sfugga qualcosa… 🥶
    Mi pesa non essere presente. Avrei voluto scrivere un sacco di cose anche nello splendido post dell’Avventuriero ma non ce l’ho fatta 😕 Alla fine ho preferito impiegare il poco tempo disponibile per leggervi ed è stato bello così perché ho letto tanti pensieri profondi ed è importante cogliere spunti di riflessione dal confronto con gli altri… pur con il poco tempo a disposizione non volevo perdere il momento importante dell’ascolto.
    L’intervista di questo nuovo post l’avevo letta ma in effetti non la ricordo granché bene quindi grazie Debby per darci l’opportunità di rispolverarla.
    Vi auguro una buona settimana… non vedo l’ora che sia il 1° dicembre 😅😊 …non dimenticatemi eh 😂🥰
    😘

    Piace a 3 people

I commenti sono chiusi.