Archivi categoria: I MIEI PENSIERI…

VIAGGIA

Da “Zero il Folle” andiamo ad estrapolare “Viaggia” un brano in cui ancora una volta Renato si rivolge ai giovani…ed è a questi giovani che personalmente vorrei dire di andare a scoprire il mondo…di incuriosirsi.. di scoprire e di sperimentare “SEMPRE” perche la vita stessa è un lungo viaggio fatto di alti e di bassi…di amici e nemici ma ogni esperienza bella o brutta che sia vi aiuterà a crescere!

Vi lascio con un passaggio fondamentale di questa canzone: “Sogna e cadi, rinasci e combatti di più…Avrai, vedrai tramonti tuoi…oceani che
cercavi in te tutte le ali che vuoi…”

NON DIMENTICARTI DI ME

E’ arrivato il momento di dare spazio a questo bellissimo inedito di Renato che ancora una volta parla di noi e di lui…di questo intenso rapporto che si è creato ed è durato negli anni…

Devo ammettere che ascoltare questa canzone mi mette addosso un velo di tristezza…ma ascoltandola sembra di veder passare davanti a me le immagini della sua e della nostra storia..è molto emozionante ed ognuno di noi può ricordare attraverso questo brano la propria gioventù…

UN UOMO E'

A fine Novembre avevamo commentato la violenza sulle donne con un brano di Renato che era “Un uomo da niente” proseguendo su quella stessa scia vi invito a commentare una canzone che fa parte del suo nuovo disco “Zero il Folle” e mi sto riferendo a “Un uomo è” brano in cui Renato descrive l’uomo di oggi e come secondo lui dovrebbe essere…Cosa ne pensate?

Un uomo è stabilità
Un uomo è materia forma e sostanza
Un uomo è quello che sa
Quello che dà quello che rappresentaUn uomo è specchio di sé
Un uomo è coraggio che spaventa
Un uomo è lucidità
Un uomo è fiume che non si arrestaUn uomo che stupisce o sbaglia
Un santo umano o una canaglia
Per ogni uomo c’è una taglia
Guerriero sì
Meglio così
Meglio così, molto meglio cosìUn uomo è giacca e gilet
Fumo è caffè e così poche parole
Un uomo è la strategia
Perché lo sa che sa vendersi bene
Un uomo è quando gli va
A meno che non cali il titolo in borsa
Un uomo sa cosa si fa
Un aiutino e si riprende la corsaLa storia è in crisi, il maschio impazza
Il più richiesto sulla piazza
L’uomo scarseggia viceversa
La guerra è persa
Una specie scomparsa
Mai più nessuna risorsaSe un uomo è non mollerà
Se ce la fa a superare le prove
Un uomo sia una poesia
Protagonista di altre pagine nuove
Abbandoniamo quel castello
Che il mondo adesso è allo stallo
Mettiamo in moto quel cervello
E l’uomo metta via il coltello
Che possa dire uomo è bello
È bello
È bello
È bello

BUON COMPLEANNO RENATINO!

Ringraziamo Barbara per la foto creata

Caro Renato, un altro compleanno è qua che ti trova ancora piu grintoso e fiero di ieri..gli anni passano ma la tua anima si mantiene giovane e forte al punto che tra qualche giorno ci regalerai un altro prezioso disco e anche tanti Live da vivere insieme con la stessa immutata emozione di sempre! Tantissimi auguri e tanti successi ancora!

Buon Compleanno Renatino mio che la vita possa continuare a sorriderti sempre!!

Lasciate qui i vostri auguri per Renato Zero!

Seguite il Renato Zero Blog anche su Instagram: https://www.instagram.com/renatozeroblog_debbyzero/

RIPENSANDO A “AMO”…

In questo periodo ho riflettuto un po’ sugli ultimi lavori di Renato Zero e il mio pensiero è volato come per magia ad “Amo” che come ben sappiamo è stato un disco diviso in due capitoli, il Capitolo I e il Capitolo II

“Amo” è stato quel disco che non ti aspetti più….innovativo, coinvolgente, dalle sonorità nuove ed emozionanti!!! Mi piacque fin dal primo ascolto…ma come tutte le cose molto spesso tendiamo ad apprezzarle ancora di più con il passare del tempo…

Dopo una carriera stratosferica come quella di Zero è difficile riuscire ancora a stupire e a stupirsi…eppure lui ancora una volta ci è riuscito, stiamo parlando del 2013 quindi pochissimi anni fa…ma ci pensate mai che questo Artista aveva già dato tutto e quindi non doveva più dimostrare niente a nessuno? Eppure eccolo qui con addirittura un meraviglioso doppio Album!

Avete provato a riascoltare “ORAMAI” contenuta in AMO CAPITOLO I?Ora ditemi voi dopo quasi 50 anni di carriera (2013) vi aspettavate una perla del genere?

Come presentazione del Post invece ho scelto “Ti porterò con me” contenuta in “AMO CAPITOLO II”, che anche se non porta la sua firma è come se ne fosse l’autore considerata l’interpretazione eccellente ed emozionante che ne fa…vorrei che la riascoltaste e dopo ditemi che sensazioni vi procura?

Ma questi due bellissimi Capitoli di Musica contengono anche “Tutto inizia sempre da un si” che è a dir poco fantastica…e poi la commovente “Un’apertura d’ali” e ancora “Vola alto” e l’indimenticabile “Nessuno tocchi l’amore” e poi “Si puo” “Alla fine”….e la mia amatissima “Amor”…beh credetemi avrei voglia di menzionarle quasi tutte perché in ben 30 canzoni e sottolineo 30 c’è ben poco da scartare….e questa è stata la dimostrazione assoluta che l’Arte di Zero è veramente inesauribile…forse è anche per questo motivo che mi aspetto ancora grandi lavori da lui…

Spesso mi avete detto che grazie ai miei Post vi andate a riascoltare dischi che non ascoltavate da un po’ di tempo…ebbene allora mi auguro che questo Post vi faccia venire la voglia di riascoltarvi “AMO” e magari a distanza di tempo scoprirete anche voi di emozionarvi ancora durante l’ascolto… e vi accorgerete di cosa è stato capace di regalarci Renato dopo tanti anni di infiniti successi…

LA VOSTRA PREFERITA DI “SOGGETTI SMARRITI”

Il 22 Marzo è uscito in Edicola per il cofanetto “Mille e uno Zero” SOGGETTI SMARRITI, un disco che ho amato molto, le mie preferite in assoluto sono “Fantasmi” – “Donna donna donna” – “Ostinato Amore” e “Problemi”

Se dovessi scegliere tra queste sceglierei sicuramente “Problemi”, credo che rappresenti parte di vita di ognuno di noi, tutti abbiamo dei problemi chi non ne ha? Ogni giorno c’è un problema, a volte piccolo, a volte più grande ma l’importante è sempre risolverli ovviamente….Renato trova il lato positivo anche ai problemi, addirittura pensa sia meglio un problema alla noia…fa capire che bisogna risolverli presto ed in fretta senza rimandare mai….perchè prima lo si affronta un problema e prima si risolve, e devo dire che negli ultimi anni la penso esattamente come lui…un tempo preferivo aspettare…temporeggiare…oggi invece se sorge un problema non vedo l’ora di risolverlo. Renato ci esorta a sorridere di fronte ad un problema piuttosto che disperarsi… La grande verità di questo brano è il pensiero sull’amore…ossia che l’amore è un problema stupendo…è un problema quando c’è ed è un problema se non c’è…. Quale è invece la vostra canzone preferita di “Soggetti smarriti” e perché?

CI FOSSE UN’ALTRA VITA

“Ci fosse un’altra vita” è un brano contenuto in “Zerovskij” che ritengo molto bello e commovente…ed anche autobiografico perché in esso leggo tanto di Renato…

Leggendo attentamente il testo sembra quasi che Renato vorrebbe cambiare atteggiamento nei confronti della vita e delle persone, come se fosse pentito di alcune sue scelte.

Renato comincia subito dicendo che se ci fosse l’opportunità di vivere un’altra volta lui non ci rinuncerebbe, proprio perché ha imparato tanto dalla sua vita precedente la seconda occasione se la godrebbe pienamente!

Non vorrebbe avere più limitazioni ne false moralità, il suo più grande desiderio sarebbe la libertà assoluta!

Vivrebbe quella seconda vita con più gioia e meno malinconia, cercando di non sprecare energie in modo da arrivare a raggiungere i suoi obiettivi.

Non permetterebbe più a nessuno di mentirgli e lascerebbe fuori tutti coloro che non lo convincono…

Una cosa è certa, una seconda vita vorrebbe essere soltanto lui a condurla, porterebbe con se tutti i suoi amici, scaccerebbe via con una risata drammi e dolori, una vita priva di ostilità e ipocrisia…

Il mio passaggio preferito è proprio il finale:

“Ci fosse un’altra vita cerca di essere là
Raccogliamo la sfida in tutta libertà..
Il tempo ci misura si cresce grazie a lui..
Cerca di stare sveglio nelle vite che vivrai..
Non ti stancare mai…”

Mi colpisce tantissimo proprio quando dice Cerca di stare sveglio nelle vite che vivrai….

Forse considerata la sua età Renato pensa che oramai non può più cambiare la sua vita…ma in un certo senso è come se consigliasse i più giovani….come per dire che c’è ancora tempo per rimediare agli errori e cambiare una vita che non piace!

E voi se per magia vi fosse concesso..  vorreste avere la possibilità di vivere una seconda volta?

Cosa cambiereste della vostra vita?

Come immaginate una seconda vita?

CI FOSSE UN’ALTRA VITA

Ci fosse un’altra vita
Non ci rinuncerei
Con quello che ho imparato
Certo me la godrei
Niente limitazioni
False moralità
Libero come l’aria
Un uomo senza età
Ci fosse un’altra vita
Senza malinconia
Una festa infinita
D’amore d’allegria
Misurando ogni passo
Non sperperando energia
Ed arrivare in fondo
Senza cambiare idea
Non mi lascerei sedurre dai miraggi io
Nessuno si permetta di mentirmi
La diplomazia
Non a casa mia
Se tu non mi convinci resti fuori
Se ci fosse un’altra vita con il nome mio
Soltanto io al timone
Ci fosse un’altra vita
Io mi scritturerei
In questa mia commedia
Amici vi vorrei
Vorrei non fosse un dramma
Ma una candida bugia
Un dolore immaginario
Che se ridi scappa via
Lasciami provare a innamorarmi vita mia
Mi riuscisse di riconquistarti
Niente ostilità
Nessuna ipocrisia
Non sia più la noia a separarci
Sai che questo vivere
Impossibile non è
Se siamo
Io e te
Ci fosse un’altra vita
Cerca di essere là
Raccogliamo la sfida
In tutta libertà
Il tempo ci misura
Si cresce grazie a lui
Cerca di stare sveglio nelle vite che vivrai
Non ti stancare mai