Archivi categoria: Senza categoria

COMUNICAZIONE

VOLEVO AVVISARVI CHE DA ORA IN POI OGNI POST CHE CONTERRA’ NEWS SU RENATO ZERO SARA’ PROTETTO DA PASSWORD  CHE IO STESSA RILASCIERO’ PERSONALMENTE SOLTANTO A COLORO CHE SCRIVONO ASSIDUAMENTE SU QUESTO BLOG E SU OGNI POST!

LO ZERO-PENSIERO

4.jpgHO SCELTO ALCUNE DOMANDE CHE SONO STATE FATTE A RENATO IN UNA DELLE RECENTI INTERVISTE, MOLTI DI VOI L’AVRANNO LETTA MA A ME PIACEREBBE SAPERE COSA NE PENSATE PERCHE RITENGO LE SUE RISPOSTE ESTREMAMENTE INTERESSANTI…..

A lei hanno mai provato a comprarla?

Renato: Si, in molti. Effettivamente ero un tipo affascinante. Dietro avevo una fila di uomini e donne che sbavavano. Molte di queste offerte mi arrivavano da posizioni altolocate, da gente con il portafoglio all’ingrasso, da signori nobili.

Come ha fatto a sfilarsi da certe situazioni? A capire con chi aveva a che fare?

Renato: Io l’antipasto l’ho consumato con molta più oculatezza di tutto il resto. Dall’antipasto capisco cosa mi vuoi dar da mangiare, è una forma quasi cattolica di preservarsi. D’altra parte ero figlio di un poliziotto e assiduo frequentatore di altari e sacrestie. Avevo servito Messa presso la canonica di mio zio, Don Pietro. Difficilmente ho preso cantonate. Anche se ci sono stati momenti in cui me la sono vista brutta, in case dove circolavano sostanze e si facevano cose…Per fortuna sono sempre riuscito a tornare a casa sano e salvo. Della serie ” Lassù qualcuno mi ama”

Il Triangolo fece grande scandalo…

Renato: Vede tra i miei amici della generazione del Piper, di Ostia, di una certa periferia romana, si creavano queste unioni. Allora non c’era l’Aids c’erano forme penalizzanti verso l’amore e il sesso. Questi triangoli fanno parte di una ricerca dell’adolescenza, di una maturazione. Se poi si vuol parlare male di tutto, se si vuole scadere nel pessimismo, allora anche in due è troppo. In tre però c’è la possibilità di verificare se due possono effettivamente arrivare lontano. Un tradimento è un medicamento prezioso per mantenere un’unione in salute.

Le è pesato il successo?

Renato: Oggi il successo non mi condiziona più, ma per 15 anni della mia vita sono uscito da casa nascosto in un furgone della lavanderia: il successo può essere tossico. Mi organizzavo come potevo, cambiavo itinerari e orari, ma insomma non ero più padrone della mia vita e nemmeno chi mi stava vicino, avevo a fianco una donna Lucy, e ho dovuto fare i conti anche per lei. Un rapporto finisce quando il tempo di essere te stesso diventa irrisorio.

Ed essere single com’è?

E’ un lavoro anche quello. Di rinuncia, di non vivere, di non sporcarsi, di non prendere quelle sane fregature. Ma se trovate un amore, anche uno straccio di amore, beneditelo.

Guardandosi indietro quali sono stati gli errori?

Forse ho cantato troppo e ho trascurato un pochino l’aspetto più privato. Ma ho avuto la fortuna di avere una famiglia che mi ha fatto sempre sentire figlio, fratello, cugino e nipote. Mi ripaga di non aver visitato il mondo come forse avrei potuto. Ma poi mi rendo conto che il mio mondo sta dietro quel sipario.

FINE

HAI RAGIONE RENATINO, IL TUO MONDO STA DIETRO A QUEL SIPARIO!!!

ED ORA AMICI SORCINI A VOI LA PAROLA…

BENVENUTI NEL NUOVO BLOG!

rz10.jpgEccoci nel nuovo blog,

alcune cose sono ancora da definire, per ora vedrete i commenti più recenti alla fine della pagina e non come in precedenza all’inizio.

Al momento non si vedono le foto perche devono ancora essere trasferite mentre per quanto riguarda i video purtroppo sono andati persi e sinceramente non ho il tempo per caricarli tutti di nuovo, vedremo poi nel mese di Settembre dove sicuramente definirò meglio i dettagli del Blog.

Questo Post consideratelo libero, perciò scrivete ciò che volete….nei limiti del lecito eh!!  😉

COMUNICAZIONE

Cari amici,

vi informo che Kataweb ha deciso di non utilizzare più la piattaforma di TypePad a partire da mercoledì 25 Luglio, ciò significa che tutti i blog verranno trasferiti su di una nuova piattaforma scelta dallo stesso Kataweb, già dal 21 Luglio non sarà più possibile aggiornare il blog perciò è probabile che per qualche giorno ci sarà una specie di "blackout", voi continuate a controllare perche comunque sia l’indirizzo del blog rimarrà lo stesso. Ovviamente spostando i blog su di un’altra piattaforma cambierà la grafica, le funzionalità… io per ora non ne so niente, non so se sarà possibile aggiungere i video o la tagboard bisognerà vedere cosa ci offriranno di nuovo, auguriamoci solo di cambiare in meglio! Tutto questo mi mette un pò di ansia perchè avverrà proprio un pò di giorni prima della mia partenza, spero di non riscontrare problemi altrimenti non avrei nemmeno il tempo di risolverli!

Insomma prepariamoci allo Zerotrasloco…e stavolta è indipendente dalla mia volontà! 😉

E ROMA S’ILLUMINA DI ZERO!

20070603_renato_zero_2_toiati Cari amici,

è molto difficile per me scrivere un Post sul concerto di ieri sera, troppo carico di emozioni che anche provando a descriverle non renderebbero l’idea perche Renato viverlo non è come raccontarlo…ma ci proverò lo stesso.

Il tempo è stato buono e per questo ringrazio tutti voi che avete tifato per noi!! Un pò più sfortunato è il concerto di stasera, qui piove a dirotto, speriamo che in serata smetta!

Verso le 17.00 di ieri cercando di vincere il mio pessimo stato fisico mi avvio all’Olimpico, dopo i soliti km a piedi dal parcheggio allo stadio finalmente giungo al mio posto che devo dire è stato strategico, la prima fila della tribuna, davanti a me solo la vetrata, il palco si vedeva piuttosto bene ma la distanza è sempre troppa, lui resta un puntino lontano da guardare nei maxi schermi! Dopo l’esibizione dei supporters con il pubblico ci si  comincia a scaldare,quella ola che tanto ci piace fare prende il via e va avanti per molto, un piacere per il mio mal di schiena! 😉 Comunque la ola è sempre bella da vedere e divertente da fare, il 5-4-3-2-1-Zerooooo prende il via seguito poi dal classico popporopo che ci ha tormentato durante i mondiali di calcio! Lo stadio è gremito, c’è tanta gioia e voglia di divertirsi ed ecco che si spengono le luci, sullo schermo a forma di lettore Mp3 appaiono giochi di luci e animazioni i ballerini entrano e parte la sigla dopo la quale appare lui più bello (lasciatemelo dire) e più raggiante che mai accolto da un ovazione da far crollare lo stadio! Si balla, si canta e ci si scatena, davvero esilerante il siparietto di Profumi, balocchi e maritozzi che mancava all’appello oramai da troppi anni ed un Renato così divertente è sempre un piacere rivederlo! Un pensiero di Renato va all’angioletto volato in cielo di cui aveva già parlato durante il faccia a faccia  al Corriere della sera, la sua piccola fan di soli 13 anni che è venuta a mancare, questo momento davvero commovente riceve un lungo applauso da parte di tutto lo stadio.

Mi aspettavo discorsi sulla musica illegale scaricata dal web ed invece no, ecco che come al solito quando è a casa esce fuori tutta la sua romanità sentita in maniera incredibile da Renato che non ci risparmia qualche bella parolaccia che viene dal cuore e che ci ha fatto ridere tanto! Parla di famiglia e a tal proposito dice: "E devo dire che io ho un gran culo ad avere una famiglia come voi" l’Olimpico esplode di urla ed applausi e non si capisce più niente! Ci invita a frequentare come si faceva una volta il nostro lido di Ostia, quando un tempo si usava andare in vacanza lì, eh caro Renato io ci vado a passeggiare e la Domenica pure al mare ma non chiedermi di condividere l’ombrellone con il vicino, questo no!!  :-)) Prosegue dicendo che si è lasciato esportare fuori Roma cercando di farci fare bella figura, rimarcando quella che è la nostra natura, il nostro linguaggio così greve ma così toccante,spiega che in parole povere non siamo poi tanto amati nel resto di Italia e veniamo considerati gli ultimi ma in realtà siamo i primi ed un grande boato lo ha sovrastato! Ha parlato molto di Roma ma essendo un blog nazionale e pure internazionale vi risparmio i commenti anche perche poi in fondo penso che solo chi è romano può comprendere ciò che Renato da romano convinto ci ha detto.

Il pubblico è stato più caloroso che mai questo amore che ci unisce è percepibile, è quasi palpabile è indescrivibile…che vi devo dire?

L’ospite è stato Gino Paoli che ha fatto un medley delle sue canzoni più famose ed è stato accolto con grande entusiasmo da tutti, cantavano tutte le sue canzoni e ha ricevuto lunghi applausi.

Andiamo alla nota stonata della serata, entra Renato e dice " Sentite Gino Paoli che bel regalo mi ha fatto"….iniziano le prime dolci e soavi note di "Magari", eh no questo è troppo per me!! Renato non è intervenuto nemmeno a metà canzone gliel’ha fatta cantare dall’inizio alla fine!! Con tutto il rispetto per Gino Paoli l’ha ROVINATA, SNATURATA, non gli ha dato la GIUSTA INTERPRETAZIONE ne la GIUSTA INTONAZIONE , ha perso di magia, non ha trasmesso nessuna emozione…il pubblico la cantava sovrastandolo cercando di dargli la vera intonazione e sono stati talmente generosi da applaudirlo ugualmente, ma il mio applauso no, non l’ha ricevuto! Poi è entrato Renato, Paoli era appena uscito e tutto lo stadio comincia ad invocare a gran voce Renato, Renato, Renato, era per fargli capire che ce la doveva cantare lui che invece faceva finta di niente e continuava a fare i complimenti al suo ospite.

Ho aspettato quasi 2 anni per riascoltare MAGARI dal vivo e tu Renato hai permesso questo scempio? Ma non ti sei reso conto che non era nelle sue corde? Farò in modo di farti arrivare tutta la mia rabbia e tutte le mie proteste con ogni mezzo, ti torturerò, vedrai! E voi che mi leggete non pensate che io sia di parte perche amo quella canzone, no, perche se l’avesse cantata bene avrei fatto un pò di polemica ma avrei espresso un giudizio obiettivo ed invece non ci siamo, questo è servito a rovinarmi una parte di concerto!

Si chiude con un classico "Il Cielo" un tripudio di applausi, grida, luci, colori, sorrisi ed un Renato che ringrazia di cuore questa città che come dice in una sua canzone non lo ha mai tradito! E QUESTA SERA SI REPLICA!

In me resta il solito senso di vuoto e la tristezza che mi lascia ogni concerto…ma questa è tutta un’altra storia…

GRAZIE RENATO PER QUESTA NUOVA IMMENSA EMOZIONE  SEI UNICO!

P.S. Saluto Matteo, Chiaretta e Simona che ho incontrato casualmente, Robbi che ho avuto il piacere di conoscere un saluto anche ad Andrea che era con lui, saluto Ilaria che non ho potuto incontrare, saluto Luciana, Edi, Gioia, Salvo…insomma pezzi di blog che erano sparsi qua e là…un bacio a tutti!

LA TAGBOARD!

Cos’è una Tagboard?

E’ un lasciamessaggi o come a me piace definirla una mini-chat! Quando avevo creato il nuovo Blog l’avevo inserita ed ho visto che era l’unica cosa che gradivate così ho pensato bene di metterla anche qui. Già ieri sera se ne erano accorti Claudia, Tina e Roberto ma poi l’ho fatta sparire, perche? Perche la tagboard non sarà sempre presente nel Blog a volte ci sarà e a volte no, a sorpresa! Ovviamente tutti i messaggi che lascierete saranno visibili ogni qualvolta che la ritroverete (ad un certo punto però dovrò obbligatoriamente fare pulizia)…se fate scorrere le freccette in basso vi accorgerete che dopo il primo messaggio c’è un numeretto al momento è 1, ecco man mano i numeretti aumenteranno perche le paginette a loro volta aumenteranno, quindi chiunque potrà visionare cosa è stato scritto precedentemente. Dovete ricordarvi che per leggere ad esempio un nuovo messaggino dovrete riaggiornare la pagina altrimenti resta tutto invariato, in pratica è come già fate per vedere se ci sono nuovi commenti!

E’ molto IMPORTANTE che venga compreso il senso della tagboard, deve essere usata soltanto per farvi brevi salutini o magari inviarvi piccoli messaggini del tipo :"Tizio ti è arrivata la mia E-mail"? Ciò significa che per tutti i commenti su Renato Zero e varie dovete usare come sempre il Post di turno, insomma quella è una piccola aggiunta, un regalino che ho voluto farvi e farmi almeno eviteremo messaggi inutili sul Blog. Per controllare ogni volta la presenza della nostra mini-chat guardate sempre sotto alla foto di Renato a sinistra, quella nuova, perche la posizionerò sempre lì in modo che possiate controllare velocemente se c’è o non c’è…come una magia!  :-))  Spero di avervi fatto cosa gradita e mi raccomando fatene buon uso!!!

SI ZEROTRASLOCAAAA!!!!

E mentre Robbi commenta e mi fa divertire…approposito concordo sulla sveglia approvo la melodia…io  sono pronta, però vi invito a leggere bene il nuovo Blog in particolare il nuovo POST che è già li pronto, perche in quel post ci sono le istruzioni per l’uso! 😉 Mi raccomando fate i bravi e leggetele attentamente perche vi dovrete abituare alla nuova grafica! Non vi emozionate troppo, non siate malinconici per il fatto che state lasciando la vostra vecchia abitazione, arredate bene tutto e soprattutto non fate arrabbiare la propietaria!! :-))

Vediamo chi sarà il primo a commentare…forse già immagino chi sarà….

PRONTI???????????? VIAAAAA!!!

EHHH MA POI CI ABBIAMO RIPENSATO ALMENO PER IL MOMENTO…PER ORA SI RESTA TUTTI QUI!!!

SALUTI E BACI….

Tn_renato_10 Questo nuovo Post è dedicato a voi, ai vostri saluti, baci, chiacchiere, buone vacanze e tutto ciò che volete raccontarvi. Così io non vedrò più un Post su Renato invaso dai più strani e curiosi argomenti fuori tema e voi non sarete più limitati nel mandarvi bacetti e abbracci, parlare di fiori, piante, calcio e chi più ne ha più ne metta! Inoltre si avvicinano le vacanze estive ed immagino che vorrete scambiarvi i saluti…perciò miei fedeli sorcini sbizzarritevi! Zerobaci a tutti!

GLI ZEROFOLLI…

I vostri Post erano davvero tutti belli, una scelta difficile ma avete deciso di premiare l’idea di Roberto al quale vanno i miei complimenti!

Quindi da adesso in poi potete raccontare quando come e perchè siete diventati zerofolli!!! Sarà bello scoprire come vi siete avvicinati alla musica di questo nostro grande MITO….Renato Zero ieri, oggi, domani e per sempre!