Archivi categoria: I MIEI PENSIERI…

AUTOBIOGRAFIA DI UNA VERA SORCINA

Ricordo che ero ancora una bambina quando le mie sorelle piu grandi ascoltavano a tutto volume il 33 giri Live di ICARO, eravamo nella vecchia casa, su di un mobile in salotto c’era appesa una foto di Renato Zero di quelle un po’ strane…sembrava che ovunque mi spostassi lui mi seguisse con lo sguardo…per me era decisamente inquietante!

In ogni caso giorno dopo giorno le note di ICARO suonavano ad alto volume, non sarebbe stato possibile che non entrassero anche nella testa di una bambina…conoscevo quelle canzoni tutte a memoria, quello fu il mio primo approccio con Renato Zero…

Gli anni passavano, ed io crescevo e crescendo acquisivo una mia identità e dei gusti musicali personali, mi avvicinai e mi innamorai di un genere musicale totalmente diverso, prima i Duran Duran e poi l’Hard Rock degli anni 80, mi piacevano tanti gruppi rock ma il mio primo vero Amore furono gli Europe, fu li che per la prima volta mi sentii una vera Fan!

Il tempo scorreva inesorabilmente e purtroppo arrivò anche il giorno piu brutto della ma vita, la perdita di mio padre, ero ancora troppo piccola per sostenere un dolore del genere.. ed elaborarlo fu molto difficile, cercavo continuamente delle risposte ma non le trovavo…

Arrivò un giorno in cui mia sorella Barbara mi disse che Renato aveva fatto un disco bellissimo ed era “L’Imperfetto” ascoltai qualche canzone, mi colpì tantissimo quindi decisi di andarlo a comprare, e fu li in molte delle parole di quelle canzoni che trovai finalmente quelle famose risposte che stavo cercando..per me fu come una terapia, piu lo ascoltavo piu mi rasserenavo…sembrava quasi che lo avesse scritto per me…

Dopo un po’ arrivò il mio primo concerto di Renato, ci andai proprio con Barbara, ci trovavamo allo Stadio Olimpico all’epoca non glielo concedevano per intero ma soltanto le curve, ero molto emozionata…prima di vederlo uscire lui cominciò ad intonare le prime note della canzone che mi sembra fu “Amando Amando” io mi girai verso mia sorella sgranando gli occhi e le chiesi stupita: “Ma è il disco?” eh no….era proprio la sua voce talmente bravo e perfetto da sembrare un disco!

Pochissimo tempo dopo forse un mese…incontrai una persona per me molto importante, lui era un Vj lavorava per una Tv musicale, ma era anche un accanito fan di Renato, anzi forse era il fan Numero Uno, credo di non aver mai conosciuto nessuno che amasse Renato quanto lo amava lui..la vicinanza a questo ragazzo mi portò e mi legò per sempre al magico mondo di Zero! Grazie a lui cominciai a scoprire tantissime canzoni di cui non sapevo nemmeno l’esistenza, recuperai tutti gli anni persi e tutti i dischi persi, conobbi Renato dal punto di vista professionale ma anche umano…

Trascorsero 3 lunghi anni, la storia con lui finì, l’affetto fortunatamente restò, ed io cominciai a frequentare un locale storico per i Sorcini romani, si chiamava “Ciao Ni” era tutto dedicato a Renato Zero, entrare li era come entrare in casa sua, foto e reliquie ovunque, l’atmosfera era magica e non è descrivibile, non riuscirei a farvelo capire in nessun modo, io e le mie amiche eravamo li dentro piu volte a settimana, ogni sera si alternavano sul palco personaggi diversi che interpretavano le sue canzoni, era bellissimo perche quelle serate colmavano l’attesa tra un Tour e l’altro, e fu li che mi avvicinai ad uno di loro, altra persona molto importante per me, e quindi piu andavo avanti piu Renato si intrecciava con i vari fili della mia vita, prima quelli familiari, poi quelli sentimentali, era come se lui dovesse far parte della mia vita ad ogni costo, era ovunque, dovunque, in chiunque…

Posso ritenermi fortunata perche ho potuto avvicinare Renato tante volte, gli ho dato la mano, l’ho baciato, l’ho ringraziato…ho assistito a programmi televisivi di cui era ospite ed anche alle prove dei programmi stessi…ma poi ancora una volta la mia vita si è intrecciata con la sua perche anni fa ho conosciuto da vicino e molto bene la persona piu importante della sua vita e grazie a lui sono riuscita a conoscere anche lati di Renato sconosciuti ai comuni fan..ho potuto comprendere cosi meglio il suo carattere nel bene e nel male…

Nel 2005 ho voluto omaggiare a modo mio questo grande amore che avevo per Renatino, un po’ per gioco un po’ per follia ho aperto uno dei primi Blog in assoluto, e così decisi di dare vita al RENATO ZERO BLOG

TUTTO IL RESTO E’ STORIA!

Raccontatemi anche voi la vostra Biografia di Sorcini!

UNA CANZONE PER QUESTO PRIMO SEMESTRE

Se penso al Capodanno trascorso mentre tutti eravamo intenti a festeggiare non credo che nessuno di noi si sarebbe mai immaginato che l’anno che stava per subentrare ci avrebbe riservato una pandemia ed uno stile di vita mai vissuti prima d’ora…

Facendo un bilancio di questo primo semestre 2020 direi che è stato disastroso…per questo vorrei sapere da ognuno di voi quale canzone scegliereste per descrivere lo stato d’animo che avete vissuto in questa prima parte dell’ anno…

IL TRIANGOLO (Versione inglese)

Ho sempre pensato che la musica di Renato Zero non fosse adatta per essere esportata all’estero in particolar modo perche i suoi testi sono talmente profondi e pieni di contenuto che tradotti in un’altra lingua non avrebbero avuto la stessa forza..
Fatta eccezione peró per i brani piu sbarazzini come questa versione inglese de “Il triangolo” che trovo decisamente divertente!
Voi cosa ne pensate?

TUTTI SOSPESI

In questi giorni ascoltando “Tutti sospesi” mi son resa conto di quanto sia attuale questa canzone in questo momento…perche stiamo tutti vivendo delle vite sospese in attesa della fine di questo incubo…vi riporto alcuni passaggi in particolare: “Rimani in fila non tocca a te il sole grida non ne può più tutti gli sguardi sulla TV…pazienza” e poi “Tutti sospesi noi tutti in attesa di giudizio..in tanta immensità per un’abbraccio non c’è spazio..Vorrei vederti qui al mio fianco dimmi che ancora non sei stanco..che per un sogno ancora lotterai, dimmi che lo farai…”

Le notizie purtroppo non sono ancora confortanti e noi continuiamo a sentirci sospesi…

EH GIA’

Questa settimana ho deciso di rispolverare questo vecchio brano che Renato ha cantato insieme a Gerardina Trovato, non solo perche reputo la canzone bellissima.. pensate che l’ho sempre saputa a memoria…ma anche per fare un omaggio alla stessa Gerardina Trovato della quale solo da poco ho saputo i suoi ultimi trascorsi infelici che non solo le hanno causato problemi fisici e psicologici ma le hanno anche impedito di continuare a cantare…e dato che per me lei era molto brava e mi è sempre piaciuta anche la sua voce ho deciso di renderle omaggio con questo brano meraviglioso, brano che è un inno alla vita e che consiglio a tutte voi di ascoltare nuovamente con la stessa intensità con la quale i due Artisti lo interpretano….e poi questo è un momento particolare per tutte noi…quindi ci aiuterà a riflettere…