Tutti gli articoli di Debby (Admin)

L’ ANGELO FERITO

Il primo brano che abbiamo conosciuto di “Zerosettanta” Volume Tre è stato “L’angelo ferito” rivelatosi poi incredibilmente tra i migliori pezzi del nuovo album

L’angelo ferito altro non è che Renato stesso, che da come possiamo vedere nel Video ufficiale siede su di un trono munito di ali, quelle stesse ali che qualcuno ha tentato di spezzare, persone che lo hanno boicottato, additato, sfidato…un Renato che non si riconosce piu allo specchio proprio per colpa della gente stessa, quella gente che vuole ottenere tutto e subito senza sudarsi le cose come ha fatto lui.

Il brano è prettamente autobiografico, parla di Renato Artista e Renato Uomo, con una parentesi dedicata alla pandemia dovuta al Covid 19, la prima impressione che ho avuto la prima volta che ascoltai la canzone fu proprio che essa esistesse già prima del virus e che solo dopo Renato aggiunse la strofa inerente al coronavirus.

Nonostante tutto l’ottimismo di Zero emerge ancora una volta nella convinzione che ritroverà la luce dentro se ed un mondo in cui credere.

E’ giunto il momento di commentare ufficialmente L’Angelo ferito

AUTOBIOGRAFIA DI UNA VERA SORCINA

Ricordo che ero ancora una bambina quando le mie sorelle piu grandi ascoltavano a tutto volume il 33 giri Live di ICARO, eravamo nella vecchia casa, su di un mobile in salotto c’era appesa una foto di Renato Zero di quelle un po’ strane…sembrava che ovunque mi spostassi lui mi seguisse con lo sguardo…per me era decisamente inquietante!

In ogni caso giorno dopo giorno le note di ICARO suonavano ad alto volume, non sarebbe stato possibile che non entrassero anche nella testa di una bambina…conoscevo quelle canzoni tutte a memoria, quello fu il mio primo approccio con Renato Zero…

Gli anni passavano, ed io crescevo e crescendo acquisivo una mia identità e dei gusti musicali personali, mi avvicinai e mi innamorai di un genere musicale totalmente diverso, prima i Duran Duran e poi l’Hard Rock degli anni 80, mi piacevano tanti gruppi rock ma il mio primo vero Amore furono gli Europe, fu li che per la prima volta mi sentii una vera Fan!

Il tempo scorreva inesorabilmente e purtroppo arrivò anche il giorno piu brutto della ma vita, la perdita di mio padre, ero ancora troppo piccola per sostenere un dolore del genere.. ed elaborarlo fu molto difficile, cercavo continuamente delle risposte ma non le trovavo…

Arrivò un giorno in cui mia sorella Barbara mi disse che Renato aveva fatto un disco bellissimo ed era “L’Imperfetto” ascoltai qualche canzone, mi colpì tantissimo quindi decisi di andarlo a comprare, e fu li in molte delle parole di quelle canzoni che trovai finalmente quelle famose risposte che stavo cercando..per me fu come una terapia, piu lo ascoltavo piu mi rasserenavo…sembrava quasi che lo avesse scritto per me…

Dopo un po’ arrivò il mio primo concerto di Renato, ci andai proprio con Barbara, ci trovavamo allo Stadio Olimpico all’epoca non glielo concedevano per intero ma soltanto le curve, ero molto emozionata…prima di vederlo uscire lui cominciò ad intonare le prime note della canzone che mi sembra fu “Amando Amando” io mi girai verso mia sorella sgranando gli occhi e le chiesi stupita: “Ma è il disco?” eh no….era proprio la sua voce talmente bravo e perfetto da sembrare un disco!

Pochissimo tempo dopo forse un mese…incontrai una persona per me molto importante, lui era un Vj lavorava per una Tv musicale, ma era anche un accanito fan di Renato, anzi forse era il fan Numero Uno, credo di non aver mai conosciuto nessuno che amasse Renato quanto lo amava lui..la vicinanza a questo ragazzo mi portò e mi legò per sempre al magico mondo di Zero! Grazie a lui cominciai a scoprire tantissime canzoni di cui non sapevo nemmeno l’esistenza, recuperai tutti gli anni persi e tutti i dischi persi, conobbi Renato dal punto di vista professionale ma anche umano…

Trascorsero 3 lunghi anni, la storia con lui finì, l’affetto fortunatamente restò, ed io cominciai a frequentare un locale storico per i Sorcini romani, si chiamava “Ciao Ni” era tutto dedicato a Renato Zero, entrare li era come entrare in casa sua, foto e reliquie ovunque, l’atmosfera era magica e non è descrivibile, non riuscirei a farvelo capire in nessun modo, io e le mie amiche eravamo li dentro piu volte a settimana, ogni sera si alternavano sul palco personaggi diversi che interpretavano le sue canzoni, era bellissimo perche quelle serate colmavano l’attesa tra un Tour e l’altro, e fu li che mi avvicinai ad uno di loro, altra persona molto importante per me, e quindi piu andavo avanti piu Renato si intrecciava con i vari fili della mia vita, prima quelli familiari, poi quelli sentimentali, era come se lui dovesse far parte della mia vita ad ogni costo, era ovunque, dovunque, in chiunque…

Posso ritenermi fortunata perche ho potuto avvicinare Renato tante volte, gli ho dato la mano, l’ho baciato, l’ho ringraziato…ho assistito a programmi televisivi di cui era ospite ed anche alle prove dei programmi stessi…ma poi ancora una volta la mia vita si è intrecciata con la sua perche anni fa ho conosciuto da vicino e molto bene la persona piu importante della sua vita e grazie a lui sono riuscita a conoscere anche lati di Renato sconosciuti ai comuni fan..ho potuto comprendere cosi meglio il suo carattere nel bene e nel male…

Nel 2005 ho voluto omaggiare a modo mio questo grande amore che avevo per Renatino, un po’ per gioco un po’ per follia ho aperto uno dei primi Blog in assoluto, e così decisi di dare vita al RENATO ZERO BLOG

TUTTO IL RESTO E’ STORIA!

Raccontatemi anche voi la vostra Biografia di Sorcini!

LE VOSTRE PREFERITE DI ZEROSETTANTA VOLUME 3

Come ogni nuova uscita discografica di Renato Zero vi invito a fare la vostra Classifica personale che va dalla numero uno ossia la canzone che vi piace di piu fino all’ultima posizione ossia quella che vi piace di meno. Abbiamo avuto già parecchi giorni per farci un’idea di questo nuovo lavoro e per il momento io posso dire che la mia preferita in assoluto è “Il linguaggio della terra”.

BUON COMPLEANNO RENATINO! ZERO70

Oggi 30 Settembre 2020 è un giorno importantissimo, il nostro Renatino compie gli anni, un traguardo considerevole, sono gli Zerosettanta! E da qui anche il titolo della trilogia che ci ha regalato per questo grande giorno! Oggi infatti uscirà il primo dei tre album di inediti ossia il Volume 3!

Contestualmente a questo grande evento noi del Renato Zero Blog abbiamo voluto fare i nostri auguri in vIdeo (che potete vedere sopra) a questo grande Artista, guardateci e metteteci tanti Like su Youtube!

BUON COMPLEANNO RENATINO MIO!